Post in evidenza

ONU PRONTO A CONTATTI CON EXTRATERRESTRI - Parte LVII

Prosegue dalla parte LVI . "Oh! Com'è dolce lo studiar, di potenzialmente abitabili pianeti...in particolari allineamenti"....

martedì 31 maggio 2011

PANDORA'S TIMES parte CXL

Prosegue dalla parte CXXXIX.


I "profeti", i "veggenti" e quant'altro, possono essere, o essere stati, manipolati dall'élite, per manipolare, o tentare di manipolare, a loro volta...il popolo, quantomeno dei credenti?

È possibile...

Per esempio...

Voi, sareste più ben disposti a seguire i dettami di :

A ) Un'uomo politico ( di qualunque colore, politico e non, esso sia ) molto carismatico.

B ) Un'uomo "profeta", o che vede e parla con che ne sò...con la madonna ?

Che a riprova della sua genuina dote, "si avvera ciò
che và dicendo".

Di conseguenza...

Se "io", in quanto élite, volessi eliminare una gran parte della "popolazione in surplus" ( passando tra innumerevoli disastri provocati e non, ma in buona parte, almeno nei "tempi della fine", aderenti alle profezie ) , per il "mio"...Nuovo Mondo Globale.

Non credete che "uno" che vi dice..."l'unica speranza è nella preghiera, ad oltranza"...per controllare le masse di credenti, almeno in parte, ed in Occidente.

Faccia comodo ?

Se poi, lo abbiniamo al cristiano..."porgi l'altra guancia"...ma può essere usato anche, come è già accaduto per fini opposti, vedete le crociate...

"Il gioco è fatto".

Ovviamente, in chi è permeabile a questo tipo, diciamo, di suggestioni ?

Comunque, il fine è sempre creare uno "scontro" di civiltà, anche se in questo caso l'invasione dell'Europa e la distruzione di Roma e ripeto, ciò che rappresenta, è necessario.

Quindi, più che ad aizzare le masse cristiane, serve un qualcosa che faccia si che la risposta ad una eventuale minaccia islamica, o di altre entità, nella popolazione di credenti, sia più blanda, meno reattiva.

A ciò poi, si sommerà la carenza di energia derivata dal petrolio, che si farà sentire soprattutto nel campo dei trasporti e della produzione industriale.

Verranno meno le consegne delle derrate alimentari, in particolare nelle grandi aree urbane, aumenteranno i furti e le rapine, anche da parte d'individui fino ad allora ritenuti onesti, ma di fronte alla necessità, resi "ciechi e sordi" della loro coscienza. Ci saranno gravissimi disordini se non vere e proprie sommosse popolari.

E gli immigrati faranno la loro parte.

( Quelli di origine islamica penso che ad un certo punto, fungeranno da "cavallo di troia". Chi per convinzione ideologico-religiosa, chi per "scelta obbligata", di fronte all'evidenza e/o alla salvaguardia della propria esistenza e dei propri cari ).

Per cui...

Poi aggiungiamo un miliardo e rotti di musulmani "incazzati" ( se non li sono ancora, a breve temo li diventeranno...milione più, milione meno ovviamente ) ?

Ed ecco fatto, una parte della terza guerra mondiale...dell'élite, "è scritta".

Quantomeno la "preparazione"ed i primi passi, prima dell'invasione dell'Europa.

Riguardo all'Iraq...

Sarà il fulcro, delle prime incursioni iraniane via terra, dopo che i "giochi bellici" mediorientali avranno avuto inizio.

Forti ( gli iraniani ) , del fatto che il 70% circa della popolazione irachena è di fede sciita.

Ed alla luce del patto di mutua assistenza, in particolare in funzione anti-israeliana, che vige tra Teheran e Damasco. E non solo per quanto riguarda un attacco diretto ai due Paesi.

Ricordiamoci che il patto sopracitato è stato ampliato non molto tempo fà, anche agli Hezbollah libanesi, filo-iraniani, ed ultimamente anche alle enclavi palestinesi.

Ed anche, del fatto che la Siria, è un Paese a maggioranza sunnita, ed al potere, vi è lo stesso partito che governava in Iraq, il baath...le cui origine, ricordiamolo, attingono a "piene mani"dal nazionalsocialismo...è probabile anche al restante 30% circa.

Comunque, a mio parere manca sempre la "giusta scintilla".

"L'evento scatenante l'uragano".

Poi, come ho già scritto tempo fà...

Ed alla luce degli evidenti preparativi di guerra su ambedue, anzi tre fronti, dagli articoli che ho postato.

Non mi meraviglierei affatto se le "vittime predestinate"...

Anticipassero i "carnefici".


Nuovo Ordine Mondiale.

LE GUERRE SEGRETE DELL’ALLEANZA SAUDI-
ISRAELIANA

DI MAHDI DARIUS NAZEMROAYA
Global Research

Come dice un vecchio proverbio cinese, le crisi possono essere delle opportunità.
Tel Aviv, Washington e la NATO si stanno avvantaggiando delle sollevazioni nel mondo arabo. Non solo stanno combattendo le legittime aspirazioni dei popoli, ma stanno manipolando il panorama geopolitico della zona come parte della loro strategia per il controllo dell’Eurasia.


