Post in evidenza

PANDORA'S TIMES parte CCXLVI

Prosegue dalla parte CCXLV . "Noi siamo Uno... TUTTO è UNO". Siamo polvere di stelle, ma di altre galassie: gli astrofisic...

venerdì 1 aprile 2011

PANDORA'S TIMES parte CXVIII

Prosegue dalla parte CXVII.


UNIVERSITA'

Concorsopoli, l'ombra dell'Opus dei
"Rete ramificata in tutta Italia"

La Finanza: circoli chiusi per decidere l'assegnazione delle cattedre universitarie. Un sistema collaudato che aveva come referenti noti professori. Nuovi particolari dall'inchiesta che vede indagati gli ex vertici della Giustino Fortunato, punto di partenza dell'indagine

di MARA CHIARELLI

C'era una rete che gestiva i concorsi universitari in tutta Italia, quelli finiti al centro del nuovo scandalo giudiziario. Numerose telefonate intercettate dalla finanza parlano di accordi presi da noti docenti, che perfezionavano i loro disegni in occasione di incontri in "circoli chiusi" e nell'ambito di congressi nazionali. E per la prima volta negli atti della guardia di finanza si parla del ruolo dell'Opus dei, i cui membri tenevano i fili della rete nella quale avvenivano gli scambi reciproci.

Continua su: bari.repubblica.it

"Tutti santi e tutti pii"...però a me, torna sempre in mente, quel detto...

"A pensar mal 'si farà peccato', ma raramente si sbaglia".


Nuovo Ordine Mondiale.

USA

Threats Claim Nuclear Bombs Hidden All Over U.S.
MINACCIOSE RIVENDICAZIONI DI BOMBE NUCLEARI NASCOSTE SU TUTTO IL TERRITORIO STATUNITENSE
( in inglese - chicago.cbslocal.com )

Dall'Afghanistan al
deserto libico
l'ultima guerra segreta
della Cia

Agenti speciali sul terreno per indirizzare i bombardieri. A piccoli gruppi si infiltrano tra le linee per carpire informazioni. Dove ci sono "armi intelligenti" di norma ci sono loro a guidarle sugli obiettivi

Continua su: repubblica.it


MEDIO ORIENTE

Iran all'Arabia Saudita: subito ritiro truppe da Bahrein

Venerdì 01 Aprile 2011 13:45

Le autorità iraniane sollecitano Riad a ritirare le proprie truppe dal Bahrain. Si levano infatti voci critiche a Teheran a proposito dell'intervento armato in Bahrein da parte delle truppe saudite, chiamate dalla famiglia reale degli al-Khalifa per sedare la rivolta dell'opposizione sciita.

La notizia è riferita dall'agenzia di informazione Irna, che cita un comunicato della commissione parlamentare iraniana per la Sicurezza Nazionale e la Politica Estera. "L'Arabia Saudita e gli Emirati che hanno dispiegato le loro truppe in Bahrein - si legge nella nota - hanno complicato la questione, rendendola simile all'occupazione del Kuwait da
parte dell'ex rais iracheno, Saddam Hussein".
L'Arabia Saudita deve contribuire a mantenere la pace e la sicurezza nella regione, senza imitare l'esempio degli Stati Uniti, questo il messaggio di Teheran alle autorità di Riad. Le truppe saudite sono entrate nel Bahrein il 13 marzo scorso.

Link articolo: focusmo.it

La risposta...

Bahrain: A.Saudita avverte Iran, non interferisca su proteste

02 aprile, ore 16:18

(Aki) - "L'Iran non ficchi il naso negli affari interni dei paesi del Golfo". E' quanto afferma un alto dirigente saudita citato dal quotidiano Asharq al-Awsat.
L'Arabia saudita ha condannato "le irresponsabili dichiarazioni" di Teheran che ieri nel corso di una riunione parlamentare ha detto che Riad "sta giocando con il fuoco". Il riferimento è all'invio di militari nel vicino Bahrain per fare fronte alle proteste della maggioranza sciita contro la monarchia sunnita.
L'Iran "non ha il diritto di violare la sovranità del Bahrain" afferma il dirigente di Riad, sottolineando il diritto di Manama di chiedere l'intervento delle forze di paesi del Consiglio di Cooperazione del Golfo per tenere la situazione sotto controllo.

ISRAELE

In attesa della "Freedom Flotilla 2"...

Israele: Netanyahu chiede a ONU di fermare nuova flottiglia

Venerdì 01 Aprile 2011 19:08

Il Primo Ministro israeliano Netanyahu si è appellato al segretario generale dell’ ONU Ban Ki-moon affinchè venga fermato l'arrivo di una flotta di navi a Gaza prevista per maggio.

