Post in evidenza

PANDORA'S TIMES parte CCXLVI

Prosegue dalla parte CCXLV . "Noi siamo Uno... TUTTO è UNO". Siamo polvere di stelle, ma di altre galassie: gli astrofisic...

giovedì 23 giugno 2011

PANDORA'S TIMES parte CXLIX

Prosegue dalla parte CXLVIII.


Curiosità..."Geografiche".

PERCHÉ GOOGLE EARTH NON VI FA VEDERE
ISRAELE

DI HAMED ALEAZIZ
Uruknet



Da quando Google ha lanciato il progetto di Google Earth nel 2005, la compagnia è diventata un leader mondiale nel fornire immagini da satellite ad alta risoluzione. Nel 2010 Google Earth ha consentito al mondo intero di vedere l’entità delle distruzioni nel dopo-terremoto di Haiti.

Quest’anno Google ha diffuso immagini simili dal Giappone dopo il terribile tsunami e il terremoto.

Con un semplice click Google può portare il mondo, e una migliore comprensione di eventi lontani, sul tuo computer.

C’è comunque un paese che Google Earth non ti farà vedere: Israele.

Continua su: comedonchisciotte.org


Nuovo Ordine Mondiale.

Geo...Economia.

GEAB N.56 - Speciale
Estate 2011 - Crisi
sistemica globale –

Ultimo avvertimento
prima dello shock
dell’Autunno del 2011,
quando 15.000 miliardi
di Dollari di attività
finanziarie andranno in
fumo


Il 15 Dicembre del 2010, nel GEAB N.50, LEAP/E2020 ha anticipato l'esplosione del debito pubblico Occidentale (1) per la seconda metà del 2011. Abbiamo poi descritto un processo che avrebbe avuto inizio con la crisi europea del debito pubblico, e che avrebbe poi appiccato il fuoco al cuore del sistema finanziario globale, ovvero al debito federale degli Stati Uniti (2). Ed è proprio a questo punto che noi ci troviamo, all'inizio della seconda metà del 2011, con un’economia globale allo sbando più completo (3), un sistema monetario globale sempre più instabile (4) ed i centri finanziari in una situazione disperata (5), e tutto questo nonostante le migliaia di miliardi di denaro pubblico che sono state investite per evitare proprio questo tipo di situazione. L'insolvenza del sistema finanziario globale, ed innanzitutto del sistema finanziario occidentale, torna di nuovo in primo piano, dopo poco più di un anno di cosmesi politica, volta a seppellire questo fondamentale problema sotto montagne di denaro.

Continua su: informazionescorretta.blogspot.com

STATI UNITI

BERNANKE: SU ECONOMIA SPIRANO VENTI CONTRARI PIU' FORTI DI QUANTO ATTESO

(ASCA) - Roma, 22 giu - La lentezza della ripresa economica e' ''frustrante'', alcuni elementi di rallentameno ''appaiono temporanei, altri destinati a durare. Probabilmente ci sono venti contrari piu' fortidi quanto pensassimo'', cosi' Ben Bernanke, presidente della Fed, nella conferenza stampa dopo la riunione della banca centrale Usa, rispondendo a una domanda sulle cause dell'anemica ripresa economica Usa. men/


MEDIO ORIENTE

"Astiose future dimenticanze, prove estreme e nuove aperture"...

SIRIA

Siria: ministro, Ue vuole seminare caos e sedizione

''Ci orienteremo a est, dimentichiamo Ue, intendiamo sospendere partecipazione Upm''

22 giugno, 13:06

BEIRUT - L'Unione europea vuole "seminarela sedizione confessionale (fitna) e il caos" in Siria: lo ha detto il ministro degli Esteri siriano Walid al Muallim commentando a Damasco le critiche dei principali leader europei al discorso pubblico del presidente Bashar al-Assad due giorni fa.

"La Siria respinge ogni interferenza straniera e riuscirà a superare questa crisi, uscendone più forte di prima", ha detto il ministro Walid al Muallim durante una conferenza stampa a Damasco trasmessa in diretta tv.

''Dimenticheremo l'Europa dalla mappa mondiale e ci orienteremo a est'', ha aggiunto il ministro degli esteri siriano, in aperta polemica con le sanzioni decise dall'Ue contro il regime colpevole, secondo Bruxelles, di reprimere manifestazioni pacifiche.

Continua su: ansa.it

ISRAELE

Loro si, che hanno le idee chiare...

Mo: Seduta governo in bunker atomico

Simulato attacco simultaneo da Iran, Siria, Hezbollah e Hamas

22 giugno, 17:47

(ANSA) - TEL AVIV, 22 GIU - I principali ministri del governo di Benyamin Netanyahu sono stati convocati in un bunker atomico segreto, nella zona di Gerusalemme, per un'esercitazione di difesa civile. La piu' complessa nella storia di Israele.

All'interno del bunker i ministri sono protetti da qualsiasi attacco non convenzionale, ma mantengono il controllo della situazione sul terreno. La simulazione prevede un attacco simultaneo da parte di Iran, Siria, Hezbollah libanesi e Hamas da Gaza.

Che questo, abbia a che fare con i..."disaccordi tattici", fra Obama e Netanyahu?

IRAN

Iran: propone l'apertura di un'ambasciata a Gaza

Mercoledì 22 Giugno 2011 18:03

Sayyed Fazlallah Mousavi, Preside della facoltà di legge presso l'Università di Theran, ha accolto l'idea del governo iraniano di organizzare una missione diplomatica a Gaza.

Mousavi ha infatti definito legittima l'apertura di un'ambasciata in territorio palestinese, dal momento in cui esiste un governo palestinese e l'Iran, secondo le convenzioni del diritto internazionale, è libero di stringere relazioni diplomatiche con i governi. "Per il diritto internazionale, se le autorità in carica di un governo chiedono di iniziare relazioni diplomatiche con altri Paesi, i rapporti istaurati saranno totalmente leciti" ha affermato il professore.

Link articolo: focusmo.it

Iran: alto funzionario, "espandere la Rivoluzione Islamica in Bosnia"

Giovedì 23 Giugno 2011 16:56

L'ecclesiastico iraniano Hojatoleslam Ahmad Salek, il portavoce della Society of Combative Clerics ed ex comandante della milizia Basji, ha visitato la Bosnia. Durante la sua permanenza ha discusso dell'impatto della riboluzione islamica e della dottrina dell'Imam Khoemini nei paesi musulmani.

Egli ha affermato che le nazioni musulmane del Medio Oriente e in Bosnia-Erzegovina hanno vissuto 32 anni di rivoluzione islamica e si sentono in grado di sconfiggere i dittatori di oggi grazie alla loro unità e alla fiducia nel Corano e nell'Islam. "I popoli della Tunisia, dell'Egitto, dello Yemen e di altri paesi del Medio Oriente si stanno risvegliando", ha spiegato. Capiscono che i dittatori sostenuti dal "Grande Satana" hanno calpestato i loro diritti". In un incontro con gli iraniani che attualmente vivono a Sarajevo, Salek ha chiesto loro di diffondere la Rivoluzione Islamica in Bosnian Erzegovina. Egli ha inoltre sottolineato che gli iraniani che vivono all'estero hanno la grande responsabilità di diffondere la cultura sciita.

Link articolo: focusmo.it

Per arrivare in Bosnia, bisogna attraversare la Macedonia...vero?

LIBANO

Libano : Hezbollah sostegono la Siria

Giovedì 23 Giugno 2011 15:46

Il gruppo radicale sciita, potente milizia armata di Iran e Damasco, sta guardando i disordini nella vicina Siria con allarme ed è determinata a prevenire lo sfruttamento delle proteste popolari da parte dell'Occidente per togliere Assad dal potere.

L’Hezbollah ha sostenuto i movimenti democratici che hanno rovesciato i leader in Tunisia e in Egitto, ma non starà a guardare come le pressione internazionale sfrutta le dimostrazioni per fare cadere il governo di Assad, e si impegnerà a fare il possibile, per contribuire a deviare politicamente ciò che vedono come una campagna di stranieri contro Damasco.

"L’Hezbollah non interverrà mai in Siria. Questa è una questione interna che il presidente Bashar deve affrontare solo. Ma quando vedremo l'Occidente attrezzarsi per abbatterlo, non potremo stare solo a guardare," ha detto a Reuters (sito d’informazione) un funzionario libanese vicino al pensiero del gruppo. "Questa è una battaglia per l'esistenza del gruppo ed è tempo di restituire il favore (del sostegno della Siria). E lo faremo respingendo alcune delle pressioni internazionali " ha aggiunto.

Il gruppo militante, fondato quasi 30 anni fa per confrontarsi contro l'occupazione israeliana del sud del Libano, ha combattuto un inconcludente guerra di 34 giorni con Israele nel 2006.

Sia Hezbollah che Siria hanno negato che il gruppo abbia inviato combattenti a sostegno della repressione militare per l’ondata di proteste contro il regime di Assad. L’Hezbollah crede che L'Occidente stia lavorando per ridisegnare il Medio Oriente e sostituire Assad con un amico di Israele, ostile al loro gruppo. "La regione è ora in guerra, una guerra tra il bene e tra ciò che sostiene Washington. La Siria è il bene” ha detto un funzionario libanese della base araba vicino alla Siria. Gli Stati Uniti, che hanno perso un alleato quando il presidente egiziano Hosni Mubarak è stato rovesciato nel mese di febbraio, "vogliono spostare la crisi " sostenendo le proteste contro il suo avversario." Noi l'affronteremo nel miglior modo possibile", ha detto, parlando in condizione di anonimato.

Link articolo: focusmo.it

Interessante dichiarazione.

A conferma, di palesi...evidenze.


TURCHIA

"Concreti Avvertimenti Territoriali"

Siria: forze siriane a confine Turchia

23 giugno, 10:56

GUVECCI (TURCHIA) - Dal lato turco della frontiera, testimoni turchi hanno riferito di aver visto carri armati e soldati siriani arrivare sul limite del confine restando pero' in territorio siriano.

Un abitante del villaggio turco di Guvecci ha detto di aver visto verso le 6 ora locale soldati passare su una collina a meno di un chilometro dalla frontiera. Una bandiera turca che era stata issata su un edificio a fianco della collina per manifestare gratitudine alla Turchia che ha accolto migliaia di profughi siriani e' stata rimpiazzata da un vessillo siriano.

Continua su: ansa.it

Ahi ahi! Possibili Guai.

Ed ancora, anche da altra fonte...

LA CRISI

Tensione fra Siria e
Turchia
I tank di Damasco lungo
il confine

Il regime di Assad ha schierato carri armati e truppe, visibili da un villaggio turco. Centinaia di profughi siriani in fuga varcano la frontiera diretti verso le tendopoli allestite per accoglierli

Continua su: repubblica.it

Siria: Turchia convoca ambasciatore

Per riferire sugli ultimi sviluppi in Siria

23 giugno, 20:29

(ANSA) - ANKARA, 23 GIU - L'ambasciatore siriano ad Ankara, Abdullah Dardari, è stato convocato al ministero degli Esteri turco: lo hanno segnalato fonti diplomatiche ad Ankara citate dall'agenzia Anadolu riferendo che il diplomatico ha informato i funzionari turchi sugli ultimi sviluppi in Siria.


LIBIA

LIBIA: GHEDDAFI, HO SPALLE AL MURO MA CONTINUERO' LA BATTAGLIA

(ASCA-AFP) - Tripoli, 23 giu - ''Sono con le spalle al muro, ma non temo la morte e la battaglia contro l'Occidente crociato proseguira' fino nell'Aldila'''. Torna a parlare il leader libico Muammar Gheddafi in un messaggio audio trasmesso dalla tv libica.

''Combatteremo finche' voi non sarete spacciati'', ha aggiunto il rais, omaggiando il suo stretto collaboratore Khaled el Hamedi, che nel recente bombardamento della Nato a Sorman, lunedi' scorso, ha perso la moglie e altri membri della sua famiglia. ''Noi non abbiamo paura - ha poi proseguito Gheddafi - Non cerchiamo di restare in vita o a metterci in salvo''.

Alla Nato, invece, l'affondo: ''Voi dite 'colpiamo i nostri bersagli con precisione', assassini! Un giorno vi risponderemo allo stesso modo e le vostre case diventeranno bersagli legittimi'', ha tuonato il Colonnello. red/cam/alf

E chissà, come ho scritto anche in precedenti post, se...un giorno di un, ad oggi ipotetico, più o meno prossimo futuro, "la tremenda vendetta, non abbia a compiersi realmente".

"Come da ( quantomeno alcune ) profezie"...d'altronde.


RUSSIA

"Coincidenze"...

Three Russian designers of Iran's nuclear plant die in plane crash
I TRE DISEGNATORI DELL'IMPIANTO NUCLEARE IRANIANO SONO MORTI IN UN DISASTRO AEREO
( in inglese - debka.com )

Dall'articolo...

The three Russian nuclear scientists who planned, designed, built and put into operation Iran's first nuclear reactor at Bushehr this year, died Tuesday night, June 20, when a Rusaero flight from Moscow to Petrozavodsk in northwest Russia crashed.
DEBKAfile's sources reveal that they were among the 44 passengers who were killed.

I tre scienziati Russi che hanno pianificato, disegnato, costruito e quest'anno reso operativa la prima centrale nucleare iraniana a Bushehr, sono morti nella notte di martedì, (dopo il, ndr) 20 giugno (?), quando un volo della Rusaero da Mosca a Petrozavodsk nella Russia nord-occidentale, si è schiantato.
Le fonti di DEBKAfile rivelano che loro erano tra i 44 passeggeri che sono rimasti uccisi.

"Pensando male"...

Perché?


A seguire la parte CL.

Nessun commento: