Post in evidenza

PANDORA'S TIMES - Medio Oriente: "In Attesa, della Giusta Scintilla...e della 'Gloria', che Verrà"/220

Prosegue dalla parte 219 . "Guardando all'estremo Oriente, ma pensando...molto più ad Occidente"... La Nord Corea è un di...

domenica 31 ottobre 2010

ATTACCATA UNA CHIESA IN IRAQ, FEDELI IN OSTAGGIO

Attaccata una chiesa in Iraq, fedeli in ostaggio

Lo riferisce il vescovo di Mossul. Secondo la tv, terroristi affiliati ad Al Qaida

31 ottobre, 19:10

BAGHDAD - Uomini armati hanno preso in ostaggio questa sera alcuni fedeli e due sacerdoti che assistevano alla messa nella chiesa siro cattolica di Baghdad Saiydat al Najat (Nostra signora del perpetuo soccorso).
Il vescovo Shlemon Warduni, sentito dall'Afp, ha detto di ''avere informazioni secondo le quali i terroristi hanno preso in ostaggio un certo numero di fedeli e due preti nella chiesa. Chiedono la liberazione di terroristi in Iraq e in Egitto''.

Secondo il generale Qassem Atta, intervistato dalla televisione ufficiale, la chiesa e' stata circondata dalle forze di polizia. Una fonte del ministero dell'Interno ha affermato che quattro uomini armati hanno fatto irruzione nella chiesa, dove si stava celebrando una messa, dopo aver ucciso due guardie di sicurezza a protezione della Borsa valori di Baghdad che si trova nelle vicinanze.

Secondo le prime informazioni, gli assalitori non riuscendo a entrare nell'edificio della Borsa e mentre sul posto stavano affluendo ingenti forze di polizia, hanno fatto esplodere un'autobomba che ha provocato il ferimento di quattro persone.

Successivamente si sono diretti correndo verso la chiesa. Nostra Signora del perpetuo soccorso, insieme ad altri cinque luoghi di culto cristiani, era stata oggetto il 1 agosto 2004 di un altro attacco che aveva provocato diversi morti e feriti.

VESCOVO MOSSUL, CENTINAIA OSTAGGI - "In questo momento tengono in ostaggio centinaia di fedeli ed alcuni preti, minacciando di far saltare la Basilica in caso di intervento armato dell'esercito''. E' quanto riferito, in una telefonata alla Comunita' di Sant'Egidio, l'Arcivescovo Siro Cattolico di Mossul, Mons. Casmoussa, raccontando quanto sta accadendo nella cattedrale sirio-cattolica di Baghdad. ''Quattro uomini armati hanno fatto irruzione nella cattedrale nel momento della celebrazione dell'Eucarestia, uccidendo due persone, dopo aver fatto saltare una macchina all'ingresso della Basilica'', ha detto Mons. Casmoussam, secondo quanto fa sapere la Comunita' di Sant'Egidio. Il commando ha dichiarato ''di appartenere all'organizzazione 'Stato Islamico dell'Iraq' e ha chiesto di liberare i prigionieri della loro organizzazione detenuti in Iraq ed Egitto''', ha aggiunto il vescovo.

S.SEDE AUSPICA SOLUZIONE PACIFICA - La Santa Sede spera che ci sia al piu' presto ''una soluzione pacifica e senza ulteriore spargimento di sangue'' per le persone prese in ostaggio dai terroristi in una chiesa a Baghdad. Lo ha detto il direttore della sala stampa vaticana, padre Federico Lombardi.

TV, TERRORISTI AFFILIATI AD AL QAIDA - Secondo quanto riferisce la tv locale al-Baghdadia, il commando che ha preso in ostaggio fedeli e religiosi in una chiesa di Baghdad appartiene all'organizzazione terroristica Stato islamico dell'Iraq, una emanazione di al Qaida. La tv irachena - citata dalla Bbc - ha detto che i terroristi hanno letto un messaggio al telefono in cui chiedono la liberazione di alcuni membri di al Qaida detenuti in Iraq e in Egitto. La tv ha riferito che il terrorista parlava in arabo, il che significherebbe che il commando non e' composto da iracheni. Il corrispondente della Bbc a Baghdad ha riferito che le forze di sicurezza hanno circondato la chiesa e bloccato tutte le vie di accesso.

Link : ansa.it


Aggiornamento...

Iraq: attacco a chiesa, blitz polizia

Tutti gli ostaggi sono stati liberati

31 ottobre, 19:40

(ANSA) - BAGHDAD, 31 OTT - Il comandante dell'esercito iracheno ha detto che la polizia ha compiuto con successo un blitz nella chiesa di Baghdad dove uomini armati avevano sequestrato decine di fedeli. Tutti gli ostaggi sono stati liberati. Secondo la tv locale al-Baghdadia, il commando appartiene all'organizzazione terroristica Stato islamico dell'Iraq, una emanazione di al Qaida. I terroristi chiedevano la liberazione di alcuni membri di al Qaida detenuti in Iraq e in Egitto.


Questa volta,tutto sommato è andata di "lusso", la "prossima volta"...si vedrà.


Ma invece, non è andata poi così bene...

Iraq: attacco chiesa, 7 ostaggi uccisi

Almeno altri 20 sono rimasti feriti nel blitz della polizia

31 ottobre, 21:10

(ANSA) - BAGHDAD, 31 OTT - Sette ostaggi sono rimasti uccisi e almeno altri 20 feriti nel blitz delle forze di sicurezza irachene all'interno della chiesa di rito cattolico orientale di Baghdad. Terroristi avevano fatto irruzione nella chiesa prendendo in ostaggio decine di fedeli e due sacerdoti.C'e' anche una bambina tra le vittime, ha rivelato Shlemon Warduni, vescovo ausiliare caldeo della capitale irachena, al Tg1. La santa Sede aveva auspicato una soluzione pacifica della vicenda.


Anzi, poi è giunta notizia che, è andata anche peggio...

Iraq: attacco chiesa, 10 ostaggi uccisi

Nel blitz morti anche 7 agenti e altrettanti terroristi

31 ottobre, 22:24

(ANSA) - BAGHDAD, 31 OTT - Sono dieci gli ostaggi rimasti uccisi nel blitz delle forze di sicurezza irachene all'interno di una chiesa di Baghdad. Tra le vittime anche sette agenti e sette terroristi. Il comunicato del comando militare Usa nella capitale irachena precisa che il totale delle vittime e' di 24, di cui 10 ostaggi, almeno sette elementi delle forze di sicurezza irachene e tra cinque e sette terroristi. I feriti sono una trentina.
Nella chiesa c'erano almeno 120 persone al momento dell'attacco terroristico.


Aggiornamento...

LA STRAGE

Iraq, oltre 50 morti nella chiesa Benedetto XVI:
"Violenza feroce e assurda"

Il dolore del Pontefice per l'uccisione di tante "persone inermi". Si aggrava il bilancio delle vittime dopo il blitz per liberare gli ostaggi in un tempio cattolico orientale di Bagdad. Lo "Stato islamico dell'Iraq" chiede la liberazione di donne musulmane "prigioniere" in conventi copti

Continua su : repubblica.it

Egitto, rafforzata sicurezza chiese

Le minacce 'non fanno differenze' tra una confessione e l'altra

01 novembre, 13:08

(ANSA) - IL CAIRO, 1 NOV - La sicurezza a vigilanza delle chiese in Egitto sara' rafforzata. E' quanto ha dichiarato all'ANSA Rafik Greiche, responsabile per i media della Chiesa cattolica in Egitto. Viene preso sul serio il comunicato di rivendicazione e dunque la sicurezza verra' incrementata per le chiese cristiane in genere, perche' le minacce 'non fanno differenze' tra una confessione e l'altra. In Egitto sono presenti la Chiesa copta ortodossa e la copta cattolica, oltre alla Chiesa protestante.

Ed ancora...

IRAQ: TESTIMONI, BLITZ MILITARI IN CHIESA GUIDATO DA TESTE DI CUOIO USA

(ASCA-AFP) - Bagdad, 1 nov - Sarebbero state le teste di cuoio statunitensi a guidare il blitz dei militari iracheni nella chiesa di Bagdad presa in ostaggio da un commando di terroristi affiliati ad Al Qaeda. Alcuni testimoni hanno infatti riferito di aver visto il reparto Swat, le forze speciali statunitensi, insieme all'esercito e alla polizia iracheni che hanno fatto irruzione nella chiesa per liberare l'edificio e gli ostaggi.

Gli statunitensi ''sono arrivati per primi e subito dopo sono arrivati gli iracheni'', spiega un 18enne che si trovava all'interno della chiesa.

Yusef Fathallah, 30 anni, dice invece che la madre, presa in ostaggio dai terroristi, lo ha chiamato per dirgli che ''a liberarla sono stati gli americani''. A queste e altre testimonianze si aggiunge quella di un giornalista dell'Afp, il quale afferma di aver visto alcuni Swat aggirarsi intorno alla chiesa.

Secca la smentita delle autorita' irachene: ''Le forze anti terroristiche irachene sono le uniche che hanno liberato l'edificio e non c'erano americani'', precisa Samir al-Shuaili, portavoce delle forze antiterrorismo dell'Iraq. luq/sam/alf

Chiesa copta, non temiamo al Qaida

Vescovo Morcos, non abbiamo paura perche' Dio ci protegge

01 novembre, 15:22

(ANSA) - IL CAIRO, 1 NOV - Le minacce di Al Qaida sono 'di un gruppo terrorista' non sono solo contro la Chiesa copta, ma contro tutto l'Egitto. Lo ha detto il vescovo Morcos, presidente commissione per l'informazione della cattedrale copta di San Marco al Cairo. 'Non abbiamo paura di questa minoranza perche' Dio ci protegge', ha detto in un comunicato.


Aggiornamento...

ATTACCHI ALLE CHIESE

Iraq, la minaccia di Al Qaeda
"I cristiani sono obiettivi legittimi"

Dopo lo scadere dell'ultimatum in cui si ingiungeva alla chiesa copta egiziana di liberare due donne, l'ala irachena dell''organizzazione terroristica di Bin Laden annuncia: tutti i centri, organizzazioni, istituzioni, dirigenti e fedeli cristiani sono bersagli legittimi per i mujaheddin, ovunque possano colpirli"

Continua su : repubblica.it


Che dire, se non...

"Come da copione".

PANDORA'S TIMES parte LXX

Prosegue dalla parte LXIX.


Nuovo Ordine Mondiale.

IL MOSAICO DEL GOLFO PERSICO


Pandemia.

Gli esperti ammettono che i vaccini per l'influenza suina provocano una malattia nervosa mortale.


IRAN

NUCLEARE - "Avvenuti arricchimenti" e preparazioni da ultimare...

IRAN: SALEHI, GIA' PRODOTTI 30 KG DI URANIO ARRICCHITO

(ASCA-AFP) - Teheran, 20 ott - ''Fino ad ora abbiamo gia' prodotto 30 chili di uranio arricchito al 20 per cento''. A rivelarlo il capo dell'Agenzia atomica iraniana Ali Akbar Salehi.

Le potenze mondiali avevano intimato a Teheran di sospendere la produzione di uranio arricchito, per paura che venga sfruttato per produrre armi atomiche.

Il 9 giugno, le Nazioni Unite hanno deciso di adottare un nuovo pacchetto di sanzioni contro il contestato programma nucleare di Teheran, che pero' nega di esere interessato a dotarsi di armamenti atomici. red/mcc/rob

Iran: via a cuore reattore Bushehr

Il calendario era stato annunciato in precedenza

26 ottobre, 09:28

(ANSA) - TEHERAN, 26 OTT - L'Iran ha cominciato oggi a immettere combustibile nel 'cuore' del reattore della centrale nucleare di Bushehr, secondo un calendario gia' annunciato in precedenza. Lo ha reso noto il sito della televisione in inglese PressTv.

Ancora, altri ripensamenti russi sulle forniture militari a Teheran, pur se consentiti...

Russia, pronti vendere armi a Iran

Ma solo materiale bellico che non rientra in lista sanzioni Onu

28 ottobre, 15:12

(ANSA)-MOSCA, 28 OTT- La Russia e' pronta a vendere armamenti all'Iran che non rientrino tra quelli banditi sulla base delle sanzioni Onu a Teheran. Lo ha detto il responsabile della agenzia di stato russa per gli armamenti Rosoboronexport, Anatoli Isaikin. 'Se ci sara' richiesta di materiale bellico che non rientra nella lista delle sanzioni Onu cio' sara' oggetto di trattative con l'Iran, perche' non esiste un tabu' assoluto sui contratti per quelle categorie di armamenti fuori dalla lista, spiegato detto Isaikin.


STATI UNITI

TIME MAGAZINE: LA PROSPETTIVA DI UNA GUERRA CIVILE NEGLI USA.

LE PROBABILITÀ DI UNA GUERRA CON LA CINA STANNO AUMENTANDO.


Economia.

GLI USA VERSO LA BANCAROTTA.

VENEZUELA: CHAVEZ ESPRORIA COLOSSO USA BOTTIGLIE DI VETRO

08:56 26 OTT 2010

(AGI/REUTERS) - Caracas, 26 ott. - Hugo Chavez ha ordinato l'esproprio della filiale venezuelana dell'americana Owens-Illinois, colosso della produzione di bottiglie di vetro.
La Owens e' l'ultima vittima della campagna di nazionalizzazioni avviata dal presidente venezuelamo. "Dobbiamo espropriarli", ha spiegato Chavez suo ritorno da un viaggio in Russia e Iran, definendo la Owens-Illinois "una societa' di capitali nordamericani che e' stata qui (nello Stato occidentale di Trujillo) per anni a sfruttare i lavoratori, a distruggere l'ambiente". La compagnia, fondata nel 1903, da lavoro a 22.000 dipendenti in 21 Paesi. (AGI).

GIORNATA MONDIALE DEL RISPARMIO

Draghi: "In Italia disoccupazione all'11%"

Tremonti: "Condivido i tuoi dati"

Il governatore della Banca d'Italia difende le stime dell'istituto, parlando però di "tasso di sottoutilizzo", che include anche i cassintegrati e gli scoraggiati. A sorpresa, il ministro dell'Economia si dice d'accordo, ma obietta: "C'è chi rifiuta i posti". La ricetta di via Nazionale per lo sviluppo economico: avviare un "circolo virtuoso" di redditi alti e diffusi, consumi e benessere, le misure di contenimento non bastano a ripagare il debito. Quest'anno e l'anno prossimo, Pil intorno all'1%

Continua su : repubblica.it


Società e Terroristi.

Bin Laden a Francia, un'ingiustizia impedire il velo

Link : ansa.it
27 ottobre, 16:18

IL CAIRO - ''La vostra ingiustizia e' che pensate di avere il diritto di impedire alle nostre donne di mettere il velo''. E' questa l'accusa esplicita rivolta da Osama Bin Laden alla Francia nel nuovo messaggio audio diffuso oggi dalla Tv araba Al Jazira.

''Non e' allora nostro diritto fare uscire i vostri uomini, gli invasori, dai nostri paesi uccidendoli?'', ha affermato Bin Laden, sottolineando, nel messaggio che ''l'equazione e' molto semplice e chiara: cosi' come voi uccidete, sarete uccisi, cosi' come fate prigionieri, sarete imprigionati e cosi' come violate la sicurezza della nostra nazione, anche la vostra sara' violata''.
''E colui che inizia - ha sottolineato Bin Laden - e' il piu' ingiusto''.

''L'unica maniera per conservare la vostra sicurezza e' di mettere fine alle vostre ingiustizie verso l'Islam attraverso il ritiro dalla guerra che e' stata cominciata da Bush in Afghanistan'' continua.

''E' tempo che sia messa fine all'occupazione diretta e indiretta'', ha affermato il capo di Al-Qaida nel messaggio rivolto alla Francia. Parigi, ha aggiunto, deve ''trarre la lezione dagli Usa che sono sull'orlo di un fallimento a causa della guerra''.


TERRORISMO

Allarme bomba: ispezionati aerei Ups

Bloccato anche un camion a New York

Un'imponente operazione di controllo è in corso dopo il ritrovamento, durante una sosta all'aeroporto di East Midlands, Nottingham, di una cartuccia di toner manomessa su un aereo della compagnia di trasporti diretto a Chicago, risultata poi priva di esplosivo. Ispezionati due aerei a Philadelphia e uno a Newark. Artificieri controllano camion Ups nel Queens. Pacco sospetto anche allo scalo di East Midlands, presso Nottingham

Continua su : repubblica.it

Obama, plichi una minaccia credibile

29 ottobre, 22:54

WASHINGTON - Il presidente americano Barack Obama ha detto che la vicenda dei plichi sospetti "rappresenta una credibile minaccia terroristica" e "rappresenta una credibile minaccia terroristica".
"I plichi sospetti - ha aggiunto - provenivano dallo Yemen ed erano indirizzati verso organismi religiosi ebraici. Per Obama, "Al Qaida continua a programmare nello Yemen attacchi contro gli Stati Uniti e che obiettivo degli Usa è distruggere questa affiliazione di Al Qaida". "Prendiamo questa minaccia molto seriamente", ha detto oggi il presidente Barack Obama parlando dei pacchi sospetti. "Questo conferma la necessità di mantenere la massima vigilanza contro il terrorismo", ha continuato Obama

ESPLOSIVO IN PACCO INTERECTTATO A DUBAI -
Conteneva un congegno esplosivo il pacco spedito in Usa dallo Yemen e intercettato oggi a Dubai. Lo hanno reso noto fonti dell'Emirato.

Secondo la stessa fonte, il pacco intercettato a Dubai con materiale esplosivo è simile a quello trovato nel centro di smistamento dell'aeroporto delle East Midlands, nell'Inghilterra centrale, che le autorità stanno sottoponendo a esami di laboratorio. Il pacco è stato trovato a bordo di un aereo della Fedex, il corriere internazionale, che ha fatto scalo negli Emirati arabi uniti dopo essere partito dallo Yemen alla volta degli Usa. Secondo varie fonti, le autorità dei tre paesi si stanno scambiando informazioni per poter chiarire il più possibile i contorni dell'inquietante vicenda. Dalla Gran Bretagna non sono ancora giunte notizie in merito all'esito delle analisi. Il presidente Usa Barack Obama ha tuttavia parlato di "plichi" con materiale esplosivo.

Il punto alle 20:40 di Cristiano Del Riccio

Un allarme internazionale contro il terrorismo è divampato oggi dopo la scoperta di due pacchi sospetti spediti con aerei cargo dallo Yemen agli Stati Uniti. I servizi di sicurezza americani stanno seguendo la pista di Al Qaida. I due pacchi sono stati individuati in centri di smistamento a Dubai e East Midlands (Inghilterra) prima che potessero giungere a destinazione in America. Per misura precauzionale le autorità Usa hanno bloccato due aerei cargo UPS all'aeroporto di Filadelfia ed un altro aereo cargo a Newark (New Jersey) per verificare che non avessero a bordo altri pacchi sospetti. La Casa Bianca ha reso noto che l'allarme è scattato dopo che l'intelligence Usa ha ricevuto informazioni dai servizi di sicurezza di altri paesi alleati. Il presidente Barack Obama è stato tenuto informato fin da giovedì sera degli sviluppi della vicenda.

Il pacco sospetto individuato nel centro smistamento di East Midlands conteneva una cartuccia d'inchiostro per stampante con attaccati circuiti stampati e fili elettrici per simulare un ordigno esplosivo. Le autorità britanniche hanno analizzato il contenuto del plico senza trovare tracce di esplosivo. Sono stati esaminati anche tutti gli altri pacchi a bordo del cargo che aveva come destinazione finale Chicago dopo una ulteriore sosta a Filadelfia. Il sospetto è che chi ha spedito il plico intendesse mettere alla prova i sistemi di sicurezza inviando un falso ordigno esplosivo.

"Sappiamo che questi pacchi sono stati spediti dallo Yemen e vogliamo esplorare i possibili legami terroristici", ha detto un funzionario americano. Le ricerche effettuate sugli aerei cargo bloccati a Filadelfia e a Newark non hanno prodotto alcun risultato e l'allarme scattato nei due aeroporti - gli aerei erano stati trasferiti in aree isolate - è cessato dopo alcune ore. Secondo alcune fonti i pacchi sospetti erano indirizzati a centri ebraici a Chicago. Questo ha indotto le autorità americane a mettere in allerta le sinagoghe dell'area di Chicago. "Purtroppo non è la prima volta che ci troviamo a dover affrontare questi problemi di sicurezza", ha commentato una esponente della comunità ebraica. Le autorità dello Yemen hanno aperto una indagine sulla origine dell'invio dei pacchi sospetti. La Casa Bianca ha detto che il presidente Obama ha esortato i responsabili delle agenzie di sicurezza Usa "ad adottare le misure necessarie per assicurare la protezione dei cittadini americani e per determinare se queste minacce sono parte di un nuovo complotto terrorista".

Link articolo : ansa.it

Quasi...Gloria

Altre notizie a riguardo e le mie considerazioni, qui.


ISRAELE

Estrema destra sfila in città araba scontri fra polizia e manifestanti
( repubblica.it )

Israele: Tea Party contro negoziati

Lo riporta Haaretz, intenzione e' contrastare ogni concessione

28 ottobre, 15:54

(ANSA) - TEL AVIV, 28 OTT - Una specie di 'tea party' in salsa israeliana sta germinando fra i ranghi dell'ala dura del Likud, il partito di Netanyahu, con l'intenzione dichiarata di contrastare ogni concessione nei negoziati di pace. E in particolare qualsiasi ipotesi di proroga della moratoria edilizia nelle colonie dei Territori occupati, condizione minima necessaria secondo i palestinesi per il proseguimento dei colloqui diretti con Israele. La notizia e' riportata dal quotidiano Haaretz.


A seguire la parte LXXI.

IL DIPARTIMENTO DI GIUSTIZIA USA: "IL GENE UMANO NON SI PUÒ BREVETTARE"

L'ANNUNCIO

"Il gene umano non si può brevettare"

Il Dipartimento di giustizia Usa: "Non invenzioni ma patrimonio dell'umanità". Insorgono le aziende biotech

dal nostro inviato ANGELO AQUARO

NEW YORK - Quei gran geni del Dipartimento di giustizia americana si sono accorti dopo decine di anni e 40mila brevetti concessi che i geni dell'uomo non sono brevettabili. Per il mondo delle biotecnologie è una rivoluzione che fa esultare i propugnatori del brevetto libero e gridare allo scandalo le grandi compagnie che nella ricerca genetica a scopo di lucro hanno speso milioni di dollari. Adesso toccherà all'Ufficio brevetti federale decidere se accogliere o meno la decisione del ministero. Presa seguendo la procedura dell'amicus brief: che in giurisprudenza è l'intervento di una corte super partes cioè non chiamata direttamente in causa. La lite infatti è quella tra due non profit - l'American Civil Liberties Union e la Public Patent Foundation - e quella Myriad Genetics che con l'Università dell'Utah ha brevettato due geni chiamati BRCA1 e BRAC2.
L'obiettivo della compagnia e dei ricercatori è scoprire se questi geni predispongono al tumore alle ovaie e al seno. Ma per farlo hanno proprio bisogno di brevettare le due "scoperte"? Un tribunale ha già decretato di no ma Myriad si è appellata e la causa continua.

Dice però adesso il documento del ministero Usa che "la struttura chimica dei geni umani è un prodotto della natura": i geni non sono "invenzioni" e dovrebbero quindi essere patrimonio dell'umanità intera. I propugnatori del brevetto non ci stanno: i geni isolati dal corpo sono strutture chimiche differenti da quelle che si trovano nel corpo e quindi si possono brevettare.
Ma gli esperti del governo ri-ribattono: anche quando la struttura è "isolata" dal suo ambiente naturale resta prodotto della natura. Né più né meno "delle fibre di cotone che vengono separate dai semi del cotone. O del carbone che viene estratto dalla terra".

Detto così sembra lapalissiano. Ma il New York Times che ha svelato la decisione del ministero il professor James Evans dell'Università della Carolina del Nord parla di "tappa importante: una linea tracciata nella sabbia". Le sabbie però sono mobili per definizione e il pressing delle grandi compagnie sull'Ufficio brevetti è appena cominciato.

Il venti per cento del genoma umano è già stato brevettato. L'iniziativa più nota è quella dell'Human Genome Project lanciato proprio dal governo degli Stati Uniti negli Anni '90 che però è stato subito surclassato dagli sforzi privati della Celera di Craig Venter. Proprio nei giorni scorsi la creatura dello scienziato-imprenditore ha fatto registrare un boom del 30 per cento dei guadagni e il business delle biotecnologie è uno dei più floridi del momento passato praticamente indenne attraverso la recessione.

Il ministero della giustizia adesso riconosce che la decisione non solo è un vero e proprio cambio di rotta rispetto alla linea fin qui suggerita ma contrasta con la politica di altre strutture pubbliche: dall'Ufficio brevetti fino addirittura al National Institute of Heath che negli ultimi anni ha chiesto e ottenuto direttamente brevetti per l'isolamento del Dna. Ma gli esperti della giustizia sostengono che l'impatto sull'industria biotecnologica non sarebbe così grave: le manipolazioni del Dna - tipo quelle usate per creare i transgenici o particolari terapie genetiche - possono continuare a essere brevettate perché appunto "prodotte dell'ingegno dell'uomo". Sempre che la linea tracciata nella sabbia non si sposti ancora un po'.

Continua su : repubblica.it


Ci sarebbe quasi da ridere, se non fosse che questa è una problematica legata allo studio della genetica, che ci riguarda e ci riguarderà ancor di più in futuro, tutti da vicino.

sabato 30 ottobre 2010

L'OMBRA DI UN ATTENTATO AL PRESIDENTE SUL PACCO BOMBA DI DUBAI DIRETTO A CHICAGO ?

TERRORISMO: DUBAI, IN PACCO C'ERA BOMBA, MARCHIO AL QAIDA

30 ottobre, 10:27

(ANSA-REUTERS) - DUBAI, 30 OTT - Nel pacco proveniente dallo Yemen e diretto a Chicago, trovato ieri in un centro di smistamento della FedEx a Dubai, c'era una bomba nascosta in una stampante e la pista porta ad al Qaida. Lo riferisce oggi la polizia di Dubai. (ANSA-REUTERS)


Marchio di Al Qaida su pacco bomba a Dubai

Plico proveniente dallo Yemen e diretto a Chicago trovato ieri in centro di smistamento

30 ottobre, 10:46

Nel pacco proveniente dallo Yemen e diretto a Chicago, trovato ieri in un centro di smistamento della FedEx a Dubai, c'era una bomba nascosta in una stampante e la pista porta ad al Qaida. Lo riferisce oggi la polizia di Dubai.

Secondo la polizia, nel pacco c'era l'esplosivo tetranitrato di pentaeritrite (Petn) in una stampante e cartuccia. Il Petn e' lo stesso materiale usato per il fallito attentato del giorno di Natale 2009 a bordo di un aereo diretto negli Stati Uniti. ''Il pacco era preparato in modo professionale e un circuito elettrico chiuso era connesso ad una carta sim di un cellulare nascosta nella stampante'', si legge nel comunicato. ''Questa tattica porta il marchio di metodi usati in passato da organizzazioni terroristiche come al Qaida'', conclude la polizia.

di Marcello Campo

WASHINGTON - La minaccia terrorista di Al Qaida allunga le sue ombre sul voto di medio-termine che con ogni probabilita' cambiera' radicalmente gli equilibri politici di Capitol Hill. Cosi' l'America, impegnata in queste settimane a discutere solo di economia, ripiomba nell'incubo attentati e torna a tremare per la propria sicurezza interna. I pacchi sospetti provenienti dallo Yemen hanno improvvisamente ricordato agli americani che il loro Paese resta ancora nel mirino di Bin Laden.

Lo stesso Barack Obama ha spiegato esplicitamente che ''s'e' trattato di una minaccia terroristica credibile''., prendendo molto sul serio tutta la vicenda. Inoltre c'e' un particolare che sta inquietando i media Usa: i due plichi sospetti erano indirizzati a due sinagoghe di Chicago, LA CITTÀ IN CUI DOMANI OBAMA TERRÀ UNO DEI SUOI ULTIMI COMIZI ELETTORALI PRIMA DEL VOTO DI MARTEDÌ.

Nel corso del briefing alla Casa Bianca, i cronisti hanno cercato di capire dal portavoce del presidente, Robert Gibbs, se si tratta di una coincidenza, o se gli uomini della sicurezza TEMONO SERIAMENTE PER LA VITA DEL PRESIDENTE. ''La nostra agenda non cambia. Gli uomini del controterrorismo stanno facendo un grandissimo lavoro. Non c'e' motivo per modificare il nostro programma'', ha tagliato corto Gibbs. Tuttavia, in molti si chiedono perche' Al Qaida abbia scelto un momento politicamente cosi' delicato per tentare di colpire gli Usa.

Chissa' se il loro obbiettivo fosse proprio provocare un grave attentato, gettare il Paese nel panico, e magari mettere in questo modo in ulteriore difficolta' il presidente, gia' in cattiva luce a causa della grave situazione economica. Del resto, anche in passato, i terroristi di Al Qaida hanno cercato, con i loro attentati sanguinosi, di influire su importanti appuntamenti elettorali. Basti pensare alle bombe di Madrid, a pochi giorni dalle elezioni politiche che hanno sancito la fine del governo di Jose' Maria Aznar.

Link articolo : ansa.it

( Il maiuscolo è mio, al fine di evidenziare ).


Last-minute foreign tipoff thwarted cargo plane plot
ALL'ULTIMO MINUTO UNA SOFFIATA DALL'ESTERO CONTRASTA IL COMPLOTTO DELL'AEREO CARGO
( in inglese - debka.com ).


Aggiornamento...

L'ALLARME TERRORISMO

Yemen, l'ultima frontiera del terrore

Nel Paese si nasconde il braccio armato più pericoloso di Al Qaeda. Per gli analisti questo paese è la più grave minaccia per la sicurezza nazionale Usa

Continua su : repubblica.it


MID TERM

Usa, sul voto l'ombra di al Qaeda ma la paura non porta voti a Obama

Una nuova emergenza arriva a movimentare gli ultimi tre giorni di campagna elettorale: la tensione è alle stelle e la destra estrema aizza la base che pensa il presidente vicino all'Islam. Dai sondaggi sicuro il ribaltone alla Camera, incerto il Senato

Continua su : repubblica.it


Aggiornamento...

Pacchi bomba Usa: Londra, riunione Cobra

Segretaria sicurezza interna Usa conferma marchio di al Qaida

30 ottobre, 14:58

(ANSA) - LONDRA, 30 OTT - Riunione a Londra del Comitato di crisi 'Cobra' per valutare la pericolosita' del pacco bomba scoperto ieri in un aeroporto dell'Inghilterra centrale. Il Comitato, che si era gia' riunito ieri, sta riesaminando le misure di sicurezza per il trasporto merci aereo dallo Yemen.

Non e' presente il premier Cameron, impegnato a ricevere la cancelliera Merkel. Intanto la segretaria alla sicurezza interna Usa Napolitano conferma che i pacchi bomba diretti a Chicago portano il marchio di al Qaida.


Yemen, altri 26 pacchi bomba sospetti

Ministro Gb, quello rinvenuto in Inghilterra poteva esplodere

30 ottobre, 15:57

(ANSA) - LONDRA, 30 OTT - Sarebbe potuto esplodere il pacco bomba proveniente dallo Yemen, rinvenuto in Inghilterra. Lo ha dichiarato il ministro dell'Interno britannico Theresa May. Le autorita' yemenite hanno intanto sequestrato 26 pacchi sospetti e interrogato dipendenti di societa' di trasporto aereo e della divisione cargo dell'aeroporto internazionale della capitale, Sanaa.

Secondo il quotidiano Usa Today gli interrogati in Yemen sono dipendenti di societa' locali che lavorano con i giganti americani FedEx e Ups.


Aggiornamento...

Lo Yemen blocca altri plichi e una donna

30 ottobre, 20:31

di Stefano de Paolis

BEIRUT - Le autorità dello Yemen, terra di origine della famiglia bin Laden, hanno reagito con sequestri di plichi sospetti, chiusure di uffici e l'arresto di una presunta terrorista all'ennesimo allarme internazionale suscitato dai pacchi bomba apparentemente spediti verso gli Usa dal ramo yemenita di al Qaida. Allo stesso tempo, Sanaa si trova però sempre più tra il martello delle pressioni di Washington e l'incudine dei gruppi integralisti che, sparsi in tutto il Paese, godono di un crescente sostegno da parte delle tribù locali.
Le autorità hanno sequestrato 26 pacchi sospetti e interrogato dipendenti di società di trasporto aereo e della divisione cargo dell'aeroporto internazionale di Sanaa. Nel dubbio che ci siano in giro altri ordigni dopo i due rinvenuti ieri, nella capitale inoltre sono stati chiusi gli uffici dei colossi americani delle spedizioni, Ups e Fedex. Dopo averne circondato la casa, la polizia ha arrestato a Sanaa una donna sospettata di aver spedito i pacchi bomba diretti negli Stati Uniti.

Continua su : ansa.it


Aggiornamento...

Pacchi bomba Usa:in azione uomo al Qaida

Sospetti sul giovane e super-ricercato Al Asiri in Yemen

31 ottobre, 07:53

(ANSA) - WASHINGTON, 31 OTT - Dietro i pacchi bomba spediti verso Chicago ci sarebbe un noto 'artificiere' saudita di Al Qaida in Yemen, Hassan Al Asiri. Lo riferisce la stampa americana citando fonti Usa. Il giovane, di 28 anni, compare nella lista dei terroristi piu' ricercati dall'Arabia saudita e -secondo il New York Times- i pacchi bomba appena intercettati rappresentano la prova che gli uomini di Al Qaida in Yemen stanno migliorando incessantemente la loro capacita' di colpire gli Stati Uniti in terra americana.

Yemeni President bars US commando raid on al Qaeda package plotters
IL PRESIDENTE YEMENITA OSTACOLA L'ASSALTO DI UN COMMANDO STATUNITENSE SUI COMPLOTTISTI DEI PACCHI DI AL QAEDA
( in inglese - debka.com ).

Germania, stop spedizioni da Yemen

Pacco bomba scoperto nell'aeroporto Gb transitato da Colonia

31 ottobre, 10:25

(ANSA) - BERLINO, 31 OTT - Il governo tedesco fara' in modo di bloccare le spedizioni per via aerea provenienti dallo Yemen dopo la scoperta di due pacchi bomba in Gran Bretagna e a Dubai. Lo ha reso noto il ministro dell'interno tedesco Thomas Maizieire. Il plico scoperto nell'aeroporto inglese di East Midlands era transitato da Colonia, secondo quanto ha rivelato ieri Scotland Yard.


Certo che, come in parte desunto da DEBKA, il piano, sia al Qaeda di genuina origine terroristica, o la succursale ( così come appare in alcune delle tesi complottistiche ), dell'impero per mano della Cia, etc.etc.

L'idea in se, di questo attacco...è geniale.

Spedire alcune decine di plichi esplosivi in giro per il mondo, ed in particolare per l'Occidente ( non ne servono molti ), anche senza sapere esattamente dove gli stessi esploderanno.

E visto e considerato, quanto fanno parlare di se, solo grazie al loro ritrovamento.

Immaginate se per esempio, uno di questi pacchi, fosse realmente esploso ( anche senza causare morti o feriti ) nella sinagoga dove sembra fosse indirizzato e ove il presidente stava tenendo il suo discorso.

Ed a distanza di pochi minuti o alcune ore, in seguenza altri di questi plichi fossero esplosi, che sò :

- Nella stiva di carico di un aereo cargo in volo, che sia nel mezzo dell'Atlantico, o sopra territori sia abitati che non.

- Nel terminal di smistamento di un aeroporto.

- In un furgone della stessa compagnia di trasporto, "magari", in una via del centro della città di destinazione.

- A destinazione, qualunque essa sia.

Ripeto. Anche casuale.

Cioè, senza destinatario "politico ideologico".

E così via, duplicato o moltiplicato, per svariate volte.

Sarebbe il caos, l'allarme e lo stato d'allerta farebbero si, che quantomeno i voli commerciali nei Paesi colpiti, verrebbero completamente bloccati finanche a tempo indefinito, con gravi ripercussioni sull'economia già vacillante di suo.

Poi, se gli attentati dovessero continuare e badate bene, con l'avvallo della popolazione impaurita dalla terribile minaccia.

Ciò che è citato nei primi post di questo blog, potrebbe divenire, "pura futura realtà".

Ed infatti, ecco che a "qualcuno", sono sorti dei dubbi sulla reale natura di un tragico evento passato...

US counter-terror to re-examine UPS crash in Dubai in September
IL CONTROTERRORISMO USA RIESAMINA LA CADUTA DEL CARGO DELL'UPS AVVENUTA A DUBAI IN SETTEMBRE
( in inglese - debka.com ).


Aggiornamento...

Germania blocca voli passeggeri da Yemen

I pacchi-bomba di venerdi' scoperti per soffiata ex Guantanamo

01 novembre, 14:23

(ANSA) - BERLINO, 1 NOV - Il governo tedesco ha bloccato anche i voli passeggeri provenienti dallo Yemen, dopo aver vietato gli aerei cargo.
L'allarme e' mondiale: all'aeroporto del Cairo rafforzati i controlli. A Londra oggi si riunisce di nuovo il comitato emergenze Cobra proprio per parlare di sicurezza dei voli e ci sara' anche il primo ministro Cameron. Secondo la Bbc la scoperta dei pacchi bomba venerdi' sarebbe avvenuta grazie alla soffiata di un membro di al Qaida 'pentito', ex detenuto di Guantanamo.


A seguire la parte II.

giovedì 28 ottobre 2010

VIAGGIO IN ITALIA, LE CITTÀ SOTTERRANEE

Viaggio in Italia, le città sotterranee

E' firmato da Fabrizio Ardito il più esaustivo volume interamente dedicato all'Italia sotterranea, un testo spettacolare con fotografie inedite ma anche una guida pratica per chi vuole cimentarsi con una forma di turismo nuova e appassionante. Sotto a tante colline, a vie e piazze delle nostre città, accessibile da tombini, cantine e porticine nascoste e insospettabili, c'è un mondo sotterraneo che merita di essere conosciuto, apprezzato e valorizzato perché - oltre a essere di grande suggestione e fascino - aiuta a comprendere meglio la storia dei luoghi della nostra vita quotidiana, della loro nascita e crescita, della loro forma. I sotterranei visitabili sono stati costruiti o scavati in quasi tutte le epoche - dagli etruschi, dagli ingegneri romani, dai cavatori medievali, dai progettisti del Rinascimento...- per rispondere alle esigenze più varie: dal culto alla sepoltura, dalla difesa all'approvvigionamento idrico, dal trasporto al deposito, alla cavatura.... Mitrei e catacombe, acquedotti e cisterne, cave e rifugi segnano metro per metro la faccia nascosta delle città d'arte così come delle nostre campagne e la loro riscoperta - frutto di sofisticate ricerche ed esplorazioni condotte da speleologi e archeologi - sta poco a poco diventando una realtà alla portata anche dei non addetti ai lavori, come dimostra la crescita esponenziale delle visite ai sotterranei di Napoli, Siena, Roma, Orvieto...

(Viaggio nell'Italia sotterranea, Fabrizio Ardito, - euro 25)

Link fotogallery : repubblica.it

LA PRIMA MISSIONE DI R2 IL ROBOT CHE SOGNA MARTE

SPAZIO

La prima missione di R2 il robot che sogna Marte

Lunedì prossimo sullo Shuttle Discovery destinato alla stazione orbitante ci sarà anche una macchina-umanoide. È già una star: ha persino un account Twitter per mantenere i contatti con i fan. Ha grande capacità di manipolare gli oggetti: può usare tutti gli strumenti

di CLAUDIA DI GIORGIO

SE L'AVESSERO disegnato a Hollywood sarebbe un banale robot umanoide, per di più senza volto e senza gambe: un tronco bianco con due braccia (ben muscolose, però) e una testa-elmetto con un visore dorato che riflette l'esterno, dandogli un'aria un po' inquietante. E invece, dato che lunedì prossimo parte sullo shuttle Discovery diretto alla stazione spaziale internazionale, Robonaut 2 - detto R2 per brevità - è una star: fotografatissimo, come si conviene al primo robot umanoide che va nello spazio, ha persino un account Twitter con cui manterrà i contatti con le migliaia di fan che ha già conquistato.

Progettato al Johnson Space Center della Nasa a Houston in collaborazione con la General Motors, R2 è l'esemplare più recente e avanzato di un ambizioso programma per lo sviluppo di robot umanoidi destinati ad aiutare gli astronauti in lavori complessi o pericolosi, in vista di una collaborazione uomo-robot per missioni nello spazio profondo. Più veloce e compatto del prototipo che l'ha preceduto, il punto forte di R2 è la sua eccellente capacità di manipolare oggetti: i suoi realizzatori sono riusciti a dotarlo di una destrezza manuale che si avvicina parecchio a quella umana, al punto tale che può usare gli stessi attrezzi degli astronauti senza bisogno di modifiche. E senza mai stancarsi né annoiarsi.

Inizialmente, R2 non era progettato per volare; era solo il secondo esemplare del programma, un prototipo "di passaggio" da usare per capire cosa c'era da migliorare. Ma quando è stato completato si è rivelato così efficiente ed evoluto che la Nasa ha deciso di mandarlo subito in orbita, aggiornandolo qua e là per adeguarlo alle condizioni del volo spaziale, anche per approfittare di una delle ultime missioni shuttle prima del pensionamento delle navicelle previsto per il prossimo anno.

Continua su ( con foto ) : repubblica.it


Certo che di fantasia ne hanno veramente poca, almeno negli ultimi tempi.

Non si chiamava così, almeno in parte, anche uno dei robot di Star Wars, o ricordo male ?

A meno che, non sia voluto, ovviamente.

TRADOTTO IL LINGUAGGIO DEI NEURONI "COSÌ I PENSIERI PRENDONO VITA SU UN MONITOR"

LA SCOPERTA

California, tradotto il linguaggio dei neuroni
"Così i pensieri prendono vita su un monitor"

Una ricerca pubblicata sul nuovo numero di Nature: dodici pazienti affetti da epilessia sono stati in grado di controllare, nascondere e sovrapporre immagini sul computer, concentrandosi su diverse aree del cervello

ROMA - Comandare con il pensiero un'immagine su computer è possibile: lo hanno dimostrato gli scienziati del California Institute of Technology riuscendo a leggere l'attività dei neuroni nel cervello umano e a tradurre - grazie a un decoder solo all'apparenza simile a quello della tv - questi impulsi elettrici in immagini.

Lo studio, pubblicato sul nuovo numero della prestigiosa rivista statunitense 'Nature', prende il via da una scoperta del 2005: in quel caso, il neuroscienziato Christof Koch aveva dimostrato che singoli gruppi di neuroni del lobo temporale si attivano al riconoscimento di volti, paesaggi e oggetti complessi. L'evoluzione naturale di questa scoperta è l'analisi e la traduzione di questi segnali: il team guidato da Moran Cerf a Pasadena ha testato quest'ipotesi effettuando dei test su 12 pazienti affetti da epilessia e in attesa di operazione.

L'ESPERIMENTO. Prima i ricercatori hanno collocato degli elettrodi nel cervello dei pazienti e poi gli hanno chiesto i nomi di cantanti e attori preferiti. Grazie agli elettrodi, è stato possibile 'rintracciare' il singolo neurone che custodisce l'immagine relativa a quel nome. Solo a quel punto i volontari hanno imparato a concentrarsi e modificare l'attività di quel neurone, riuscendo a controllare su video la foto del loro attore o cantante preferito.

Inoltre, mostrando composizioni fotografiche di più elementi legati a diversi neuroni, i pazienti sono riusciti a nascondere o a sovrapporre le immagini attivando l'una o l'altra parte del cervello.

Ad esempio, se al paziente piaceva Marylin Monroe, gli veniva mostrata un'immagine ibrida costituita da una foto di Marylin e da una di Michael Jackson, chiedendogli di far prevalere quella preferita cercando di 'accendere' il neurone corrispondente. Nel 70% dei casi, riporta l'articolo, l'esperimento ha avuto successo, anche nel caso in cui l'immagine era composta al 90% da quella di disturbo

LE APPLICAZIONI. "Gli individui - spiegano gli autori della ricerca - possono controllare rapidamente, coscientemente, volontariamente neuroni posti in profondità nel loro cervello" e così facendo comandare apparecchi collegati al cervello. Le applicazioni pratiche di questo tipo di evoluzioni scientifiche e tecnologiche sono evidenti: la principale è il controllo di macchinari, anche complessi, da parte di persone affette da handicap fisici.

Link articolo : repubblica.it


E fra le varie applicazioni di questa scoperta, a fin di bene.

Me ne vengono in mente come minimo altre tante, votate all'impossessarsi dei pensieri e quindi, anche dei più reconditi segreti altrui.

Come dico ( scrivendolo ), sempre.

Vedremo...che cosa il futuro ci riserverà anche in questo "caso".

ZECHARIA SITCHIN - In Memoria, Un Breve Pensiero

LA NOTIZIA
( in inglese - sitchin.com ).

ZECHARIA SITCHIN - LA SCHEDA
( in inglese - wikipedia.org ).


Un saluto a colui,

la cui intrigante teoria,

dettata dalla lettura

dei suoi libri,

mi ha sempre affascinato,

fin dalla tenera età.

Spero, tu ora sappia la verità.

Altrimenti, rimarrà solo l'oblio infinito.

Paolo. UNA-TANTUM


Ed infine, un'altro articolo ed un tributo...

E' morto Sitchin, "papà" di Nibiru

E' scomparso da 15 giorni, ma se ne ha notizia solo ora. Parliamo di Zecheria Sitchin, al quale abbiamo dedicato non molto tempo fa un post specifico (tra l'altro molto commentato). Anche il più recente tema trattato da Mistero bUFO, quello relativo al volto della donna Anunnaki, si riconduce al lavoro dello studioso appena mancato. Ecco un ritratto di Sitchin così come è apparso sul sito Net1News.org.

Continua su : misterobufo.corriere.it

ALIENI UMANI & DONNE ANUNNAKI.

lunedì 25 ottobre 2010

PANDORA'S TIMES parte LXIX

Prosegue dalla parte LXIX.


Nuovo Ordine Mondiale.

IL NOBEL DELLA GUERRA AI SIGNORI DELLA PACE.


IRAN

"Possibili acquisizioni per vie traverse", prospettive future tra promesse e minacce, "ovvie constatazioni", visite di stato a sancire alleanze e "presunti attentati"...

Iran may get Russian S-300 interceptors after all - via Venezuela
L'IRAN DOPO TUTTO ( riferito alle sanzioni, ma soprattutto, alle pressioni israeliane e "sotterranee" sulla Russia, ndr ) PUÒ OTTENERE GL'INTERCETTORI S-300 RUSSI - VIA VENEZUELA
( in inglese - debka.com ).

Allora, se questa notizia si rivelerà fondata e la transazione si compirà.

Le possibilità di una eventuale risposta preventiva israeliana nel "breve periodo".

A mio parere, avrebbero un considerevole incremento.

A meno che in seguito, per "puro caso", non affondi inspiegabilmente qualche cargo.

Magari, a causa di un onda anomala.


Nucleare: Iran pronto a negoziati

Presidente iraniano, 'Israele e sostenitori pronti per
inferno'

17 ottobre, 12:36

(ANSA) - TEHERAN, 17 OTT - L'Iran - ha detto il presidente iraniano Ahmadinejad - e' pronto a tornare al tavolo delle trattative sul nucleare, ma non arretrera'. Ieri un portavoce dell'Alto rappresentante della politica estera Ue, Catherine Ashton, ha detto che un nuovo round di colloqui tra Teheran e il gruppo 5+1 si terra' a Vienna tra il 15 e il 18 novembre.

Ahmadinejad ha dichiarato inoltre che Israele ''si prepara ad andare all'inferno'' ed ''ognuno che si schieri al suo fianco andra' anch'egli all'inferno''.

Iran: Ahmadinejad, un giorno Usa mendicheranno ripresa contatti diplomatici

18 ottobre, ore 12:18

Teheran, 18 ott. - (Adnkronos/Aki) - Ci sara' un giorno in cui gli Stati Uniti si scuseranno con l'Iran e ''pregheranno'' Teheran perche' vengano riprese le relazioni diplomatiche tra i due Paesi. Ne e' convinto il presidente iraniano Mahmoud Ahmadinejad che, citato dall'agenzia di stampa Irna, ritiene che l'Amministrazione americana sia diventata cosi' debole da non poter nuocere in alcun modo alla Repubblica islamica.

Mo: Netanyahu, Libano satellite Iran

Premier israeliano, 'ma sappiamo difenderci'

17 ottobre, 13:57

(ANSA) - TEL AVIV, 17 OTT - Il Libano ''sta diventando rapidamente un satellite dell'Iran''. Lo ha affermato oggi il premier israeliano Benyamin Netanyahu. 'Ma noi sappiamo bene come difenderci' ha aggiunto commentando la recente visita di Mahmud Ahmadinejad nel Libano meridionale durante la quale il presidente dell'Iran 'ha indirizzato verso Israele ingiurie ed imprecazioni'. Netanyahu ha affermato ancora che 'Israele resta pronto a tendere la mano a quanti fra i nostri vicini anelino alla pace'.

LA GUERRA SEGRETA CONTRO L'ARSENALE IRANIANO

DOMANI IL PRESIDENTE DEL VENEZUELA CHAVEZ ARRIVA IN IRAN PER INCONTRARE AHMADINEJAD / E ’ la sua ottava visita ufficiale nella Repubblica Islamica

DOMANI IL PRESIDENTE DEL VENEZUELA CHAVEZ ARRIVA IN IRAN PER INCONTRARE AHMADINEJAD - TEHERAN, 17 OTT Il presidente venezuelano Hugo Chavez e ’ atteso domani a Teheran per la sua ottava visita ufficiale nella Repubblica islamica da quando Mahmud Ahmadinejad e ’ diventato presidente, nel 2005.
Lo scrive oggi il quotidiano Tehran Times.
Chavez, che nei giorni scorsi e ’ stato in visita in Russia e Bielorussia, ha in programma di rimanere in Iran per tre giorni, durante i quali avra ’ colloqui con lo stesso Ahmadinejad e con altre autorita’ del Paese. Nei cinque anni in cui e’ stato finora presidente, Ahmadinejad si e’ fatto promotore di una politica di stretta cooperazione con i Paesi dell ’America Latina che si oppongono agli Stati Uniti, soprattutto con Venezuela, Cuba e Bolivia. (ANSA)

Iran: stampa, Ahmadinejad sfuggito ad attentato durante visita in Libano

18 ottobre, ore 12:03

Kuwait City, 18 ott. - (Adnkronos/Aki) - Il presidente iraniano Mahmoud Ahmadinejad sarebbe sfuggito ad un attentato terroristico giovedi' scorso nel corso della sua visita in Libano. Secondo quanto riporta stamane il giornale kuwaitiano 'al-Seyassah', i servizi segreti libanesi sarebbero riusciti a sventare l'attentato pianificato per il pomeriggio di giovedi', dopo il pranzo offerto al capo di stato iraniano dal premier libanese Saad Hariri.


LIBANO

LIbano:trovati 300 kg esplosivo

A ridosso della linea blu, nell'area della missione Onu

18 ottobre, 11:54

(ANSA) - BEIRUT, 18 OTT - Circa 300 kg di esplosivo sono stati rinvenuti nel sud del Libano, nell'area di responsabilita' della missione Onu (Unifil) di cui fanno parte anche 2.000 soldati italiani. Nelle ultime 48 ore 250 kg di tritolo, 50 kg di C4 e due fucili automatici AK47 sono stati trovati sotto terra,nei pressi di Kfar Shuba,a ridosso della Linea Blu di demarcazione con Israele. La risoluzione Onu con cui sono state sospese le ostilita' tra Hezbollah e Israele, nel 2006,impone l'assenza di armi in quell'area.


MEDIO ORIENTE

(ri)Dispiegamenti, inedite manovre militari congiunte e "tensioni ortodosse in Galilea"...

US deploys second air carrier in Persian Gulf with 60 warplane
GLI STATI UNITI DISPIEGANO UNA SECONDA PORTAEREI NEL GOLFO PERSICO CON 60 AEREI DA GUERRA
( in inglese - debka.com ).

Dall'articolo, il suo inizio...

"The United States has posted a second aircraft carrier, the USS Abraham Lincoln, in the Persian Gulf and northern Arabian Sea.
The announcement came from the Pentagon Tuesday, Oct. 19, two days after the vessel put into port at Fifth Fleet headquarters in Manama, Bahrain. DEBKAfile's sources note that this is the first time in two years that Washington had deployed two aircraft carriers at same time - not just one - in waters opposite Iran and Afghanistan."

"Gli Stati Uniti hanno posto una seconda portaerei, la USS Abramo Lincoln, nel Golfo Persico e nel mar Arabico Settentrionale.
L'annuncio è venuto direttamente dal Pentagono, martedì 19 ottobre, 2 giorni dopo il vascello puntava verso il porto di Manama, in Bahrain, quartiergenerale della quinta flotta.
Le fonti di DEBKAfile notano che questa è la prima volta in due anni che Washington ha dispiegato - non solo una - ma due portaerei nello stesso tempo in acque opposte all'Iran ed all'Afghanistan."

First joint Saudi-Egyptian maneuver ever was geared to Iranian threat
LE PRIME MANOVRE MILITARI CONGIUNTE EGIZIANO-SAUDITE DI SEMPRE, SONO ORIENTATE CONTRO LA MINACCIA IRANIANA
( in inglese - debka.com ).

Dall'articolo...

"Exercise Tabuk-2 was programmed to repulse a potential Iranian attack on Saudi Arabia by taking the battle over to Islamic Republican territory. Our sources note that a new chapter was written in Middle East military history this week: The two largest Arab nations deployed their military strength in position for combating the Iranian army and its Revolutionary Guards Corps and showed they were willing to counter Iranian belligerence by invading the aggressor."

"L'esercitazione Tabuk-2 è stata programmata per respingere un potenziale attacco iraniano sull'Arabia Saudita, portando la battaglia sopra il territorio della repubblica islamica. Le nostre fonti annotano che un nuovo capitolo è stato scritto questa settimana nella storia militare del Medio Oriente: Le due grandi nazioni arabe dispiegano le loro forze militari per combattere contro l'armata iraniana ed i suoi corpi di guardie rivoluzionarie e mostrando loro che sono pronti a contrastare la belligeranza iraniana, invadendo l'aggressore."

Mo: tensioni arabi-ebrei in Galilea

Gruppo israeliano di estrema destra ottiene permesso per marcia

24 ottobre, 13:12

(ANSA) - TEL AVIV, 24 OTT - Tensione a Safed, in Galilea, che venerdi' e' stata teatro di incidenti fra ortodossi ebrei e gruppi di studenti arabi.
All'origine degli scontri il risentimento dei giovani arabi per l'appello del rabbino capo di Safed affinche' la popolazione ebraica non affitti ne' tanto meno venda appartamenti a musulmani. Intanto un gruppo israeliano di estrema destra e' riuscito ad ottenere dalla polizia il permesso per condurre mercoledi' una marcia nella citta' di Um el-Fahem, nel nord di Israele.


AFGHANISTAN

"Finanziamenti (ac)consentiti"...

AFGHANISTAN: KARZAI RIVENDICA SOLDI DALL'IRAN, GLI USA SANNO

16:12 25 OTT 2010

(AGI) - Kabul, 25 ott. - Hamid Karzai rivendica gli aiuti economici ricevuti dall'Iran e annuncia che continuera' a chiederli. Cosi' il presidente afghano risponde allo scoop del New York Times, secondo cui il suo capo di gabinetto, Umar Daudzai, ha ricevuto almeno 6 milioni di dollari da Teheran.

Somma impiegata per foraggiare deputati afghani, capi tribali e signori della guerra . Poco prima la delegazione iraniana a Kabul aveva decisamente smentito la notizia liquidandola come "ridicola ed insultante" .


Terrorismo...e proteste a sfondo economico.

FRANCIA

Da sauditi allarme al Qaida in Europa

Minacce in particolare alla Francia, allerta quasi massima

17 ottobre, 20:17

(ANSA) - PARIGI, 17 OTT - I servizi segreti sauditi hanno allertato su una minaccia terroristica in Europa, in particolare in Francia, da parte di Al Qaida. Lo ha riferito il ministro dell'interno francese, Brice Hortefeux. 'La minaccia e' reale e la nostra vigilanza rimane intatta', ha detto il ministro nel corso di una trasmissione alla radio, precisando l'allerta e' quasi al livello massimo.

Francia: benzina in esaurimento

A causa delle proteste contro la riforma delle pensioni

18 ottobre, 11:45

(ANSA) - PARIGI, 18 OTT - Oltre un migliaio di distributori di benzina stanno esaurendo le scorte di carburante o sono totalmente a secco in Francia a causa delle proteste contro la riforma delle pensioni in corso di approvazione in parlamento.
Lo ha detto oggi l'Unione degli importatori indipendenti petroliferi (Uip) che rappresenta il 60% delle vendite. Sulle 4.000 stazioni della grande distribuzione, che gestiscono il 60% del carburante in Francia, 1.500 stanno esaurendo le scorte.


Economia.

GEAB 47 - Parte I.

USA: TESORO COLLOCA TITOLI A 5 ANNI CON RENDIMENTO NEGATIVO (-0,55%)

(ASCA) - Roma, 25 ott - Mai i titoli del Tesoro Usa erano stati collocati con un rendimento negativo.
E' successo oggi con l'asta dei Tips (i titoli di Stato indicizzati all'inflazione) a cinque anni, 10 miliardi di dollari di Tips sono stati assegnati con un rendimento negativo pari a -0,55%, la precedente asta tenutasi lo scorso aprile aveva registrato rendimenti positivi pari allo 0,55% annuo. Nei fatti la forte domanda degli investitori ha spinto in basso il rendimenti e in alto il prezzo. Insomma gli investitori hanno deciso di pagare di piu' al solo scopo di possedere questi titoli.

Si tratta di una chiara aspettativa inflazionistica sugli effetti di medio termine della politica monetaria Usa che, fondata sull'acquisto di titoli di Stato da parte della Fed, tende ad aumentare continuamente l'offerta di moneta. men/mcc/bra

I governi occidentali, Usa in testa, invece di sostenere imprese e cittadini hanno usato soldi pubblici per salvare gli speculatori

UNA CRISI DEVASTANTE E SENZA USCITA
( rinascita.eu ).


Politica.

STATI UNITI

Usa: Obama non appoggia candidato,insulti

L'antagonista ex repubblicano ha ottimi rapporti con Casa Bianca

25 ottobre, 20:54

(ANSA) - NEW YORK, 25 OTT - Il candidato democratico a Governatore del Rhode Island, Frank Caprio, che non e' sostenuto dalla Casa Bianca, ha detto in una trasmissione radiofonica che Obama puo' ficcarsi il suo eventuale appoggio 'dove gli pare'.

Caprio, che i sondaggi danno a 7 punti dall'avversario Lincoln Chafee, indipendente ex repubblicano, e' al 28% delle intenzioni di voto, e rischia di non farcela. Chafee che, lasciati i repubblicani ha appoggiato Obama nel 2008, ha invece ottimi rapporti con il presidente.


A seguire la parte LXX.

domenica 24 ottobre 2010

PANDORA'S TIMES parte LXVIII

Prosegue dalla parte LXVII.


Nuovo Ordine Mondiale.

Rich, candidato repubblicano vestito da nazista: è polemica

Un candidato repubblicano vestito da nazista ha infuocato il dibattito politico americano, con lo stesso Grand Old Party (GOP) costretto a prendere le distanze da Rich Iott, in corsa in Ohio per un seggio alla camera dei rappresentanti alle prossime elezioni di novembre. Le prime immagine di Iott in uniforme nazista sono apparse sul sito web di Wiking, un gruppo che si definisce apolitico, "dedito alla conservazione della storia della ii guerra mondiale e della vita del militare tedesco (in particolare i volontari stranieri delle Waffen-SS)". Stando a quanto riportato venerdì scorso dalla rivista Atlantic, che ha pubblicato le fotografie, il repubblicano Iott avrebbe aderito a Wiking nel 2003. Lo stesso Iott ha ammesso la sua adesione al gruppo, motivata, ha precisato, "solo da interessi storici". Il politico ha precisato alla rivista di avervi preso parte con il figlio, come "una cosa che unisce padre e figlio", e di averla abbandonata tre anni fa per il disinteresse del figlio.

Link fotogallery : repubblica.it


Economia.

E SE PER USCIRE DALLA CRISI SERVISSE UNA GUERRA ?

I NUOVI DATI CHE METTONO A RISCHIO L'IRLANDA ( E L'EUROPA ).

LO STUDIO

La Cgia ricalcola i disoccupati
"Al Sud sono oltre il 17 per cento"

Cifre molto più preoccupanti rispetto a quelle ufficiali dell'Istat. Comprendendo anche "gli scoraggiati" in Campania si tocca il 20% di senzalavoro contro il 15% dell'Istat, in Puglia si va sopra il 17% contro il 13 dell'Istituto di statistica

ROMA - In Campania, la disoccupazione reale è al 20,1% (5,8 punti in più rispetto al dato ufficiale calcolato dall'Istat), in Puglia al 17,5% (+4), in Calabria al 17,3% (+ 5,7) e in Sicilia al 16,8% (+1,8).
Nel mezzogiorno il dato medio si attesta al 17,2%.
A livello nazionale, invece, si colloca al 10,2%: quasi 2 punti in più rispetto al dato ufficiale calcolato dall'istituto di statistica. Questi i valori del tasso di disoccupazione reale (o, con una accezione più tecnica, del tasso di marginalità dal lavoro), calcolato dalla Cgia di Mestre. In termini assoluti, secondo gli artigiani mestrini, l'esercito dei disoccupati reali è composto da oltre 2.621.000 persone: ben 528.592 In più rispetto al numero ufficiale.

Continua su : repubblica.it

ECONOMIA

Banche, Tremonti attacca
"Speculazione a piede libero"

Il ministro dell'Economia dopo i lavori dell'Fmi: " "I bonus, i derivati e tutto è agli stessi livelli di prima della crisi. Forse i bonus sono più alti . I banchieri sono tornati"

ROMA - 'I bankers sono tornati, la speculazione è a piede libero". Il ministro dell'Economia Giulio Tremonti lancia l'allarme. E punta il dito contro gli istituti di credito. "Non parlo dei banchieri italiani - spiega il ministro a conclusione dei lavori del Fmi - ma due anni fa o un anno fa a Istanbul le grandi banche d'affari erano molto low profile mentre ora sono tornati i banchieri. Si è confuso tra ciclo economico e crisi, e nel gestire la crisi, scambiandola per un ciclo, si è fatta la scelta di salvare la speculazione che stava dentro le banche".

Continua su : repubblica.it

L'ANALISI

Valute, Pechino rifiuta l'abbraccio di Obama
"Lo yuan è già forte".

E la Fed interverrà. Il vertice dell'Fmi non è riuscito a fermare la speculazione sulle monete. Il presidente Usa voleva coinvolgere i cinesi nel governo dell'economia globale

Continua su : repubblica.it


MEDIO ORIENTE

"Annessioni territoriali" e costosi acquisti tecnologici...

Revolutionary Guards, Iranian flags capture S. Lebanon for Ahmadinejad visit
LE GUARDIE RIVOLUZIONARIE, CON BANDIERE IRANIANE PRENDONO POSSESSO DEL SUD DEL LIBANO PER LA VISITA DI AHMADINEJAD...
( in inglese - debka.com ).

IRAN: ISRAELE ACQUISTA 20 CACCIABOMBARDIERI USA INVISIBILI F-35

08:48 08 OTT 2010

(AGI/AFP) - Washington, 8 ott. - Israele si e' assicurata 20 cacciabombardieri Usa invisibili, di ultima generazione, gli F-35 Joint Strike Fighters.
Lo ha annunciato l'ambasciatore d'Israele a Washington, Michael Oren. L'accordo assegnera' allo Stato ebraico il piu' moderno jet da combattimento del mondo, alterando i rapporti di forza nella regione, gia fortemente spostati a favore di Tel Aviv. "L'F-35 aumentera' la capacita' d'Israele di difendersi da sola contro ogni minaccia o combinazioni di minacce, da chiunque provengano in Medio Oriente", ha sottolineato Oren. Ogni F-35, ancora in fase di sviluppo, costera' circa 100 milioni di dolari. L'annuncio giunge a meno di un mese dall'accordo tra Washington e Riad per la vendita all'Arabia Saudita di armi per 60 miliardi di dollari tra cui 84 cacciabombardieri F-15, molto meno avanzati degli F-35, prodotti dalla Lockheed Martin insieme anche al gruppo italiano Finmeccanica). (AGI) .

Ultimi avvisi e decisi ammonimenti, prima che il fuoco divampi...

Israel releases 1973 war papers to warn Syria
ISRAELE RILASCIA I DOCUMENTI SULLA GUERRA DEL 1973 PER AVVISARE LA SIRIA...
( in inglese - debka.com ).

Obama ultimatum makes Assad responsible for any Hizballah violence in Lebanon
L'ULTIMATUM DI OBAMA RENDE ASSAD RESPONSABILE PER OGNI VIOLENZA DI HEZBOLLAH IN LIBANO
( in inglese - debka.com ).

Pubblici ripudi della destra israeliana verso l'attuale amministrazione Usa, mancati riconoscimenti ed esercitazioni israeliane per un attacco a lungo raggio...

Israele: lancio scarpe su immagine Obama

Oggi manifestazione di estrema destra davanti ad ambasciata Usa

11 ottobre, 12:19

(ANSA) - TEL AVIV, 11 OTT - Una manifestazione di protesta contro il presidente Usa Barack Obama e' stata indetta oggi a Tel Aviv da un gruppo di estrema destra. Il portavoce di 'Attivismo Sionista', Uri Baram, ha spiegato alla radio dei coloni 'Canale 7' che i dimostranti giungeranno di fronte alla sede dell'Ambasciata Usa 'armati' di scarpe, che intendono scagliare in direzione delle effige di Obama, in segno di dissenso per la sua intenzione di realizzare in tempi brevi uno Stato palestinese indipendente.

Anp a Netanyahu, no a stato ebraico

L'Autorita' nazionale palestinese ha respinto l'offerta

11 ottobre, 18:23

(ANSA) - GERUSALEMME, 11 OTT - L'Anp respinge l'offerta di Netanyahu di moratoria agli insediamenti in cambio del riconoscimento di Israele 'stato-nazione ebraico'. 'La questione della ebraicita' dello Stato d'Israele non ha nulla a che fare' con la richiesta di una proroga della moratoria edilizia nelle colonie' sostiene l'Anp. Il concetto e' stato ribadito piu' tardi dal capo negoziatore, Saeb Erekat: la leadership palestinese respinge il baratto suggerito da Netanyahu 'sia presa in blocco, sia nel dettaglio'.

Israeli, Greek helicopters practice strikes over mountainous coasts
ELICOTTERI GRECI, ED ISRAELIANI SI ESERCITANO AD ATTACCHI SOPRA LE COSTE MONTUOSE
( in inglese - debka.com ).

Dall'articolo, cito l'inizio...

"Israeli and Greek Air forces embarked Monday, Oct. 11, on a joint four-day exercise code-named Minoas 2010 over Crete and the western Peloponnese Peninsula, DEBKAfile's military sources report."

"Le forze aeree greche ed israeliane si sono imbarcate lunedì 11 ottobre, in una esercitazione militare congiunta di quattro giorni, nome in codice, Minosse 2010, che si svilupperà sopra l'isola di Creta e nella parte occidentale della penisola del Peloponneso, come le fonti militari di DEBKAfile riportano."

Possibili minacce ( "anche globali" ), fra esercitazioni mai fatte prima, ed incontri tra "governanti" mediorientali...

Libano: sunniti minacciano Ahmadinejad

Ambasciata americana invita cittadini Usa in Libano a vigilare

12 ottobre, 13:34

(ANSA) - BEIRUT, 12 OTT - Un oscuro gruppo sunnita la cui retorica prende ispirazione da al Qaida ha minacciato di ''scuotere il Libano''.Questo avverra' ''se il presidente iraniano Ahmadinejad vi si rechera' in visita ufficiale come previsto, da domani''. Il sito web libanese elnashra.com ha scritto di aver ricevuto un comunicato dalle ''Falangi di Adallah Azzam - Brigate Ziad al Jarrah''. L'ambasciata Usa ha invitato i cittadini statunitensi in Libano a ''rimanere vigili''.

Israel drills unconventional al Qaeda strike in Jerusalem
ISRAELE SI ESERCITA AD UN ATTACCO NON CONVENZIONALE DI AL QAEDA A GERUSALEMME
( in inglese - debka.com ).

Cito l'ultima frase, poiché penso, sia più che esaustiva riguardo al tenore di questa notizia...

"Israel has never before practiced an al Qaeda infiltration of one of its main cities."

"Israele non si è mai esercitata prima su una possibile infiltrazione di al Qaeda all'interno di una delle sue città."

Libano-Iran: Ahmadinejad a Beirut

Vedra' il presidente libanese Suleiman

13 ottobre, 10:29

(ANSA) - BEIRUT, 13 OTT -Il presidente iraniano Mahmud Ahmadinejad e' arrivato a Beirut per una visita di 3 giorni in cui incontrera' le massime autorita' libanesi. Ahmadinejad si rechera' anche nel Sud del Paese, nei pressi della linea blu di demarcazione con Israele. Dall'aeroporto, Ahmadinejad andra' direttamente al palazzo presidenziale di Baabda, sulle colline alle porte di Beirut, per un incontro con il presidente libanese Michel Suleiman.

High military alerts as Ahmadinejad, Nasrallah call for Israel's destruction
ALTO STATO DI ALLERTA MILITARE, L'ASSE AHMADINEJAD-NASRALLAH INVOCA LA DISTRUZIONE PER ISRAELE
( in inglese - debka.com ).

Ahmadinejad in Libano, allarme Israele

'Missili Teheran sufficienti anche per colpire Roma o Europa'

14 ottobre, 16:50

(ANSA) - ROMA, 14 OTT - 'La visita di Ahmadinejad in Libano deve preoccupare soprattutto l'Europa', ha detto l'ambasciatore d'Israele in Italia Gideon Meir. 'E' il primo passo dell'islamizzazione del Libano e quindi dell'iranizzazione dell'intero medio oriente e quindi e' un segnale dall'allarme per l'Europa' ha spiegato Meir mettendo in guardia sul fatto che 'i missili che l'Iran sviluppa sono sufficienti per colpire Israele, ma anche per colpire Roma o l'Europa'.

Ahmadinejad: Israele scomparira'

Presidente iraniano, Palestina sara' liberata da resistenza

14 ottobre, 18:04

(ANSA) - BEIRUT, 14 OTT - 'Il mondo deve sapere che i sionisti sono destinati a scomparire' ha detto il presidente iraniano Mahmud Ahmadinejad. 'I sionisti (Israele) non hanno altra scelta che arrendersi e tornare nei loro Paesi di origine.
Abbiate fiducia che la Palestina occupata sara' liberata, grazie alla forza e alla fede della resistenza', ha aggiunto Ahmadinejad parlando a pochi chilometri dalla linea di demarcazione con Israele.

LIBANO: AHMADINEJAD A USA, SE CI ISOLATE VI METTEREMO CON SPALLE AL MURO

(ASCA-AFP) - Beirut, 15 ott - ''Se isolate l'Iran, l'Iran vi mettera' con le spalle al muro in Libano e altrove''. Questo il messaggio che il leader iraniano Mahmud Ahmadinejad ha lanciato agli Usa durante la sua visita in Libano. A darne notizia il quotidiano indipendente arabo Al-Anwar.

''Il messaggio e' che se Washington vuole trovare delle soluzioni nella regione, deve bussare alla porta dell'Iran'', ha proseguito Ahmadienjad.

Gli Usa e Israele hanno condannato la visita come ''una provocazione'', mentre la maggiornaza filo-occidentale del Parlamento l'ha vista come un tentativo di Teheran di dimostrare che il Libano ''e' una base iraniana nel Mediterraneo''. red/cam/lv


A seguire la parte LXIX.

SCOPERTA A ZURIGO LA "PORTA DEL TEMPO"



Un varco temporale verso un'epoca remota, lontana circa 5mila anni. Ha un fascino misterioso la porta in legno rinvenuta a Zurigo durante gli scavi per un parcheggio sotterraneo: risalente a un periodo a cavallo tra il 3700 e il 2500 avanti Cristo, sarebbe la più antica d'Europa. Ancora in buona stato la porta è in legno di pioppo, sono ancora visibili i cardini ed è stata definita "solida ed elegante" dagli archeologi

Link fotogallery su : repubblica.it


A riguardo, ho trovato interessante il seguente articolo...

LA DIMENSIONE SIMBOLICA DELLA PORTA.


Collegamenti :

- STRAORDINARIA SCOPERTA ARCHEOLOGICA SOTTO A GROUND ZERO.

giovedì 21 ottobre 2010

QUEL CRATERE LUNARE HA PIÙ ACQUA CHE ALCUNE PARTI DELLA TERRA

Moon Crater Has More Water Than Parts of Earth
QUEL CRATERE LUNARE HA PIÙ ACQUA CHE ALCUNE PARTI DELLA TERRA
( in inglese - space.com ).


Conferma con più enfasi della notizia "sfuggita" a novembre.

Con in più, le novità di alcuni metalli leggeri, vedete l'argento.

E poi l'idrogeno, che a loro dire starebbe a significare che di acqua ghiacciata in quel cratere, ce ne stà un bel pò.

Nei detriti sollevati dall'impatto dell'LCROSS con la superficie lunare, era presente nella misura del 5,6 %.

Dai che questa volta, potrebbe essere quella buona, per la base alfa.

Anche se non in quel cratere, sempre a loro dire.

Poiché troppo freddo e non adeguatamente irradiato dal sole e quindi, non vantaggioso per provvedere al fabbisogno energetico di un eventuale base permanente o meno che sia.

Se non ce l'hanno già, ovviamente.

Restiamo in attesa di ulteriori articoli di approfondimento, ed eventuali sviluppi futuri.



E di seguito in italiano, con il link per la fotogallery...

Nasa: "C'è anche acqua sulla Luna"

Fermento nel mondo scientifico per i dati diffusi dall'ente spaziale americano e raccolti dal satellite Lcross (Lunar Crater Observation and Sensing Satellite): nell'ottobre 2009 Lcross ha scagliato contro il cratere Cabeus - una delle regioni lunari più buie e fredde - un motore del razzo Atlas.
L'impatto ha creato una voragine del diametro di circa 20-30 metri e ha fatto sollevare una colonna alta circa 800 metri e che conteneva fra 4 e 6 tonnellate di detriti. Sono proprio questi detriti che hanno permesso di ottenere la stima della concentrazione d'acqua nel cratere: gli esperti sostengono che circa il 5,6% della massa totale nel cratere potrebbe essere attribuita solamente a ghiaccio d'acqua

Link fotogallery : repubblica.it

METANO : GASDOTTO FUORI USO, RISCHI PER L'INVERNO

METANO

Gasdotto fuori uso, rischi per l'inverno

Transitgas interrotto dal 23 luglio

Le infrastrutture di stoccaggio sono carenti ma i tempi di ripristino del collegamento tra Italia e Nord Europa restano incerti e stanno determinando effetti significativi sul sistema del nostro Paese. Il presidente dell'autorità per l'Energia: "Situazione critica anche per i prezzi"

ROMA - Il prossimo inverno potremmo avere problemi con le forniture di metano. In caso di freddo eccezionale potremmo non avere gas a sufficienza per il riscaldamento. La causa risiede nella scarsità di infrastrutture di trasporto e stoccaggio.

Il gasdotto Transitgas che collega l'Italia al Nord Europa è fuori uso da mesi e le infrastrutture di stoccaggio sono carenti. L'allarme è stato lanciato dal presidente dell'Autorità per l'Energia, Alessandro Ortis, nell'indagine conoscitiva sulla strategia energetica nazionale, presentata alla Commissione industria del Senato. Se dovesse esserci un freddo eccezionale, la disponibilità di gas cosiddetta di punta sarebbe "appena sufficiente a far fronte al picco potenziale del prelievo giornaliero".

Continua su : repubblica.it


Sarebbe interessante osservare come si comporteranno... i cittadini... italiani, nel caso i problemi evidenziati in questo articolo, divenissero realmente d'attualità fra qualche mese.

Si, sarei proprio curioso.

Intanto, prepariamoci all'aumento del suo costo, già nell'aria.


Aggiornamento...

GAS: INCONTRO MSE-AUTORITA' SVIZZERE PER RIPRISTINO GASDOTTO TRANSITGAS

(ASCA) - Roma, 21 ott - Evidenziare le esigenze del mercato del gas italiano sia per quanto riguarda la garanzia della sicurezza degli approvvigionamenti di gas sia per le tensioni sul mercato e sollecitare con urgenza l'avvio dei lavori di misure per il tempestivo ripristino del gasdotto Transitgas in Svizzera.

Questi i temi al centro di un incontro che, su indicazione del Ministro dello Sviluppo Economico, Paolo Romani, il Dipartimento per l'Energia avra' con le massime autorita' svizzere nei prossimi giorni ''a fronte dell'ancora mancato avvio dei lavori per le opere necessari per la ripresa delle importazioni tramite il Transitgas''.

Sono gia' pervenute al Sottosegretario Stefano Saglia, spiega il Ministero, in una lettera inviatagli dal Consigliere Federale Moritz Leuenberger, ''rassicurazioni circa l'impegno delle autorita' elvetiche per ovviare quanto prima all'interruzione delle forniture di gas attraverso il gasdotto stesso,mentre le questioni tecniche in relazione alla fattibilita' del nuovo tracciato del gasdotto saranno risolte nei prossimi giorni''.

Per il ripristino del gasdotto, la cui operativita' e' interrotta dal 23 luglio a causa di una frana, sono all'esame diversi possibili interventi, quali la realizzazione di una ''bretella'' che aggiri il luogo interessato dalla frana e la cui attuazione potrebbe richiedere 3-4 mesi, ed opere provvisorie attuabili in tempi piu' contenuti.

Il Transitgas e' il gasdotto che consente l'importazione in Italia del gas dal Nord Europa attraverso la Svizzera, trasportando ogni anno circa 8 miliardi di metri cubi di gas, con un massimo di circa 60 milioni di metri cubi al giorno.

Secondo il Ministero, la sua interruzione ''non mette a rischio la sicurezza degli approvvigionamenti italiani, se non intervengono contestuali eventi straordinari, ma puo' implicare effetti sui prezzi del mercato del gas, che l'Autorita' per l'energia sta valutando nell'ambito dell'indagine avviata''. fgl/cam/rob

GAS: MSE, PROSSIMA SETTIMANA NUOVA RIUNIONE COMITATO EMERGENZA

(ASCA) - Roma, 21 ott - Tornera' a riunirsi la prossima settimana, presso il Ministero dello Sviluppo Economico, il Comitato d'Emergenza e Monitoraggio del Sistema Gas.
Lo annuncia lo stesso Mse sottolineando il fatto che ''il riempimento degli stoccaggi si e' ormai pressoche' completato, grazie alle misure gia' attivate dal Ministero e dall'Autorita' per l'energia''.
Nonostante questo, prosegue il Dicastero, ''l'attenzione rimane alta e continua il monitoraggio della situazione''. fgl/cam/rob


Aggiornamento...

Gas: Transitgas ripristinato entro 31/12

Forniture sicure, ma attenzione resta massima, ministero

26 ottobre, 17:19

(ANSA) -ROMA, 26 OTT- Il gasdotto Transitgas, interrotto dal 23 luglio per una frana, sara' ripristinato 'in via provvisoria prima della fine dell'anno'. Lo assicura il ministero dello Sviluppo economico i cui rappresentanti hanno incontrato a Berna le autorita' svizzere competenti. Al termine dell'incontro, una nota del ministero ha rivelato che sono aumentati gli stoccaggi italiani di gas e 'vi sono elementi rassicuranti a conferma della sicurezza delle forniture. L'attenzione resta comunque ai massimi livelli'.

mercoledì 20 ottobre 2010

AFGHANISTAN: TRATTATIVE SEGRETE PER TERMINARE LA GUERRA

Trattative segrete per terminare la guerra

Lo riferisce il New York Times.

Sarebbero in corso colloqui tra i più stretti collaboratori di Karzai e alti membri della shura di Quetta, il gruppo che coordina le operazioni militari talebane

20 ottobre, 09:46

NEW YORK - Trattative segrete ad alto livello tra leader talebani ed esponenti afghani, alle quali collaborano anche esponenti della Nato, sono in corso in Afghanistan per far finire la guerra. Lo riferisce il New York Times, citando fonti militari coinvolte nelle trattative. I colloqui coinvolgono tutti i principali gruppi talebani, molti dei quali, con l'aiuto della Nato, stanno abbandonando i loro santuari in Pakistan.

I colloqui, alcuni dei quali avrebbero luogo a Kabul, sono portati avanti da alcuni dei più stretti collaboratori del presidente afghano, Hamid Karzai, e da alti membri della shura di Quetta, il gruppo leader che sovrintende alle operazioni di guerra dei Talebani. Secondo il New York Times, che cita fonti militari americane e afghane a conoscenza dei colloqui, nei negoziati sono coinvolti anche i leader della rete Haqqani, considerata una delle fazioni più estremiste delle forze ribelli.

Sarebbero in corso colloqui instenti e reiterati anche con membri della shura di Peshawar, i cui ribelli operano nella zona orientale dell'Afghanistan. Il quotidiano riferisce, citando fonti afghane interne alle trattative, che i leader talebani che si sono spostati in Afghanistan avrebbero lasciato i loro rifugi in Pakistan previa assicurazione che non sarebbero stati né attaccati, né arrestati dalle forze Nato. In almeno un caso, leader talebani del Pakistan hanno varcato la frontiera e sono stati aerotrasportati dalla Nato verso Kabul. In altri casi, le truppe Nato hanno garantito il passaggio proteggendo vie di terra per raggiungere zone in Afghanistan controllate dalle forze afghane e della Nato.

Sempre citando fonti afghane, il New York Times riferisce che la maggior parte dei colloqui hanno luogo in una zona segreta non distante da Kabul.

Il quotidiano riporta anche che, su richiesta della Casa Bianca e del governo afghano, non può rivelare l'identità di chi partecipa ai colloqui. Si limita a precisare che oltre ad esponenti afghani, prendono parte alle trattative segrete quattro leader talebani "del massimo livello". Tre di loro fanno capo alla shura di Quetta, mentre il quarto è un membro della famiglia Haqqani. Il quotidiano scrive che rivelare la loro identità potrebbe per loro equivalere a morte certa.

I colloqui avrebbero già avuto luogo in diverse occasioni e paiono rappresentare il più significativo tentativo di far finire la guerra da quando il conflitto ha avuto inizio, nove anni fa.

"Sono colloqui faccia a faccia. basati su relazioni personali di mutua fiducia" ha dichiarato al New York Times una fonte afghana coinvolta nelle trattative. "Qui non si tratta di far contenti gli americani o di far contento Karzai - ha aggiunto -. Qui si tratta di ciò che è meglio per il popolo afghano".

Link : ansa.it


Aggiornamento...

AFGHANISTAN: WIKILEAKS DENUNCIA, SIAMO SOTTO ATTACCO HACKER

19:13 20 OTT 2010

(AGI) Roma - "Siamo sotto attacco": questo il messaggio lanciato su Twitter da Wikileaks, il sito che pubblico' migliaia di documenti top secret sulla guerra in Afghanistan provocando una bufera internazionale. "La nostra infrastruttura di comunicazione e' in questo momento sotto attacco", hanno scritto i gestori facendo riferimento a un assalto di pirati informatici.
Attualmente il sito risulta "in manutenzione".

Afghanistan: Nato non a tavolo pace

Ambasciatore Usa smentisce dichiarazioni del New York Times

21 ottobre, 12:57

(ANSA) - BRUXELLES, 21 OTT - ''Non ci sono ufficiali Nato che siedono al tavolo dei colloqui di pace in Afghanistan'': lo ha detto l'ambasciatore Usa presso la Nato, Ivo Daalder, interpellato a proposito delle notizie riportate ieri dal New York Times secondo le quali trattative segrete ad alto livello tra leader talebani ed esponenti afghani, alle quali collaborano anche esponenti della Nato, sono in corso in Afghanistan per far finire la guerra.



Collegamenti :

- AFGHANISTAN : "LA GUERRA UN FALLIMENTO".

martedì 19 ottobre 2010

PANDORA'S TIMES parte LXVII

Prosegue dalla parte LXVI.


Nuovo Ordine Mondiale.

Per la serie...

"Anche i giapponesi s'incazzano ( alcuni almeno )"...

Pechino: cinesi, siate cauti in Giappone

Incidente a Fukuoka, intimidito un gruppo di turisti

01 ottobre, 10:36

(ANSA) - PECHINO, 1 OTT - La Cina ha invitato alla cautela i suoi cittadini che si trovano in Giappone, a dimostrazione che la tensione tra i due Paesi rimane alta. L'Amministrazione generale del turismo cinese, in un comunicato, avverte 'i turisti cinesi e i gruppi in viaggio che si trovano in Giappone a controllare che il loro viaggio sia sicuro'. L'Amministrazione cita un incidente che si e' verificato mercoledi' a Fukuoka dove nazionalisti giapponesi hanno minacciato e intimidito un gruppo di turisti cinesi.


IRAN

Fra attacchi cibernetici ed ormai usuali, proclami di distruzione...

Cyber attack on Iran expands: Tehran threatens long-term war in reprisal
L'ATTACCO CIBERNETICO SULL'IRAN SI ESPANDE: TEHERAN MINACCIA UNA GUERRA A LUNGO TERMINE IN RAPPRESAGLIA...
( in inglese - debka.com ).

Iran is bent on avenging cyber attack, raising military tensions
L'IRAN È INCLINE A VENDICARSI DELL'ATTACCO CIBERNETICO, AUMENTANDO LE TENSIONI MILITARI...
( in inglese - debka.com ).

Ahmadinejad, Israele 'cane selvaggio'
'Se non ve ne andrete con le vostre gambe, vi cacceremo'

03 ottobre, 13:37

(ANSA) - TEHERAN, 3 OTT - Israele e' un ''cane selvaggio'' lasciato in Medio Oriente dagli Occidentali' tuona il presidente iraniano, Ahmadinejad. Israele, ''con il pretesto'' dell'Olocausto, vuole ''saccheggiare i popoli della regione'', ha detto ancora Amadinejad, che ha anche lanciato un avvertimento a quelli che ha definito ''gli occupanti della regione''. ''Se non ve ne andrete con le vostre gambe - conclude - vi cacceremo a calci''.


MEDIO ORIENTE

Accordi interessati e disordini...

“Nell’interesse di Israele”: perché la Russia non vuole vendere il sistema di difesa aereo S-300 all ’Iran

Scritto da Leonid Ivashov

Mercoledì 29 Settembre 2010 14:27

Guerra e verità di Leonid Ivashov*

Mosca è passata nel campo dei suoi nemici?

Nota del direttore di Global Research:

Questo articolo del generale Ivashov è di importanza cruciale. Esso sembra suggerire che la Russia si sia schierata con l ’alleanza militare USA-NATO-Israele. Con il congelamento degli accordi di cooperazione militare con Teheran relativi al sistema di difesa aerea iraniano, Mosca ha di fatto dato il via libera al Pentagono. Senza il sistema di difesa aerea S-300 che include il supporto tecnico russo, l ’Iran è un’“anatra seduta”.

Continua su : megachipdue.info

M.O.: COLONI INCENDIANO MOSCHEA VICINO A BETLEMME, SCONTRI

(ASCA) - Roma, 4 ott - Un gruppo di coloni israeliani ha dato fuoco a una moschea palestinese nel villaggio di Bayt al-Fajr, a sud di Betlemme. Lo riferisce il quotidiano Haaretz.
Secondo i residenti, i coloni sono entrati nel villaggio nelle prime ore del mattino e hanno dato fuoco alla moschea prima che loro fossero in grado di cacciarli. Gli abitanti sono accorsi non appena hanno visto alzarsi le fiamme, e poco dopo sono iniziati gli scontri tra la popolazione e gli israeliani.
L'Autorita' palestinese ha condannato l'incendio, descrivendolo come ''una seria escalation delle violenze dei coloni'' contro i palestinesi.
Secondo la polizia locale, l'attacco mirava a fare pressioni sul governo israeliano perche' non estenda la moratoria sugli insediamenti in Cisgiordania. red/sam/alf


Economia.

CRISI

Allarme Ue sulle banche "Effetto contagio dall'Irlanda"

BRUXELLES - La crisi dei debiti sovrani può avere un "effetto contagio" sulle banche europee: questo l'allarme lanciato oggi dai 27 ministri delle finanze della Ue, preoccupati innanzitutto dall'evolversi della situazione finanziaria in Irlanda e in altri Paesi della zona euro come Portogallo e Spagna.

Del resto, nel documento finale dell'Ecofin svoltosi ieri e oggi a Bruxelles alla presenza dei governatori delle banche centrali (fatto insolito per un vertice informale) si sottolinea come molte siano ancora le incertezze che gravano non solo sul settore finanziario ma anche sulla crescita economica dell'Europa. La ripresa è ancora fragile, e l'invito dei ministri e del presidente della Bce, Jean Claude Trichet, è sempre quello di andare avanti con il risanamento delle finanze pubbliche: "E' da tempo che chiediamo a tutti i governi della Ue, con grande insistenza, misure appropriate di consolidamento dei conti", ha detto Trichet. Per il presidente si tratta di "un messaggio molto chiaro: prendere nuove misure, come quelle che abbiamo chiesto a Irlanda e Portogallo, è una condizione necessaria per assicurare la stabilità della situazione finanziaria".

Continua su : repubblica.it

I MERCATI

La sfida delle monete, tutti contro tutti

Obama vuole svalutare il dollaro

Ma nello scontro Usa-Pechino a rimetterci per adesso è l'euro. Il gioco pericoloso con cui la Fed tenta di trasferire la crisi americana al resto del mondo

dal nostro corrispondente FEDERICO RAMPINI

NEW YORK - Tutti contro tutti nella guerra delle monete: Barack Obama e il suo banchiere centrale Ben Bernanke applicano una tattica spregiudicata che ebbe un lieto fine (ma solo per gli americani) esattamente venticinque anni fa. Fu una poderosa svalutazione del dollaro - perse il 54% rispetto al marco tedesco e allo yen giapponese in due anni - a salvare l'America di Ronald Reagan dalla recessione dei primi anni Ottanta. E' un nuovo tracollo del dollaro il gioco pericoloso con cui la Federal Reserve tenta di trasferire la crisi americana al resto del mondo.

Continua su : repubblica.it


TERRORISMO

L'America lancia l'allarme "Europa a rischio attentati"

Nel nuovo piano, "benedetto" da Bin Laden", sotto tiro soprattutto Germania, Francia, Gran Bretagna ma anche Belgio e Italia. Il dipartimento di Stato ai turisti: "Evitate i luoghi affollati". Il "travel warning" rischia di gettare nel caos gli scambi tra le due sponde dell'Oceano

dal nostro inviato ANGELO AQUARO

NEW YORK - Gli Stati Uniti rilanciano l'allarme terrorismo e invitano i cittadini americani a "evitare luoghi pubblici e affollati in Europa" per paura di attacchi imminenti di Al Qaeda. L'ombra di Bin Laden si riaffaccia dal Pakistan all'America spingendo le autorità statunitensi a diramare un ordine di allerta straordinario che fa ripiombare l'Occidente nei giorni della paura dopo l'11 settembre. Il Dipartimento di Stato starebbe lanciando un "travel alert" che invita i cittadini americani a evitare i luoghi turistici e i grandi hub di trasporto come stazioni e aeroporti. Una mossa che rischia di avere conseguenze pesantissime sul turismo e sugli scambi commerciali, e che proprio per questo dà l'idea della fondatezza e della pericolosità dell'allarme.

L'intelligence Usa ha in mano "nuove informazioni" sulla possibilità di un attacco imminente: un'allerta che si richiama alle rivelazioni dei giorni scorsi sul plot in stile Mumbai che gli islamisti starebbero cercando di attuare in Europa. Gli attacchi in India, due anni, fa fecero 175 morti: hotel e stazioni presi di mira per fare strage di turisti occidentali. Un copione che gli uomini di Bin Laden avrebbero intenzione di applicare in una serie di attacchi contemporanei "con l'obiettivo però di fare molte, molte più vittime" dice una fonte dei servizi alla tv Fox.
Francia, Germania e Inghilterra i paesi nel mirino.

Nei giorni scorsi gli 007 inglesi avevano parlato anche di Spagna e Italia. E Abc conferma: i qaedisti "con la bendizione di Osama bin Laden", avrebbero non solo "già scelto gli obiettivi, dopo averne completato lo studio, essere scampati alla cattura" ma "ora sarebbero pronti a colpire aeroporti, siti turistici ed anche hotel" in Europa.
Possibili obiettivi non solo "Gran Bretagna, Francia e Germania ma anche Italia e Belgio, secondo quanto riferito da molteplici fonti".

Continua su : repubblica.it

E poi, da altra fonte, con alcuni dettagli in più...

US: Imminent terror attack anywhere in Europe
STATI UNITI: IMMINENTE UN ATTACCO TERRORISTICO OVUNQUE IN EUROPA...
( in inglese - debka.com ).

Dall'articolo...

"According to a US intelligence source, the two audiotapes released by Osama bin Laden in thelast 24 hours, calling on Muslim countries to do more to help Pakistan's flood victims may have acted as a coded trigger for an al Qaeda team to go into action.
DEBKAfile reports that Osama bin leader has never released two audiotapes in such quick succession; neither has he ever focused his published messages on human disasters such as floods."

"In accordo con le fonti d'informazione statunitensi, le due audiocassette rilasciate nelle ultime 24 ore da Osama bin Laden, che chiamano i Paesi musulmani a fare di più per aiutare le vittime pachistane dell'alluvione potrebbe avere attivato come un codice per innescare una squadra di al Qaeda ad entrare in azione.
Secondo quanto a conoscenza di DEBKAfile Osama bin Laden non ha mai rilasciato due audiocassette in così rapida successione; e sempre lui non ha mai focalizzato i suoi commenti pubblicati su disastri umani come le alluvioni."

Terrorismo: Fox News, nel mirino Tour Eiffel e stazione Berlino

Anche Notre Dame e la torre della tv ad Alexanderplatz

( Fonte : ANSA )
04 ottobre, 06:37

ROMA -Anche la Torre Eiffel e la cattedraledi Notre Dame a Parigi, oltre alla stazione centrale di Berlino e la torre della tv in Alexanderplatz e un albergo di lusso vicino alla porta di Brandeburgo nella capitale tedesca sarebbero fra i bersagli dei terroristi che avevano ordito un complotto per colpire l'Europa. Lo riferisce la Fox News nel suo sito on line, citando fonti di intelligence.

Secondo la Fox, la lista dei possibili bersagli da colpire e' stata fornita da un terrorista tedesco di origine pachistana (secondo altre fonti di origine afghana, ndr) detenuto nella base militare di Bagram, in Afghanistan. Catturato lo scorso luglio, Ahmad Siddiqui ha rivelato negli interrogatori l'esistenza del piano terroristico per colpire bersagli in Europa - in particolare in Germania, Francia e Gran Bretagna - inclusi alberghi e siti turistici, con attentati analoghi agli attacchi coordinati a Mumbai, in India, nel 2008, in cui morirono 166 persone.

Nei giorni scorsi, media britannici e americani hanno riferito - sempre citando fonti dei servizi segreti - che nel complotto era direttamente implicato Osama bin Laden. Se le notizie di intelligence sono fondate - rileva la Fox - questa sarebbe la pianificazione di attacchi in cui il capo di Al Qaida ha svolto il ruolo piu' diretto dagli attentati dell'11 settembre 2001. ''Il complotto e' chiaro - ha detto una fonte alla Fox - la chiarezza dei dettagli sui piani di questi attacchi e' preoccupante''. ''C'era un certo grado di coordinamento fra le diverse cellule che dovevano attaccare almeno tre citta' europee, ma non tutti sapevano quando colpire'', ha affermato, aggiungendo che l'obiettivo era di causare piu' vittime che a Mumbai.

Negli ultimi 20 giorni la torre Eiffel a Parigi e' stata evacuata due volte a seguito di allarmi bomba, rivelatisi poi senza fondamento. Secondo le fonti della Fox, e' stata rafforzata la sicurezza anche intorno alla famiglia reale britannica.

Ieri gli Stati Uniti hanno emesso un cosiddetto 'travel alert' per l'Europa, un avvertimento ai viaggiatori americani nei paesi europei, chiedendo loro di essere vigili, essendoci rischi di attentati da parte di Al Qaida, e il ministero degli Esteri di Londra ha aggiornato le sue raccomandazioni ai britannici che viaggiano all'estero, avvertendo di una ''forte minaccia terroristica'' in Francia e Germania.

IL SISDE DÀ RAGIONE AI "COMPLOTTISTI". SMENTITO IL CICAP


Ed infine, ricollegandomi a quanto già scritto nella parte XVIII.

Un'altra finestra temporale che và ad aggiungersi, quasi sovrapponendosi a quella dettata dal vascello, che rammento...

22/10 - 01/11 - 2010.

È la seguente...

26/10 - 04/11 - 2010.

Vedremo se in questo lasso di tempo, accadrà qualche interessante evento.

Anche se, a mio parere ,dal 22 ottobre fino alla fine dell'anno, i rischi di eventi nefasti ( con focus sul mese di novembre ), sono alti.


A seguire la parte LXVIII.