Post in evidenza

ONU PRONTO A CONTATTI CON EXTRATERRESTRI - Parte LVIII

Prosegue dalla parte LVII . Ed ecco il palesarsi di un'altra prima volta...anzi, "altre prime volte". Eh Sì! Poiché i risco...

venerdì 1 luglio 2011

FUKUSHIMA, L'INCUBO NUCLEARE CONTINUA/4

Prosegue da questo post.


STATI UNITI

Da Fukushima...

Radiation in Our Food
RADIAZIONI NEL NOSTRO CIBO
( in inglese - foxnews.com ).

Eh Si! La contaminazione è giunta a colpire le coltivazioni, in particolare, nella costa ovest degli Stati Uniti e la fuga radioattiva, si teme continuerà per almeno un altro anno.

Al Rischio di un altro..."Potenziale Disastro Globale", sul Suolo Statunitense...

Usa, incendio lambisce il laboratorio nucleare

Un incendio di vaste proporzioni minaccia il laboratorio nucleare di Los Alamos, nel deserto del New Mexico, celebre perché vi è stata messa a punto la prima bomba atomica e oggi deposito di plutonio e arsenale nucleare. La cittadina di Los Alamos, che conta 12 mila abitanti, è stata già evacuata a causa della velocità di propagazione delle fiamme. Il laboratorio nazionale di Los Alamos sorge tra i monti Jemez ed ha sistemi di sicurezza a prova di incendio, rassicurano i responsabili, precisando che l'arsenale è al sicuro in bunker sotterranei. "Il centro è molto ben protetto da qualsiasi tipo di incendio", ha detto il portavoce del laboratorio Kevin Roark. Il centro ricerche, che si estende su 11 mila ettari ad una quarantina di chilometri dal centro abitato, ha tuttavia sospeso le attività. Roark ha ricordato che il centro è stato devastato da un analogo incendio nel 2000 che ha provocato danni per un miliardo di dollari



Link articolo con fotogallery: repubblica.it


FUGA RADIOATTIVA DALLA CENTRALE
NUCLEARE DI FORT CALHOUN




DI RADY ANANDA
Global Research

Sopraffatta dal fiume Missouri, una striscia lunga 2000 piedi, composta da palloni protettivi che circondavano la centrale nucleare di Fort Calhoun in Nebraska, è collassata alle 1:25 di domenica mattina 26 giugno.

Due giorni dopo la Kansas State University ha rilevato una situazione d’emergenza nel corso di una prova d’attività al reattore, visto che la radioattività era di 149 volte più alta del limite della Concentrazione d’Aria Rintracciata (DAC) stabilito per lo iodio.

Sei ore e mezza dopo che la berma di Ft. Calhoun era collassata, alcuni operatori hanno riportato questo dato alla Nuclear Regulatory Commission, registrandola come una “non emergenza”.

Continua su: comedonchisciotte.org

A seguire, un'altra traduzione di un interessante articolo in lingua inglese, dalla medesima fonte...

I MEDIA NASCONDONO LA VERITÀ SU LOS
ALAMOS, FT. CALHOUN E FUKUSHIMA


The American Dream

Ma cosa sta davvero succedendo a Los Alamos, Ft. Calhoun e Fukushima?

Ci sono milioni di americani che vorrebbero la verità su quello che sta accadendo ai nostri impianti nucleari, ma i media mainstream rimangono stranamente tranquilli. In alternativa questi media pubblicano titoli di testa come "Vi diciamo quali sono le 10 spiagge più sporche degli Stati Uniti" e "La lap dance ferma il freddo di Times Square". Esatto, questo sono i titoli di testa che sono apparsi sulle prime pagine dei siti dei maggior notiziari mainstream oggi negli Stati Uniti. Tristemente, devi andare a scavare per trovare qualcosa sui problemi che stanno avvenendo in questo momento alle centrali nucleari negli Stati Uniti e i media mainstream sembrano essere diventati molto stanchi di parlare di Fukushima.

È come se questi media preferissero parlare di cose senza importanza invece di focalizzarsi sugli eventi veramente importanti che si verificano intorno a noi.

Continua su: comedonchisciotte.org


GIAPPONE

NUCLEARE, VATICANO AD
AIEA: "FUKUSHIMA È UN
PROBLEMA GLOBALE"

La Santa Sede era presente al Congresso sulla "sicurezza nucleare" dell'AIEA. Il
relatore vaticano ha esposto molti interrogativi su Fukushima e sulle sue
conseguenze, che pesano sul futuro del "nucleare" e delle sua "sicurezza", sottolineando che la catastrofe atomica
giapponese è un problema di tutti.


Fukushima, lentamente, sta cominciando ad uscire dall'immaginario collettivo per arrivare, presto, allo status di "non esistenza". Se il messaggio non viene ripetuto dal grandi media, il cittadino-telespettatore, o il "navigatore virale" si dimentica presto dei problemi, quasi come le notizie soffrissero del metodo del "chiodo- scaccia-chiodo".

L'"apocalisse nucleare" giapponese, così come l'ha definita il commissario europeo per l'energia Gunther Oettinger, sta diventando progressivamente qualcosa che non sembra riguardare il mondo nella sua interezza e, in definitiva, neppure il Giappone. Fukushima è "confinata a Fukushima", isola infelice come Chernobyl che, almeno, ebbe la "fortuna" di suscitare una voglia di "radiprotezione" globale.

Continua su: mainfatti.it

01 luglio 2011
La catena di errori
umani di Fukushima


La Tokyo Electric Power Company (Tepco) ha rivelato oggi che l'ennesimo errore umano è responsabile degli ultimi problemi avuti nella disastrata centrale nucleare di Fukushima Daiichi con un dispositivo di decontaminazione dell'acqua. Il dispositivo made in France si è bloccato automaticamente ieri pomeriggio, dopo che era scattato il sistema di allarme, ed ha ripreso a funzionare solo 5 ore più tardi. E' solo l'ultimo degli incidenti che hanno costellato in pochi giorni la messa in opera di un sistema di decontaminazione franco-statunitense-giapponese dell'acqua altamente radioattiva che era stato presentato come una meraviglia della tecnica.

Continua su: greenreport.it

Si! Sicuramente di errori umani si tratta.

Il mio "dubbio", però, è se questi errori, sono, in parte almeno, voluti da...diciamo, "Entità Globali Superiori"...in carne ed ossa, s'intende. Per loro "oscuri" fini di dominio Globale ed Assoluto.

O invece, per Puro Business Assoluto...si è sottovalutato i rischi estremi a cui era ed è possibile andare incontro, in particolare, in quei luoghi.

"La seconda...Ipotesi, non esclude la prima."

E poi, sempre dalla medesima fonte, quest'altro articolo, con "nuove rivelazioni"...

01 luglio 2011
Cesio nelle urine dei bambini di Fukushima City
Altri “liquidatori”
contaminati a
Fukushima e nuove
evacuazioni


113 famiglie saranno sgomberate da Data, a 50 km della centrale

Continua su: greenreport.it


GRAN BRETAGNA

"Bugie, a fin di bene".

Cosa si è disposti a pensare...e fare, per il Business...

Fukushima: governo Gb cerco' insabbiare

Contatti email con aziente atomo per minimizzare incidente

01 luglio, 13:08

(ANSA) - LONDRA, 1 LUG - Il governo britannico cercò di insabbiare il disastro nucleare di Fukushima avvicinando le aziende del settore per mettere a punto una strategia coordinata di pubbliche relazioni. E-mail interne ottenute dal Guardian mostrano come solo due giorni dopo terremoto e tsunami dell'11 marzo, le multinazionali nucleari lavorarono in coordinamento con i responsabili nel settore per assicurare che l'incidente non facesse finire su un binario morto i loro piani per una nuova generazione di centrali in Gb.

"Contaminate Verità...Reali, Emergono"...

Fukushima: abitanti, troppa radioattività

Sul terreno oltre valori massimi, chiesta evacuazione bambini

05 luglio, 13:40

(ANSA) - TOKYO, 5 LUG - Nell'area di Fukushima, a 60 chilometri dal sito dell'incidente alla centrale nucleare, si registra sul terreno un livello di radioattivita' fino a quattro volte sopra i limiti. Lo rilevano le associazioni dei residenti, chiedendo l'evacuazione dei bambini. Secondo il gruppo di associazioni, i livelli registrati di radioattivita' nel terreno superano quelli che indussero le autorita' russe all'evacuazione dopo il disastro di Chernobyl nell'86.


Ancora, sull'insabbiamento britannico...

SVELATA LA CENSURA SU FUKUSHIMA


E poi.

Riusciranno "i nostri eroi", attraverso la Bio-ingegneria, a porre rimedio ai danni causati dall'umana follia, con il contributo delle forze della natura?

Microbi per
decontaminare dal cesio
acqua e suolo di
Fukushima Daiichi?

Scoperta (tutta da verificare) da parte di alcuni ricercatori giapponesi. Intanto la Tepco è ancora alle prese con filtri ed acqua radiattiva

I ricercatori giapponesi dell'università giapponese Kokusai Gakuin di Hiroshima avrebbero scoperto che de i microbi potrebbero contribuire a rimuovere cesio dall'acqua e dal suolo, aumentando così le speranze per la problematica decontaminazione dell'area intorno alla centrale nucleare di Fukushima Daiichi.

L'università spiega che un team guidato dal professor Ken Sasaki «Da 10 anni studia il modo per rimuovere i metalli usando microbi chiamati batteri fototrofi. Tale rimozione è possibile perché gli ioni negativi dei microbi attraggono i metalli caricati positivamente».

Il team ha recentemente fatto un esperimento con 2,5 grammi di cesio mescolati nell'acqua e circa 90 grammi di microbi. In 24 ore il cesio è calato ad un dodicesimo della sua densità originale, e il terzo giorno era scomparso. Secondo i ricercatori lo stesso risultato si è avuto con campioni di suolo.

Continua su: greenreport.it


"Ammissioni Governative, Sempre più Confacenti alla Realtà dei Fatti"...

GIAPPONE

Naoto Kan: "Ci vorranno
decenni
per decontaminare
Fukushima"


Il premier nipponico durante una convention del Partito democratico giapponese: "Necessari anni per riprende il controllo della zona, e altri per rimediare alle conseguenze dell'incidente". Le operazioni di ritiro del combustibile al via nel 2021, il 19 luglio verrà presentato il progetto di decontaminazione

Continua su: repubblica.it

E nuove...paurose, scosse di assestamento...

Giappone trema ancora,
temuto tsunami
Forte scossa di magnitudo 7 3 nel nord-est.

Evacuati gli operai dalla centrale nucleare di Fukushima

10 luglio, 12:18

TOKYO - Il Giappone torna a tremare e rivive l'incubo tsunami: un forte terremoto di magnitudo 7.3, sentito dalla capitale Tokyo fino all'isola più a nord di Hokkaido, si é registrato in mattinata nell'oceano Pacifico, a circa 200 km al largo delle coste della prefettura di Miyagi, portando all' allarme maremoto con onde alte fino a 50 cm. Poca cosa, se riferiti allo tsunami fino a 40 metri dell'11 marzo scorso e responsabile delle devastazioni nel nordest del Paese, ma sufficienti a spingere diverse amministrazioni locali a disporre l'evacuazione "immediata dei residenti" per ridurre al minimo i rischi per i residenti. Al momento non ci sono notizie di feriti o danni causati dal sisma delle ore 9.57 locali (le 2.57 in Italia), di intensità misurata in 4 sulla scala giapponese di 7 in 11 comuni delle prefetture di Iwate, Miyagi e Fukushima, le più colpite dalla tragedia di marzo che ha ucciso più di 15.500 persone, con quasi 5.400 persone ancora disperse.

Continua su: ansa.it


A seguire.

FUKUSHIMA, L'INCUBO NUCLEARE CONTINUA/5

Nessun commento: