Post in evidenza

ONU PRONTO A CONTATTI CON EXTRATERRESTRI - Parte LVIII

Prosegue dalla parte LVII . Ed ecco il palesarsi di un'altra prima volta...anzi, "altre prime volte". Eh Sì! Poiché i risco...

giovedì 11 agosto 2011

CRISI: "A Pochi Passi dal Baratro"

Prosegue da questo e da quest'altro post.


LE RIVOLTE IN GRAN BRETAGNA: IL
GOVERNO PREPARA LE TRUPPE PER LA
LEGGE MARZIALE


Testimoni oculari: la polizia è rimasta ferma, consentendo il saccheggio da parte dei rivoltosi

DI PAUL ROBERT WATSON
Prison Planet

In seguito alle notizie dei numerosi fallimenti attribuiti alla polizia per arrestare i saccheggiatori o per rispondere adeguatamente alle rivolte di Londra che ora si sono scatenate nell’intero Regno Unito, sono stati approntati il coprifuoco e le truppe sul terreno, mentre le autorità si preparano a istituire la legge marziale per domare le forti sommosse.

BBC News ha riportato per due volte questa mattina che le truppe sono già in stato di allerta.
L’affermazione è stata fatta una prima volta da un giornalista alle 8:30 a.m. e poi ripetuta da un rappresentante della Polizia Metropolitana che ha fatto presente che “tutte le opzioni sono sul tavolo”.

Continua su: comedonchisciotte.org


Quando sarà palese ai più, che nulla sarà più come prima, poiché i sostentamenti dei più umili saranno ormai compromessi e per "cause economiche, di forza maggiore", ridotti all'osso...o annullati.

La loro rabbia, sostituirà l'iniziale scoramento, ed il senso d'impotenza.

La repressione sarà forte, ma l'estrema indigenza che si moltiplicherà a macchia d'olio, anche di conseguenza ai tumulti che scoppieranno, dapprima nelle città dei Paesi più esposti e poi, a macchia di leopardo, un pò ovunque in Occidente.

Farà cadere nel baratro, sempre più fasce della popolazione.

E la fame, si sà...è cattiva consigliera.

E chi non l'ha mai provata...ma detiene il potere, tende a sottovalutarla.

Oppure, ad usarla per i propri scopi.

Più o meno, mostruosamente nefasti, essi siano.



STATI UNITI

Usa, la protesta del broker arriva dal cielo



"Grazie per il downgrade. Dovreste essere tutti licenziati". È questo lo striscione attaccato alla coda
di un aereo che ha catturato recentemente l'attenzione dei cittadini di New York. Un messaggio che ha sorvolato Manhattan per alcuni minuti e che si riferiva al declassamento economico degli Usa, orfani per la prima volta nella loro storia del rating di tripla A. In molti si sono chiesti chi ci fosse dietro questa originale critica al governo. E alla fine il nome è saltato fuori: si tratta di una donna, Lucy Nobble, che inizialmente è stata definita una mamma single di St. Louis con due bambini a carico. Una descrizione che corrisponde alla realtà ma che è incompleta. La donna, infatti, è anche un broker di una società di servizi finanziari del Missouri, e ha pagato 1.200 dollari per questa insolita protesta.
"Inizialmente volevo far volare l'aereo su Washington - ha fatto sapere Lucy - ma poi non è stato possibile a causa delle restrizioni riguardanti il traffico aereo"
(a cura di Pier Luigi Pisa)

Link articolo con fotogallery: repubblica.it

Per la cronaca, "la creativa signora, nonché broker"...ed a mio avviso, torto non ce l'ha...a prescindere dalla causa della sua azione.


ITALIA

"Cari italiani"...arrangiatevi...

"Ora Roma venda il
suo Oro": Germania
ci dichiara guerra

Cdu al governo ci chiede di privarci
delle riserve auree. E il ministro
dell'economia chiede di sottoporre
gli stati a stress-test

Continua su: libero-news.it


"E si finisce sempre lì, a parlar di guerre".

Guerre, che in verità, l'economia l'hanno tirata su, almeno in un paio di occasioni...

Sia durante, con la costruzione di apparati bellici,
che dopo con la Ricostruzione.

Quantomeno in Occidente e Paesi "Affini".

Ed il fulcro...in "tributi pagati" sotto le voci morte e distruzione, delle due precedenti guerre mondiali, quantomeno della storia conosciuta, è stata l'Europa...

E come dice il detto...

"Non c'è due senza tre".

Se guerra sarà in medioriente, la prima a pagare sarà l'Europa in primis l'Italia e la Grecia...eventualmente, chi farà i soldi saranno gli americani...fin dall'inizio, come l'ultima volta.

Dalla crisi del "29, sono usciti grazie alla Seconda Guerra Mondiale...è storia.

Magari, ciò che si troverà lì, "non si chiamerà più...Stati Uniti d'America"...

E magari, questa volta, non faranno "affari da subito", ma se ci sarà qualcuno a guadagnarci...diciamo che...

Dimorerà in quelle terre.

Anche perché, abbiamo ben visto in Libia, quali sono le attuali potenzialità militari europee...senza alle spalle, la potenza statunitense.

Poiché...

Il mondo è cambiato radicalmente ad est in particolare est estremo.

La Gran Bretagna, è oramai l'ombra di se stessa, non paragonabile in rapporto con i tempi, a quella della seconda guerra mondiale.

I francesi, sono molto bravi a fare proclami, ma sono stati invasi due volte, la seconda totalmente e per salvare il salvabile, sono dovuti scappare oltre la manica.

Per l'eventuale terza volta, speriamo che abbiano imparato qualcosa.

Sul piano militare riguardo alla Germania, non nutro speranze.

Nelle prime due guerre mondiali, dal punto di vista franco-anglo-statunitense, è stata nemica, la terza (se ci sarà, ovviamente, anche se io penso di si, tutto porta a ciò...fosse solo, come conseguenza di quello che stiamo "vedendo palesarsi davanti ai nostri occhi", nel volgere dei giorni), non mi meraviglierei affatto...tradisse, visto che come nemica, ad oggi, dal punto di vista militare è improponibile...anche se da quello economico-finanziario "di fatto la è", seppur ci viene raccontato che questa unione, è per il bene comune di tutti i Paesi membri.

Dal punto di vista italiano, nella prima...una nemica, nella seconda...un'alleata, nella terza...ci restituisce il favore del "43..."il tradimento".

Che, "a mio modo di vedere", conferma quanto scritto sopra da diversa prospettiva.

Per quanto riguarda, l'eventuale uso di armi nucleari...

Penso che, su larga scala...ed in specifico riferimento...a vantaggi economici derivati da una guerra globale...sarebbe controproducente.

Invece, un utilizzo anche massiccio in zone a forte concentrazione nazionalistica, in prospettiva di eventuali (molto) futuri "moti libertari"...sarebbe auspicabile.

Insomma, in un ipotetica guerra futura, senza "l'America", noi (come Europa), saremmo invasi, ma a liberare, non penso ci verrebbe nessuno...se non qualche altro conquistatore.

E non è detto, che sia più magnanimo dello zio Sam.



LIBERTÀ DAL FEUDALESIMO

DI ETHAN JACOBS
Activist Post

Quando la ”repubblica” massonica chiamata Stati Uniti fu fondata nel 1776, non c’erano imposte e le persone erano generalmente libere di fare quello che preferivano, fino a che non avessero danneggiato la persona o la proprietà altrui.
Sfortunatamente, ogni anno i governi federali e quello dello stato, che sono sempre stati controllati di “interessi particolari”, hanno approvato sempre più leggi, distrutto la libertà delle persone, provocato la morte per migliaia di individui. Gli Stati Uniti e il resto del mondo vivono oggi nel sistema neo-feudale del Nuovo Ordine Mondiale.

Continua su: comedonchisciotte.org


"Come si può ripagare i debiti"...

GRECIA: NEL 2* TRIM SI ACCENTUA RECESSIONE. PIL -6,9% SU ANNO

(ASCA) - Roma, 12 ago - Si accentua la recessione economica in Grecia. Nel secondo trimestre il Pil ha registrato una contrazione pari a -6,9% su base annuale. Un dato peggiore del primo trimestre quando la contrazione era stata pari a -5,5%. Lo comunica l'istituto nazionale di statistica. com/vam

Se l'economia, invece di espandersi, si contrae?

"Semplice".

Togliendo al popolo, quello che ancora ha...ed il popolo, potrebbe averne a male.



Del seguente...ed assolutamente da leggere...articolo, in merito al suo contenuto a conferma della tesi dell'esistenza di un'élite più o meno oscura, con interessi economico-finanziari mostruosi alle spalle...in inglese, avevo già postato qualcosa, in precedenti post...

UDITE, UDITE...


DI GIULIETTO CHIESA
megachip.info

Udite, udite, o signori
e signore che leggete i giornali dei finanzieri di tutto il mondo, (cioè i “loro giornali”, cioè tutti i giornali del mainstream, e naturalmente tutte le televisioni del mainstream) adesso scoprirete il segreto, uno dei segreti, forse il più importante dei segreti, che sta dietro la crisi della finanza mondiale. Credevate che la Grecia fosse la pietra dello scandalo e che i greci, questi spendaccioni corrotti, dovessero essere salvati, sì, ma insieme privati della loro sovranità nazionale, come gli italiani, del resto, e i portoghesi e gli irlandesi? Vi sbagliavate, ma non è colpa vostra. Le cose stanno diversamente, e tenetevi forte alle vostre sedie. Scoprirete anche come la più grande democrazia del mondo (senza scherzi, sto parlando di quella americana!) è in grado di guardarsi dentro (quasi) fino in fondo.
E questo è un bene. Salvo naturalmente il fatto che nessuno lo saprà. E questo è un male. Eccetto io e voi che leggete queste righe elettroniche (questa roba non andrà mai sulla prestigiosa carta dove scrivono De Bortoli, Riotta, Pigì Battista e altri tristanzuoli che vi hanno raccontato e vi raccontano frottole tutti i giorni).

Prima di tutto la fonte, perchè non abbiate a sospettare che si tratti del solito trucco di un “complottista” inveterato. La fonte è più che ufficiale, unica e irripetibile: GAO Audit (Government Accountability Office). Il Governo è quello degli Stati Uniti d’America.
L’Audit è parola inglese che sta per verifica contabile. L’Audit di cui si parla è il primo che sia stato mai effettuato da mano umana (non possiamo escludere il buon Dio) sull’attività della Federal Reserve nei quasi cento anni della sua storia.

Continua su: comedonchisciotte.org


"Nuovi Piani...ad oggi, segreti"...

USA: A SETTEMBRE NUOVO PIANO DI OBAMA SU LAVORO E CONTI PUBBLICI

(ASCA-AFP) - Rock Island (Illinois), 17 ago - Il presidente Usa Barack Obama terra' a settembre un importante discorso dove delinera' una nuova strategia per creare posti di lavoro e accelerare il recupero economico, secondo quanto si apprende dalla dichiarazione di un alto funzionario statunitense. Dettagli del piano sono emersi al termine di un tour di tre giorni intrapreso da Obama attraverso gli Stati del Midwest.

L'alto funzionario, parlando in condizione di anonimato, ha precisato che il pacchetto di norme correttive mira ad uno sforzo ''equilibrato'' per ridurre il disavanzo pubblico, che dovrebbe raggiungere i 1.600 miliardi di dollari entro la fine dell'anno.

Il discorso sara' pronunciato subito dopo il Labor Day del 5 settembre e porra' le basi per un autunno di battaglie sulle tasse e la spesa pubblica, proprio a ridosso della nuova nomina presidenziale repubblicana.

''L'unica domanda e' se, come nazione, faremo quello che serve per far crescere la nostra economia e mettere le persone di nuovo al lavoro in questo momento'', ha detto il presidente durante un Forum Economico tenutosi nello Iowa. E una dura critica non ha risparmiato i repubblicani del Tea Party: ''Il solo ostacolo allo sviluppo e' il rifiuto di una fazione del Congresso di anteporre gli interessi del Paese a quelli del partito. E questo deve finire. La nostra economia non puo' permetterselo''. red/sam/


Continua...Qui.

Nessun commento: