Post in evidenza

ONU PRONTO A CONTATTI CON EXTRATERRESTRI - Parte LVIII

Prosegue dalla parte LVII . Ed ecco il palesarsi di un'altra prima volta...anzi, "altre prime volte". Eh Sì! Poiché i risco...

domenica 5 giugno 2011

FUKUSHIMA, L'INCUBO NUCLEARE CONTINUA/2

Prosegue da questo post.


Continua l'allarme
radiazioni a Fukushima,
rilevati alti livelli

La centrale è stata gravemente danneggiata dallo tsunami dell'11 marzo. Due operai esposti a forti radiazioni

Roma, 4 giu. (TMNews) - Alti livelli di radiazioni sono stati rilevati nell'impianto nucleare di Fukushima Daiichi, nel nordest del Giappone, gravemente danneggiato dal sisma tsunami dell'11 marzoscorso. Lo ha annunciato l'operatore Tokyo Electric Power (Tepco), citato dall'agenzia Kyodo News. La Tepco ha spiegato che un robot ha conteggiato ieri fino a 4mila millisievert per ora nell'area sudest dell'edificio.

L'operatore ha anche confermato che due operai della centrale nucleare sono stati sottoposti a dosi di radiazioni in quantità molto superiori al limite autorizzato. Nel frattempo, è polemica per la mancanza di trasparenza da parte delle autorità sul disastro nucleare.

La Jiji Press fa notare che la "Nuclear and Industrial Safety Agency" (Nisa) non pubblicò i dati raccolti durante il monitoraggio dell'emergenza, compresi quelli riguardanti le quantità di sostanze radioattive presenti nell'aria e negli abiti rilevate fra il 12 e il 15 marzo nelle località vicine all'impianto. Stando alla tabelle finorainedite e pubblicate ieri, particelle di iodio e cesio erano state rinvenute fino a 7 chilometri dallo stabilimento il 12 marzo, ossia poco prima che la Tepco iniziasse a sfogare vapore nell'impianto causando così un'esplosione di idrogeno nel reattore 1. Spr/Dmo


FRANCIA

Sondaggi...

Nucleare, 62% Francia per graduale uscita

Sondaggio dopo decisione tedesca di uscire entro il 2022

05 giugno, 15:11

(ANSA) - PARIGI, 5 GIU - Più del 62% dei francesi è favorevole ad un progressivo abbandono in "25-30 anni" del programma nucleare e la chiusura delle centrali. E' quanto emerge da un sondaggio pubblicato oggi dal Journal du dimanche. Stando al rilevamento, realizzato dopo la decisione presa dalla Germania di abbandonare il suo programma per l'energia nucleare entro il 2022, il 15% dei francesi è per un rapido abbandono del nucleare in Francia mentre il 22%, al contrario, si dice favorevole anche a nuove centrali.


GIAPPONE

La Realtà...

Nucleare, AIPRI rivede le
stime di Fukushima:
"L'apocalisse è servita"

Da Fukushima continuano ad arrivare, nel silenzio, notizie e rivelazioni catastrofiche.
La capacità di stoccaggio delle piscine era "sottostimata": l'AIPRI rivela che, invece di esserci "solamente" 2800 tonnellate di combustibile "esaurito", ce ne sarebbero state 9500t. Un disastro.

Nel mondo ci sono pochissimi dati "indipendenti" su Fukushima. A dire la verità scarseggiano anche quelli "ufficiali", ma ciò che manca davvero, quando questi escono, è la loro interpretazione scientifica, dato che servono competenze fuori dal comune per interpretarli. A questo bisogna aggiungere che spesso chi ha le competenze per fare questi "calcoli" è così profondamente legato alla sua "appartenenza" da non essere disposto a condividere con la popolazione la sua "scienza".

Una delle poche associazioni nel mondo, se non unica per le sue specificità, fondata da uno dei maggiori esperti nucleari "militari", il compianto Maurice Eugène André, è senz'altro l'AIPRI (Association Internationale pour la Protection contre les Rayons Ionisants, capitanata da Paolo Scampa) che con molta pazienza e lavoro indefesso cerca di traslare cifre e numeri per renderli comprensibili sia agli scienziati atomici (che spesso non sono esperi di "radioprotezione") sia ai cittadini che hanno difficoltà a capire la differenza tra Bequerel, Sievert e Curie.

Per capire che cosa significhi Fukushima ad esempio, l'AIPRI l'aveva già espresso con una semplice equivalenza: "Fukushima = 2000 bombe atomiche" e spiegava già sabato 16 aprile scorso (http://is.gd/FKbDrS), con i pochissimi dati che si conoscevano, che "Fukushima, ossia le circa 200 tonnellate di combustibile presenti nelle 4 centrali e le 2800 tonnellate di scorie delle malmenatissime piscine sovrastanti i reattori, rappresenta un micidiale ed apocalittico potenziale contaminante per avvelenamento interno dell'intera umanità equivalente a quello di 2000 bombe atomiche di fissione (di 500 kt ciascuna...)".

Continua su: mainfatti.it

Articolo di cui cito, anche la conclusione...

Il fatto che Fukushima sia una vera e propria "apocalisse nucleare", sia in senso greco (quindi di "rivelazione"), sia in senso comune (quindi di catastrofe di proporzioni "bibliche"), non è stato solamente confermato "illo tempore" dal commissario europeo per l'energia Gunther Oettinger che definì la catastrofe atomica giapponese in questa maniera ("Nucleare Giappone: Fukushima? E' Apocalisse nucleare, dice l'Europa" http://is.gd/UAO1o7) ma anche dagli scienziati nucleari che chiedono alla AIEA (Agenzia Internazionale per l'Energia Atomica) di "aggiornare" la scala INES (scala internazionale degli eventi nucleari e radiologici - International Nuclear and radiological Event Scale) al "Livello 8".
Per ora c'è solamente il "Livello 7" (con Chernobyl e Fukushima a parimerito) che descrive il caso di "incidente catastrofico".

Manca quindi quello "apocalittico", il "Livello 8", dedicato esclusivamente al sito giapponese di Fukushima.

Maurizio Maria Corona

APPUNTO!!!


Giappone: Tracce
plutonio fuori Fukushima

E' il risultato di una ricerca della universita' di Kanazawa

06 giugno, 10:23

(ANSA) - TOKYO, 6 GIU - Una piccola quantita' di plutonio e' stata rilevata fuori dall'impianto di Fukushima: per gli esperti e' la prima volta in assoluto da quando e' scoppiata la crisi nucleare.
E' il risultato delle ricerche fatte da Masayoshi Yamamoto, (universita' di Kanazawa). Il livello del plutonio trovato nei campioni di terreno prelevati nella citta' di Okuma, a circa 1,7 km dal cancello principale della centrale, e' inferiore al livello medio di plutonio osservato dopo i test delle bombe nucleari.

Future riduzioni della popolazione...

SALUTE: STUDIO, RADIAZIONI NUCLEARI FANNO NASCERE PIU' BAMBINI MASCHI

(ASCA) - Roma, 6 giu - Le particelle radioattive liberate da incidenti e test nucleari influenzano il sesso dei bambini, limitando la nascita delle femminucce. Lo dimostra uno studio dell'Helmholtz Zentrum di Monaco (Germania), pubblicato sulla rivista Environmental Science and Pollution Research International. Analizzando le nascite registrate tra il 1975 e il 2007 in 39 Paesi europei e negli Stati Uniti, i ricercatori hanno dimostrato che dopo le sperimentazioni nucleari degli anni '60 e '70 il numero di neonati maschi e' stato significativamente superiore rispetto a quello delle femminucce. Anche l'incidente di Chernobyl (Ucraina) del 1986 ha avuto le stesse conseguenze. Da mettere sotto osservazione, spiegano i ricercatori, gli effetti che sortiranno sul sesso dei nascituri le radiazioni liberate dal recente disastro di Fukushima, in Giappone. noe/mau/rob

Indirizzando le nascite, tramite le radiaziazioni?

GIAPPONE: NISA, RADDOPPIATE LE RADIAZIONI EMESSE DA FUKUSHIMA

(ASCA-AFP) - Tokio, 7 giu - Sono piu' che raddoppiate le radiazioni emesse dall'impianto nucleare di Fukushima nella settimana successiva al terremoto/tsumami dell'11 marzo.

Secondo i dati diffusi dalla l'agenzia per la Sicurezza nucleare e Industriale del Paese (Nisa), si stima oggi che la radioattivita' dispersa dalla centrale abbia toccato i 770mila terabequerel. Ad aprile, invece, era stata fatta una stima di 370mila terabequerel per lo stesso periodo. red/cam/lv

"Chissà perché, a questa notizia, non provo alcuna meraviglia."

Robot esplora centrale Fukushima

Obiettivo, raccolta dati in aree con elevata radioattivita'

08 giugno, 12:13

(ANSA) - TOKYO, 8 GIU - I robot giapponesi si preparano a intervenire nelle opere di messa in sicurezza della centrale nucleare di Fukushima. Un automa cingolato, progettato per operare in situazioni estreme, alto 66 cm e largo 48, opererà nei prossimi giorni con mansioni di raccolta dati.
Il robot, dotato di videocamera, avra' il compito di esplorare le aree interne dove la forte contaminazione non consente la presenza stabile dei tecnici, e prelevare campioni di acqua fuoriuscita dai reattori danneggiati.


A Fukushima siamo ben
oltre la fusione del
nocciolo

Fonti ufficiali giapponesi ritengono probabile che il combustibile nucleare in tre reattori (1, 2 e 3) dell’impianto atomico di Fukushima si sia fuso e fuoriuscito, attraverso il contenitore a pressione, anche all’esterno del contenitore principale. La situazione peggiore che si può verificare in un incidente nucleare.

Continua su: qualenergia.it


FUKUSHIMA: STRONZIO-90
ANCHE FUORI DALL'AREA DI
ESCLUSIONE DELLA CENTRALE NUCLEARE
A Fukushima mancano medici esperti in radiazioni

La ricerca condotta da fine marzo a metà maggio dal ministero della scienza giapponese in ha rilevato la presenza di sostanze radioattive in 11 siti in 10 municipalità e lo stronzio-90 sarebbe presente in tutti gli 11 punti. Lo stronzio-90 è prodotto dalla fissione dell'uranio nelle barre di combustibile dei reattori.
A Namie Town sono stati registrati 250 becquerel per chilogrammo di suolo, mentre nel villaggio di Iitate il livello di stronzio-90 raggiunge i 120 becquerel/kg, negli altri siti i dati sono tra i 2 e i 18 becquerel.

Lo stronzio ha un'emivita relativamente lunga, 29 anni, e come dicono oggi gli stessi media giapponesi, «La sostanza radioattiva se inalata presenta un rischio di accumulo nelle ossa, perché le sue proprietà sono simili a quelle di calcio. Se questo accade, potrebbe causare il cancro».

Secondo il ministero, dalla ricerca emerge che «Lo stronzio è stato rilevato anche nella città di Fukushima a circa 60 chilometri dall'impianto, suggerendo una contaminazione diffusa». A causa dei venti prevalenti, dosi superiori di stronzio e di altre sostanze radioattive sarebbero state diffuse a nord-ovest dalla centrale nucleare di Fukushima.

Continua su: greenreport.it

Sempre più, verso la reale situazione dei fatti di Fukushima...e oltre.


Ed intanto, fra chi cerca di porre rimedio al disastro, a rischio della propria vita...

Giappone: Fukushima, tecnico in coma

Trovato nel dormitorio presso l'impianto, ricoverato d'urgenza

10 giugno, 09:07

(ANSA) - TOKYO, 10 GIU - Un tecnico in servizio presso la centrale di Fukushima è stato ricoverato d'urgenza in mattinata all'ospedale del Iwaki, dopo essere stato trovato nel dormitorio presso l'impianto in stato di coma per cause non ancora chiarite. L'uomo, di poco più di 40 anni, aveva accusato un malore ieri sera dopo aver passato la giornata a spruzzare sostanze sintetiche usate per imbrigliare le particelle radioattive rilasciate dalla struttura colpita dal sisma/tsunami e prevenirne la diffusione nell'ambiente.


Giappone: spunta il te' radioattivo

Scoperto in coltivazioni a 365km da centrale Fukushima

10 giugno, 13:59

(ANSA) - TOKYO, 10 GIU - Cesio radioattivo oltre i limiti di legge è stato trovato nel té coltivato in un distretto della città giapponese di Shizuoka, a sud-ovest di Tokyo, in una zona che dista in linea d'aria 365 km dalla disastrata centrale nucleare di Fukushima. Secondo le informazioni riferite dall'amministrazione locale, la sostanza tossica è stata rilevata nelle foglie di té già lavorate, in una concentrazione di 679 becquerel/kg che supera i limiti di legge fissati in 500 becquerel/kg.

Eh Si! Sempre più, verso...l'inevitabile, Verità dei Fatti.

Là, dove le menzogne, e talune volte, anche le speranze...vanno a morire.

La..."Fine del Gioco".


A seguire.

FUKUSHIMA, L'INCUBO NUCLEARE CONTINUA/3

Nessun commento: