Post in evidenza

ONU PRONTO A CONTATTI CON EXTRATERRESTRI - Parte LVII

Prosegue dalla parte LVI . "Oh! Com'è dolce lo studiar, di potenzialmente abitabili pianeti...in particolari allineamenti"....

sabato 9 aprile 2011

DEVASTANTE TERREMOTO IN GIAPPONE. INCUBO NUCLEARE. RADIOATTIVITÀ. LA CONTAMINAZIONE SI ESTENDE/3

Prosegue da questo post.


L'incubo continua.

Fra, estensioni di bandi all'importazione dei Paesi limitrofi e non solo, strane luci, rilasci di acque contaminate, tentativi di contenimento, "censimenti" di orfani, più che caute visite presidenziali ed improbabili risolutive offerte di aiuto, iraniane...

Cina estende bando import prodotti Tokyo

Bloccata importazione di prodotti agricoli da 12 aree nipponiche

09 aprile, 08:16

(ANSA) - PECHINO, 9 APR - La Cina estende l'area in Giappone da dove vietare l'importazione di prodotti. Lo annuncia l'agenzia Nuova Cina.
Pechino ha bloccato l'importazione di prodotti agricoli da 12 aree giapponesi. Nel divieto rientrano anche cibo e mangime per gli animali.
Gia' lo scorso 25 marzo la Cina aveva vietato l'importazione di prodotti alimentari, in particolare frutta, legumi e pesce provenienti dalle prefetture giapponesi piu' vicine alla zona della centrale di Fukushima.

Misteriosa luce filmata
in Giappone

Una sfera luminosa è stata
ripresa durante l'ultimo terremoto in Giappone.
Nessuno riesce, al momento, a darne una spiegazione scientifica

Una misteriosa luce è stata filmata durante un nuovo terremoto che ha colpito il Giappone. Il sisma, d’intensità 7.4, ha fatto temere in un nuovo tsunami. Ha provocato la morte di 3 uomini e 140 feriti.

Il nostro pensiero non può, però, non andare a quel terribile 11 marzo. Ancora ora, i danni provocati non sono tuttora quantificabili. Ad oggi si contano tra morti e dispersi più di 27.000 persone.

La preoccupazione maggiore resta comunque una crisi nucleare. Ma il recente terremoto non ha determinato un aggravamento della situazione già precaria. Sono state però rilevate delle perdite d’acqua nella centrale nucleare di Onagawa. Acqua, ovviamente, radioattiva. Ma il problema di una possibile diffusione di radiazioni resta comunque legato all’impianto di Fukushima.

Durante l’ultimo terremoto è stata ripresa una inspiegabile sfera luminosa. Sia gli esperti che semplici curiosi si interrogano per venirne a capo.

Link articolo: universy.it

Giappone: domani fine di scarico acqua

E' poco radioattiva, Nel Pacifico 11.500 tonellate

09 aprile, 12:01

(ANSA) - TOKYO, 9 APR - Lo scarico volontario nel Pacifico di 11.500 tonnellate di acqua a bassa radioattivita' dalla centrale nucleare di Fukushima sara' completato domani. Lo ha reso noto il gestore dell'impianto Tepco, annunciando anche l'avvio dei lavori della recinzione d'acciaio per evitare che altro liquido contaminato possa finire nell'oceano dal pozzo di sfogo del reattore n.2, dove e' stato rilevato un rialzo dell'acqua di circa 10 cm oggetto d'esame. La compagnia fissera' dei teli di contenimento in mare.

GIAPPONE: 82 BIMBI ORFANI DOPO SISMA. IRAN, POSSIAMO RISOLVERE FUKUSHIMA

(ASCA-AFP) - Tokyo, 9 apr - Almeno 82 bambini rimasti orfani dopo il terremoto che ha travolto il Giappone e, mentre resta alta l'allerta per la centrale nucleare di Fukushima, l'Iran annuncia che potrebbe risolvere l'emergenza.
Questa la situazione in Giappone a quasi un mese dal sisma che ha messo in ginocchio il paese.
Secondo un rapporto ufficiale del governo giapponese, sono almeno 82 i bambini rimasti orfani, ma il numero sembra destinato a salire.

Dal dramma del terremoto a quello nucleare e oggi e' prevista la visita del ministro dell'Industria giapponese ai lavoratori che lottano per raffreddare il reattore. La crisi e' lungi dall'essere conclusa e Banri Kaieda indossera' indumenti di protezione completa per il suo breve viaggio alla pianta danneggiata di Fukushima, ha riferito il suo ministero.

Intanto, molti abitanti delle citta' intorno all'impianto sono tornati a casa, sfidando le avvertenze diffuse per tutelare la salute dai danni che potrebbe causare l'incidente nucleare. Ma non solo: ci sono persone che non si sono mai allontante dalle proprie case rifiutando di evacuare la zona di 20 chilometri (12 miglia) attorno a Fukushima. Nella citta' di Minamisoma almeno 57 persone sono rimaste nella zona da quando l'impianto e' stato danneggiato. A fronte di questa situazione l'Iran ha annunciato che potrebbe ''facilmente'' aiutare il Giappone a risolvere l'emergenza nucleare. La notizia, riportata dall'agenzia di stampa semi-ufficiale Fars, e' stata diffusa dallo scienziato iraniano, Mahmoud Reza Aghamiri. L'Iran, ha detto, ''e' una delle nazioni che in queste circostanze possono aiutare il Giappone a fare fronte ai danni subiti dalla centrale di Fukushima. I nostri esperti possono affrontare con facilita' un disastro del genere e risolvere il problema dei giapponesi''. E questo dimostra che ''forse le capacita' iraniane in questo settore sono migliori di quelle nipponiche''. map/mau


E poi, il seguente articolo, relativo ad un importantissimo documento, pubblicato il 7 aprile da repubblica.it ( ma della cui esistenza, sono venuto a conoscenza solo oggi...mi era sfuggito, sarà l'età ), ma di origine statunitense ( New York Times ), che a mio modestissimo parere, fà più che luce sulla reale situazione nella...

CENTRALE DI FUKUSHIMA

Drammatico rapporto Usa
"Nuovi guai, situazione grave"

Pubblicato dal New York Times un documento riservato della commissione americana che sta collaborando con le autorità giapponesi.
"Ripercussioni impreviste, fino a quando acqua radioattiva in mare?"

Continua su: repubblica.it

NUCLEARE

"Ora il mondo ha capito
si rischia la catastrofe"
Günter Grass: una svolta dopo Fukushima

di ARMGARD SEEGERS, KAI HINRICH, KLAUS STRUNZ

BERLINO - Günter Grass, crede che Fukushima abbia cambiato il modo di pensare della gente?
«Fukushima ha cambiato il mondo, perché è successo qualcosa di diverso da quanto finora avevamo vissuto, saputo e presunto. Molti sono diventati solo ora consapevoli dei pericoli dell'energia atomica. E' tema di conversazioni in ogni famiglia. Per i più anziani come me un'occasione di riflettere».

Continua su: repubblica.it

GIAPPONE

Scossa di 7.1, allerta
tsunami

Salta elettricità nei
reattori di Fukushima L'epicentro nell'area di Iwaki. Allontanati i tecnici della centrale, reattori senza alimentazione. Le autorità diffondono l'allarme per le aree costiere: possibili onde anomale fino a un metro

TOKYO - Una nuova scossa di terremoto ha colpito il nord del Giappone. Secondo il servizio geologico Usa, il sisma è stato di magnitudo 7.1 e ha avuto come epicentro le zone di Iwaki e Honsu, nel nord-est del Giappone. E' stato diffusa un'allerta tsunami ma a destare preoccupazione è ancora la centrale nucleare di Fukushima: è saltata l'elettricità in tre reattori. Quando la stessa cosa avvenne dopo il sisma del mese scorso, smise di funzionare l'impianto di raffreddamento dell'impianto e per ripristinarlo ci vollero settimane di lavoro e tentativi infruttuosi.

Continua su: repubblica.it

Mah! La situazione, più che migliorare, mi sà che è in continuo peggioramento.


Giappone: fotoracconto da Minamisoma, la città morta



Il bianco e nero delle foto contribuisce a rendere ancora più cupa e tetra la storia di Minamisoma.
Qui non c'è quasi più vita ma solo distruzione. In giro solo cani e gli uomini della protezione che si aggirano tra le macerie per calcolare la radioattività. Con una immagine abusata è il Day After di una tragedia a un mese di distanza dallo tsunami e dal terremoto. L'annuncio del governo giapponese di estendere la zona di evacuazione a 30 chilometri dalla centrale di Fukushima e di sgomberare entro un mese le città contaminate di Namie, Iitate e parte di Minamisoma, è solo una delle azioni per cercare di contenere i danni. Ma quello che preoccupa è il livello di radiazioni, di contaminazione che si è abbattuto sulle aree densamente popolate. Si parla di "lungo termine", ma nessuno sa con precisione cosa voglia dire. Quantificare sembra impossibile. In questa galleria il fotoracconto di Minamisoma, la "città morta"
realizzato da fotografo David Guttenfelder dell'agenzia AP



Link articolo con fotogallery: repubblica.it

Una sola parola...

Spettrale.

È proprio vero che una immagine rende molto meglio l'idea, di "mille parole".


E poi, giunse anche il tempo dell'ammissione...

IL CASO

"Fukushima è come
Chernobyl"
Allarme ufficiale dal
Giappone

La comunicazione dalla Tepco e dal governo: è stato innalzato al "livello 7" l'incidente nucleare, il massimo raggiungibile. Ma le emissioni sono solo il 10 per cento di quelle registrate nel 1986. "Effetti considerevoli su salute e ambiente". Nuova forte scossa: evacuata la centrale, ma il premier rassicura: "la situazione si sta stabilizzando"

TOKYO - Fukushima come Chernobyl: l'agenzia giapponese per la sicurezza nucleare ha innalzato al livello massimo di 7 la classificazione dell'incidente nucleare alla centrale nucleare giapponese seguito al terremoto e allo tsunami dell'11 marzo scorso 1, classificandola al pari del disastro in Ucraina del 1986, il più grave mai verificatosi. La stima era stata anticipata dagli esperti e dalla stampa giapponese, ma è stata ora ufficializzata. "La perdita radioattiva non si è ancora arrestata completamente - ha detto ai giornalisti un funzionario della società - e la nostra preoccupazione è che possa anche superare Chernobyl". L'agenzia ha comunque precisato che il livello delle emissioni radioattive registrato dall'inizio dell'incidente equivale solo al 10 per cento di quelle misurate nel 1986 dopo la catastrofe presso la centrale situata in Ucraina. La situazione si sta stabilizzando, ha rassicurato il premier Naoto Kan in conferenza stampa, aggiungendo che le radiazioni stanno diminuendo.

Continua su: repubblica.it

...sulla gravità del disastro, seppur ancora, con qualche resistenza.

Ed il mio...nostro incubo, ad occhi aperti, ora, è in piena luce.

Ed il nuovo "gradino", nella scala dei disastri nucleari per uso civile, è lì, davanti a noi...che già sorride.


Fukushima, è il balletto
sulla gravità del disastro

Paura nucleare in Giappone. Adesso Fukushima è come Chernobyl, anzi no. E' tutto un balletto di numeri sulla gravità dell'incidente

Continua su: ilgiornale.it

Ong francese: «Rischio
contaminazione
nucleare»

In Giappone la contaminazione radioattiva del cibo è grave. Stando a quanto pervenuto, si sono infatti raggiunti i 15.020 bequerel/kilo di iodio 131 negli spinaci e in altre verdure a foglia larga (limite massimo ammesso, 2 mila), 1.510 bequerell/litro di iodio 131 nel latte (limite di 300) e 890 bequerel al chilo di cesio nella carne (limite massimo, 500).
Ma tutto questo purtroppo potrebbe riguardare non solo il Paese nipponico.

Continua su: ilquotidianoitaliano.it


A seguire.

DEVASTANTE TERREMOTO IN GIAPPONE. INCUBO NUCLEARE. RADIOATTIVITÀ. LA CONTAMINAZIONE SI ESTENDE/4

Nessun commento: