Post in evidenza

CRISI: "A Pochi Passi dal Baratro"/50

Continua da questo post . Segnalando altolocati, altrui punti di vista...e consigli, da un ormai in percorso d'uscita, Oltremanica......

mercoledì 29 giugno 2011

GRECIA: "L'Inizio dell'Ultimo Atto"? - Parte III

Prosegue dalla parte II.


"Il Giorno della Verità."

GRECIA: OGGI VOTO CRUCIALE PER IL SUO FUTURO TRA DISORDINI E PROTESTE

(ASCA) - Roma, 29 giu - Inzieranno oggi, per concludersi domani, le votazioni al Parlamento greco sul piano di austerity da 28,4 miliardi di euro che consentira' ad Atene di sbloccare il pacchetto di aiuti internazionali, cruciale per evitare la bancarotta dei suoi conti pubblici e per la tenuta della stessa Eurozona.

Le misure all'esame prevedono, tra l'altro, aumenti delle tasse, privatizzazioni e sostanziali tagli della spesa pubblica che dovrebbero consentire di portare circa 50 miliardi di euro nelle casse pubbliche di qui al 2015.

Il voto si tiene in un'atmosfera di altissima tensione sociale con i sindacati che hanno proclamato un nuovo sciopero generale dei 48 ore mentre continuano gli scontri in piazza tra manifestanti e polizia.

Ma nonostante l'alta posta in gioco, il passaggio parlamentare presenta numerose insidie per il governo di Papandreou. Prima fra tutte quella della tenuta della sua stessa maggioranza in cui ci sono diversi deputati molto vicini ai sindacati. Poi gli appelli alla responsabilita' rivolti all'opposizione di centro-destra che sembrano cadere nel vuoto.

Il governatore della Banca centrale greca, George Provopoulos, in un'intervista al Financial Times, parla addirittura della possibilita' di un ''voto suicida'' e attribuisce lo scarso consenso sociale alla manovra ad una mancata 'operazione verita'' su quanto accaduto.

''Non abbiamo mai tenuto un vero dibattito nel Paese su quello che e' andato storto - ha detto - in Portogalloil nuovo governo e' arrivato ed ha subito detto che ci sarebbero stati tempi difficili nei due anni a venire. Noi non abbiamo sentito questo tipo di discorsi''.

''Il Parlamento - ha aggiunto - se votasse contro queste misure commetterebbe un vero e proprio crimine, il paese voterebbe per il suo suicidio''. fgl/


Mentre ad Atene, gli scontri si susseguono incessantemente.

GRECIA

Nuovi violenti scontri ad
Atene
Sale la tensione in
attesa del voto

Migliaia di manifestanti davanti al Parlamento in attesa del voto sulle nuove misure di austerity che il governo greco deve approvare per evitare la bancarotta. La polizia ha disperso con i gas lacrimogeni 400 dimostranti che tentavano di entrare in piazza Syntagma. Partenza positiva per le Borse europee

ATENE - Davanti al Parlamento di Atene questa mattina si sono affollati in migliaia. Gli agenti antisommossa hanno respinto con i lacrimogeni circa 400 dimostranti che tentavano di sfondare per entrare in piazza Syntagma, dove ha sede il governo. La tensione è altissima, a poche ore dal voto sul nuovo pacchetto di misure di austerity che il governo greco deve approvare per evitare la bancarotta.

LE FOTO 1 - DIRETTA TV 2



Continua su: repubblica.it


Ed "infine" giunse, il tempo del ( primo ) verdetto parlamentare...

GRECIA: SI' PARLAMENTO A PIANO MENTRE IN PIAZZA INFURIA LA PROTESTA

(ASCA) - Roma, 29 giu - Il Parlamento greco ha approvato il Piano del governo Papandreou da 78 miliardi tra tagli alla spesa, aumento delle tasse e privatizzazioni, mentre nella piazza antistante il palazzo, ad Atene, infuria la protesta con scontri tra polizia e manifestanti. Il Piano ha ottenuto 155 voti favorevoli, 138 i voti contrari e 5 astenuti.

Continua su: asca.it

L'esito più o meno nefasto per il popolo greco, lo lasciò giudicare a voi.

Io, mantengo il pensiero espresso in precedenza.


GRECIA: VENIZELOS, OSTACOLO FINLANDIA PER NUOVI PRESTITI EUROPEI

(ASCA-Afp) - Atene, 30 giu - Anche se oggi il parlamento greco approvasse, come largamente atteso, tutti gli articoli del piano di risanamento dei conti pubblici, dopo il voto positivo di ieri sul provvedimento generale, la Grecia dovra' superare ancora degli ostacoli per ottenere un secondo piano di salvataggio dai partner europei, quantificabile in almeno 100 miliardi di euro. Lo ha spiegato il ministro delle finanze greco Evangelos Venizelos.

''Tra i membri dell'unione monetaria ci sono certi paesi, nemmeno i piu' grandi, come la Finlandia, che vogliono garanzie ulteriori a quelle compatibili con le regole europee'' ha detto il ministro.

Secondo i media greci, Helsinki vuole che i nuovi prestiti europei vengano garantiti da ipoteche sui beni pubblici della Grecia. Una proposta gia' rifiutata dal premier ellenico George Papandreou. red/vam


ECCO COME SARÀ L’AUSTERITÀ PER MOLTI
GRECI


DI JEFF COX
CNBC

Se pensaste che è diventato difficile vivere in America, siate contenti di non essere in Grecia mentre quel paese sta iniziando a confrontarsi con la dura realtà dell’austerity.

Con l’approvazione di mercoledì da parte del Parlamento greco dei tagli al bilancio individuati per portare le finanze disastrate della nazione sotto controllo si è arrivati a una serie di iniziative che farebbero piangere anche Zeus.

Continua su: comedonchisciotte.org

Non ci giurerei, che l'America se la passerà meglio andando avanti...

Beh! Come noi d'altronde.

E forse, per più di un motivo.


"Vecchi Debiti, Modalità e Criteri di Rimborso Altrui e Potenziale Eguale Sorte Avversa...'elitaria', palesata da vincolanti terze parti"...

GRECIA: S&P, RISCADENZAMENTO DEBITO CORRISPONDEREBBE A DEFAULT

(ASCA) - Roma, 4 lug - I piani per il riscadenzamento del debito greco possono portare il Paese di fatto in un default 'selettivo'. E' quanto rileva Standard and Poor's anunciando la possibilita' che i suoi rating possano muoversi di conseguenza.

I ministri delle finanze dell'Eurozona nella tarda serata di sabato hanno approvato la nuova tranche da 12 miliardi del pacchetto di aiuti da 110 miliardi concordato con il FMI. Ma le trattative per i prossimiaiuti potrebbero essere piu' complicate per l'intenzione di alcuni governi di coinvolgere anche investitori privati che dovrebbero accettare volontariamente un riscandenzamento del debito.
Secondo S&P, pero', questa possibilita' ''in base ai nostri criteri corrisponderebbe con ogni probabilita' ad un default selettivo''. fgl/

Senza Via di Uscita?


"La Via di una Fine già Segnata...da Tempo"...

CRISI GRECA

"Grecia, non escluso
default selettivo"
Intesa franco-tedesca:
banche, niente tasse


Alla viglilia dall'eurovertice di Bruxelles, una dichiarazione di Juncker affonda le Borse e l'euro.
Brevissimo l'effetto sui mercati dell'accordo fra Sarkozy e Merkel sull'esclusione degli oneri per gli istituti di credito nelo contesto del salvataggio di Atene

Continua su: repubblica.it

CRISI: OLANDA, DEFAULT GRECIA POTENZIALMENTE INEVITABILE (1 UPDATE)

(ASCA-AFP) - Bruxelles, 21 lug - Un default selettivo della Grecia e' ''potenzialmente inevitabile''. Lo ha detto il ministro delle Finanze olandese.

''Il default selettivo - ha affermato il ministro De Jager intervendo al parlamento olandese - non e' un fine in se' e non e' certamente qualcosa che stiamo cercando, ma non possiamo escluderlo a priori: e' potenzialmente inevitabile''. sen/


Sfiducia.

Ad un Passo dal Default, Nonostante il Piano di Aiuti Europei...


CRISI

Grecia, Moody's taglia il
rating
"Ormai è a un passo dal
default"


L'agenzia abbassa ancora la valutazione sul debito sovrano di Atene: da Caa1 a Ca. "L'emissione di nuovi bond prevista dal piano di salvataggio europeo significa che i creditori privati subiranno perdite"

ROMA - Moody's ha tagliato ancora il rating sul debito della Grecia, a un passo dalla soglia predefinita di default. Significa che, secondo l'agenzia di rating, Atene non sarà in grado di rimborsare integralmente le sue obbligazioni vendute agli investitori privati.
Secondo Moody's il varo del secondo piano di aiuti europei 1, che prevede la sostituzione delle vecchie obbligazioni greche con nuovi titoli, "significa che i creditori privati subiranno perdite".
Il rating di Atene passa dunque da 'Caa1' a 'Ca'.

Link: repubblica.it

Benvenuti, nel mondo delle certezze Assolute delle Agenzie di Rating.

"Dove...essere umani, sono considerati, solo, coloro che possono ripagare i debiti contratti, anche con il proprio sangue, se necessario, ma...nei tempi e nei modi, a loro insindacabile giudizio...appropriati".

Benvenuti, nel "Nuovo Mondo, economico-finanziario...Globale".
.


I molti aspetti della Crisi Greca.

Racconti...


CRISI DEL DEBITO GRECO: LA RIVOLTA
ANTI-AUSTERITÀ “NOI NON PAGHIAMO"

Mentre la Grecia è al tracollo finanziario ed è scossa dalle
proteste, esaminiamo il crescente movimento di
disobbedienza civile

DI ANGELIQUE CHRISAFIS
Guardian.co.uk

Tra i lussuosi bar sullo storico lungomare di Salonicco, spicca un ristorante in particolare. Dalla terrazza del ristorante a buon mercato in stile diner & grill americano penzola lo striscione "Vogliamo i nostri soldi!". All'interno dodici membri del personale hanno cambiato le serrature, stanno servendo lattine di birra del supermercato ai sostenitori e fanno a turno a dormire sul pavimento del ristorante la notte in segno di protesta per i mesi di stipendi non pagati e per l'improvvisa chiusura del ristorante. Questo è il nuovo simbolo della spirale della crisi del debito della Grecia: un sit-in di camerieri.

Continua su: repubblica.it


Continua...QUI.

4 commenti:

Admin ha detto...

Che ne dici, carissimo Unatantum??
Passa o non passa? Io sto vedendo le borse europee un pò troppo "allegre"...e questo mi fa temere che molto probabilmente sappiano bene che il diabolico piano passera... :(

UNATANTUM ha detto...

Caro Roberto.

Anche se passa, penso, che al popolo greco...non passi.

Quindi almeno lì...sarà caos comunque.

Ed in generale, si aspetterà la prossima volta..."o/e il prossimo Paese in bilico, da salvare".

E poi, ricordiamoci del termine ultimo del 2 agosto, per la ratifica da parte del Congresso dell'aumento del tetto per il debito pubblico americano...quello si che sarebbe un bel botto globale.

Con ripercussioni...

"Assolutamente Globali".

"In molteplici campi e sotto svariati punti di vista."

Ciao.

Admin ha detto...

Già già...vedremo!
Certo che è veramente curioso...stamattina, quando ancora il piano non era passato, la borsa di Milano sfiorava i +3.....ora che il piano è passato perde la metà ed è quasi a 1,50!!!!! Credo che al giorno d'oggi non ci sia nulla di più malefico e diabolico di sti giochetti finanziari!!

UNATANTUM ha detto...

Bravo!!!

Hai scritto proprio bene...

"Giochetti Finanziari".

Che faranno arricchire i "soliti noti", a scapito della povera gente, che tra l'altro, oltre alle privazioni dei diritti acquisiti, suderà sangue e "magari"...sangue dei propri figli, per ripagare i debiti contratti, per buona colpa dei governanti, sia in buona fede, che senza scrupoli, a cui avevano dato la loro fiducia, con la prospettiva di un futuro migliore, nel benessere acquisito e nella speranza di migliorarlo ulteriormente.

Tempi grigi all'orizzonte, comunque vada...

E non solo per la Grecia.

Ciao