Post in evidenza

ONU PRONTO A CONTATTI CON EXTRATERRESTRI - Parte LVIII

Prosegue dalla parte LVII . Ed ecco il palesarsi di un'altra prima volta...anzi, "altre prime volte". Eh Sì! Poiché i risco...

lunedì 20 giugno 2011

"FREEDOM FLOTILLA 2". L'Attesa

"E siamo di nuovo qui", a distanza di un anno o poco più, ad attendere gli sviluppi dell'evento, di quella che potrebbe diventare, o quantomeno, aiutare a creare...la giusta scintilla, con il potenziale di "accendere il fuoco", in parte, o finanche tutto, il medioriente.

Ma iniziamo a raccontare questa storia, tramite le notizie più recenti
che ci giungono da più fonti, in attesa degli sviluppi, nefasti o meno, che essi saranno...

Turchia/ Ihh partecipa a
Freedom Flotilla 2 senza
Mavi Marmara

Gli organizzatori: pressioni da Israele e Usa su Turchia

Istanbul, 17 giu. (TMNews) - La Freedom Flotilla 2 partirà il prossimo 25 giugno, sarà composta da 10 navi e ci sarà anche la Ihh, ma senza la sua Mavi Marmara, il battello che lo scorso anno era stato attaccato dalla marina israeliana e sul quale persero la vita 9 persone.
Lo ha detto questa mattina Bulent Yildirim, presidente della Ihh, la Ong turca che porta aiuti in tutto il mondo musulmano e in particolare in Palestina e accusata da Cia e Mossad di avere legami con Hamas. Nel corso di una conferenza stampa, dov'era riunito tutto il board degli organizzatori della Freedom Flotilla 2, Yildirim ha dichiarato: "Non possiamo utilizzare la Mavi Marmara a causa dei danni che le ha procurato lo scorso anno la marina israeliana, la stiamo riparando ma sicuramente non sarà pronta per la partenza della flottiglia e noi non la vogliamo posticipare. Ma saremo presenti nel convoglio, magari anche con una piccola nave, ma questo non è sicuro".
La motivazione del mancato utilizzo della Mavi Marmara è tecnica quindi e non ha nulla a che vedere con l'emergenza siriana, come trapelato alla vigilia. Emergenza che la Ihh ha comunque detto di monitorare con attenzione.
Nel corso della conferenza il board della Freedom Flottiglia ha anche fatto cenno a pressioni che Usa e Israele hanno compiuto sulla Turchia per tentare di bloccare il convoglio e che, stando agli organizzatori sono state puntualmente respinte
dal governo turco.

Link articolo: notizie.virgilio.it


Ma facciamo un passo indietro di qualche giorno, per leggere la seguente e molto interessante a mio parere, soprattutto in prospettiva futura, notizia...

Ha'aretz: uno scontro
con la Freedom Flotilla 2
porterebbe a risultati
disastrosi

SCRITTO IL 2011-06-09 IN NEWS

Pal.info. Il giornale israeliano Ha'aretz ha annunciato che, dopo ciò che successe l’anno scorso con il tentativo della Freedom Flotilla 1 di rompere il blocco navale di Gaza, lo stato sionista si trova ancora una volta di fronte a una flotta diretta nella Striscia.

Continua su: infopal.it

A seguire una interessante intervista...

19/06/2011
Vele al vento, verso Gaza

La Freedom Flotilla pronta a partire.
Intervista a Thomas Sommer, tra i coordinatori del progetto

scritto per noi da
Karim Fael

Questione di pochi giorni ormai. Anche se probabilmente molti tra coloro che prenderanno il mare alla volta di Gaza a bordo di una delle navi della Freedom Flotilla, stanno già contando le ore. ''Finalmente siamo pronti a partire'', dice da Atene Thomas Sommer, attivista e scrittore francese, tra i coordinatori del convoglio umanitario intitolato alla memoria di Vittorio Arrigoni.



Continua su: it.peacereporter.net

E ciò che segue, da autorevole fonte, è la conferma, perlomeno, in quanto a dichiarazioni, che le "intenzioni" non
promettono bene...

Gaza: Israele, Flottilla sarà bloccata

Comandante marina militare, solo "odio" per stato ebraico

20 giugno, 09:40

(ANSA) - TEL AVIV, 20 GIU - Sarà bloccata in alto mare, così come avvenne un anno fa, la 'Flottilla' organizzata da organizzazioni filo-palestinesi per rompere il blocco israeliano alla Striscia di Gaza: questo l'avvertimento lanciato dal comandante della marina militare, ammiraglio Eliezer Marom, secondo cui dietro agli slogan di carattere umanitario degli organizzatori si cela "un odio" verso lo Stato ebraico.

L'americana "Audacity of Hope" salpa per Gaza

Mercoledì 22 Giugno 2011 11:56

I passeggeri di una nave delle Nazioni Unite "Audacity of Hope" (L'audacia della speranza) hanno dichiarato durante una conferenza stampa i loro piani e le loro ragioni per aderire all'"International Freedom Flottilla II - Stay Human", una piccola flotta destinata a rompere il blocco israeliano di Gaza. Si stima che le persone provenienti da più di 20 Paesi parteciperanno alla spedizione della nave, che salperà nell'ultima settimana di giugno dalla Grecia.

Un quarto dei partecipanti a bordo della nave USA, che avrà 36 passeggeri sono da ebrei ad americani. Secondo una lettera inviata dal gruppo del "The Audacity of Hope" al presidente Barack Obama, oltre ai 36 passeggeri vi saranno 4 membri dell'equipaggio e 10 membri della stampa e che la nave porterà "migliaia di lettere di sostegno e di amicizia da parte degli USA ai bambini, gli uomini e le donne di Gaza. Lesli Cagan, coordinatore della nave, ha dichiarato che il governo ha agito con estrema violenza contro la Freedom Flotilla nel 2010 e ha minacciato l'uso di cecchinin e l'attacco fi cani contro la flotta. Cagan ha inoltre aggiunto che gli organuizzatori della spedizioni hanno invitato il segretatrio Bank Ki-moon a mettere in atto un controllo delle Nazioni Unite alle navi, ma che non hanno ancora ricevuto alcuna risposta ufficiale.

Continua su: focusmo.it

FLOTILLA 2: COMINCIATO IL CONTO ALLA ROVESCIA

Quando le navi saranno in mare e la notizia circolerà in tutto il mondo, la nuova missione avrà raggiunto i suoi obiettivi: rendere noto all'opinione pubblica internazionale la storia e l’attualità dell’occupazione israeliana

ANALISI DI MILA PERNICE*

Roma, 24 giugno 2011, Nena News – Il conto alla rovescia è iniziato. Dopo più di un anno di preparazione, che ha coinvolto una coalizione di oltre 20 paesi, centinaia di attivisti provenienti da decine di nazioni sono pronti a partire con l’obiettivo di rompere l’infame assedio della Striscia di Gaza e di lanciare alla comunità internazionale un messaggio forte e chiaro: non siamo disposti ad unirci alla vostra omertosa complicità con le politiche israeliane.

E’ questa la “Freedom Flotilla 2 – Stay Human”, che sta per levare le ancore per far prevalere la forza della ragione contro la“ragione della forza”, come quella perpetrata da più di 60 anni con l’obiettivo di cancellare il popolo palestinese dalla propria terra.

Continua su: nena-news.com

Conferme d'intenti...

Inviato israeliano Onu:
'Israele pronto a
intercettare, e a
fermare, Freedom
Flotilla2'

SCRITTO IL 2011-06-24 IN NEWS

Nazioni Unite - Agenzie, InfoPal. L'inviato israeliano presso le Nazioni Unite Ron Prosor ha lanciato un monito ai passeggeri di Freedom Flotilla 2.

"Israele ha tutta l'intenzione e, la capacità, di fermare la missione navale diretta verso la Striscia di Gaza.

Israele è determinato a bloccare quest'iniziativa, la quale, altro non è che un atto di sfida e non un'impresa umanitaria per rompere l'assedio su Gaza. Israele ha il diritto all'autodifesa".

Prosor ha poi informato che, nelle prossime ore, Israele invierà dei messaggi di avvertimento a tutti gli Stati i cui cittadini hanno deciso di prendere parte a Freedom Flotilla 2.

"A nessuna nave sarà consentito salpare per Gaza".

Israele è quindi pronto a lanciare le intercettazioni della missione navale internazionale per la rottura dell'assedio israeliano su Gaza.

Anche Elizier Marom, comandante della Marina israeliana ha promesso il massimo dell'impegno nel bloccare Freedom Flotilla2.

Continua su: infopal.it

"E Limitazioni"...

Flottiglia 2, Israele usera'cannoni acqua

Israele cerchera' di limitarsi a uso tattiche non-letali

24 giugno, 15:16

(ANSA) - TEL AVIV, 24 GIU - La marina militare israeliana è determinata ad intercettare la Flottiglia internazionale di attivisti filo-palestinesi che in questi giorni si sta organizzando per forzare il blocco marino imposto alla striscia di Gaza. Ma per raggiungere questo obiettivo cercherà di limitarsi all'uso di tattiche non-letali, fra cui l'impiego di cannoni ad acqua. Lo afferma il portavoce militare israeliano nel proprio sito web.

"Gli Ultimi Preparativi e gli Ultimi Arrivi"...

Gaza, riparte la Freedom
Flotilla
dieci imbarcazioni
sfidano il blocco di
Israele


I “provocatori” stanno per partire. Saremo con loro per vedere come andrà a finire questa volta.
Un anno fa fu una strage: la Freedom Flotilla per Gaza venne assaltata in mare dalle truppe speciali israeliane e 9 persone vennero uccise. Era la fine di maggio. Quest’anno almeno una decina di imbarcazioni salperanno alla volta della Striscia per portare aiuti ai palestinesi e superare il blocco navale israeliano. Sull’imbarcazione italiana – che dovrebbe essere pronta a partire dal porto greco del Pireo nei primi giorni della prossima settimana – almeno una trentina di attivisti, tra cui Vauro (legato da tempo alle sorti di Gaza) e alcuni giornalisti (Fatto compreso).

Continua su: ilfattoquotidiano.it

Centinaia di cittadini di
tutto il mondo ad Atene
per la Freedom Flotilla 2.
Partita la prima barca


SCRITTO IL 2011-06-25 IN NEWS

Di Angela Lano per InfoPal, da Atene.

(Articolo aggiornato alle 20,39 ora locale).

Fervono i preparativi della seconda missione della Freedom Flotilla. Qui ad Atene sono giunte ormai centinaia le persone da tutto il mondo che, con entusiasmo, stanno seguendo riunioni e training di resistenza non violenta per prendere parte al viaggio della flotta diretta a Gaza.

Continua su: infopal.it


"L'Ultima Minaccia Israeliana"...

Flottiglia, monito Israele a media esteri

Chi sale a bordo rischia divieto ingresso per 10 anni

26 giugno, 16:43

(ANSA) - GERUSALEMME, 26 GIU - Rischiano il divieto di ingresso in Israele per dieci anni, il sequestro dell'equipaggiamento e eventuali altre sanzioni i giornalisti stranieri che parteciperanno alla flottiglia internazionale di attivisti filopalestinesi che intende forzare il blocco navale israeliano di Gaza per portare aiuti umanitari. Questo l'avvertimento che il governo israeliano ha rivolto oggi ai media stranieri.

L'Associazione della Stampa Estera in Israele ha replicato: messaggio ''agghiacciante''.


E poi, per "par condicio"...

Smascherati dai media arabi

di Dimitri Buffa

Oramai i veri intenti della "Freedom flottilla due" vengono smascherati dai media arabi che scrivono quello che in Italia e in Europa la maggior parte dei nostri giornalisti non vedono o fanno finta di non vedere: dietro questi "pacifinti" ci sono personaggi inquietanti per i quali l'etichetta dell'anti semitismo è persino stretta.

Continua su: notapolitica.it


Continua...QUI.

6 commenti:

Admin ha detto...

Ahi ahi ahi ahi ahi ahi ahi....

Un saluto carissimo!

UNATANTUM ha detto...

Ciao Roberto.

Eh Si!!! Lì, a quanto pare, nei tempi di Pandora, ci stanno entrando in pieno...

Temo che in un prossimo futuro "ci sarà da divertirsi".

Tempi interessantissimi e molto movimentati, è difficile annoiarsi, anche se penso che, molti in verità, ci potrebbero riuscire comunque.

Ciao carissimo.

Admin ha detto...

Ma sai cos'è...la cosa che più mi manda in bestia è vedere che la maggior parte delle persone continua a non rendersi conto della particolarità dell'epoca in cui stiamo vivendo. Continuano a non capire...sentono un pò parlare di Grecia (capendoci poco e niente), sentono di qualche rivolta contro i "tiranni" in Medio Oriente, i "facinorosi" degli Indignados. La maggior parte delle persone non ha idea della polveriera su cui stiamo vivendo...la maggior parte delle persone non sa nulla, per fare un altro esempio, della questione del debito pubblico USA. Nel peggiore scenario di default da quelle parti...altro che Grecia!!
Mi dispiace dire queste cose, ma anche nella mia stessa famiglia ho dovuto "combattere" per far capire che, per esempio, la NATO in Libia non è di certo per scopi umanitari. Per fare capire chi ci sta dietro, perchè lo fa, tutto questo. Sembra che capiscano ed il giorno dopo dicono "no ma non è possibile che sia come dici tu"!!!
Poveri noi... :S
Speriamo almeno che non mi sfascino i miei amati treni XD

Un saluto e buona notte, e perdonami se ho scritto roba sconclusionata...ho scritto di getto tutto quello che in questi minuti mi passava per la mente!! :P

UNATANTUM ha detto...

Scusarti Roberto?

Vorrei scrivere io, così "sconclusionato" come fai tu, quando..."butto giù" dei pensieri frettolosamente.

Per quanto riguarda i treni, invece, ti voglio dire una cosa, anche, se a te...penso non sarà gradita, ma tale è il mio pensiero in merito...

"Un giorno ( speriamo di no, ma tutto lascia, sempre più, presagire a quello ), quelli con carrozze per passeggeri, saranno solo per 'relativamente pochi', eletti...almeno fra i civili...

In compenso, se ne vedrà molti in giro, per trasporti militari pesanti e non."

Ripeto...Spero di sbagliarmi.

Ciao

Admin ha detto...

Purtroppo i treni passeggeri per pochi eletti si stanno avverando...basta vedere la strategia di Trenitalia (con il Ministero e quindi Matteoli ed altri alle spalle) che punta esclusivamente all'Alta Velocità, smantellando il VERO servizio utile alla collettività, cioè quello a lunga percorrenza tradizionale (treni notturni, Intercity ecc). Ed il bello è che cercano pure di prendere in giro (non tutti ci cascano, sia chiaro), facendo credere che un viaggio in Freccia Rossa sia più economico di un viaggio con i servizi tradizionali, sempre più ridotti al lumicino.
Bella presa in giro...un costoso treno AV ogni 30 minuti da Roma a Milano...e non più un treno notturno decente da Reggio a Milano!!! Per contro, da Reggio a Milano e per ogni dove ci sono decine e decine di autobus gestiti da società PRIVATE poco trasparenti, totalmente finanziate dalle Regioni.
Autentici criminali.
A presto!
PS: "forse" sono andato "un pò" fuori tema rispetto all'argomento del post!! :D

UNATANTUM ha detto...

Vedi...che non si finisce mai d'imparare?

Per quanto riguarda i "Fuori Tema"...

Non c'è problema.

Oh! Adesso però, non "metterti a scrivere la tua vita" eh!

Hahahaha ( scherzo )

Ciao

P.S. Devo trovare il modo, di includere gli emoticon ai commenti, se ben usati, aiutano e non poco, a comprendersi meglio.