La flottiglia è stata organizzata “da islamisti radicali, con lo scopo di provocare e causare violenza.
Israele deve agire con forza contro questa flottiglia” ha affermato Netanyahu. Netanyahu ribadisce che oggi, attraverso i confini di terra, Gaza è aperta a tutti i tipi di merci e che visti i precedenti tentativi di introdurre armi di contrabbando a Gaza via mare, Israele deve agire con determinazione contro tale arrivo. I movimenti pro-Palestinesi in Europa, compreso il movimento Gaza libero, hanno pianificato dunque l’invio di un'altra flottiglia riferendo che includerà 15 navi provenienti da una serie di paesi differenti e migliaia di partecipanti.

Link articolo: focusmo.it

Rischiano di diventare sempre più interessanti, questi, anche nostri...tempi.

SIRIA

Siria: gruppi sparano su cittadini, morti

Agenzia Sana: accade in un sobborgo Damasco e ad Homs

01 aprile, 20:57

(ANSA) - DAMASCO, 1 APR - ''Gruppi'' armati hanno sparato contro cittadini e forze dell'ordine a Duma, sobborgo di Damasco, e nella citta' di Homs, causando diversi morti e feriti. Lo riferisce l'agenzia siriana Sana citando una fonte ufficiale, secondo la quale dopo mezzogiorno 'un gruppo armato ha aperto il fuoco su centinaia di cittadini che si erano riuniti e sulle forze di sicurezza'.
Intanto il Dipartimento di Stato ha reso noto che due americani detenuti in Siria sono stati rilasciati.

GAZA

Tre palestinesi uccisi da raid Israele

A Gaza, fra uccisi un comandante militare di Hamas

02 aprile, 10:07

(ANSA) - GAZA, 2 APR - Uccisi tre miliziani palestinesi del braccio armato di Hamas in un raid aereo a Khan Yunis, nella Striscia di Gaza.
Secondo un portavoce militare israeliano, i tre facevano parte di 'una cellula terroristica', che stava pianificando un'imminente incursione a Israele o nel Sinai egiziano, per 'rapire cittadini israeliani. Tra loro c'era anche un comandante delle Brigate Ezzedin al-Qassam di Hamas. Hamas ha definito l'episodio 'molto grave' e ha avvertito che Israele 'ne subira' le conseguenze'.

Israel and Hamas near a Spring war
HAMAS E ISRAELE VICINI AD UNA GUERRA IN PRIMAVERA
( in inglese - debka.com ).

Dall'articolo, pongo in evidenza...

The Hamas Brigades warned Israel its "dangerous escalation" would have "consequences."
DEBKAfile's military and intelligence sources predict that the war confrontation which Saturday brought closer to realization will be unlike any previous Israel-Palestinian showdowns in the sense that it will be less the product of the old Middle East order and fall more under the influence of the radical elements rising out of the current Arab unrest, especially in Cairo, amid the decline of Western influence.

Le brigate di Hamas hanno avvertito Israele che la sue "pericolose intensificazioni"( di azioni militari, ndr ) avranno "conseguenze".
Le fonti militari e dei servizi di DEBKAfile predicono che il confronto di guerra che sabato si è avvicinato a relealizzarsi non sarà simile ad ogni precedente resa dei conti israelo-palestinese nel senso che essa sarà senza il prodotto dell'ordine del vecchio Medio Oriente e cadrà maggiormente sotto l'influenza degli elementi radicali fuoriusciti dall'attuale sommossa Araba, in particolare al Cairo, durante il declino dell'influenza occidentale.

Eh Si! Riassumendo in due parole...

Siete Pronti?


AFGHANISTAN

AFGHANISTAN: ATTACCO A SEDE ONU, 10 MORTI (1 UPDATE)

(ASCA-AFP) - Kabul, 1 apr - Dieci persone che lavoravano per le Nazioni Unite sono morte in un attacco contro il quartier generale dell'Onu a Mazar-i-Sharif, in Afghanistan, da parte di dimostranti che manifestavano contro il gesto provocatorio di un pastore Usa, che ha bruciato il Corano. Come ha riferito il portavoce della polizia afgana, Lal Mohammad Ahmadzai, le vittime erano tutte di nazionalita' straniera.

L'Afghanistan aveva gia' condannato il gesto del predicatore evangelico Wayne Sapp in una chiesa della Florida, dove dieci giorni fa ha dato alle fiamme una copia del testo sacro della religione musulmana con la supervisione di un altro pastore, Terry Jones, che l'anno scorso aveva annunciato la stessa intenzione, salvo poi ripensarci dopo le enormi pressioni internazionali, compresa quella del presidente Usa, Barack Obama.

L'attacco alla sede Onu e' avvenuto al termine di una marcia di protesta guidata dai leader religiosi a Kabul. I manifestanti, al termine delle preghiere del pomeriggio, hanno anche bruciato una bandiera americana. red-uda/sam/rob

Afghanistan, attacco Onu: forse 20 morti

Vittime addetti Nazioni Unite sono rumeni, norvegesi e svedesi

01 aprile, 19:57

(ANSA) -WASHINGTON, 1 APR - Potrebbero essere fino a 20 i morti nell'attacco alla sede delle Nazioni Unite di Mazar-i-Sharif, nel nord dell'Afghanistan: lo dicono funzionari dell'Onu.
Ferma condanna dalla Casa Bianca e dalla Nato, mentre l'alto rappresentante della politica estera dell'Ue, Catherine Ashton, si dichiara ''scioccata''. E si apprende che gli addetti stranieri uccisi nell'attacco sono di nazionalita' rumena, norvegese e svedese. Nell'assalto condotto da manifestanti anche dei talebani.

AFGHANISTAN: PROTESTE CONTRO ROGO CORANO, 5 MORTI

(ASCA-AFP) - Kandahar, 2 apr - Ancora violenze in Afghanistan. Cinque persone sono morte nel corso delle proteste a Kandahar contro il gesto provocatorio di un pastore Usa che aveva bruciato il Corano.

Ieri almeno dodici persone, fra cui 7 impiegati delle Nazioni Unite, sono morte in un attacco contro il quartier generale dell'Onu a Mazar-i-Sharif, da parte di dimostranti che manifestavano contro il rogo del Corano.

Le proteste a Kandahar hanno preso il via nel centro della citta' e si sono diffuse in altri quartieri. La polizia si e' scontrata con la folla che stava marciando in direzione degli uffici dell'Onu e dell'amministrazione provinciale.

Almeno 5 persone sono morte e altre 45 sono rimaste ferite, ha raccontato una fonte ufficiale del ministero della Salute all'Afp.

Alcuni testimoni hanno sentito i manifestanti gridare ''morte all'America'' e ''morte a Karzai''. In alcune zone della citta' sono state viste macchine e pneumatici dati alle fiamme. ghi/cam/ss

AFGHANISTAN: 10 MORTI IN PROTESTE CONTRO ROGO CORANO

(ASCA-AFP) - Kandahar, 2 apr - E' salito a 10 il numero delle persone uccise nel corso delle ultime proteste esplose a Kandahar, Afghanistan, contro il rogo di una copia del Corano da parte di un pastore americano.

Ieri almeno dodici persone, fra cui 7 impiegati delle Nazioni Unite, sono morte in un attacco contro il quartier generale dell'Onu a Mazar-i-Sharif, da parte di dimostranti che manifestavano contro il rogo del Corano. ghi/cam/ss


LIBIA

Libia: evacuata ambasciata giordana a Tripoli

Venerdì 01 Aprile 2011 13:23

I diplomatici e il personale dell'ambasciata giordana a Tripoli sono stati evacuati in vista del peggioramento della situazione militare in Libia.
Lo ha annunciato un portavoce del ministero degli Esteri giordano spiegando che, "la decisione e' stata presa a causa degli attuali sviluppi della stuazione in Libia, che potrebbero mettere a rischio la loro sicurezza". Il funzionario ha inoltre affermato che la decisione "non ha connotati politici".

Link articolo: focusmo.it

Bbc: "Vittime civili dopo
un raid Nato"
"Inviato di Saif Gheddafi
a Londra"

Sarebbero sette i morti tra la popolazione dopo un'azione della coalizione. Ancora in stallo la situazione sul terreno, con gli insorti che difendono il terminal petrolifero ma non consentono ai reporter di lasciare Ajdabiya. Voci di negoziati segreti dopo le defezioni, secondo la stampa inglese altri 10 alti funzionari pronti a tradire il rais

Continua su: repubblica.it.

"Dieci ribelli uccisi
in un raid della
coalizione"

Il regime di tripoli ha respinto la proposta di cessate il fuoco avanzata ieri dal consiglio nazionale di transizione, bollandola come un "trucco". Nel Paese arrivano gli operatori umanitari

Continua su: repubblica.it


A seguire la parte CXIX.

Nessun commento: