Post in evidenza

WIKILEAKS: VAULT 7

Continua da questo post Dai primi giorni di febbraio l'account twitter di Wikileaks posta misteriosi messaggi accompagnati da immagin...

martedì 31 luglio 2012

"Ed Ancor si Muovono"

Luna, ancora sventolano le
bandiere Usa




"Sventolano" per modo di dire certo, perché sulla Luna di vento non ce n'è. Però sono ancora in piedi, le bandiere a stelle e strisce piantate dagli astronauti dell'Apollo durante le missioni sul nostro satellite negli anni '60 e '70. Questo ha stupito non poco perché non si pensava che avrebbero retto per oltre 40 anni agli sbalzi di temperatura e al bombardamento ultravioletto. La Luna infatti non possiede atmosfera. Ogni allunaggio dei sei andati a buon fine (dovevano essere sette ma l'Apollo 13 dovette rimanere in orbita senza poter scendere a causa di un guasto) ha portato una bandiera, piantata sul luogo in cui gli astronauti hanno toccato. Le nuove immagini, scattate dalla camera ad alta definizione della sonda Lunar reconaissance orbiter, mostrano che tutte le aste eccetto una (quella dell'Apollo 11 che cadde al momento del decollo del modulo spaziale di ritorno verso la terra, secondo quanto ha raccontato Buzz Aldrin) sono ancora in piedi.
Una conclusione alla quale gli scienziati della Nasa sono giunti osservando lo spostamento dell'ombra nelle diverse ore del giorno. Nelle foto compaiono anche i resti delle strutture lasciate sul suolo lunare e le tracce rimaste delle loro "passeggiate". Una prova in più fornita dalla Nasa contro le teorie degli scettici e detrattori che sostengono che l'uomo, sulla Luna, non ci sia mai arrivato

a cura di Matteo Marini

Link articolo con fotogallery (8): repubblica.it

Ok! Allora...sono vere, anche, quelle "strane" comunicazioni, fra Armstrong, ed il controllo missione NASA a Houston?

lunedì 30 luglio 2012

PANDORA'S TIMES - Medio Oriente: "In Attesa, della Giusta Scintilla...e della 'Gloria', che Verrà"/51

Prosegue dalla parte 50.


Uno...dei molteplici, Possibili Scenari, a Divenire...

Israele il giorno dopo la
Bomba iraniana -
Scenario -


Cosa accadrebbe in Israele il giorno dopo che l’Iran dovesse testare il suo primo dispositivo nucleare? Cerchiamo di delineare un possibile, se non un probabile, complesso scenario mediorientale.

Primavera del 2013
Nel grande deserto salato iraniano da settimane, in segreto, un distaccamento dell’ingegneria militare coordina lo scavo di un profondo pozzo del diametro di oltre due metri. Giunti ad una profondità di diverse centinaia di metri un cilindro scuro viene calato lentamente nel pozzo collegato con l’esterno da una serie di cablaggi ridondanti. Il pozzo viene sigillato, il personale allontanato e, come da ordini ricevuti, viene innescata l’esplosione dell’ordigno. Il sistema di sorveglianza mondiale dei terremoti registra una scossa di quasi 5 gradi sulla scala Richter, con il tipico profilo di una esplosione atomica sotterranea, l’Iran è da oggi una potenza atomica.
Mentre a Tehran la folla esulta, tutte le principali testate giornalistiche mondiali, così come le agenzie di stampa, titolano sullo stesso tono, riportando a tutta pagina la notizia della prima Bomba iraniana. In particolare i giornali israeliani non parlano d’altro, anche chi ha osteggiato un attacco ai siti nucleari iraniani oggi ha in mente un sola parola “Olocausto”.
Da questo momento la deterrenza nucleare israeliana non è più garanzia di sopravvivenza per lo stato ebraico.
Analizziamo il perché.

Continua su: geopoliticalcenter.com

Ma Temo, non finirà così, Israele non aspetterà...e poi, l'Iran le armi nucleari già belle pronte, come da notizia di alcuni mesi fà, potrebbe averle già acquisite...per tempo, al mercato nero dell'ex Unione Sovietica.

Come al Solito...Vedremo.


venerdì 27 luglio 2012

PANDORA'S TIMES - Medio Oriente: "In Attesa, della Giusta Scintilla...e della 'Gloria', che Verrà"/50

Prosegue dalla parte 49.


"Pronti all'Azione"...

La Turchia pronta a colpire i ribelli curdi nelle nuove basi in Siria

Costi, quel che Costi...

Syria threatens chemical reprisal if
Israel attacks its CW arsenal

La Siria minaccia Una rappresaglia chimica re Israele attacca il suo arsenale di Armi Chimiche

DEBKAfile July 26, 2012, 2:26 PM (GMT +02:00)

A Syrian official told the Kuwaiti A-Rai that Damascus would treat an Israeli attack on its chemical weapons stocks as casus belli and use them against Israel. An attack, he said, would cause grave environmental damage and death.
The threatening talk from Israeli leaders, said the Syrian official, is rash and childish because they don’t understand the consequences of an adventure of this kind.


Link: debka.com

Eh Si! C'è...veramente, da pensare che...

"...loro non comprendono le conseguenze di un'avventura di questo tipo."

Ma anche, che invece...le comprenda(o)no, benissimo.


giovedì 26 luglio 2012

Egitto, scoperta la barca più antica del faraone



Risale al 3000 avanti Cristo circa, quando sull'antico Egitto regnava il faraone Den della prima dinastia, la più antica barca faraonica finora ritrovata. A dare l'annuncio il segretario di Stato egiziano per le Antichità, Mohamed Ibrahim Ali.
L'antica imbarcazione veniva sepolta col sovrano e serviva per 'traghettarlo' nell'aldilà, è stata rinvenuta a Abu Rawash, località a circa otto chilometri a nord di Giza dove sorgono le rovine della piramide 'perduta' di Djedefre, figlio e successore di Cheope. Il prezioso reperto è in buono stato ed stato recuperato dal team dell'istituto francese di Archeologia orientale che ha portato alla luce nel corso degli scavi, undici pezzi del fasciame, lunghi sei metri e larghi un metro e mezzo ciascuno. Il materiale è stato trasferito al Museo egizio per il restauro

Link con fotogallery (4): repubblica.it

"Ed infine, giunse...anche, il Giusto Tempo, affinché l'Antica...Sacra Barca, di colui che in Terra è il tramite del volere degli dei, ed...ad essi, equiparato, tornasse alla Luce"...

"Nel Giusto Tempo, in cui, al terminare di un era, per l'intera umanità...di chi ha Luce negli Occhi...un Grande Viaggio di Nuova...Antica, co(no)sc(i)enza, andrà ad iniziare."

mercoledì 25 luglio 2012

The Temple Of The Night Sun

Era ovvio, che questo 2012, fosse un anno particolare, in merito ad eventuali Scoperte (o ri-scoperte), e/o Rivelazioni, riguardanti il mondo Maya.

E che Scoperte...

"Il Tempio Del Sole di Notte (o Notturno, che dir si voglia)".

ECCEZIONALE SCOPERTA
ARCHEOLOGICA: TROVATO UN NUOVO
TEMPIO MAYA


Circa 1.600 anni fa, il Tempio del Sole di notte era un faro rosso sangue visibile per chilometri e ornato con maschere giganti del dio Maya del sole, raffigurato come un giaguaro bevitore di sangue.

Da lungo tempo perso nella giungla del Guatemala, il tempio è finalmente stato ritrovato mostrando la sua faccia agli archeologi, e rivelando nuovi indizi circa i regni dei Maya.

A differenza degli imperi Aztechi e Inca, la civiltà Maya durò molto raggiungendo territori che sono ora il Guatemala, Belize e Messico sino alla regione dello Yucatán, con una struttura da libera aggregazione di città-stato.

"Questa è stata una crescente presa di coscienza per noi dal 1990, quando divenne chiaro che alcuni pochi regni erano più importanti di altri", ha detto Brown University archeologo Stephen Houston, che ha annunciato la scoperta del nuovo tempio Giovedi scorso.

Link: antikitera.net

E l'articolo seguente...invece, è la fonte originale...

"Dramatic" New Maya Temple
Found, Covered With Giant Faces

Trovato un Nuovo "Drammatico" Tempio Maya, Coperto Con Facce Giganti
( in inglese - news.nationalgeographic.com ).

Una sola cosa da dire a riguardo...

Ho trovato interessanti, i "contenuti", di alcuni commenti.

lunedì 23 luglio 2012

PANDORA'S TIMES - Medio Oriente: "In Attesa, della Giusta Scintilla...e della 'Gloria', che Verrà"/49

Prosegue dalla parte 48.


Ripassi, "proiettati verso un Possibile futuro".

"Le Armi di Distruzione di Massa dei Poveri...e/o, dei Semplici"...

Armi Chimiche : la
Minaccia e la Difesa


Le armi chimiche rappresentano per molti paesi la risposta economica e semplice da ottenere alla necessità di una certa capacità di deterrenza in alternativa alle armi nucleari.
Moltissimi paesi nel mondo dispongono di arsenali chimici, tutte le potenze nucleari dispongono anche di armi chimiche, e molti stati non nucleari hanno a disposizione ingenti arsenali, solo per pensare all’attualità vi facciamo l’esempio della Siria e dell’Iran.

Continua su: geopoliticalcenter.com

"Proiettati verso un Possibile Futuro"...ancor di più, dopo le...Chiare, Ufficiali, Dichiarazioni Siriane...

Il Ministro degli Esteri
della Siria: armi
chimiche impiegate se
attaccati


ONU PRONTO A CONTATTI CON EXTRATERRESTRI - Parte XXXI

Prosegue dalla parte XXX.


Ancora lui...

CNN: Michio Kaku "Aliens Exist & Alien Invasion Possible" July 19, 2012

CNN: Michio Kaku 19 Luglio 2012, "Gli Alieni Esistono ed un Invasione Aliena è Possibile"



Che secondo me, si deve divertire un sacco, a fornire queste risposte quando lo intervistano.

A meno che (ma anche no), "sia parte di un eventuale piano cospirativo globale".


sabato 21 luglio 2012

PANDORA'S TIMES parte CXCVIII

Prosegue dalla parte CXCVII.


Nuove Tecnologie...Vecchie Missioni...

La lettura del pensiero
diventa 'hi-tech'


Sarebbe possibile 'captare' immagini, testi e suoni in elaborazione dal cervello

27 giugno, 09:15

di Monica Nardone

Leggere il pensiero non è più solo un affare da maghi o da prestigiatori con il pallino della telepatia: una tecnica messa a punto negli Stati Uniti dimostra come sia possibile 'captare' le immagini che qualcuno sta osservando o il suono che sta ascoltando, o il testo che sta leggendo. Il segreto non è in poteri misteriosi, ma in minuscoli elettrodi capaci di registrare i segnali elettrici prodotti dal cervello. La tecnica è descritta sul Journal of Neuroscience dai ricercatori dell'università della Pennsylvania e della Thomas Jefferson University. La lettura 'hi-tech' del pensiero è stata sperimentata su un gruppo di volontari, pazienti con epilessia in attesa di un intervento chirurgico. Gli elettrodi impiantati nel loro cervello hanno permesso ai ricercatori di osservare con precisione i segnali elettrici emessi dalle cellule nervose.

Continua su: ansa.it

E quanto sopra...ora pubblico, è ottenuto con mezzi "non invasivi" posizionati in loco...e non da remoto e senza fili, come alcuni brevetti di un post di qualche tempo fà...quantomeno, dava da intendere, come possibili, se non...già esistenti, in fase sperimentale, per uso militare.

Anche se, più che di leggere i pensieri, "in quel caso, ci si riferiva ad istigarli", o a controllare azioni.


giovedì 19 luglio 2012

PANDORA'S TIMES - Medio Oriente: "In Attesa, della Giusta Scintilla...e della 'Gloria', che Verrà"/48

Prosegue dalla parte 47.


E l'ennesimo veto, il terzo in nove mesi, Russo-Cinese, arrivò...

Siria: veto di Russia e Cina su
risoluzione Onu


19 Luglio 2012 - 16:41

(ASCA-AFP) - New York, 19 lug - Russia e Cina hanno posto il veto sulla risoluzione del Consiglio di Sicurezza dell'Onu che prevedeva l'imposizione di nuove sanzioni contro il regime del presidente siriano Bashar al-Assad.

E' la terza volta in nove mesi che Russia e Cina hanno usato il loro potere di veto come membri permanenti del Consiglio per bloccare le risoluzioni contro Damasco. La nuova risoluzione, oltre ai due voti negativi, aveva ottenuto 11 voti a favore e due astensioni. ghi

Seppur continuo a pensare, che "il destino di questi Eventi sia stato Segnato a Priori"...

Ora si, che la situazione di quel Paese...diventa interessante, in prospettiva regionale, anche per via delle decisioni, che alcuni Paesi...unilateralmente, potrebbero prendere.

Tempi "Maledetti" e più che Interessanti, ci attendono.

Speriamo Bene.


Una t-shirt ricaricherà il cellulare



Ricercatori dell'Università del Sud Carolina hanno approntato una tecnica basata su nanotecnologie, in grado di rendere una normale maglietta capace di immagazzinare riserve di energia elettrica. E quindi funzionare da fonte di ricarica per dispositivi come smartphone e tablet.

Il procedimento, altamente
tecnologico, rendono la maglietta un accumulatore vero e proprio. Nelle immagini seguenti, il materiale al microscopio e i grafici tecnici dei ricercatori.

Link con fotogallery (7): repubblica.it

Pensavo.

Questa volta, "passo"...

Francamente...di andare in giro con un genetatore a corpetto, non mi sembra il caso.

Anche perchè..."giá, di vizi, potenzialmente 'brutti e/o cattivi', chi più e chi meno, ovviamente...ne abbiamo tanti, sommare un 'aderente campo magnetico'...sinceramente, mi sembra eccessivo.

Comunque...Interessante, vedremo se e come evolverá in futuro.

Sempre che, qualcuno...o perchè no, qualcosa, nel frattempo, più o meno inaspettatamente, ci doni...soluzioni energetiche...veramente, Globali...a costo zero, o per quella via.

lunedì 16 luglio 2012

PANDORA'S TIMES - Medio Oriente: "In Attesa, della Giusta Scintilla...e della 'Gloria', che Verrà"/47

Prosegue dalla parte 46.


Ufficiali Attestati di Guerra in Corso...

“In Siria è guerra
civile”


16/07/2012 - La decisione della Croce Rossa e i suoi effetti

di Tommaso Caldarelli

I guai per Bashar Al Assad, autocrate di Damasco e dittatore della Siria, potrebbero stare soltanto per iniziare. Questo perché la Croce Rossa Internazionale, con sede a Ginevra, ha stabilito il suo giudizio: quella che si sta combattendo in Siria è una guerra civile.
Il che, già si sapeva: ma la dichiarazione ufficiale cambia la situazione, o può cambiarla, perché i civili presi nel mezzo di una guerra civile possono giovarsi di una protezione internazionale maggiore.

Continua su: giornalettismo.com

..."necessari", al fine di possibili, Interventi Internazionali Umanitari.

Spettacolo nel cielo, il doppio arcobaleno è perfetto


Prima la tempesta monsonica, poi il cielo si apre e mostra un doppio arcobaleno catturato dal fotografo Reuters Gene Blevins. Succede negli Stati Uniti, sulla Nipton Road nei pressi di Searchlight, Nevada


Link fotogallery (3): repubblica.it

WOW!!! SPETTACOLO.

La Natura è Incredibile e Meravigliosamente Affascinante, ogni qualvolta che credi di aver visto tutto, Et Voilà, "tira fuori dal cappello", una nuova spettacolare meraviglia.

Fortuna che c'era un fotografo, se no...me la perdevo eh!


Come penso, molti di voi.

sabato 14 luglio 2012

Il Sorgere di Dubbi...Retrodatando Antichi Siti

L'arte paleolitica nelle
grotte spagnole




Immagini dalle grotte di El Castillo, Altamira, Tito Bustillo e La Pasiega: in base alla retrodatazione con uranio-torio, alcune di queste pitture risalgono a oltre 40mila anni fa e sono le più antiche testimonianze di arte rupestre in Europa.
(Su gentile concessione di Pedro Saura e Alistair Pike, Rodrigo De Balbin Behrmann, Marcos Garcia Diez, Science)

Link fotogallery (12): repubblica.it

E come spesso accade, interessantissimo (a mio parere ovviamente), articolo, correlato...

SPAGNA

L'arte rupestre ha
40mila anni
E se c'entrasse
Neandertal?


Le pitture in 11 siti sono state retrodatate grazie alla tecnica uranio torio. Secondo gli scienziati, che presentano il lavoro su Science, sono le prime testimonianze artistiche di questo tipo in Europa.
Probabilmente ad opera dell'Homo sapiens, ma forse...

di ALESSIA MANFREDI



SEGNI, forme astratte, animali stilizzati, figure antropomorfe: tratti eleganti, sorprendentemente sofisticati se si pensa che a tracciarli sono stati, sulle pareti di grotte e rifugi, i primi esemplari di uomo moderno giunti in Europa. Sono ricchissime le testimonianze di arte rupestre paleolitica nel vecchio continente, dai capolavori della grotta di Lascaux agli animali di Chauvet, in Francia, ad Altamira in Spagna, patrimonio dell'umanità Unesco, per citare alcuni dei più famosi. E restituiscono un archivio d'eccezione delle prime manifestazioni di quel pensiero simbolico che caratterizza Homo sapiens e segna un salto di qualità rispetto agli altri ominidi, aprendo la strada ad una cultura moderna.

Continua su: repubblica.it

Neandertal Creativi?

E Perché No.

"In questo mondo Nulla vi è di certo...e quindi, nemmeno il ritenere dell'arte, una sola prerogativa del cosidetto 'Homo Sapiens'."

venerdì 13 luglio 2012

PANDORA'S TIMES - Medio Oriente: "In Attesa, della Giusta Scintilla...e della 'Gloria', che Verrà"/46

Prosegue dalla parte 45.


Secchi e Palesi, mancati appoggi, ad "approcci da diverse prospettive"...

Siria: no Usa a Annan su
Assad e Iran


Casa Bianca, scettici su volontà rais e ruolo positivo Teheran

10 luglio, 23:05

(ANSA) - NEW YORK, 10 LUG - L'amministrazione Obama ha ribadito il suo "no" a un "ruolo positivo" dell'Iran per risolvere la crisi in Siria - come sostiene l'inviato dell'Onu e della Lega araba Kofi Annan - e si dice "scettica" sulla reale volontà del regime di Assad di mantenere gli impegni, dopo l'accordo raggiunto con lo stesso inviato dell'Onu. "Penso nessuno possa seriamente dire che l'Iran abbia avuto finora un effetto positivo sugli sviluppi in Siria", ha detto il portavoce della Casa Bianca, Jay Carney.

giovedì 12 luglio 2012

UFO X-FILES GB: Nuovi Rilasci di Documenti

E giunse il giusto tempo,in cui, il Ministero della Difesa inglese, ritenne opportuno declassificare altra documentazione, finora celata...

Latest release of 'X-files' shows MoD
took idea of alien visitors seriously

L'Ultimo rilascio di 'X-Files' mostra che il Ministero della Difesa ha preso seriamente l'idea dei visitatori alieni

Most intelligence officers were deeply sceptical about UFOs but saw the need to cover all bases
Molti funzionari dei servizi segreti erano scettici riguardo gli UFO ma hanno sentito il bisogno di coprire tutte le basi

Richard Norton-Taylor
The Guardian, Thursday 12 July 2012


Una Fotografia Rilasciata Dagli
Archivi Nazionali, intitolata: 'UFO vicino ad elicottero'. Photograph: The National Archives


Continua, in inglese, su: guardian.co.uk

E quello che segue, come penso potete facilmente intuire, è il link per scaricare i nuovi files, direttamente dal sito degli archivi nazionali britannici...

Nuovi Documenti sugli UFO Rilasciati dal Governo del Regno Unito


- ufos.nationalarchives.gov.uk

Altri particolari, emergono dall'ultimo rilascio di documenti, ma questa volta, poiché disponibili, citati da fonti in lingua italiana...

12/07/2012 - IN CRESCITA IL NUMERO
DEGLI AVVISTAMENTI

"Gli ufo possono arrivare
sulla Terra"
Gb, le carte del governo sono
un caso


Pubblicati documenti d'archivio in cui il ministero della Difesa si occupava della questione alieni.
La vicenda avrebbe interessato anche l'ex premier Tony Blair

TORINO
Gli alieni potrebbero visitare la Terra per "turismo", per "studiare le tecniche militari" o per "ragioni scientifiche". Lo rivela una serie di documenti del ministero della Difesa britannico, tenuti segreti per anni e oggi pubblicati dagli Archivi Nazionali.

Continua su: lastampa.it

UK, PUBBLICATI X-FILES SUGLI ALIENI
DAL MINISTERO DELLA DIFESA


Sono stati pubblicati decine di file
del Ministero della Difesa contenenti
le segnalazioni di avvistamenti di
UFO in Gran Bretagna dal 1950 al
2009.

Continua su: net1news.org



Collegamenti:

- X-FILES GB: GLI UFO NON ESISTONO (Forse)

martedì 10 luglio 2012

CRISI: "A Pochi Passi dal Baratro"/24

Prosegue da questo post.


E se anche lui, visto i precedenti, vede nero...anzi nerissimo, sotto molteplici aspetti, anche a suo vedere...geopoliticamente, correlati, per il futuro...finanche, molto prossimo (anche se a mio...molto più modestissimo, parere..."Come da Copione")...

NOURIEL RUBINI: " 2013 SHOCK: BANCHIERI
IMPICCATI"


DI FRANCESCO PICCIONI
ilmanifesto.it

«Una tempesta perfetta»,
con tanto di «banchieri
impiccati per le strade». Se a

parlare così fosse un minoritario militante extraparlamentare, quasi tutti alzerebbero le spalle sorridendo. Se a dirlo è «Mr. Doom», forse l'unico economista di statura globale che abbia capito per tempo cosa stava accadendo nel 2007, all'epoca dell'esplosione di una bollicina insignificante come i mutui subprime statunitensi, allora è tutta un'altra faccenda.

L'analisi di Nouriel Roubini è impietosa e senza vie d'uscita visibili. E certo non piacerà né a Monti né a Merkel. Ma centra il problema dei problemi.

«Nulla è cambiato dalla crisi finanziaria. Gli incentivi per le banche (la liquidità a piene mani garantita dalle banche centrali, ndr) permettono loro di agire in modo truffaldino, di fare cose illegali e immorali; l'unico modo per evitarlo è rompere questo grande supermercato finanziario».

Altro che codici di autoregolamentazione, istituti che debbono «riscrivere le regole»... Roubini ritiene che solo delle «sanzioni penali» avrebbero potuto fermare la folle ricostruzione del meccanismo che aveva prodotto la crisi del 2007.
«Se alcune persone finiscono in carcere, forse sarà una lezione». Rabbioso, ma probabilmente inefficace e sgradito ai governanti. L'alternativa, avverte Roubini, è che «qualcuno verrà impiccato per le strade».

Il fatto è che ci ritroviamo al punto di partenza, nella stessa situazione del giorno prima del fallimento di Lehmann Brothers. E quindi «il 2013 sarà peggio del 2008» perché «oggi siamo a corto di contromisure». Di fatto: «nel 2008 si potevano tagliare i tassi di interesse», che oggi sono a zero quasi dappertutto. Allora e finora si poteva «immettere liquidità»; ma oggi «sta diventando sempre meno efficace perché il problema è di solvibilità, non di liquidità». I debitori non pagano, quindi la circolazione si ferma e il denaro resta in cassaforte. Infine gli stati non possono più salvare nessuno, perché «hanno disavanzi bilancio già troppo grandi» per colpa dei salvataggi di qualche anno fa. Diventa dunque impossibile tornare a «salvare le banche»; i governi sono «prossimi a essere insolventi», come la Grecia e, forse, la Spagna.

L'unica mossa di una certa efficacia per procrastinare l'esplosione globale sarebbe a disposizione della Bce, che dovrebbe fare «una monetizzazione non sterilizzata in quantità illimitata». Ma non è nel suo statuto, quindi le è vietato («costituzionalmente illegale»).
Naturalmente Nouriel è un economista attento anche all'economia reale. Quindi aggiunge un elemento fin qui ignorato dagli opinionisti alla Giavazzi: «infine c'è il pericolo di una possibile guerra tra Israele, Stati uniti e Iran, che raddoppierebbe il prezzo del petrolio in una notte».

Bingo. Difficile sintetizzare meglio le molte ragioni per cui un sistema economico fondato sull'«avidità» individuale a scapito del benessere collettivo è «obbligato» ad esplodere «a grande velocità». Quando? Roubini è ottimista: «il fondo Efsf-Esm deve essere almeno quadruplicato; in caso contrario si avrà una crisi più grande non tra sei mesi, ma nelle prossime due settimane».
Buone vacanze...

Francesco Piccioni
Fonte: www.ilmanifesto.it
10.07.2012

via http://web.rifondazione.it

Link: comedonchisciotte.org

...Buone Vacanze...per Davvero.

domenica 8 luglio 2012

PANDORA'S TIMES - Medio Oriente: "In Attesa, della Giusta Scintilla...e della 'Gloria', che Verrà"/45

Prosegue dalla parte 44.


Altre...particolari, prese di posizione...

L’Arcivescovo Hanna: Colui che si
schiera contro la Siria, cospirando
contro il suo popolo, è come se lo
facesse contro i palestinesi e al-Quds


Tra Pubbliche Denunce di Dirette Interferenze, Moniti di Imminenti e Letali Azioni, Inutili Missioni di Osservazione...ed Inedite Manovre Militari...

Siria, Assad contro gli Usa:
parte attiva nel conflitto. A
Damasco arriva Kofi Annan


Il presidente siriano Bashar al Assad, in un'intervista all'emittente televisiva tedesca Ard punta il dito contro gli Stati Uniti accusandoli di essere «coinvolti nel conflitto in Siria». Non solo. Il leader siriano ha inoltre accusato Washington di «sostenere e proteggere i ribelli per destabilizzare il Paese».

Continua su: ilsole24ore.com

venerdì 6 luglio 2012

Londra, la prima notte dello Shard



E ora la Londra olimpica è davvero al completo.
Ecco le immagini dello show multimediale che sanciscono il completamento dello Shard Building, il grattacielo più alto d'eurOpa con i suoi 310 metri. Opera di Renzo Piano, ha ammiratori e detrattori (tra questi ultimi il Principe Carlo, che l'ha definito "enorme saliera"): di fatto ha radicalmente modificato lo skyline della capitale del Regno. Nello show della notte scorsa, sono stati impiegati 12 laser e altri 30 impianti luminosi, che venivano puntati via via sugli altri grattacieli londinesi, come il Gherkin e il Canary Wharf. Il video dell'inaugurazione

Link fotogallery (28): repubblica.it

Beh! Bello ed Imponente direi, abbellito ulteriormente dai giochi di luci e laser.

Spero non sia, la "Giusta...Terza Torre", di un mio scritto di qualche tempo fà.

giovedì 5 luglio 2012

WIKILEAKS: I "Syria Files"

Wikileaks: l'Occidente
collabora col regime siriano


Oltre due milioni di mail tra politici
di Damasco e aziende occidentali
che collaborano con il dittatore Assad.
E nei Syria Files Julian Assange accusa
anche la nostra Finmeccanica



Continua su: daily.wired.it

A seguire, un approfondimento tratto dall'Espresso, riguardo la documentazione sulla faccenda di Finmeccanica...

Esclusivo Finmeccanica aiutava il tiranno

di Stefania Maurizi

Dai nuovi file segreti di WikiLeaks emerge che il colosso italiano ha fornito un sistema di comunicazioni al regime siriano impegnato nella repressione. E l'assistenza dall'Italia arrivava anche durante gli scontri



Continua su: espresso.repubblica.it

Ciò che segue invece, tratto dalla medesima fonte, come d'altronde potete più che facilmente appurare, è una raccolta dei files sulla vicenda...

WikiLeaks I 'Syria Files' di Finmeccanica

di Stefania Maurizi

I documenti e le mail tra il regime siriano e la Selex, società del gruppo Finmeccanica

(05 luglio 2012)

Il contratto per la fornitura alla Siria di Bashar al-Assad della tecnologia Tetra dell'azienda Selex Elsag (gruppo Finmeccanica) risale al 2008, ben prima che esplodesse la violenza contro i manifestanti che si oppongono al regime, ma le email nel database ottenuto da WikiLeaks dimostrano che forniture, assistenza e addestramento vanno avanti anche quando ormai la Siria è in piena guerra civile.

Continua su: espresso.repubblica.it

Ed infine, quantomeno (come di solito), per ora, ecco il link diretto all'archivio di Wikileaks, dove questi documenti, sará possibile trovarli tutti...con il passar del tempo, ovviamente...

- Syria Files


La Replica di finmeccanica...

Wikileaks: finmeccanica
spiega file Siria


No militare, ogni altro utilizzo fuori da controllo selex

05 luglio, 21:21

(ANSA) - ROMA, 5 LUG - Il sistema Tetra, fornito da Selex Elsag alla Siria nel 2008, ''era destinato all'impiego da parte di organizzazioni per le emergenze e il soccorso ('public safety'). La tecnologia Tetra fornita e' stata concepita appunto con questa finalita', ossia per un uso esclusivamente civile e non militare. Qualsiasi altro utilizzo che ne sia stato fatto e' fuori dal controllo di Selex Elsag''. E' quanto si legge in una nota di Finmeccanica.

Gli "Agenti del Caos"...

Che in Questa occasione.

La loro missione, sia, non di destabilizzare la Siria, direttamente...sul campo, (quello lo hanno già fatto l'anno scorso)...

Ma, di "fare pressioni per mezzo degli OVI Interessi commerciali delle varie aziende mondiali", affinché si dimostri ai credenti musulmani...sunniti in particolare, ancor di più, quanto sia ambiguo "l'infedele Assad" che di "sottobanco" intreccia affari con l'Occidente, ulteriore conferma, oltre al non interventismo statunitense, ed al "silenzio" israeliano.

E far così, proseliti volontari, per la causa siriana...

Facendola così, degenerare completamente.

1. Provocare l'ovvio intervento iraniano e quindi la risposta Statunitense?

2. Sfruttare, nel caos che si verrebbe a generare, il "giusto corridoio aereo", affinché Israele possa colpire le infrastrutture nucleari iraniane, senza coinvolgimento statunitense (interessante a riguardo, la notizia sulle dotazioni delle nuove forniture aeree statunitensi ad Israele)?

3. (In ogni scenario..."in verità") Causare Una guerra regionale (e poi chissà) ed Una crisi energetica, in particolare, in Europa ed in Asia (e poi, di nuovo, chissà)?


"Interessanti Missive"...

Siria, i messaggi tra Assad e
Vaticano

I documenti che testimoniano lo scambio di comunicazioni tra la Santa Sede e il governo Siriano, parte dei SyriFiles diffusi da WikiLeaks


(19 luglio 2012)

Nell'aprile 2011 la repressione in Siria era appena iniziata, ma c'erano già stati spargimenti di sangue. Il 7 aprile, il ministero degli Affari Presidenziali (Mopa) prepara la traduzione di un telegramma di Bashar al-Assad a papa Benedetto XVI, in cui il dittatore fa gli auguri al pontefice per il sesto anniversario del suo papato e ribadisce le relazioni di lunga data tra la Siria e il Vaticano. Il telegramma è datato 12 aprile 2011 e il testo è inglese

Continua su: espresso.repubblica.it

Che mi confermano, ulteriormente...anche, relativamente nuove interpretazioni, di Vecchie Profezie d'Oltralpe.

martedì 3 luglio 2012

Scoprendo "l'Ultima Luce"

FISICA

Trovata la "particella di
Dio"
mercoledì l'annuncio a
Ginevra


Il Bosone di Higgs, che spiega come mai tutte le cose nell'universo abbiano una massa, era stato teorizzato 48 anni fa dal fisico che gli aveva dato il nome. Al Cern si susseguono le verifiche ma siamo ormai su un margine di certezza molto ampio. La scoperta costringerebbe di nuovo gli scienziati a rivedere i loro modelli, a porsi nuove domande e a esplorare nuove strade per trovare le risposte

di ELENA DUSI


(ap)


IL FISICO teorico Peter Higgs l'aveva detto nel 1964: esiste una particella sconosciuta che spiega come mai tutte le cose nell'universo abbiano una massa. Mercoledì al Cern di Ginevra, 48 anni più tardi, verrà dato l'annuncio: la particella che nel frattempo è diventata famosa come "bosone di Higgs" è finita finalmente nella rete degli scienziati.
L'Organizzazione europea per la ricerca nucleare ha fissato la sala delle grande occasioni, ha messo in fresco lo champagne che lo stesso Higgs aveva chiesto nel caso in cui qualcuno avesse trovato la particella da lui teorizzata, e ha diramato gli inviti.

Il bosone di Higgs era l'ultima particella elementare prevista da modello standard della
fisica non ancora osservata da un esperimento.
Ora il quadro della materia a noi nota è finalmente completo. Peccato però che secondo gli scienziati l'universo sia composto al 96% da materia ed energia oscura, la cui composizione ed essenza ci sono completamente ignote. Per i fisici delle particelle il lavoro non termina certo qui. Anzi, ora si addentra in misteri ancora più grandi e affascinanti.

Sulle caratteristiche esatte del bosone di Higgs nulla è ancora certo. I dati raccolti in 18 mesi di lavoro dal grande acceleratore di particelle Large Hadron Collider (Lhc, un anello sotterraneo di 27 chilometri di lunghezza che fa scontrare protoni quasi alla velocità della luce) di Ginevra vengono furiosamente analizzati in queste ultime ore. Un minimo margine di incertezza della scoperta esiste ancora, e soprattutto ci si chiede se il bosone di Higgs "catturato" a Ginevra sia esattamente come i fisici teorici si aspettavano, o non nasconda - come sospettano in molti - caratteristiche nuove e sorprendenti. Scoprire dei tratti inaspettati in quella che per la sua importanza è stata soprannominata la "particella di Dio" costringerebbe gli scienziati a rivedere i loro modelli, a porsi nuove domande e a esplorare strade alternative per trovare le risposte.
Il bosone di Higgs viene considerato la particella
capace di dare una massa alla materia perché prende forma all'interno del "campo di Higgs".
Questo campo viene descritto in termini non tecnici come una sorta di melassa che permea lo spazio e ostacola il moto delle particelle. Proprio come fa la massa che più è grande, più svolge una funzione di freno.

ll n.1 del Cern anticipò la notizia alla
Repubblica delle idee 1


Nel frattempo Peter Higgs, 83 anni, ha preso un volo per Ginevra, dove gli verrà dato un posto in prima fila al seminario di mercoledì. Accanto a lui ci saranno altri tre fisici teorici che hanno contribuito a sviluppare i dettagli del "campo di Higgs", e che oggi soffrono un po' l'eccesso di fama del loro collega dell'università di Edinburgo.

Ma per non essere scavalcati nella pluridecennale corsa alla "particella di Dio", ieri i rivali del Cern, gli americani del Fermilab di Chicago, hanno annunciato i dati definitivi del loro lavoro di ricerca, iniziato nel 2001 e concluso a settembre dell'anno scorso per esaurimento dei fondi concessi dal governo Usa. Rispetto all'acceleratore di Ginevra, quello americano riesce a vedere alcune particelle diverse. Ma la precisione dei dati di Chicago è molto inferiore rispetto allo strumento europeo.

Mercoledì in molte università italiane e nella sede romana dell'Istituto nazionale di fisica nucleare (Infn), l'ente che contribuisce per l'Italia alla ricerca del Cern, sono previsti collegamenti video con Ginevra. La diretta di alcuni atenei è anche aperta al pubblico alle 10 del mattino. E per Stephen Hawking, il celebre astrofisico britannico che anni fa scommise sulla non esistenza del bosone di Higgs, potrebbe arrivare forse il momento di pagare il suo pegno.

Link: repubblica.it

Eh Si! Poiché scoprire "l'apice" (""=se lo è...e presunto) del quattro percento, del...presunto, Universo, è una grande notizia, ma dal punto di vista...di umane credenze, il "lato oscuro", quantomeno "incombe...pesantemente", sulla "Luce divina".

In attesa dell'ufficializzazione e di altre notizie collegate/correlate.

Eccola...


SCIENZA

Scoperto il Bosone di
Higgs
la particella di Dio esiste
davvero


Al Cern di Ginevra individuato il Bosone di Higgs, che spiega come mai tutte le cose nell'universo abbiano una massa. Era stato teorizzato ben 48 anni fa dallo scienziato inglese, oggi 84enne e commosso fino al pianto dalla standing ovation che gli hanno riservato (foto 1). Per lui si profila il riconoscimento scientifico più ambito

dall'inviato ELENA DUSI


(ansa)


Continua su: repubblica.it

E Se...

E se la particella trovata al CERN non
fosse il Bosone di Higgs?

lunedì 2 luglio 2012

PANDORA'S TIMES - Medio Oriente: "In Attesa, della Giusta Scintilla...e della 'Gloria', che Verrà"/44

Prosegue dalla parte 43.


Via Libera, per Consistenti Forniture Statunitensi ad Israele...e Possibili Blocchi Selettivi Iraniani nello Stretto di Hormuz...

Il Senato Americano
autorizza la fornitura di
aerei cisterna ad Israele
( e molto altro )


Il Senato degli Stai Uniti d’America ha approvato una mozione, già passata all’esame dalla Camera dei Rappresentanti, che impegna gli Stati Uniti d’America a fornire allo stato di Israele appoggio politico, economico e militare, per fare fronte, insieme agli stessi Stati Uniti, alle minacce comuni alla propria sicurezza nazionale.

Continua su: geopoliticalcenter.com

Chissà, a cosa..."mai", potrebbero, anche, servire.

L’Iran prepara una
risoluzione per il blocco
selettivo di Hormuz


Il comitato per la sicurezza nazionale e la politica estera iraniana sta valutando una legge che proibisca il traffico attraverso lo stretto di Hormuz alle petroliere dirette verso quei paesi che hanno imposto l’embargo nei confronti del petrolio iraniano. Si tratterebbe di un blocco parziale dello Stretto di Hormuz, che non verrebbe tollerato per nemmeno un minuto dalle nazioni occidentali e dalle monarchie del Golfo.
La legge è già stata firmata da 100 su 270 deputati del parlamento di Tehran e potrebbe essere approvata nei prossimi giorni.
La legge è una risposta all’embargo petrolifero europeo, e uno strumento di pressione in vista dei colloqui tecnici sul nucleare in programma domani ad Istanbul

Link: geopoliticalcenter.com

E questa, potrebbe essere/divenire, una/la reale..."Giusta Scintilla".

VATICANLEAKS/2

Prosegue da questo post.


"Com'é difficile dirsi addio"...

RETROSCENA

Vaticano, la mossa del
segretario di Stato
"Santità, mi dimetto". E il
Papa: "Ora no"


Per settimane, tra corvi e veleni, il cardinal Bertone è rimasto sulla graticola. Poi l'incontro col pontefice.
E la riconferma a tempo: potrebbe restare fino al 2013, in attesa delle elezioni

di MARCO ANSALDO


Il cardinal Bertone e papa
Ratzinger


CITTÀ DEL VATICANO - "Santità, se le cose stanno così, allora mi tiro indietro". "No, non è il caso, né il momento. Tu resti lì". L'ufficio del Papa, dentro il Palazzo apostolico.
Una decina di giorni fa. Uno davanti all'altro, con un tavolo fra loro, siedono Benedetto XVI e il Segretario di Stato, Tarcisio Bertone.
È la settimana che prelude alla fine di giugno. E sono i giorni più difficili per il cardinale piemontese.

Continua su: repubblica.it