Post in evidenza

ONU PRONTO A CONTATTI CON EXTRATERRESTRI - Parte LVIII

Prosegue dalla parte LVII . Ed ecco il palesarsi di un'altra prima volta...anzi, "altre prime volte". Eh Sì! Poiché i risco...

mercoledì 12 gennaio 2011

PANDORA'S TIMES parte LXXXVI

Prosegue dalla parte LXXXV.


AMBIENTE

2010, il più caldo in 150 anni dalla Nasa allarme per il clima

Registrato il nuovo record per la temperatura terrestre, che ormai si innalza di un quinto di grado ogni decennio. Gli scienziati: "Se non si riduce l'anidride carbonica il pianeta si surriscalderà ancora"

Continua su: repubblica.it


Nuovo Ordine Mondiale.

L'INCHIESTA

Paranoie d'America

Quei miti che eccitano la destra

Per decenni le teorie del complotto sono state una prerogativa della sinistra. Ora le parti si sono ribaltate. E dall'elezione di Obana, i "piani segreti del governo" contro le libertà individuali ossessionano la galassia dei gruppi più conservatori. Per difendersi da quella che considerano "una guerra" sono pronti a imbracciare le armi. Come a Tucson

dal nostro inviato FEDERICO RAMPINI

TUCSON - "Nei giorni subito dopo la strage di sabato - annuncia l'Fbi - le vendite di armi in tutta l'Arizona sono aumentate del 60%. E la gente fa incetta dei caricatori ultrapotenti da 33 pallottole come quello usato da Jared Loughner: per quel tipo di munizioni l'aumento di vendite è arrivato al 300%". Gli affari vanno bene per Greg Wolff, proprietario a Tucson di due armerie Glockmeister (la marca della pistola usata dal killer sabato scorso), eppure lui stesso ammette che si sta esagerando: "La gente si comporta come se il governo stesse per invadere le loro case e sequestrargli le armi, questa è paranoia".
Benvenuti in America, "Land of the Paranoid", come la battezza Harold Meyerson sul Washington Post. A una nazione sull'orlo di una crisi di nervi, Barack Obama ha dato una lezione di civiltà.

Continua su: repubblica.it


MEDIO ORIENTE

"Ad un passo dal caos"...

LIBANO

Ministri Hezbollah abbandonano Hariri

Governo in crisi, Obama:
"Segno di paura"

Mentre il premier libanese è in visita negli Usa, dieci ministri del movimento sciita lasciano i loro dicasteri. Decisive per la crisi le dimissioni dell'undicesimo, il "neutrale" Adnan Hussein. La rottura dopo l'inchiesta Onu sull'attentato che costò la vita al padre del premier, Rafiq Hariri.

Continua su: repubblica.it

Beirut, Tribunale ONU: fallita la mediazione siriano-saudita

Mercoledì 12 Gennaio 2011 11:17

Michel Aoun, leader cristiano maronita libanese, ha rivelato che la mediazione siriano-saudita per evitare complicazioni a livello libanese a causa dell'azione del Tribunale speciale per il Libano, strumento politico usato dagli Usa per destabilizzare Beirut, si è conclusa senza risultati, e il fallimento è dovuto alla parte libanese.

Aoun, senza scendere in particolari, ha affermato che l'opposizione, di cui egli fa parte con Hezbollah e altre forze politiche, ha inviato una propria delegazione per consultazioni con il presidente della Repubblica Michel Suleiman.

Link: focusmo.it

E dalla medesima fonte, l'aggiornamento...

Assad, telefonata a Suleiman per affrontare crisi politica in Libano.

IRAN

Nucleare: Iran, a Istanbul ultima chance

Soltanieh, Parlamento non consentira' di negoziare oltre

12 gennaio, 18:49

(ANSA) - TEHERAN, 12 GEN - Il prossimo round negoziale a Istanbul sul nucleare iraniano potrebbe essere "l'ultima chance" per i Paesi occidentali: lo ha detto il rappresentante iraniano presso l'agenzia atomica internazionale (Aiea), Soltanieh. 'Con le barre di combustibile prodotte in Iran, probabilmente il Parlamento non consentira' al governo di negoziare o inviare l'uranio al di fuori del Paese, e gli incontri di Istanbul potrebbero essere l'ultima chance per l'Occidente di tornare a dialogare', ha spiegato.


ALGERIA

"Oscure e minacciose ombre, si addensano all'orizzonte"...

Algeria, al Qaida incita manifestazioni

Se volete il cambiamento, dovete adottare la shaaria

12 gennaio, 20:45

(ANSA) - ALGERI, 12 GEN - Il leader di Al Qaida per il Maghreb islamico, Abdelmalek Droukdal, alias Abu Musaab Abdelwadoud, in un messaggio audio diffuso sul web, incita i manifestanti e promette ''vendetta contro il regime per le sofferenza del popolo algerino''. ''La vosta lotta e' la stessa di quelli che stanno sulle montagne'', si sente nel messaggio, ma ''se volete il cambiamento dovete adottare la shaaria''.

TUNISIA: TRUPPE PATTUGLIANO CAPITALE DOPO COPRIFUOCO, NUOVE TENSIONI

(ASCA-AFP) - Tunisi, 13 gen - Truppe dell'esercito tunisino hanno pattugliato stamane le strade della capitale Tunisi dopo la prima notte di coprifuoco.
Anche se il governo sta tentando di riportare la calma dopo le proteste esplose per il carovita, nuovi scontri si sono registrati ieri nella citta' di Douz, a 550 chilometri dalla capitale dove alcuni testimoni hanno detto di aver assistito ad uno scontro tra polizia e manifestanti durante il quale hanno perso la vita due persone.

Scontri e tensione alta anche a Thala e Sfax. Gli attivisti per i diritti umani parlano di oltre 50 persone uccise nelle manifestazioni divampate da alcune settimane a causa del rincaro dei prezzi alimentari.

Il governo, tuttavia, parla di 21 vittime. L'Alto Commissario per i diritti umani, Navi Pillay, ha espresso preoccupazione per ''l'alto numero di persone uccise''. ghi/sam/lv

"Nel nome della mia Gloria".

Tunisia: corteo a Tunisi, abbiamo vinto

Presidente:basta spari su manifestanti,liberta' su web e stampa

14 gennaio, 00:04

(ANSA) - TUNISI, 13 GEN - Nuova manifestazione stasera a Tunisi, malgrado il coprifuoco subito dopo il discorso del presidente che ha ordinato alla polizia di non sparare sui manifestanti e la riduzione del prezzo del pane. Ben Ali' ha anche promesso liberta' di stampa e la fine del blocco sui siti Internet. Con urla di trionfo migliaia di persone si sono raccolte in Avenue Bourghiba.
'Abbiamo avuto quello che volevamo', ha detto un ragazzo. Intanto la Farnesina sconsiglia i viaggi non necessari.

Da Al Qaida Maghreb appello a mobilitazione

Lo rende noto il servizio americano di monitoraggio dei siti islamisti, Site

14 gennaio, 14:22
Link: ansa.it

WASHINGTON - Al Qaida nel Maghreb islamico, (Aqmi) ha invitato i manifestanti in Tunisia e anche in Algeria a moltiplicare le loro iniziative per rovesciare il potere costituito e instaurare la legge islamica della Shaaria. Lo rende noto il servizio americano di monitoraggio dei siti islamisti, Site.

In un video lungo 13 minuti, il leader di Aqmi, Abu, Moussab Abdul Wadoud, suggerisce inoltre ai manifestanti tunisini, che protestano contro il governo da piu' di un mese, ''di inviare i loro figli'' da loro ''perche' ricevano un adeguato addestramento militare''.

Abu Wadoud ha quindi chiesto a tutti i tunisini di sollevarsi in tutto il Paese contro ''il regime corrotto, criminale e tirannico'' di Tunisi, e affermare la legge coranica della shaaria.

TUNISIA: 13 MORTI NEGLI SCONTRI DELLA NOTTE A TUNISI

(ASCA-AFP) - Tunisi, 14 gen - E' di 13 morti il bilancio degli scontri esplosi alle porte della capitale tunisina ieri notte. A renderlo noto fonti ospedaliere.

Le violenze sono esplose dopo il discorso del presidente Zine El Abidine Ben Ali durante il quale ha ordinato alla polizia di smettere di sparare contro i manifestanti.

''I corpi privi di vita di tre persone sono stati portati agli ospedali di Kram, nei pressi di Tunisi, e altri 10 sono stati trasportati all'ospedale Charles Nicole'', ha riferito una fonte all'Afp. ghi/mcc/ss

TUNISIA: BEN ALI, DESTITUITO GOVERNO, ELEZIONI ANTICIPATE

14 gennaio, 16:15

(ANSA-AFP) - TUNISI, 14 GEN - Il presidente tunisino Ben Ali ha annunciato che il governo è stato destituito, e che verranno indette elezioni anticipate. (ANSA).

Tunisia: chiuso lo spazio aereo

Coprifuoco dalle 17 alle 7. No assembramenti di piu' 3 persone

14 gennaio, 17:51

(ANSA) - TUNISI, 14 GEN - L'esercito tunisino presidia l'aeroporto di Tunisi, lo spazio aereo e' stato chiuso. Lo riferiscono fonti dell'autorita' aeroportuale locale. Lo stato d'emergenza appena decretato in tutto il Paese prevede il coprifuoco dalle 17 alle 7 del mattino e il divieto di assembramenti di piu' di tre persone, ha intanto reso noto la tv di stato, aggiungendo che 'verranno usate le armi' se gli ordini delle forze di sicurezza non saranno ascoltati.


Economia.

CINA: NUOVA STRETTA SU LIQUIDITA' BANCHE. RISERVA OBBLIGATORIA SALE A 19%

(ASCA) - Roma, 14 gen - La banca centrale cinese ha varato una nuova stretta sulla liquidita' delle banche commerciali.

A decorrere dal prossimo 20 gennaio, il coefficiente di riserva obbligatoria sale di 50 punti base al 19% della raccolta. Si tratta del settimo aumento consecutivo a partire dal 2010. Lo scopo e' congelare una parte della liquidita' per sterilizzare gli effetti moltiplicativi sull'offerta di moneta. Lo comunica la banca centrale sul proprio sito web. red-men/sam/alf

LE BANCHE CENTRALI STANNO COMPRANDO ORO, SCARICANDO IL DOLLARO AMERICANO

GRECIA: FITCH TAGLIA RATING A BB+

(ASCA-AFP) - Atene, 14 gen - Fitch ha tagliato il rating della Grecia di un grado, portandolo a BB +. luq/mcc/rob


A seguire la parte LXXXVII.

Nessun commento: