Post in evidenza

WIKILEAKS: VAULT 7

Continua da questo post Dai primi giorni di febbraio l'account twitter di Wikileaks posta misteriosi messaggi accompagnati da immagin...

mercoledì 29 giugno 2011

PANDORA'S TIMES parte CLII

Prosegue dalla parte CLI.


Internet e Libertà.

LA POLEMICA

Anonymous attacca
Agcom
"Minacciata la Rete
libera"

Il prossimo 6 luglio verrà approvata la delibera con cui il Garante si arroga il diritto di abolire contenuti dal web dopo sommari procedimenti

La rete Anonymous ha posto sotto attacco il sito dell'Autorità garante per le comunicazioni, nel nome della libertà per Internet. In particolare, si denuncia: "L'Agcom vorrebbe istituire una procedura veloce e puramente amministrativa di rimozione di contenuti online considerati in violazione della legge sul diritto d'autore.
L'Autorità potrebbe sia irrogare sanzioni pecuniarie molto ingenti a chi non eseguisse gli ordini di rimozione, sia ordinare agli Internet Service Provider di filtrare determinati siti web in modo da renderli irraggiungibili dall'Italia. Il tutto senza alcun coinvolgimento del sistema giudiziario. Questa normativa dovrebbe entrare in vigore tra pochi giorni. Per questo chiediamo l'aiuto di tutti in questa protesta" contro misure che minano "alle fondamenta il diritto di avere una Rete libera e imparziale".

Sotto tiro sono le disposizioni contenute nella delibera 1 dell'Agcom 668/2010, che sarà approvata il prossimo 6 luglio, e che potrebbe rendere il nostro il primo Paese al mondo in cui un'autorità amministrativa può ordinare, "alla fine di un procedimento sommario, la cancellazione di un contenuto multimediale dallo spazio pubblico telematico", denunciano gli attivisti riuniti nell'iniziativa Sito non raggiungibile. In base al regolamento dell'Autorità per le Garanzie nelle Comunicazioni, nel caso in cui dovesse essere riscontrata una violazione del copyright, il gestore del sito sotto osservazione avrebbe 48 ore di tempo per rimuovere il contenuto. Dopo un contraddittorio tra le parti da svolgersi nell'arco di cinque giorni, il Garante potrebbe disporre la cancellazione dei contenuti.

Link articolo: repubblica.it

Anche se penso, che questa delibera sia dovuta alle forti pressioni subite dall'AgCom, dall'industria discografica e dalla tv commerciale, al fine di tutelare i diritti di esclusiva, pensando in particolare a programmi televisivi, eventualmente finiti su youtube, ed al download di brani musicali.

In prospettiva, i diritti di copyright, potrebbero essere usati, come scusante, per porre pressioni ed attuare rimozioni unilaterali, in primis, a chi...risultando, "fastidioso o pericoloso"ed etc., non si può difendere adeguatamente causa limitate risorse finanziarie e per quieto vivere, non oppone nemmeno resistenza.

E ciò, non è cosa buona.

La condivisione è sacra.

E la scelta, fra i diritti e gli introiti, delle grandi industrie e dei loro affiliati e la libertà di riportare e commentare una notizia, senza scopo di lucro sia ben chiaro, altrimenti il discorso cambia, non può essere che una...

La Libertà.

LEONARDO, IL CAPOLAVORO SCOMPARSO

Un capolavoro di Leonardo ricompare dopo secoli



Un capolavoro scomparso di Leonardo da Vinci è stato ritrovato in una collezione privata americana e sarà esposto al pubblico, dopo secoli, alla National Gallery di Londra dal 9 novembre al 15 febbraio 2012. Si tratta di un Cristo "Salvator Mundi", con la mano destra alzata benedicente mentre nella sinistra regge un globo celeste. Il dipinto, su tavola, misura 66 cm di altezza per 46 di larghezza. All'inizio era catalogato correttamente nella collezione di Carlo II Stuart.
Riapparve in quella di Sir Francis Cook, un collezionista britannico del XIX secolo, ma qui si era persa l'attribuzione leonardesca ed era semplimente catalogato come "Di scuola milanese (circa 1500)". Secondo la rivista specializzata Artnews Magazine varrebbe 200 milioni. La mano del maestro toscano ha trovato conferma solo dopo la rimozione di uno strato di pittura scolorita e ritoccata durante un precedente restauro.

Link articolo con fotogallery: repubblica.it


Non si finisce mai, di stupirsi dell'arte insita in quell'uomo.

E poi.

Qualcuno, potrebbe trovare interessante, le date in cui si svolgerà l'esposizione, in particolare l'apertura.

E perché no.

Anche le misure della tela stessa.

D'altronde Leonardo, aveva delle "frequentazioni rosacrociane", se non erro.

Ed un Cristo..."Salvatore di Mondi", con un globo trasparente in una mano e l'altra che indica il cielo...

In un quadro, di cui si era persa traccia e l'attribuzione al genio fiorentino era in dubbio e per giunta, venuta alla luce in questo tumultuoso periodo storico, mi fa "pensare male...molto male".

Ma, "Come al Solito"..."saranno solo, mie paranoie, globali."

GRECIA: "L'Inizio dell'Ultimo Atto"? - Parte III

Prosegue dalla parte II.


"Il Giorno della Verità."

GRECIA: OGGI VOTO CRUCIALE PER IL SUO FUTURO TRA DISORDINI E PROTESTE

(ASCA) - Roma, 29 giu - Inzieranno oggi, per concludersi domani, le votazioni al Parlamento greco sul piano di austerity da 28,4 miliardi di euro che consentira' ad Atene di sbloccare il pacchetto di aiuti internazionali, cruciale per evitare la bancarotta dei suoi conti pubblici e per la tenuta della stessa Eurozona.

Le misure all'esame prevedono, tra l'altro, aumenti delle tasse, privatizzazioni e sostanziali tagli della spesa pubblica che dovrebbero consentire di portare circa 50 miliardi di euro nelle casse pubbliche di qui al 2015.

Il voto si tiene in un'atmosfera di altissima tensione sociale con i sindacati che hanno proclamato un nuovo sciopero generale dei 48 ore mentre continuano gli scontri in piazza tra manifestanti e polizia.

Ma nonostante l'alta posta in gioco, il passaggio parlamentare presenta numerose insidie per il governo di Papandreou. Prima fra tutte quella della tenuta della sua stessa maggioranza in cui ci sono diversi deputati molto vicini ai sindacati. Poi gli appelli alla responsabilita' rivolti all'opposizione di centro-destra che sembrano cadere nel vuoto.

Il governatore della Banca centrale greca, George Provopoulos, in un'intervista al Financial Times, parla addirittura della possibilita' di un ''voto suicida'' e attribuisce lo scarso consenso sociale alla manovra ad una mancata 'operazione verita'' su quanto accaduto.

''Non abbiamo mai tenuto un vero dibattito nel Paese su quello che e' andato storto - ha detto - in Portogalloil nuovo governo e' arrivato ed ha subito detto che ci sarebbero stati tempi difficili nei due anni a venire. Noi non abbiamo sentito questo tipo di discorsi''.

''Il Parlamento - ha aggiunto - se votasse contro queste misure commetterebbe un vero e proprio crimine, il paese voterebbe per il suo suicidio''. fgl/

lunedì 27 giugno 2011

"FREEDOM FLOTILLA 2". L'Attesa/2

Prosegue da questo post.


Un pò di saggezza dimora ancora in Israele...

Flottiglia2, Haaretz, fatela arrivare Gaza

Quotidiano israeliano in polemica con governo Netanyhau

27 giugno, 10:44

(ANSA) - TEL AVIV, 27 GIU - In aperta polemica col proprio governo, il quotidiano israeliano Haaretz consiglia oggi nel suo editoriale di autorizzare il transito di una Flottiglia di attivisti filopalestinesi intenzionati a consegnare questa settimana aiuti umanitari agli abitanti di Gaza. Ieri il premier Benyamin Netanyahu ha confermato che alla Flottiglia sarà impedito di forzare il blocco navale imposto alla Striscia di Gaza nell'intento di impedire traffico di armi verso Hamas.

Richiesta che sarebbe d'accogliere, non fosse altro che per disinnescare la pericolosissima tensione, che rischia di andare a generarsi, visto anche ( o soprattutto, fate voi ) quanto accaduto l'anno scorso.


PANDORA'S TIMES parte CLI

Prosegue dalla parte CL.


"Armi Chimiche e Batteriologiche...ed i loro vaccini."

COSA STA SUCCEDENDO NELL’ISTITUTO PER
LE RICERCHE BIOLOGICHE ISRAELIANO?




I segreti più pericolosi di Israele

DI SALEH EL NAAMI
Uruknet

Gli autisti danno solo un’occhiata, quando le passano accanto, alla struttura gigantesca tra le dune a sud di Rishon Litsion, nella parte meridionale di Tel Aviv. È proibito uscire dall’autostrada Tel Aviv-Rishon Litsion nella parte della carreggiata vicina a quell’edificio, barricato nei muri di cemento che sono dotati delle migliori attrezzature di sorveglianza e controllo sviluppate dalle industrie militari di Israele.

Quella struttura simile a una fortezza è l’Israeli Institute for Biological Research (IIBR) dove Israele sviluppa le proprie armi biologiche e chimiche e si prepara all’eventualità di un conflitto biologico o chimico. È l’installazione militare più top-secret in tutto Israele. È così strettamente controllata dalla censura militare che la stampa israeliana deve rivolgersi alle fonti occidentali per avere brandelli di informazione, ottenute in modo molto intermittente da contatti speciali all’interno dell’istituto.

Solo una volta è stata concessa alla stampa israeliana libertà di movimento per discutere cosa accadesse dietro le imponenti mura dell'edificio. E' successo lo scorso mese quando Avisha Klein ha citato in giudizio l’amministrazione dell’IIBR per molestie e abusi sessuali. Impiegata di lungo servizio dell’istituto, Klein ha ricoperto varie posizioni, in una delle quali era parte di un team che stava sviluppando una pomata per proteggere la pelle dall’iprite, il gas mostarda. Ma questo è solo uno dettagli che sono venuti alla luce nel corso del processo, che ha chiarito a sufficienza la natura e lo scopo del lavoro di questo istituto.

Continua su: comedonchisciotte.org

sabato 25 giugno 2011

PANDORA'S TIMES parte CL

Prosegue dalla parte CXLIX.


GIORNATA INTERNAZIONALE

Torture nel mondo, la
lista delle tragedie
Dove ancora la polizia
indaga seviziando

Secondo Amnesty International l'80% delle torture si pratica nei paesi del G20. L'esempio del "waterboarding" utilizzato dagli Usa. Mentre in 14 paesi, come l'Afghanistan, l'Iran, l'Iraq, la Nigeria, l'Arabia Saudita, la Somalia e il Sudan, si assiste a mutilazioni e fustigazioni

di LUCA ATTANASIO

ROMA - Nel nostro Paese, approdano migliaia di immigrati all'anno. Molti lasciano alle spalle una vita di stenti, povertà endemiche, altri fuggono da guerre, carestie, disastri naturali. Nel migliore dei casi, qualcuno progetta per sé un futuro fatto di studio o cerca un impiego dignitoso. Ma nel mezzo delle cifre e le stime che li quantificano, tra le pieghe dei dati ufficiali, si nasconde un numero enorme di uomini e donne che giungono da noi per salvarsi la pelle, che hanno subito torture, sevizie, abusi di ogni tipo. Non pensano a un futuro migliore, ma a garantirsi il presente.

Continua su: repubblica.it

venerdì 24 giugno 2011

SCOPERTA TOMBA MAYA DI 1500 ANNI FÀ


Il Luogo


La scoperta risale al 1999 ma l'accesso di una minicamera a raggi infrarossi ha consentito per la prima volta si scrutare i segreti della tomba Maya di 1500 anni fa. L'ingresso nella zona di Palenque, in Messico, è un piccolo pozzo all'interno della piramide in fondo al quale è stato trovato dagli esperti dell'Inha (Istituto di Storia e Antropologia) un tesoro di oggetti che aiuteranno a comprendere ancora meglio la storia di quel popolo. La tomba, presumibilmente di un sovrano, sono decorate da pitture e le telecamere hanno anche individuato piatti utilizzati per le offerte funerarie oltre ad uhj sudario di giada e madreperla


L'entrata del pozzo



Una veduta dell'interno della tomba


Link articolo con fotogallery: repubblica.it

Fin da bambino, sono sempre stato affascinato dalla Storia e Preistoria di antichi popoli.

Vuoi per il curioso piacere di conoscere misteriose civiltà ormai scomparse.

Vuoi per l'innata, in me, volontà di comprendere, anche attraverso la Storia, la direzione di eventi futuri.

Vuoi per "l'inconscia...

Ma palese evidenza per me, anch'essa innata

...consapevolezza"
, che, quantomeno una parte, di ciò che è ritenuta la Storia ufficiale...ortodossa di antiche, se non antichissime...civiltà, non sia da prendere come...Verità Assoluta.

giovedì 23 giugno 2011

PANDORA'S TIMES parte CXLIX

Prosegue dalla parte CXLVIII.


Curiosità..."Geografiche".

PERCHÉ GOOGLE EARTH NON VI FA VEDERE
ISRAELE

DI HAMED ALEAZIZ
Uruknet



Da quando Google ha lanciato il progetto di Google Earth nel 2005, la compagnia è diventata un leader mondiale nel fornire immagini da satellite ad alta risoluzione. Nel 2010 Google Earth ha consentito al mondo intero di vedere l’entità delle distruzioni nel dopo-terremoto di Haiti.

Quest’anno Google ha diffuso immagini simili dal Giappone dopo il terribile tsunami e il terremoto.

Con un semplice click Google può portare il mondo, e una migliore comprensione di eventi lontani, sul tuo computer.

C’è comunque un paese che Google Earth non ti farà vedere: Israele.

Continua su: comedonchisciotte.org

mercoledì 22 giugno 2011

TWR-S, il Radar Portatile che Guarda Anche Attraverso i Muri

Radar portatile guarda anche attraverso muri

Presentato a Parigi, pesa meno di 3 chili e consente di vedere oltre il cemento armato

20 giugno, 19:13



LE BOURGET (PARIGI) - Si chiama Twr (through the wall, attraverso il muro) pesa meno di 3 chilogrammi, ed è un radar portatile in grado di vedere attraverso i muri, utile per applicazioni civili - come localizzare sopravvissuti intrappolati in un edificio in fiamme o in zone colpite da terremoto - e per applicazioni militari, per esempio azioni antiterrorismo.

E' stato presentato da Selex Sistemi Integrati, una società controllata di Finmeccanica, che lo realizza assieme a Ingegneria dei Sistemi (Ids) al Paris Air Show, il salone internazionale di aerospazio e difesa a Le Bourget.

Il radar consente l'immediata scoperta di esseri umani dietro muri in cemento armato (di uno spessore massimo di 30 centimetri) rilevando il movimento dello sterno nella respirazione, di seguirne i movimenti e di fornire la disposizione di un edificio, avendo un raggio di rilevazione di 160 gradi.

Il sistema permette di vedere non solo attraverso i muri ma anche anche attraverso porte e altri materiali densi. Twr, quindi, si applica negli scenari che richiedono l'ingresso di soccorritori in edifici non sicuri e che quindi rappresentano un pericolo per vigili del fuoco, soldati e operatori umanitari, migliorando la conoscenza della situazione e riducendo i rischi prima di intervenire all'interno di una struttura. Il rilevamento di segni di vita, come il battito cardiaco e/o la respirazione, avviene mostrando in tempo reale anche persone completamente immobili.

Si basa sull'illuminazione della zona interessata per mezzo di segnali elettromagnetici, rilevando la presenza di esseri umani solo dal movimento dello sterno. Questa funzione consente di localizzare le persone sotto le macerie in caso di frane e terremoti.

Link articolo: ansa.it

Interessante questo coso, anche se ho letto da qualche parte, che ce n'è uno israeliano che, se ricordo bene, pesa solo un chilogrammo e mostra gli interni in 3D, però, non sò...se le altre potenzialità, sono le medesime...se non superiori.

Se trovo qualcosa lo posto.

martedì 21 giugno 2011

Stonehenge, in 18mila per il Solstizio d'Estate



Erano in 18mila, molti hippy e molti pagani, tutti riuniti a Stonehenge per festeggiare il solstizio d'estate e attendere l'alba sulle rovine del sito preistorico nella contea inglese del Wiltshire.
L'annuale appuntamento che richiama turisti e curiosi da ogni parte del mondo si è trasformato in un mega party sotto le stelle - e le nuvole - che si è concluso con l'arresto di 20 persone per possesso di droga e rissa





Link articolo con fotogallery: repubblica.it

Che dire.

Il luogo è affascinante e carico di energia.

Che questa energia, sia poi, positiva o negativa, beh...penso dipenda da noi e dalla nostra indole, da ciò che siamo.

Per quanto riguarda i visitatori, alcuni almeno, che si vedono nelle varie foto.

Sinceramente, anche se l'articolo, non lo avesse "evidenziato", che erano, come dire..."un pò eccentrici"?

Me n'ero ben reso conto, da solo.

Ma va bene così.

lunedì 20 giugno 2011

"FREEDOM FLOTILLA 2". L'Attesa

"E siamo di nuovo qui", a distanza di un anno o poco più, ad attendere gli sviluppi dell'evento, di quella che potrebbe diventare, o quantomeno, aiutare a creare...la giusta scintilla, con il potenziale di "accendere il fuoco", in parte, o finanche tutto, il medioriente.

Ma iniziamo a raccontare questa storia, tramite le notizie più recenti
che ci giungono da più fonti, in attesa degli sviluppi, nefasti o meno, che essi saranno...

Turchia/ Ihh partecipa a
Freedom Flotilla 2 senza
Mavi Marmara

Gli organizzatori: pressioni da Israele e Usa su Turchia

Istanbul, 17 giu. (TMNews) - La Freedom Flotilla 2 partirà il prossimo 25 giugno, sarà composta da 10 navi e ci sarà anche la Ihh, ma senza la sua Mavi Marmara, il battello che lo scorso anno era stato attaccato dalla marina israeliana e sul quale persero la vita 9 persone.
Lo ha detto questa mattina Bulent Yildirim, presidente della Ihh, la Ong turca che porta aiuti in tutto il mondo musulmano e in particolare in Palestina e accusata da Cia e Mossad di avere legami con Hamas. Nel corso di una conferenza stampa, dov'era riunito tutto il board degli organizzatori della Freedom Flotilla 2, Yildirim ha dichiarato: "Non possiamo utilizzare la Mavi Marmara a causa dei danni che le ha procurato lo scorso anno la marina israeliana, la stiamo riparando ma sicuramente non sarà pronta per la partenza della flottiglia e noi non la vogliamo posticipare. Ma saremo presenti nel convoglio, magari anche con una piccola nave, ma questo non è sicuro".
La motivazione del mancato utilizzo della Mavi Marmara è tecnica quindi e non ha nulla a che vedere con l'emergenza siriana, come trapelato alla vigilia. Emergenza che la Ihh ha comunque detto di monitorare con attenzione.
Nel corso della conferenza il board della Freedom Flottiglia ha anche fatto cenno a pressioni che Usa e Israele hanno compiuto sulla Turchia per tentare di bloccare il convoglio e che, stando agli organizzatori sono state puntualmente respinte
dal governo turco.

Link articolo: notizie.virgilio.it

PANDORA'S TIMES parte CXLVIII

Prosegue dalla parte CXLVII.


Curiosità..."Alimentari".

BIOTECH

"I cibi e i drink del
futuro
combatteranno le
malattie"

A New Orleans, al congresso dell'Institute of Food Technologist, i designer delle nuove pietanze spiegano come sfruttare la tecnologia per mettere a punto alimenti in grado di prevenire e contrastare patologie come diabete, obesità, osteoporosi, cancro e l'invecchiamento. Ecco come

di PAOLO PONTONIERE

NEW ORLEANS - "Pixie Dust". Così si chiamerà, o almeno così sperano i suoi creatori, il prossimo drink giovanile americano, frutto della ricerca scientifica. Prodotto grazie alla collaborazione di due ricercatori del programma di scienza alimentare della University of Wisconsin di Madison, il drink - una polvere liofilizzata di frutta che può essere mescolata sia con il latte che con l'acqua e che equivale al fabbisogno giornaliero di frutta di una persona - è stato presentato all'incontro annuale dell'Institute of Food Technologists 1 che si è tenuto recentemente a New Orleans.

Continua su: repubblica.it

domenica 19 giugno 2011

GRECIA: "L'Inizio dell'Ultimo Atto"? - Parte II

Prosegue dalla parte I.


LA CRISI ECONOMICA

Papandreou chiede
fiducia in Parlamento
"Restare uniti per
evitare il disastro"

Il primo ministro rivolge un appello ai partiti per arrivare ad un'intesa nazionale, necessaria a superare la crisi in un "momento cruciale per il Paese". Pacchetto di nuovi tagli e scelte dolorose per i prossimi 5 anni. Atteso il via libera alla quinta tranche del prestito Ue-Fmi di 110 miliardi concesso alla Grecia

ATENE - Il primo ministro greco Georges Papandreou ha rivolto un appello ai partiti politici per arrivare a "un'intesa nazionale" che porti a un voto di fiducia in Parlamento, necessario a superare la crisi in un "momento cruciale" per la storia del Paese.

Papandreou chiede che venga sostenuto il suo nuovo esecutivo che dovrà continuare a compiere scelte dolorose ed applicare nuovi tagli nei prossimi cinque anni per evitare il disastro di un default del debito. "La priorità - ha sottolineato il premier socialista - è un accordo nazionale per far fronte al deficit e al debito della Grecia". Il piano di austerity del governo prevede tagli per 28,4 miliardi di euro e dovrà essere varato entro fine giugno per convincere Ue e Fmi a proseguire sulla strada degli aiuti finanziari ad Atene. Di certo, non è popolare fra la gente: quasi la metà dei greci, il 47,5 per cento, è contro le misure che il governo sta definendo per salvare il Paese dalla bancarotta, secondo un sondaggio pubblicato dal giornale To Vima. Oltre il 70 per cento degli intervistati chiede inoltre un governo di unità nazionale, e non si accontenta del rimpasto operato venerdì dal premier Papandreou.

I ministri delle Finanze europei a Lussemburgo si incontrano oggi per la riunione straordinaria dell'Eurogruppo sul futuro della Grecia e dell'euro.
Sul tavolo il salvataggio bis di Atene con i timori del contagio e la spada di Damocle delle agenzie di rating su altri Paesi compresa l'Italia. Tra oggi e domani (quando si riunirà l'Ecofin) dovrebbe arrivare il via libera alla quinta tranche, da 12 miliardi di euro, del prestito Ue-Fmi da 110 miliardi concesso ad Atene un anno fa. Questo consentirà alla Grecia di avere ossigeno fino a settembre e all'Ue di avere più tempo per trovare un'intesa sulla scottante questione del ruolo dei privati nel nuovo piano d'aiuti, nella speranza di arrivare a una decisione nell'incontro fissato per l'11 luglio prossimo a Bruxelles. E sempre che, nel frattempo, ad Atene governo e Parlamento diano un sostegno unanime al nuovo piano di austerità.

Link articolo: repubblica.it

CYBER-ATTACCO AI COMPUTER DEL FMI

IL CASO

Attacco ai computer del
Fmi
Caccia ai segreti dei
Paesi in crisi

Sull'incidente aperta un'indagine. Da mesi il sistema informatico dell'organizzazione di Washington è stato preso di mira. Si ipotizza che gli hacker agiscano per conto di uno Stato che vuole accesso a dati sensibili o che l'azione miri a screditare l'istituzione



WASHINGTON - Attacco cibernetico contro il Fondo Monetario Internazionale, i cui computer sono finiti nel mirino degli hacker. Lo ha confermato al New York Times un portavoce del Fondo, David Hawley, assicurando che l'organizzazione è pienamente operativa e che sull'incidente è stata aperta un'indagine.

Il Fondo Monetario, che ha accesso a informazioni "sensibili" di molte nazioni, è stato colpito negli ultimi mesi da quello che gli esperti informatici hanno definito un attacco cibernetico sofisticato su larga scala. Il New York Times, citando fonti interne al Fmi, ha riferito che il consiglio direttivo è stato messo al corrente mercoledì scorso dell'attacco, durato, appunto diversi mesi.

L'organizzazione, che ha sede a Washington, custodisce i segreti economici di tutti i 187 Paesi membri e in particolare è al corrente delle effettive condizioni economiche di quelli a rischio come Grecia e Irlanda. Materiale definito dai uno dei funzionari del Fmi come "dinamite politica in molti Stati". L'attacco è stato così pesante che la 'sorella', la Banca Mondiale, che ha sede materialmente di fronte all'Fmi, ha fisicamente interrotto ogni collegamento telematico a "titolo precauzionale". La riservatezza è stata tale che i membri del consiglio dei direttori dell'Fmi sono stati informati solo mercoledì scorso dell'attacco.

Difficile capire chi possa esserci dietro l'attacco: secondo alcuni esperti, chi si è introdotto illegalmente nel sistema informatico del Fondo mirava a installare un software che permettesse a un Paese di avere una "presenza digitale privilegiata" nel network del Fondo. L'obiettivo potrebbe essere quello di rubare dati "sensibili" o di mettere in imbarazzo l'organizzazione, per sminuirne il prestigio.

Si tratta dell'ultimo incidente, in ordine di tempo, di una serie di ciber-attacchi che hanno preso di mira istituzioni e aziende di alto livello, come la Lockheed Martin, la Sony, la Citigroup Inc. e Google.

Link articolo: repubblica.it


Interessante, vero?

Anche se, potrebbe essere solo opera di hackers, come dire, senza scopo di lucro?

Oppure, un operazione commissionata da grandi speculatori interessati, in odore, ed in vista aggiungerei, di "prossimi" grossi affari.

L'ipotesi, per la quale, vi sia un Paese, interessato agli "eventuali"...dati reali, segreti, lì custoditi, sui debiti sovrani, dietro a questa "incursione" in particolare...

Mi fà pensare ( "pensando male" ), che il Paese...

Magari, poi, sbagliando clamorosamente, s'intende.Tenendo in considerazione i precedenti "sospetti" relativamente recenti, riguardo, "ad altre anche recentissime presunte intrusioni cibernetiche", ed i crediti attualmente in suo possesso, in particolare statunitensi

...potrebbe essere la Cina.

Mah! Chissà, se prima o poi, lo scopriremo.

Anche se, forse...non avrà più importanza.

venerdì 17 giugno 2011

PANDORA'S TIMES parte CXLVII

Prosegue dalla parte CXLVI.


IL BACIO NELLA GUERRIGLIA DI VANCOUVER



Le immagini hanno fatto presto il giro del mondo tra siti web e social network. A pochi passi dalle forze dell'ordine, e nel pieno degli scontri che hanno colpito il centro di Vancouver, una coppia sembra scambiarsi un bacio appassionato. Ma è giallo sulla fotografia. Secondo alcuni testimoni sarebbe stata scattata appena dopo una carica della polizia e immortalerebbe soltanto un tentativo di soccorso da parte del ragazzo.

Link articolo con fotogallery: repubblica.it

Se fosse realmente accaduto ( come pare allo scrivente ) e non, solo, uno scatto fotografico equivoco, di un avvenuto soccorso...

Beh! Sarebbe Romantico dai...per la serie, "Anche i contestatori, Amano"...o no?

E poi, finalmente, l'arcano si svelò...

LE IMMAGINI INEDITE DEL 'RIOT KISS'

Nelle immagini inedite pubblicate dal Vancouver Sun, gli attimi che hanno preceduto lo scatto, opera del fotografo Richard Lam, conosciuto ormai in tutto il mondo come 'Riot Kiss'. I fermo immagine, tratti da un video girato da uno studente universitario, mostrano gli istanti in cui i ragazzi si imbattono nelle forze dell'ordine. Poco dopo, il giovane Scott Jones, cerca di tranquillizzare la fidanzata.

Link articolo con fotogallery: repubblica.it

Dimenticavo...

Il bacio era reale, avevo visto giusto.


Nuovo Ordine Mondiale.

16 giugno 2011

REPORT BILDERBERG 2011

Nel mondo della finanza internazionale ci sono persone che guidano gli eventi ed altre che reagiscono di fronte a tali eventi.
Mentre questi ultimi sono ben noti, maggiori in numero e apparentemente più potenti, il vero potere risiede nei primi. Nel centro del sistema finanziario globale, c’è l’oligarchia finanziaria che oggi viene rappresentata dal Gruppo Bilderberg.

Di Daniel Estulin
www.danielestulin.com

L’organizzazione Bilderberg è dinamica, cambia con il tempo, assorbendo e creando nuovi talenti mentre espelle quelle che decadono. I membri del club, vengono e vanno, ma il sistema in se stesso rimane senza mutare. E’ un auto-perpetuazione del sistema. Una ragnatela virtuale dove s'intrecciano interessi finanziari, politici, economici e industriali, con il modello di fondo veneziano ultramontano al suo centro.
Oggi, il Club Bilderberg non è più una società segreta. Non è l’occhio cattivo che vede tutto o una cospirazione giudaico-massonica. Non è una cospirazione, nonostante ci sia gente che lo crede così, nelle sue fantasie infantili. Non c'è nessun gruppo di persone, per quanto potenti possano essere, che si siedono intorno a un tavolo in una stanza scura tenendosi le mani, con gli occhi fissi sulla sfera di cristallo, che pianificano il futuro del mondo.

Il Club Bilderberg non è una fantasia del mondo cartesiano, dove hanno luogo azioni d’individui isolati ma un insieme di processi dinamico-sociali che modellano il corso della storia con la manipolazione o controllo delle idee che avvolgono le generazioni successive.

Continua su: vocidallastrada.com

Beh! Che siano oscure entità occulte, di qualsiasi genere esse siano, o agenti delle grandi multinazionali, o altro.

Se l'intento è, sottometterlo e plasmarlo, ai propri voleri...o interessi, o chiamateli come vi pare...

Complotto è, comunque.


Economia.

Interessantissimo articolo, di cui, consiglio assolutamente la lettura...

Debate over U.S. debt limit is going down to the wire
IL DIBATTITO SUL LIMITE DI DEBITO DEGLI STATI UNITI STA CADENDO A FILO
( in inglese - usatoday.com ).

Il tutto, entro il 2 agosto.

O accordo sull'innalzamento del tetto del debito pubblico Usa, o saranno guai seri.


MEDIO ORIENTE

UN ATTACCO ALL’IRAN SARÀ LA FINE DI
ISRAELE PER COME LO CONOSCIAMO



DI RICHARD SILVERSTEIN
Richardsilverstein.com

Un importante articolo (in Ebraico) pubblicato da
Maariv fa notare come Meir Degan non sia l'unico esponente di rilievo dell'intelligence militare israeliana a criticare la possibilità di un attacco all'Iran. Tra i molti altri esponenti, anche l'ex capo dell'IDF (Israel Defence Forces) Shlomo Gazit, l'ex ministro della difesa Benyamin Ben Eliezer e l'ex direttore del Mossad Ephraim HaLevy concordano con questa visione.

L'articolo su Maariv è talmente importante e scende talmente in profondità sull'argomento che ne propongo qui la traduzione di alcuni estratti.
Rifacendosi alla ricerca di Anthony Cordesmann sull'argomento (della quale ho discusso qui), inizia facendo notare come, nelle stesse previsioni israeliane, in caso di attacco alle installazioni nucleari iraniane un terzo delle forze aeree andrebbe perduto, abbattute da missili e dai sistemi di difesa di fabbricazione russa. La cosa fa riflettere. Israele dovrebbe impegnare una gran quantità, forse centinaia, di velivoli e piloti nella missione. Di cui un terzo non farebbero ritorno.
Un terzo. I piloti aerei sono il personale militare più addestrato di tutta la IDF: la creme de la creme. La perdita di un terzo dei piloti sarebbe enorme per l'aviazione e per l'intera nazione.
Personalmente ritengo che sarebbe una perdita che l'intera nazione non perdonerebbe né dimenticherebbe facilmente (sebbene l'effetto immediato potrebbe essere quello di stringersi intorno a (Bibi) Benjamin Netanyahu).

Quelli che faranno ritorno si ritroverebbero di fronte una nazione completamente diversa da quella che hanno lasciato. La risposta iraniana sarebbe massiccia e dolorosa, con l'utilizzo di missili terra-terra Shihad 3 in grado di raggiungere qualsiasi angolo del territorio israeliano. L'articolo prospetta anche l'eventualità (sulla quale tendo a discordare) che alcuni missili possano essere armati con testate chimiche, in grado di infliggere un gran numero di perdite umane.

Continua su: comedonchisciotte.org

SIRIA

Siria: proteste ovunque, anche in Libano
19 uccisi, uno ad Aleppo. Scontri sunniti- alawiti a Tripoli

17 giugno, 20:28

(ANSA) - BEIRUT, 17 GIU - A quasi 100 giorni dall'inizio della rivolta in Siria, carri armati ed elicotteri contro i civili non hanno finora scoraggiato le decine di migliaia di siriani che anche oggi, nel 14/o venerdi' consecutivo di proteste, sono tornati in strada, partendo dalle moschee e dai dormitori universitari, per chiedere la caduta del regime. Le tensioni siriane sono tracimate nel vicino Libano con sanguinosi scontri armati tra alawiti fedeli agli al-Assad e sunniti vicini ai dimostranti.

IL PIANO DI DESTABILIZZAZIONE DELLA
SIRIA

DI THIERRY MEYSSAN
voltairenet.org

Le operazioni condotte contro Libia e Siria mettono in campo i medesimi attori e le stesse strategie. Ma i risultati nei due casi sono molto differenti dal momento che queste nazioni non sono paragonabili tra loro. Thierry Messyan analizza questo mezzo scacco delle forze coloniali e contro-rivoluzionarie e prevede un nuova reazione violenta nel mondo arabo.

Il tentativo di colpo di stato ai danni del governo siriano ricorda per diversi punti quello che è stato provato in Libia, benché i risultati siano molto differenti in ragione delle particolarità sociali e politiche. Il progetto di colpire simultaneamente questi due stati era stato annunciato il 6 maggio 2002 da John Bolton quand’era Vicesegretario di Stato dell’amministrazione Bush, e la sua realizzazione da parte dell’amministrazione Obama nove anni più tardi, nel contesto del risveglio arabo, non è priva di problemi.

Continua su: comedonchisciotte.org


TUNISIA

Tunisia: niente basi a Nato contro Libia

Militari: suolo tunisino non servira' per attacco terrestre

18 giugno, 18:32

(ANSA) - TUNISI, 18 GIU - Le autorita' militari tunisine hanno affermato che non sara' concesso alla Francia di installare una sua base nel territorio del Paese per offrire alla Nato un punto di partenza per un attacco di terra contro le forze libiche di Muammar Gheddafi. ''Il suolo tunisino - ha detto il colonnello Mokhtar Ben Nasr - non servira' come punto di partenza per un attacco terrestre contro la Libia''.


GRAN BRETAGNA

"Anche gli inglesi, a volte, s'incazzano"...

I SINDACATI INGLESI

Londra, contro i tagli
alle pensioni
una catena di
pesantissimi scioperi

Le organizzazioni dei lavoratori pubblici annunciano un'estate ed un autunno di durissime lotte. Si comincia il 30 giugno con l'agitazione degli insegnanti. "Sarà la più grande protesta dallo sciopero generale del 1926". Metropolitana di Londra a singhiozzo

LONDRA - Contro i drastici tagli delle pensioni nel settore pubblico i sindacati, che hanno annunciato in risposta mesi di scioperi e agitazioni, promettono: "Sarà la più grande protesta dei lavoratori che si sia vista in Gran Bretagna dallo sciopero generale del 1926" e, soprattutto, "non sarà come lo sciopero dei minatori" contro Margaret Thatcher, "perchè vinceremo".

Continua su: repubblica.it


VIETNAM

Vietnam: nuove proteste anti-Pechino

Ad Hanoi e Ho Chi Minh, per isole contese Spratly e Paracel

19 giugno, 12:38

(ANSA) - BANGKOK, 19 GIU - Alcune centinaia di vietnamiti hanno manifestato oggi - per la terza domenica consecutiva - davanti alle sedi diplomatiche cinesi ad Hanoi e Ho Chi Minh City per protestare contro la politica di Pechino in merito alla questione delle acque contese nel Mar cinese meridionale, che nelle ultime settimane ha fatto aumentare la tensione tra i due Paesi. I manifestanti hanno intonato slogan patriottici, invitando la Cina a "smetterla di violare le acque territoriali del Vietnam".


Curiosità.

LA RASSEGNA

La realtà virtuale che
verrà
Tutto pur di ingannare i
sensi

Esperti di grafica e interattività scatenati in vista del Siggraph 2011. C'è chi ha trovato il modo di far
provare la gravidanza a un uomo e chi sostiene di aver rubato i segreti del fuoco. Un assaggio di cosa può succedere quando la tecnologia va a scuola da Madre Natura

di GIULIA BELARDELLI

IL RUMORE del fuoco, la sensazione di farsi cullare dall'acqua, l'effetto di una curva improvvisa durante una corsa. Sono solo alcune delle percezioni complesse che fino a poco tempo fa si pensavano escluse dal mondo virtuale, e che ora, invece, sembrano "possibili" anche lì. Negli ultimi anni, infatti, la ricerca nei campi della computer grafica e delle tecnologie interattive ha fatto passi da gigante, estendendo le proprie applicazioni dall'industria dell'intrattenimento alla robotica. E se è vero che videogiochi e proiezioni tridimensionali ci hanno abituati al concetto di realtà parallela, da un capo all'altro del pianeta squadre di ricercatori sono al lavoro per rendere quelle esperienze ancora più reali, avvolgenti, estreme. Fino al punto da ricreare di tutto, addirittura la sensazione di una gravidanza, volendo anche al maschile. Ad agosto le trovate più geniali del mondo saranno presentate a Vancouver al Siggraph 2011 1, il principale evento dedicato alla grafica e all'interattività. Intanto, con l'aiuto di alcune riviste specializzate, ecco alcune delle novità più interessanti.

Continua su: repubblica.it

Beh! "Fermo restando che, ognuno è libero di provare, su se stesso e/o, su consenzienti pienamente consapevoli, quello che gli pare e piace", io, di "provare ad essere in cinto", di sicuro, non sento il bisogno.


A seguire la parte CXLVIII.

WIKILEAKS, NUOVA PUBBLICAZIONE DI DOCUMENTI - Parte XXXI

Prosegue dalla parte XXX.


Inizio questa parte, postando un articolo riguardante il bunker svedese, ove hanno sede, anche, i server (alcuni almeno) di Wikileaks, che in verità, avevo trattato già in questo precedente post della serie, tuttavia, il seguente risulta più tecnico, almeno secondo me...


Viaggio nel bunker
antiatomico di Bahnhof

L’headquarter si ispira a film di fantascienza come 'Silent
Running'

13/06/2011 - Il progetto Pionen - White Mountains è firmato da Albert France-Lanord Architects. Il cliente, l'internet provider Bahnhof AB, custodisce nella roccia alcuni dei server della nota organizzazione internazionaleWikiLeaks.
Pionen ha sede a Stoccolma, in un ex-rifugio antiatomico della seconda guerra mondiale, a 30 metri sotto la roccia granitica del Vita Berg Park.



Link articolo con fotogallery: edilportale.com


Assange spiato nella villa-prigione



Julian Assange spiato nella villa dove sta scontando gli arresti domiciliari. Lo affermano i collaboratori del capo di Wikileaks in un video dal titolo "House Arrest", ottenuto dal Daily Telegraph, in cui sostengono che alcune telecamere di sorveglianza sono state installate fuori dalla casa nella campagna inglese e riprendono le targhe di chi entra e chi esce. Le telecamere sono state montate sei mesi fa, subito dopo l'arrivo di Assange, all'ingresso della villa del Norfolk di Vaughan Smith, che ha accettato di ospitarlo in attesa di decisione sull'estradizione in Svezia per reati sessuali



Link articolo con fotogallery: repubblica.it


Scatta la corsa a
Hollywood per un
kolossal su Wikileaks


Cinque film in cantiere sul sito più discusso dell'anno. Dreamworks tallona il Guardian, Usa Hbo e Bbc lavorano a un progetto ispirato a un pezzo del New Yorker.

Continua su: iltempo.it


"Nuovi Concorrenti"...

HackerLeaks, soffiate hacktiviste

Nuova piattaforma per la distribuzione dei contenuti riservati ottenuti con gli attacchi informatici

Continua su: punto-informatico.it


"Revoche"...

WIKILEAKS: VISA E MASTERCARD REVOCANO EMBARGO SU DONAZIONI ONLINE

(ASCA-AFP) - Londra, 8 lug - Dopo sette mesi l'embargo portato avanti da Visa e Mastercard nei confronti di WikiLeaks e' stato tolto e il sito di Julian Assange potra' dunque tornare a ricevere donazioni online attraverso due tra i circuiti piu' importanti del mondo. Lo ha annunciato la DataCell, l'operatore islandese che gestisce le transazioni in Rete di WikiLeaks. red/cam/alf

Che la minaccia, ormai non sia più giudicata pericolosa...o serve fiato per la creatura, poiché gli "Agenti del Caos"...hanno finito i soldi?

E come possono, "andar a far danni in ogni dove", senza adeguato sostentamento?



'Fuorviante mandato arresto Ue per Assange'

Difesa: 'Accuse non configurano condotta criminale in Gb'

12 luglio, 16:43

LONDRA - 'Quello che l'accusa deve provare oltre ragionevole dubbio è che se i fatti fossero accaduti a Londra avrebbero costituito condotta criminale'. Per Ben Emmerson, legale di Julian Assange, questo è uno dei punti chiavi dell'intera battaglia legale. E la teoria della difesa, in questo senso, è che 'se si controlla cosa davvero vogliono dire i capi d'accusa si scopre che così non è'.

Continua su: ansa.it

APPUNTO!!! Ciò che ho sempre pensato io, di questa storia.

Si processa un'individuo, in merito al concedere o meno l'estradizione, sulla base di un reato, che nel Paese in cui il procedimento ha luogo, non sussiste.

Detto questo.

"Tutto regolare", ovvero, prassi...ci mancherebbe...però la cosa, a mio parere, resta allucinante...compreso, il mandato internazionale dell'Ue.



12/7/2011
Processo Wikileaks,
l'appello di Assange
contro l'estradizione


E Anonymous promette su Twitter di pubblicare informazioni "esplosive"...

Continua ( con tutti i link del caso...attivi ) su: lastampa.it


Wikileaks, udienza Assange rinviata

Giudici di Londra, tempo per "meditare" richiesta estradizione

13 luglio, 18:57

(ANSA) - LONDRA, 13 LUG - Nel secondo giorno di udienza alla Royal Court of Justice di Londra per Julian Assange, il fondatore di WikiLeaks impegnato nel tentativo di evitare l'estradizione in Svezia dove é accusato di molestie sessuali. I giudici hanno sospeso l'udienza, riservandosi il diritto di "meditare" sul caso. Questo significa un periodo compreso fra "una settimana minimo un mese massimo".


TECNOLOGIA

E alla fine nacque
AnonPlus
il social network degli
hacker


Dopo esser stato cacciato da Google+, il gruppo responsabile di una infinità di attacchi a multinazionali e enti governativi, annuncia di voler creare una propria comunità online per condividere informazioni e contenuti


La pagina web dell'annuncio, che in seguito, è stata cancellata


Continua su: repubblica.it

Cosa dite...sarà necessario iscriversi, o si potrà aprire un profilo, da anonimi...completamente, Anonimi?


Sfide.

"Vendette Italiane"...


ANONYMOUS: ATTACCO A SISTEMI POLIZIA, PUBBLICATI MIGLIAIA DOCUMENTI

(ASCA) - Roma, 25 lug - Gli hacker del gruppo ''Anonymous'' hanno attaccato i sistemi informatici della polizia, sottraendo migliaia di documenti poi pubblicati in rete.

La Polizia delle Comunicazioni ha confermato l'attacco, annunciato dallo stesso gruppo e ripreso dalsito di Repubblica, e sta effettuando ''attente verifiche tecniche'' mirate ad accertare ''la reale portata'' dell'intrusione dei pirati informatici. In una nota, viene confermata la pubblicazione online di ''contenuti apparentemente riconducibili al Cnaipic (il Centro nazionale anticrimine informatico per la protezione delle infrastrutture critiche della polizia italiana) sulla cui autenticita' sono in corso accertamenti''.

Nei file pubblicati, con migliaia di documenti di ogni tipo, ci sarebbero rapporti con ambasciate straniere e appunti interni. Secondo quanto rivelato da LulzsecItaly, gruppo di hacker italiani collegato con la rete internazionale di Anonymous, dagli archivi del Cnaipc sarebbero stati sottratti 8GB di documenti riservati. ''Il nostro movimento - si legge nel comunicato dei pirati - sotto il nome di #Antisec racchiude ad oggi moltissime crew che supporteranno le prossime operazioni italiane. Questo e' un richiamo anche per l'attacco diretto ad i nostri amici di Anonymous che nei giorni scorsi sono stati arrestati sia in Italia,che in Europa e negli Stati Uniti''. gc-uda/

"ed Austriache"...

ANONYMOUS: HACKER ALL'ATTACCO DEI DATI BANCARI IN AUSTRIA

(ASCA-AFP) - Vienna, 25 lug - Hacker del gruppo Anonymous all'attacco anche in Austria, dove dal sito web dell'agenzia GIS sono stati trafugati i dati bancari di oltre 96 mila persone. Il portavoce dell'agenzia ha detto che tutti i clienti sono stati informati e consigliati di monitorare accuratemente i proprio coni bancari. L'ufficio per la sicurezza federale e l'antiterrorismo (BVT) ha aperto un'inchiesta.

Gli hacker di Anonymous in Austria hanno colpito di recente i siti web del Partito della Liberta' di estrema destra e dei socialdemocratici del cancelliere Werner Faymann. red-uda/

Che siano, pure loro..."Agenti del Caos"...anche, seppur involontari (incoscienti)?


Interessante...

Fuck FBI Friday III: ManTech

N.B. Se non riuscite ad accedere, è perché...siete, troppo italiani.


Wikileaks: Italia pagava talebani per evitare attacchi in Afghanistan

Protesta dell'allora presidente George W. Bush con il premer Berlusconi

11 agosto, 12:58

ROMA - L'Italia pagava i talebani ed "i signori della guerra" in Afghanistan per "evitare attacchi" ai propri soldati e per "ottenere protezione", facendo scattare la protesta degli Usa e dell'allora presidente George W. Bush con il premier Berlusconi. E' quanto scrive l'Espresso - in un articolo domani in edicola - riportando in esclusiva alcuni dossier della diplomazia Usa, ottenuti da Wikileaks. Dal 2008 ci sono almeno "4 dossier che sollecitano interventi al massimo livello sul governo Berlusconi per stroncare il giro di mazzette", scrive il settimanale, spiegando che nel giugno di tre anni fa "Bush ha domandato personalmente a Berlusconi di farla finita con le tangenti ai miliziani fondamentalisti".

Continua su: ansa.it

Se confermato.

Che dite...

Ci sarebbe da vergognarsi, o per portare a casa la pelle, tutto e di più, è lecito?



Wikileaks svela il racket Usa Francia-Vaticano che ha distrutto Haiti

La storia che raccontano i cable dell'ambasciata americana ad Haiti pubblicati da Wikileaks è quella di una spietata ingerenza della comunità dei sedicenti esportatori di democrazia ai danni di una piccola repubblica caraibica, un'ingerenza che ha condannato il paese ad anni d'instabilità, di miseria e di violenza in nome della lotta alle "forze che si oppongono alla libertà di mercato", così come le definiscono gli ambasciatori americani.Una storia che ben pochi racconteranno, ignorata dai benefattori accorsi dopo il terremoto, dai tanti attori e personaggi pubblici in cerca di visibilità, come dai grandi network dell'informazione globalizzata, per i quali le crisi di Haiti dipendono dagli haitiani, che sono un po' sfigati e molto litigiosi e violenti.

Continua su: agoravox.it

"A questo punto, a qualcuno, potrebbe venire in mente...più di un dubbio, sulla genuinità del terremoto".


A seguire la parte XXXII.

mercoledì 15 giugno 2011

GRECIA: "L'Inizio dell'Ultimo Atto"?

Un interessante articolo, sui possibili sviluppi in Grecia, ad iniziare da questa giornata, è presente anche in questo post.


CRISI

Grecia, Papandreou
pronto a lasciare
"Governo di unità per
salvare il Paese"

Manifestazioni e scontri durante l'ennesimo sciopero generale. Il mancato accordo in Eurozona sul sostegno ad Atene affonda le borse europee. Moody's "minaccia" le banche francesi con molti crediti greci. L'appello del premier: "Esecutivo di emergenza per le riforme"1


Atene, la manifestazione davanti alla sede del
Parlamento durante lo sciopero generale


ROMA - La Grecia si ferma oggi per l'ennesimo sciopero generale proclamato contro i tagli e le politiche antideficit del governo e intanto l'incertezza sui piani europei di salvataggio del Paese torna a provocare pesanti reazioni a catena sui mercati finanziari e sui titoli di stato. Il doppio vertice di ieri tra i ministri finanziari dell'Eurozona e dell'Ecofin è servito solo a ribadire le divisioni ancora esistenti tra i Paesi membri; divisioni che hanno impedito di decidere sull'ipotesi di un nuovo pacchetto di aiuti ad Atene, ma anche di sbloccare da luglio la quinta tranche da 12 miliardi del maxiprestito da 110 miliardi deciso un anno fa da Ue, Bce e Fondo monetario internazionale. Il premier Papandreou è pronto a lasciare per far spazio a un governo di uniyà nazionale in grado di fare le riforme e salvare il Paese.

LE MANIFESTAZIONI/FOTOGALLERY 2

Da cui...



Trasporti e servizi pubblici sono fermi in Grecia per uno sciopero di 24 ore proclamato dai sindacati contro le misure di austerità del governo. Centinaia di manifestanti appartenenti al gruppo di protesta popolare 'the indignants', sulla scia delle dimostrazioni spagnole, si sono riversati in piazza Syntagma ad Atene davanti al parlamento, dove in queste ore è al vaglio un nuovo pacchetto di austerità da 28 miliardi di euro, con tagli alla spesa e aumenti delle tasse fino al 2015. Le misure sono parte delle condizioni necessarie per ricevere il prestito internazionale da 110 miliardi di dollari che dovrà salvare l'economia greca.



Continua su: repubblica.it

La lotta fra il popolo, ed i suoi governanti.

La lotta, affinché il popolo, non sia l'unico, a pagare gli errori che banchieri, ed investitori senza scrupoli, hanno fatto, a favore, di altri banchieri, ed investitori, con ancor meno scrupoli e molto più potere.

La lotta, affinché la parola democrazia, torni ad essere realmente ciò che era in origine, non a caso...

Là, dove è nata.

"Il Potere del Popolo"...

Di non dover avere paura delle scelte dei propri governanti.

Di non temere, che le proprie certezze economiche, vengano messe in dubbio da scelte economico-finanziarie alquanto allegre, poste in essere da intermediari finanziari e banchieri, senza scrupoli e coscienza, se non che nel profitto ad ogni costo...anche nel sangue, versato dalle loro prede del momento, nella giusta sacrosanta lotta, contro i soprusi subiti da questi malfattori legalizzati e dal loro governo, succube del loro giogo, ed incapace di dire basta e voltare drasticamente pagina, a costo di uscire dalla casa europea.

Una casa europea, ma si può estendere a tutto l'attuale sistema capitalistico occidentale e "paesi satellite", destinata a crollare miseramente, di fronte al futuro sdegno dei popoli, davanti, a questa sempre più evidente, finta democrazia, scritta nella carta colorata, a debito crescente perpetuo, che è la carta moneta ed il suo sistema.


"Le Conseguenze"...

CRISI: SPREAD BTP-BUND SI ALLARGA OLTRE 200 PUNTI. SPAGNA A PICCO A 282

(ASCA)- Roma, 16 giu - Il ''default'' di fatto della Grecia, i titoli di stato quotano il 50% del valore di rimborso, sta mettendo sotto pressione il mercato del debito pubblico dell'Eurozona, in particolare quello dei paesi periferici.

I traders del mercato obbligazionario segnalano una corsa agli acquisti di bond della Germania, considerati i piu' sicuri dell'Eurozona, il rendimento del titolo decennale (Bund) e' sceso al 2,91%.

Questa mattina il rendimento del Btp decennale viaggia al 4,92%, cosi' lo spread tra Italia e Germania si e' allargato a 201 punti.

Sotto tiro la Spagna con il rendimento del decennale salito a 5,73% e lo spread con la Germania a 282 punti.

L'odierna asta dei titoli di stato non e' andata del tutto liscia. Madrid contava di raccogliere fino a un massimo di 3,5 miliardi di euro, ne ha invece trovati 2,8.

I titoli a 8 anni sono stati collocati con un rendimento del 5,35%, quelli a 15 anni al 6,02%.

Finora la Spagna ha raccolto circa 48,8 miliardi di euro rispetto ai 93 miliardi programmati per l'intero 2011.

Disastrosa la situazione dei rendimenti decennali dei titoli di stato della Grecia (17,79%), Irlanda (11,54%) e Portogallo (10,81%). men/

"Le Rassicurazioni"...

GRECIA: PAPANDREOU, UE SI È MOSSA TARDI. ORA SOLUZIONE RAPIDA E GIUSTA

"La Realtà dei Fatti"...

GRECIA: L'UE PRENDE TEMPO MA ATENE BRUCIA (IL PUNTO)

(ASCA) - Roma, 16 giu - L'Europa prende tempo sulla crisi del debito greco ma Atene brucia e le fiamme iniziano a propagarsi rapidamente. La prospettiva del default del governo di Atene ha indebolito l'euro, alimenta l'ondata ribassista sui mercati azionari ma soprattutto sta facendo lievitare il costo del debito degli altri paesi periferici dell'area euro come Irlanda e Portogallo, ma il peggioramento della situazione si riflette anche sui tassi di interesse di Spagna e Italia che vedono aumentare il differenziale rispetto ai titoli tedeschi, ai massimi dall'inizio dell'anno.

Il nulla di fatto all'Ecofin straordinario, il caos politico in Grecia e le manifestazioni di piazza stanno facendo precipitare la situazione. ''Nelle ultime 24 ore le cose sono decisamente peggiorate'' ha ammesso Min Zhu del Fondo Monetario Internazionale confermando la volonta' di fornire supporto alle dissestate finanze greche.

La Commissione europea non nasconde che la situazione potrebbe scappare di mano. Il commissario agli affari monetari Olli Rehn ha lanciato un appello ai ministri delle finanze dell'Ue per un accordo di responsabilita''' confidando che una decisione definitiva su un nuovo pacchetto di aiuti ad Atene arrivera' l'11 luglio. Rehn professa ottimismo che tra domenica e lunedi' l'Ecofin raggiungera' l'intesa per erogare l'ultima tranche del prestito da 110 miliardi concesso alla Grecia l'anno scorso.

Dalla Bce intanto arrivano nuovi moniti sui pericoli che rappresenterebbe un default della Grecia e nel bollettino mensile l'Eurotower ripete la necessita' che i governi definiscano con chiarezza le misure di riequilibrio dei conti pubblici con un esplicito richiamo all'Italia di individuare le misure della manovra da 2,3 punti di pil, pari a 40 miliardi per il pareggio di bilancio.
Due giorni fa il presidente designato alla Bce, Mario Draghi, ha detto a chiare lettere che ''non vogliamo un'altra Lehman Brothers''.

L'interconnessione tra debiti sovrani e sistema bancario internazionale farebbe da propellente in caso di default greco. Sarebbe come gettare benzina sul fuoco. Non a caso Moody's ha minacciato il taglio del rating delle 3 principali banche francesi per l'esposizione sulla Grecia. I tassi sui titoli di paesi come Irlanda e Portogallo sono volati all'11%. Gli indicatori della Grecia mostrano un paese alle corde. I tassi sui titoli a 2 anni sono schizzati al 30%, quelli sui decennali sfiorano il 18% contro il 3% di quelli tedeschi.
Tecnicamente la Grecia non fa piu' parte dell'euro.

Lorenzo Bini-Smaghi, del board della Bce sottolinea che un default della Grecia ''sarebbe un disastro. I risparmi di molte persone sarebbero compromessi e il sistema finanziario collasserebbe. La stessa democrazia sarebbe a rischio''. Ma Bini-Smaghi ha scagliato anche parole durissimeall'indirizzo dei leader politici europei accusando le pressioni sulla banca centrale in violazione alle norme. ''C'e' la tentazione di scaricare sulla politica monetaria l'onere di intervenire in un campo che spetta'' ai governi come il sostegno ai paesi in difficolta'. L'accusa dell'esponente della Bce e' diretta al governo tedesco. La settimana scorsa il ministro delle finanze di Berlino, Schauble, ha proposto di congelare per 7 anni le scadenze dei titoli di Stato della Grecia. Una proposta che di fatto rappresenta una violazione dello statuto della Bce che prevede un esplicito divieto per l'Eurotower di finanziare i paesi dell'eurozona. ''Qualsiasi pressione in tal senso - ha detto il banchiere italiano - e' in violazione alle norme che difendono la Bce. Siamo sotto la pressione da parte dei politici per risolvere i loro problemi''. did/rf/bra

Link articolo: asca.it

"Per quanto siano labili."

"La Cura"...

GRECIA: SARKOZY, FRANCIA E GERMANIA SOSTENGONO EURO. ACCORDO CON BCE

(ASCA) - Roma, 17 giu - ''Francia e Germania sostengono con forza l'euro''. Lo ha detto il presidente francese, Nicolas Sarkozy al termine dell'incontro con il cancelliere tedesco Angela Merkel sulla Grecia. Per Sarkozy ''e' necessario un accordo con la Bce''. red/vam

Quantomeno, secondo loro.

"E Presto"...

GRECIA: MERKEL, NECESSARIO
INTERVENIRE SUBITO

(ASCA) - Roma, 17 giu - Germania e Francia premono per una ''soluzione rapida'' sulla crisi della Grecia. E' quanto ha affermato il cancelliere tedesco Angela Merkel in una conferenza stampa insieme al presidente francese Nicolas Sarkozy. did/

"Ottimistiche Previsioni"...

CI SARA’ UN COLPO DI STATO IN GRECIA ?

DI TAKI THEODORACOPULOS
takimag.com

Eccovi lo scoop sulla povera vecchia Ellade, il triste paese a cui la UE ha appena concesso una tregua temporanea prima di essere trasportata alla discarica comunale: la Grecia farà default nel 2012. Se ci sono scettici in giro, questa previsione viene dal grande oracolo di economia Taki, lo stesso Taki che aveva sentito puzza di bruciato anche prima che il governo greco fosse colto in flagrante a "cucinare" i suoi libri aiutato dalla piovra gigante velenosa, Goldman Sachs .
Quest'ultima incassò la sua gigantesca commissione e tornò a casa per continuare il suo lavoro di fregare gli ingenui. I greci andarono in spiaggia a godersi il mare e ora pagano le loro follie passate.

Continua su: comedonchisciotte.org

Visto quanto sopra...

Forse, anche prima.

"Il Monito"...

CRISI

Juncker mette in
guardia l'Italia
"A rischio se salta la
Grecia"

L'avvertimento del capo dell'Eurogruppo:
"Possibile contagio anche a Portogallo, Irlanda e Belgio". Poi frena sulla richiesta di Francia e Germania di una partecipazione volontaria delle banche per scongiurare il default di Atene: "Si sta giocando con il fuoco"

Continua su: repubblica.it

Ed ancora, da altra fonte...

GRECIA: JUNCKER, A RISCHIO ITALIA E BELGIO. RUSSIA OFFRE 15MLD A FMI

(ASCA) - Roma, 18 giu - Il piano di salvataggio greco potrebbe scatenare una reazione delle agenzie di rating, che trascinerebbero nel disastro anche Paesi come il Belgio e l'Italia, anche prima della Spagna. Lo ha affermato in un'intervista al quotidiano tedesco 'Sueddeutsche Zeitung' il primo ministro lussemburghese e capo dell'Eurogruppo, Jean Claude Juncker.

Con la richiesta di ''intervento delle banche private si sta giocando con il fuoco'', ha poi aggiunto Juncker, precisando che nel peggiore dei casi le agenzie di rating potrebbero classificare come ''insolvente'' la Grecia, con conseguenze estreme per l'Unione monetaria.

Intanto, secondo l'agenzia Itar Tass, la Russia potrebbe vagliare un prestito di 15 miliardi di euro al Fondo monetario internazionale al fine di supportare i Paesi dell'eurozona. Lo ha reso noto lo stesso vicepremier e ministro delle Finanze, Alexei Kudrin, in un'intervista rilasciata al canale 'Vesti-24 television news'.

''Abbiamo grandi riserve - ha detto Kudrin - e potremmo aumentare la nostra quota di sostegno, ma per questo chiediamo delle garanzie nel prendere decisioni sui mercati mondiali''. red/mau/ss

Toh! Guarda un pò chi c'è, "ad offrir contributi alla causa europea"?

"Lo Scenario...italiano"...

IL CASO

L'effetto domino adesso
fa paura
non c'è solo la Grecia nel mirino

Italia e Spagna potrebbero essere le prossime vittime. La preoccupazione di Obama. Accesso al credito più difficile se saremo bocciati

dal nostro corrispondente FEDERICO RAMPINI

NEW YORK . L'annuncio di Moody's che mette sotto revisione il debito italiano in vista di un declassamento possibile, realizza uno scenario che i mercati mondiali paventavano da tempo. Il tam tam era diventato assordante negli Stati Uniti in queste settimane. Dietro la Grecia, minuscolo pesce-pilota, affiorano ben altri e più grossi candidati al contagio della sfiducia.

Continua su: repubblica.it

Una domanda per voi.

Avevate dei dubbi a riguardo dell'obiettivo finale...intermedio?

Tempi grami all'orizzonte...

"Come da copione".


Continua...QUI.

martedì 14 giugno 2011

PANDORA'S TIMES parte CXLVI

Prosegue dalla parte CXLV.


"Palesi Constatazioni...Visuali"...

NON SI VEDE BENISSIMO, MA SIAMO IN GUERRA


Nuovo Ordine Mondiale.

Economia e Società.

Crisi Greca. "L'Inizio dell'Ultimo Atto"?

IL PARLAMENTO GRECO SGOMBERA UN
TUNNEL PER L’EVACUAZIONE

Il Parlamento Greco prepara un tunnel d’evacuazione in vista del voto di mercoledì sul salvataggio del FMI, dello sciopero generale e del blocco del Parlamento

Continua su: comedonchisciotte.org

La resa dei conti, fra popolo e governanti.

GRECIA: MOODY'S, RATING BANCHE FRANCESI POTREBBE ESSERE TAGLIATO

(ASCA-Afp)- Parigi, 15 giu - L'agenzia di rating Moody's potrebbe tagliare il rating delle banche francesi a causa della loro esposizione verso la Grecia.
Moody's spiega che il merito di lungo termine del Credit Agricole (Aa1) e di Bnp Paribas (Aa2) potrebbe essere ridotto di un gradino, quello di Societe' Generale (Aa2) di due gradini.
La nota di Moody's arriva dopo il fallimento dei colloqui di ieri tra i partner dell'Unione europea sul secondo piano di salvataggio di Atene. red/vam

STATI UNITI

"Tempus Fugit"...

USA: BERNANKE, SERVE UN PIANO RAPIDO PER RISANARE CONTI PUBBLICI

(ASCA) - Roma, 14 giu ''Serve un piano rapido per mettere in ordine i nostri conti pubblici, dobbiamo assolutamenteevitare di turbare la fiducia degli investitori sul debito pubblico Usa'' cosi' Ben Bernanke, presidente delle Fed.

''In ogni caso mantenere lo status quo sul debito federale non e' certo un'opzione, l'amministrazione e il Congresso devono lavorare a un piano di risanamento di lungo termine'' ha aggiunto il numero uno della Fed. red/vam


Tranquilli...è solo, per la vostra...

SICUREZZA

Fbi, più potere agli
agenti
dai dati web alla
spazzatura

Le nuove misure di sicurezza prevedono l'accesso alle informazioni protette senza autorizzazione, il "setaccio" dei rifiuti prodotti e i "team della sorveglianza"

di FRANCESCO FRUNZIO

ROVISTARE tra i rifiuti domestici in cerca di "tracce", disporre di squadre di sorveglianza che pedineranno ignari cittadini e soprattutto accedere a dati protetti senza far procedere le indagini da una richiesta ufficiale. Sono queste alcune delle nuove misure di sicurezza decise dall'Ufficio investigativo federale degli Stati Uniti per i suoi 14mila uomini. Margini di manovra ancora più ampi per gli agenti, che adesso potranno - in qualche caso letteralmente - setacciare la vita di tutte quelle persone che attirano la loro attenzione di guardiani della legge. Ma subito è scattato l'allarme privacy e sono sorti gruppi spontanei di protesta.

Continua su: repubblica.it


VIETNAM

Vietnam: sale tensione con la Cina

Dopo manovre militari definisce leva obbligatoria in caso guerra

14 giugno, 17:37

(ANSA) - BANGKOK, 14 GIU - Sale la tensione fra
Vietnam e Cina.
Il governo di Hanoi ha emesso un'ordinanza in cui definisce il servizio di leva militare in caso di guerra. La tensione riguarda il controllo di due arcipelaghi contesi nel Mar Cinese meridionale.
Nelle ultime due domeniche, centinaia di vietnamiti hanno protestato davanti alle sedi diplomatiche cinesi ad Hanoi e Ho Chi Minh e ieri ha svolto un'esercitazione navale nella zona contesa, ricca di gas e petrolio.


MEDIO ORIENTE

"In attesa, dell'inizio del Grande Fuoco".

"Quella strana movimentazione di navi americane, intorno alla Siria"...

US naval movements around Syria. Hizballah moves rockets
MOVIMENTI NAVALI STATUNITENSI ATTORNO ALLA SIRIA. HEZBOLLAH SPOSTA I RAZZI
( in inglese - debka.com ).

La messa in sicurezza del proprio arsenale vicino al confine siriano da parte di Hezbollah.

Ed i moniti, giunti da altissimi funzionari e militari iraniani, agli Stati Uniti ed a Israele, di evitare d'immischiarsi degli affari siriani, pena gravi conseguenze.

Spero che ciò, sia stato messo in atto, solo, per disinnescare la pericolosissima situazione che si era venuta a creare al confine turco-siriano e la "minaccia" di Erdogan, di far avanzare l'esercito turco fino all'interno del territorio siriano onde evitare ulteriori massacri della popolazione civile, sunnita, da parte dell'esercito siriano.

E non, un mezzo di pressione ed avvertimento, verso il regime siriano...e di conseguenza i suoi alleati, tutti.

Che messi, tutti, alle "corde", potrebbero reagire, in un modo imprevedibile...

Almeno, fino a non molto tempo fà.

"Vendere cara la pelle...come unica via, per la propria sopravvivenza."

SIRIA: RABBIA CONTRO ANKARA. ASSAD ANNUNCIA DISCORSO A NAZIONE

IRAN

Iran: patti di sicurezza con i Paesi vicini

Martedì 14 Giugno 2011 17:05

Il Ministro degli Interni iraniano, Mostafa Mohammad-Najjar, ha dichiarato che Theran ha in programma di lanciare degli accordi di cooperazione per la sicurezza con gli Stati vicini, ha riferito Fars News Agency”. "Nel tentativo di ampliare la cooperazione regionale, i patti di sicurezza sono già stati firmati con l'Oman e il Qatar ed è in fase finale di approvazione con il Pakistan”, ha dichiarato il Ministro.

Continua su: focusmo.it

E poi, "facendo tesoro" di alcune dichiarazioni contenute in questo post e nel limite delle notizie a "mia/nostra" disposizione a riguardo, provo/proviamo a tenere, ed a seguire, il "filo indicatoci" fra le righe nell'intervista del post sopracitato...

Iran: in estate invierà scimmia in spazio

Sarà a bordo di una capsula di 285 chili

16 giugno, 12:20

(ANSA) - TEHERAN, 16 GIU - L'Iran invierà una scimmia nello spazio ad agosto. Lo afferma Hamid Fazeli, responsabile dell'organizzazione spaziale iraniana, all'indomani dell'invio del satellite Rassad -1. "Secondo il piano - spiega Fazeli - il missile Kavoshghar-5 sarà inviato durante il mese di Mordad (23 luglio-22 agosto) con una capsula di 285 chili ed una scimmia a bordo". Nel 2010 furono lanciati nello spazio un ratto, una tartaruga e alcuni vermi. L'obiettivo è inviare un uomo nello spazio entro il 2020.

LIBANO

"Fughe e rifugi in lidi sicuri"...

Libano: l'ex primo ministro Hariri si rifugia a Parigi

Venerdì 17 Giugno 2011 11:32

Saad Hariri ex primo ministro libanese si sarebbe rifugiato a Parigi da una settimana, secondo le informazioni pubblicate da Liberation.fr“ la ragione di questa misura è quella che secondo i servizi segreti americani e sauditi la sua vita sia minacciata” si legge sul quotidiano.

Continua su: focusmo.it


LIBIA

"Reale Abuso del Potere Presidenziale"...

Libia: Congresso Usa denuncia Obama

Casa Bianca si difende con documento, legge rispettata

15 giugno, 23:33

(ANSA) - WASHIGTON, 15 GIU - Barack Obama è accusato dal Congresso Usa d'aver violato la legge nell'intervento in Libia: un gruppo bipartisan di parlamentari l'ha denunciato a un Tribunale federale, affermando che prima di dare il via all'intervento avrebbe dovuto chiedere l'autorizzazione del Congresso, in base della legge
federale War Powers Resolution.

La Casa Bianca ha quindi presentato al Congresso un documento sostenendo d'avere rispettato le prerogative presidenziali e d' avere agito in conformità alla legge.

O parte, del..."Copione"?

Libia: Gheddafi, Nato sara' sconfitta

'Affronta nazione di milioni di persone armate'

17 giugno, 19:55

(ANSA) - TRIPOLI, 17 GIU - "Questa è la prima volta che gli alleati della Nato stanno affrontando una grande nazione con milioni di persone armate. Saranno sconfitti, l'Alleanza sarà sconfitta". Lo ha detto Gheddafi in un messaggio audio in tv.

"Siamo determinati a non cambiare niente nel nostro Paese, se non per nostra volontà e lontano dagli aerei dell'Alleanza", ha proseguito Gheddafi, lanciando un nuovo appello al popolo libico: "Preparatevi, uomini e donne, a liberare l'intera Libia".


STATI UNITI

Usa: hacker attaccano il sito della Cia

I pirati avevano gia' preso di mira il Senato Usa e SonyPictures

16 giugno, 03:01

(ANSA) - BOSTON, 16 GIU - Gli hackers di Lulz Security hanno reso noto con un messaggio su twitter di avere attaccato il sito pubblico della Cia, che per alcuni minuti ieri sera è stato inaccessibile.
"Stiamo verificando", si e' limitata ad affermare una portavoce della Cia. Lo scorso fine settimana, il gruppo di hacker aveva rivendicato un raid anche contro il sito del Senato Usa, nuovamente finito sotto attacco ieri. Lo scorso 2 giugno, Lulz Security aveva reso noto di avere attaccato il sito della SonyPictures.


CINA

"Nel silenzio dei grandi media globali"...

Beijing battling protest fires on all fronts
PECHINO STA COMBATTENDO I FUOCHI DELLA PROTESTA SU TUTTI I FRONTI
( in inglese - theaustralian.com.au ).


Curiosità.

IL CASO

Il boom dei piccoli geni
nelle super-scuole a 2
anni

A New York cinquanta corsi per i bimbi prodigio: "Competitivi già a 24 mesi". Gli esperti si dividono.
"Anche chi gioca in spiaggia potrà inventare il nuovo iPad"

dal nostro corrispondente FEDERICO RAMPINI

NEW YORK - Eze Schupfer studia da un anno per raggiungere l'obiettivo. Deve piazzarsi "oltre il 97° percentile", ovvero nel minuscolo 3 % al vertice della piramide: il top degli allievi superdotati a cui si spalancano le porte degli istituti più elitari.
Quando Eze si mette al suo minitavolo da lavoro, per quanto questo sia su misura, le sue scarpine non arrivano a sfiorare il suolo.

Eze non ha ancora compiuto tre anni. I suoi genitori, newyorchesi, l'hanno iscritta quando ne aveva solo due al Junior Kumon Preschool Enrichment Program. È una delle scuole private che in America si rivolgono a un nuovo mercato: l'addestramento dei bambini prima della scuola
materna.

Continua su: repubblica.it

La penso, come poi, il proseguio dell'articolo "fa suo", ovvero, il gioco, anche ( ma forse sarebbe più corretto scrivere...soprattutto ) da soli,aiuta ad arrangiarsi, ad essere creativi, ad avere fantasia.

Che tristezza un mondo di "schemi mentali clonati".


A seguire la parte CXLVII.

FUKUSHIMA, L'INCUBO NUCLEARE CONTINUA/3

Prosegue da questo post.


GIAPPONE

Tokyo, manifestazione
anti-nucleare
Tre mesi fa il sisma e lo
tsunami

Nella capitale e nelle altre città un minuto di silenzio in memoria delle vittime del cataclisma. Il premier Naoto Kan visita gli evacuati di Fukushima. Greenpeace e altre organizzazioni in piazza per puntare l'indice contro la gestione della crisi nucleare da parte del governo e di Tepco

Continua su: repubblica.it

Notavo però, che sono...

"Tutti belli ordinati e composti."

Loro disapprovano, magari fortemente, l'operato del loro governo e quindi...loro, s'incazzano diversamente.

Dovere, Onore e poi, diritti, prima della collettività e poi individuali.

Ma forse, qualcosa sta cambiando anche lì.


NUCLEARE GIAPPONESE: GLI
"OFF-SITE CENTERS"
IMPREPARATI AD
AFFRONTARE LA
CONTAMINAZIONE
NUCLEARE
Per il 60% dei sindaci delle prefetture colpite,
«Nessuna prospettiva di ricostruzione»

Il nucleare giapponese, quello che ci veniva presentato come il più sicuro del mondo, si sta dimostrando ogni giorno di più pieno di buchi e magagne nascoste dietro una facciata di efficienza. L'ultima rivelazione resa nota oggi è clamorosa: chi doveva controllare e avviare le operazioni di contenimento del rischio radioattivo non è praticamente in grado di farlo.

Continua su: greenreport.it


24ORE-ESTERI
Tokyo07:39
GIAPPONE:ALTILIVELLI
STRONZIONELMARE
DINANZIFUKUSHIMA

LaTepco l'azienda che gestisce la centrale nucleare
di Fukushima, ha reso noto,per la prima volta dall'inizio della crisi, che sono stati rilevati livelli eccessivi di stronzio nelle acque del mare prospiciente l'impianto.L'azienda ha spiegato che il livello di stronzio, un elemento chimico che si
accumula nelle ossa e puo' provocare il cancro e la
leucemia, e' 53 volte superiore allo standard di
sicurezza.

(13giugno2011 - repubblica.it)


Nucleare: Giappone, minaccia stop a Fukui

A sud Tokyo ha 14 centrali su superficie vasta quanto Roma

13 giugno, 17:03

(ANSA) - TOKYO, 13 GIU - Il cuore dell'energia nucleare del Giappone rischia di fermarsi: il governatore della prefettura di Fukui ha annunciato che non dara' l'autorizzazione alla ripresa dei reattori, fermi per manutenzione, se il governo centrale non chiarira' ''le ragioni che hanno causato la recente chiusura della Hamaoka e lo stato degli altri impianti nel Paese''. A Sud di Tokyo, la Fukuy ospita 14 reattori su una superficie simile alla citta' di Roma, che ne fanno l'area piu' nuclearizzata al mondo.


Giappone, avanti con il nucleare

Ma c'e' timore 'contagio' referendum italiano

14 giugno, 19:02

(ANSA) - TOKYO, 14 GIU - L'energia nucleare "continuerà a essere uno dei quattro pilastri della politica energetica del Giappone" nonostante la crisi irrisolta di Fukushima, mentre il governo vede l'ipotesi di "contagio" sul fronte interno dopo che il referendum in Italia ha bocciato il ritorno dell'atomo civile. Il ministro dell'Industria, Banri Kaieda, ha messo in chiaro che il Sol Levante non può fare a meno dei suoi reattori.

Io penso che, perseverare nella via nucleare, in particolare, in quei luoghi così a rischio, sia da "folli".

Ma forse, "il folle"...sono io, che mi ostino a pensarlo.


Fukushima, sospesa pulizia acque

Aumento improvviso e inaspettato della radioattivita'

18 giugno, 09:53

(ANSA) - TOKYO, 18 GIU - La Tepco, gestore dell'impianto nucleare di Fukushima, ha reso noto di aver sospeso le operazioni di pulizia delle acque radioattive solo alcune ore dopo che erano iniziate a causa di un innalzamento improvviso - molto maggiore di quanto ci si aspettasse - dei livelli di radioattivita'.

PICCO DEL 35% DI MORTALITÀ INFANTILE
DOPO L'INCIDENTE DI FUKUSHIMA
NELLE CITTÀ DEL NORD-OVEST DEGLI USA


DI JANETTE D. SHERMAN E JOSEPH MANGANO
Counterpunch

Il drammatico aumento dei decessi infantili
negli Stati Uniti è il risultato della ricaduta
radioattiva di Fukushima?


I bambini negli Stati Uniti stanno morendo a un ritmo sempre maggiore. E anche se gli Stati Uniti spendono miliardi di dollari per l'assistenza medica, dal 2006 si classificano ventottesimi al mondo per la mortalità infantile, spendendo più del doppio rispetto alle nazioni che si trovano agli ultimi posti della classifica. (DHHs, CDC, National Center for Health Statistics. Health United States 2010, grafico 20, pag.131, Febbraio 2011.)

Ultimamente il Morbidity and Mortality Weekly Report del CDC [Rapporto settimanale sull'infettività e mortalità, ndt] ha segnalato che otto città del nord-ovest degli Stati Uniti (Boise in Idaho, Seattle nello stato di Washington, Portland in Oregon, oltre alle città nel nord della California, Santa Cruz, Sacramento, San Francisco, San Jose e Berkeley) hanno registrato i seguenti tassi di mortalità fra i minori di un anno d’età:

Continua su: comedonchisciotte.org

GIAPPONE: APPELLO FAMIGLIE FUKUSHIMA A GOVERNO, PROTEGGETE NOSTRI FIGLI

(ASCA-AFP) - Tokyo, 21 giu - Le famiglie giapponesi che vivono nei pressi dell'impianto nucleare di Fukushima, devastato dallo tsunami dello scorso marzo, hanno lanciato una ''richiesta di emergenza'' al governo affinche' faccia di piu' per proteggere i propri bambini dall'esposizione radioattiva.

Una coalizione di gruppi ambientalisti e di cittadini ha chiesto l'evacuazione dei bambini e delle donne incinta dai siti piu' esposti alle radiazioni.
''Per diminuire i rischi delle radiazioni non c'e' altra soluzione che l'evacuazione dei residenti. Massima priorita',inoltre, dovrebbe esser data ai neonati, ai bambini e alle donne in dolce attesa, piu' suscettibili agli effetti delle radiazioni'', hanno riferito le famiglie nella loro petizione. ghi/cam/rob

Penso, che la reale entità di questo disastro, forse, sarà pienamente evidente...solo in futuro.


STATI UNITI

Nebraska. 2 centrali
nucleari in allerta alluvione. C'è anche Fort
Calhoun uno dei 3 reattori Usa più pericolosi

Il livello dell'acqua del Missouri è aumentato nel corso degli ultime settimane a causa di una combinazione di pioggia, scioglimento della neve che ha costretto ad aprire le dighe a monte per evitare che tracimassero, provocando l'inondazione di diverse aree, tra queste c'è anche, da molti giorni, anche quella del reattore nucleare di Fort Calhoun, nel Nebraska, una centrale nucleare gestita dall' Omaha Public Power District (Oppd).

Quello di Fort Calhoun è un Combustion Engineering Pressurized Water Reactor da 500 MW (482 MWe) che ha ricevuto la licenza operativa iniziale nel lontano ottobre 1973, rinnovata nel 2003. Poi questo ferrovecchio nucleare è stato autorizzato ad operare fino all'2033. Eppure la Nuclear regulatory commission Usa (Nrc) ritiene che attualmente Fort Calhoun sia uno dei tre reattori più problematici di tutti gli Stati Uniti «A causa di problemi di sicurezza in corso presso il reattore» e il sito è sotto controllo da tempo, il 16 giugno sono arrivati gli ispettori dell'Nrc per capire cosa stia succedendo davvero con l'inondazione.

Il reattore di Fort Calhoun è in arresto a freddo dal 9 aprile, quando è iniziato il procedimento di rifornimento che ora è completo e l'impianto è fornito di tutto il carburante nucleare necessario, anche se non è stato più riavviato.

Continua su: greenreport.it

Altro incubo all'orizzonte...o già in pieno svolgimento?


E ciò che segue, a mio modestissimo parere, è una testimonianza molto interessante e "sul campo"...

21 giugno 2011

Alex di Tokio

di Catherine

Alex è francese e vive a Tokyo da 10 anni.

Dall'inizio della crisi nucleare in Giappone pubblica su Youtube dei video di aggiornamento, a testimonianza di ciò che sta vivendo lì.

I suoi messaggi finora erano tutti in lingua inglese, struggenti, accorati.
Alex ci racconta un inferno che non finisce mai, ma che sembra anzi peggiorare sempre di più ogni giorno che passa.
Ogni suo video in inglese comincia con il suo solito « Hello to all! » che cambia tonalità a secondo del suo umore, alternandosi tra la speranza, la rassegnazione, la rabbia, il disgusto ..

Continua su: crepanelmuro.blogspot.com




E per la serie, non "facciamoci mancare nulla", ho trovato interessante il seguente video caricato il 12 aprile, di cui consiglio un'attenta visione...

Giant UFO seen above Fukushima in Japan: Footage from German News
VISTO UFO GIGANTE SOPRA FUKUSHIMA IN GIAPPONE: IL FILMATO TRATTO DA UN NOTIZIARIO TEDESCO




Forte esposizione
radioattiva interna per
gli abitanti della
prefettura di Fukushima

Meeting farsa organizzato dal governo per riaprire la centrale nucleare di Genkai

Un gruppo di medici ha scoperto che il livello stimato di esposizione alle radiazioni interne accumulate per le persone che vivono nella prefettura di Fukushima ha superato 3 millisievert.
I ricercatori, tra i quali ci sono diversi medici che hanno curato i sopravvissuti alle bombe atomiche di Hiroshima e Nagasaki, hanno condotto analisi sul cibo e nelle urine di 15 residenti del villaggio di Iitate e della città di Kawamata, nella prefettura di Fukushima, aree che sono a circa 40 km dalla centrale nucleare di Fukushima Daiichi.

Continua su: greenreport.it

Spero esista una giustizia.

Anche se temo, sia quella, dettata dai profitti ad ogni costo, al netto delle perdite sostenibili...anche, in vite umane.


INSIDE FUKUSHIMA DAIJCHI - AIEA Video
All'Interno di Fukushima Daijchi





STATI UNITI

CENTRALE NUCLEARE USA. LA BARRIERA HA CEDUTO


A seguire.

FUKUSHIMA, L'INCUBO NUCLEARE CONTINUA/4

lunedì 13 giugno 2011

PANDORA'S TIMES parte CXLV

Prosegue dalla parte CXLIV.


ITALIA

LA PRESA DI POSIZIONE

"Quel centro costruito in
segreto"
La Regione Basilicata
chiede chiarezza

Comunicato del governatore Vito De Filippo che vuole un'indagine sulle condizioni dei migranti "reclusi" a Palazzo San Gervasio. Ed emerge un particolare preoccupante: quando il campo venne costruito, la Regione non venne neppure informata. E il Prefetto di Potenza ammise che era stata chiesta riservatezza

Continua su: inchieste.repubblica.it


Nuovo Ordine Mondiale.

Inside the $223m 'doomsday' plane that can protect the President from nuclear
war (and even asteroids)
ALL'INTERNO DELL'AEREO DA 223 MILIONI DI DOLLARI DEL 'GIORNO DEL GIUDIZIO' CHE PUÒ PROTEGGERE IL PRESIDENTE DA UNA GUERRA NUCLEARE (ED ANCHE ASTEROIDI)

By PAUL BENTLEY
Last updated at 6:23 PM on 8th June 2011

It can withstand nuclear blasts and asteroids, can stay in the air for days without refuelling and has the capacity to run the country or even a global war, the President's 'doomsday' plane is a steal at just over $220million.
Può resistere ad esplosioni nucleari ed asteroidi, può restare in aria per giorni senza rifornirsi ed ha la capacità di percorrere il paese anche in una guerra globale, l'aereo presidenziale per il 'giorno del giudizio' è un lusso a solo più di 220 milioni di dollari

The U.S. Air Force has offered a rare glimpse inside its 'doomsday' plane, built to protect the President and his inner circle from the ultimate worst-case scenarios.
La Forza Aerea degli Stati Uniti ha offerto una rara visita all'interno del suo aereo del 'giorno del giudizio', costruito per proteggere il Presidente e la sua ristretta cerchia di collaboratori dagli scenari più apocalittici.

Fitted with radiation and electromagnetic pulse shields and able to launch within minutes, the $223million plane is on standby 24 hours a day, 365 days a year.
Munito di scudi anti radiazioni ed impulsi elettromagnetici è abilitato ad essere lanciato in pochi minuti, l'aereo da 223 milioni di dollari è in stato d'attesa 24 ore al giorno 365 giorni all'anno.

Unlike Air Force One, which acts as the President's regular means of long-distance transport, the plane is specifically designed to run the government and the military from the air in the event of nuclear war.
Diversamente dall Air Force One, che come dalle leggi è il regolare trasporto presidenziale per le lunghe distanze, l'aereo è specificatamente disegnato per trasportare il governo ed i militari dall'aria nell'eventualità di una guerra nucleare.


L'aereo del 'Giorno del Giudizio': L'aeroplano offre protezione al Presidente anche da una guerra nucleare


Continua, in inglese, su: dailymail.co.uk

"Dovute precauzioni...o, Precauzioni Eccezionali, Una Tantum."


Economia.

Alert da Roubini: 2013,
l’anno della "tempesta
perfetta"

New York - I problemi fiscali negli Stati Uniti, il rallentamento della crescita economica cinese, il fardello del debito in Europa e l’economia stagnante del Giappone, potrebbero convergere e portare la "tempesta perfetta" nel 2013, secondo il professore della New York University, Nouriel Roubini, l'economista che predisse con largo anticipo e assoluta precisione la Grande Recessione del 2008-2009.

Continua su: wallstreetitalia.com

"Se non, anche prima...molto prima."

GRECIA: TASSI SOPRA 17%. PREZZI RECORD PER ASSICURARSI CONTRO DEFAULT

GRECIA: WEIDMANN (BUBA), FALLIMENTO NON MINERA' STABILITA' DELL'EURO

(ASCA) - Roma, 13 giu - Il destino della Grecia e' in mano al governo e al popolo ellenico, cosi' Jens Weidmann, presidente della Bundesbank e membro del Governing Council della Bce, in una intervista pubblicata ieri dal giornale tedesco Welt am Sonntag.

''Se la Grecia non rispetta i suoi impegni ci saranno conseguenze serie come il falliment. Ma anche in questo caso credo l'euro rimarrebbe stabile'', ha spiegato Weidmann. red/men

CRISI

S&P taglia ancora la
Grecia
"Default sempre più
vicino"

Il giudizio dell'agenzia di rating piomba alla vigilia delle scelte delle istituzioni europee sul nuovo piano di aiuti per evitare il tracollo del Paese

ROMA - Standard and Poor's ha annunciato di aver tagliato il rating sovrano a lungo termine della Grecia di tre scalini, portandolo da 'B' a 'Ccc', otto scalini al di sotto della prima soglia per i titoli 'spazzatura' ('Bb+'). Il rating sovrano a breve è stato confermato a 'C' e tutti i rating sono stati tolti dal 'creditwatch'. Come precisa una nota dell'agenzia di valutazione, l'outlook sul rating a lungo termine resta negativo, segno che è probabile un altro taglio nel giro dei prossimi 12-18 mesi. Nella nota, S&P parla della probabilità, sempre più verosimile, di una ristrutturazione del debito sovrano greco con modalità tali da essere considerata un 'default' per le agenzie di rating.

Continua su: repubblica.it

GRECIA: SENATORI REPUBBLICANI USA CHIEDONO A OBAMA BLOCCO PRESTITI FMI

(ASCA-Afp) - Washington, 13 giu - I senatori repubblicani John Cornyn e David Vitter chiedono al governo Usa di non partecipare alla tranche di prestiti del Fondo Monetario Internazionale alla Grecia.
In una lettera al presidente Usa, Barack Obama, i due senatori chiedono che il governo americano si opponga al prestito a un paesi incapace di ripagarlo.

''Chiediamo che al Presidente l'assicurazione che il Segretario al Tesoro Tim Geithner si attenga pienamente all'articolo 1501 della legge Dodd-Frank istruendo il direttore esecutivo degli Usa presso il Fondo ad opporsi ai salvataggi della Grecia. Le chiediamo di evitare di dare l'impressione agli alleati degli Stati Uniti o ai mercati finanziari che gli Usa agiscano in violazione delle disposizioni di leggi e disobbedendo alla volonta' del Congresso'', scrivono i due senatori.

L'articolo 1501 della legge Dodd-Frank definisce i limiti all'utilizzo dei fondi dei contribuenti Usa a favore di governi stranieri, in particolare nel caso in cui il debito del paese sia superiore al Pil, come il caso della Grecia. red/vam


VIETNAM

"Altri Paesi...altre Tensioni"...

Vietnam: manovre
navali, tensione con Cina

Hanoi e Pechino si contendono Paracel e Spratl

13 giugno, 09:21

(ANSA) - HANOI, 13 GIU - Il Vietnam ha iniziato oggi una serie di esercitazioni militari nel mar Cinese meridionale, come annunciato tre giorni fa dalla Marina vietnamita, dopo l'escalation delle tensioni tra Hanoi e Pechino in merito al controllo di due arcipelaghi contesi. Le operazioni si sono svolte attorno all'isola di Hon Ong, circa 40 km a est delle coste del Vietnam. Hanoi e Pechino si contendono le Paracel e le Spratl, due arcipelaghi ricchi di petrolio e fonte di periodiche tensioni bilaterali.


LIBIA

LIBIA: TV STATO MOSTRA GHEDDAFI
GIOCA A SCACCHI CON RUSSO ILYUMZHINOV

(ASCA) - Roma, 13 giu - Il colonnello Muammar Gheddafi che gioca a scacchi con il controverso presidente russo della Federazione internazionale degli scacchi (Fide), Kirsan Ilyumzhinov: sono le immagini mostrate ieri dalla televisione di stato libica. All'incontro era presente anche il figlio maggiore del rais Mohamed. Abito marrone, Gheddafi portava degli occhiali da sole neri.

''La partita e' durata circa due ore. Gheddafi ha detto che non ha alcuna intenzione di lasciare la Libia perche' e' la sua patria e la terra dove sono cresciuti e morti i suoi figli e i suoi nipoti'', ha confidato lo scacchista all'agenzia di stampa Interfax, precisando di aver visto una ''Tripoli distrutta'' dagli attacchi Nato. Il russo ha voluto anche esprimere le sue condoglianze a Gheddafi per la presunta ''morte del figlio e dei suoi nipoti'' nel corso di uno dei raid dell'Alleanza contro la residenza-bunker del rais.

Ilyumzhinov e' un personaggio alquanto eccentrico: sostiene da oltre dieci anni di avere incontrato extraterrestri con i quali ha comunicato per telepatia prima di fare un giro con loro a bordo di una navicella spaziale. red/sam/alf

Libia, forze rais tra rovine Leptis Magna

Fonti ribelli a Times, missili e munizioni negli scavi

14 giugno, 11:14

(ANSA) - LONDRA, 14 GIU - Una delle meraviglie archeologiche del mondo, le rovine di Leptis Magna, sono a rischio perche' le truppe fedeli a Muammar Gheddafi hanno occupato l'antica citta' romana come base delle operazioni. Lo hanno detto al Times fonti dei ribelli libici. Uno dei comandanti di Misurata, Abu Mohammad, ha detto che forze di Gheddafi ''si stanno nascondendo'' tra le rovine di Leptis e hanno spostato nel centro protetto dal World Heritage Fund missili Grad e munizioni per evitare i bombardamenti Nato.

"Bene".

È come per la Gioconda...

"Autorizzo l'uso di armi nucleari", ovviamente, tenendo ''ben d'occhio''...i venti.


MAROCCO

Marocco: giovani in piazza a Casablanca

Bozza riforma costituzione ritenuta inadeguata

13 giugno, 11:53

(ANSA) - RABAT, 13 GIU - Alcune migliaia di giovani marocchini (settemila, secondo quanto riferisce il sito del settimanale Jeune Afrique) hanno raccolto l'invito del Movimento del 20 febbraio e hanno protestato ieri, pacificamente, a Casablanca, sostenendo che il progetto di riforma costituzionale consegnato sabato al re Mohammed VI e' lontano dagli obiettivi auspicati.


COREA DEL NORD

Marina Usa intercetta cargo nordcoreano

Secondo Nyt, a bordo un carico armi per Birmania

13 giugno, 13:09

(ANSA) - SEUL, 13 GIU - La Marina militare Usa ha intercettato un cargo nordcoreano sospettato di trasportare parti di missili o armi verso la Birmania.

Secondo il New York Times, l'episodio, avvenuto nelle acque a sud di Shanghai, ha visto in azione lo scorso 26 maggio il cacciatorpediniere McCampbell che ha bloccato la nave M/V Light, battente bandiera del Belize. Alla richiesta di poter eseguire un'ispezione, il cargo avrebbe opposto per ben quattro volte un secco rifiuto ed ha poi fatto rientro in patria.


MEDIO ORIENTE

SIRIA

Defezioni?

Siria : testimoni raccontano di conflitti interni all'esercito

Lunedì 13 Giugno 2011 16:49

Un abitante di Jisr al-Choughour rifugiato in Turchia ha detto di aver visto i carri siriani attaccarsi tra di loro domenica durante l’attacco della città. “ i soldati sono divisi. 4 carri armati hanno disertato e hanno cominciato a sparasi li uni sugli atri” spiega Abdullah, un testimone siriano di 35 anni, che si trovava a Jisr al-Choughour e che è entrato clandestinamente in Turchia per cercare del cibo.

Continua su: focusmo.it


STATI UNITI

Usa: pirati violano sito internet Senato

Gruppo pubblica dati e dice: 'Non amiamo molto il governo...'

14 giugno, 01:56

(ANSA) - NEW YORK, 14 GIU - Un gruppo di pirati informatici che si definisce 'Lulz Security' ha affermato di essere riuscito a penetrare nel sito internet del Senato americano. I pirati hanno pubblicato sul loro omonimo sito una lunga lista di dati informatici, molto tecnici, accompagnati da affermazioni di questo tenore: "Non amiamo molto il governo americano...". Il 'Sergeant of Arms', che controlla fra l'altro la sicurezza del Senato, ha confermato che sull'episodio è stata aperta un'inchiesta.


A seguire la parte CXLVI.