(Pre)Visione, di un possibile futuro Medioriente, ed oltre


Continua su: comedonchisciotte.org


MEDIO ORIENTE

I palestinesi si preparano per la marcia della "Naksa" ai confini israeliani

Martedì 31 Maggio 2011 17:40

Sull' esempio della marcia svoltasi nel giorno della Nakba questo mese, i Palesitinesi ed i propri sostenitori, sono intenzionati a marciare nuovamente ai confini israeliani , per ricordare la "Naksa", ovvero la sconfitta ed i territori persi durante la Guerra dei Sei giorni nel 1967.

Il sito web denominato la "terza intifada" , riporta le date stabilite per la marcia ai confini con la Siria, Libano, Giordanaia e Gaza, così come quella della processione diretta alla Moschea di Al-Aksa a Gerusalemme.Tredici persone sono state uccise a maggio mentre cercavano di oltrepassare i confini israeliani con la Siria ed il Libano durante il giorno della Nakba. Fonti ufficiali hanno riferito che ci si aspetta una dimostrazione relativamente pacifica.

Link articolo: focusmo.it

I sondaggi dicono che l'Intifada è alle porte

Mercoledì 01 Giugno 2011 13:56

Due sondaggi uno israeliano l'altro palestinese commissionati all'inizio di maggio hanno dato risultati simili su una stessa domanda: pensate ci siano i presupposti per una terza intifada? Il sondaggio israeliano ha rivelato che il 70% degli israeliani prevede una rivolta popolare in Palestina a seguito della prevista dichiarazione di uno Stato palestinese a settembre e del suo possibile riconoscimento da parte delle Nazioni Unite (inoltre il 62% degli arabi-israeliani pensa che sia probabile un'intifada.) Dal canto suo il centro palestinese di opinione pubblica ha rilevato che il 70,5% dei Palestinesi in Cisgiordania e a Gaza crede che possa scoppiare un'intifada se i negoziati rimangono ad un punto morto. E' allo studio anche l'ipotesi che i Palestinesi dichiareranno il loro Stato e una maggioranza dei Paesi all'Assemblea generale dell'ONU lo appoggerà. Analisti temono che anche prima di settembre, ci possa essere un aumento nell'attività di protesta. Dopo il Nakba, il giorno di protesta dei rifugiati palestinesi sul confine con il Libano e la cortina fra le alture occupate del Golan e della Siria una simile dimostrazione è stata indetta per questa domenica 5 giugno, per celebrare l'anniversario della guerra dei sei giorni.
Prossimo anche il varo di un'altra flottiglia internazionale delle navi aiuti che si indirizzerà verso Gaza a fine giugno.

Continua su: focusmo.it

IRAN

Iran: parlamento contro Ahmadinejad

'Suo interim ministero petrolio viola Costituzione'

01 giugno, 09:23

(ANSA) - TEHERAN, 1 GIU - Il Parlamento iraniano ha denunciato oggi all'autorità giudiziaria la decisione del presidente Mahmud Ahmadinejad di assumere l'interim del ministero del petrolio, giudicata contraria alla costituzione.

Lo ha riferito la televisione di Stato.

Più della metà dei deputati (165 su 290) ha firmato una lettera nella quale afferma che la mancata nomina di un ministro ad interim e l'assunzione dell'incarico da parte di Ahmadinejad "viola" la costituzione.


LIBIA

LIBIA: GUARDIAN, VETERANI SAS INGLESI APPOGGIANO I RIBELLI A MISURATA

(ASCA-AFP) - Londra, 1 giu - Gli ex membri delle forze speciali (Sas) sono presenti a Misurata nel quadro di collaborazioni via terra con i ribelli e fornendo informazioni alle truppe Nato sulle dinamiche dei raid da condurre contro le installazioni militari del regime libico.

Lo riferisce il quotidiano The Guardian, citando fonti militari britanniche, secondo cui i veterani inglesi hanno il compito di far giungere al quartier generale di Napoli notizie sui movimenti dei fedelissimi al leader libico Muammar Gheddafi.

Dal canto suo il ministero della Difesa britannico ha smentito che questi uomini siano pagati dal governo. Secondo il Guardian, infatti, questi ''consiglieri militari'' potrebbero essere pagati da alcuni paesi arabi, come il Qatar. red/mau/alf


Curiosità, Società...e...Salute.

STILI DI VITA

Vivi tra smartphone e
laptop?
Calcola la tua dieta
digitale

Il libro di un critico hi-tech americano spiega come come spezzare la dipendenza dai gadget e riguadagnare equilibrio nella vita. Anche perché, spiega un'autorevole ricerca, il multitasking alla lunga è nocivo

Continua su: repubblica.it

Non vi dico che punteggio ho totalizzato..."da paura".

"Paura", che si ripropone con la "P" maiuscola però, nel seguente articolo, dalla medesima fonte...

IL CASO

Oms, verdetto su
cellulari e wireless
"Potrebbero causare il
cancro"

L'Agenzia internazionale per la ricerca sui tumori mette sotto accusa campi magnetici e radiofrequenze in quanto fattori di rischio per il glioma al cervello. Ma avverte: "E' il risultato degli studi portati avanti finora, servono ancora accertamenti"

ROMA - L'uso dei telefoni cellulari e di altri apparati di comunicazioni wireless "potrebbe causare il cancro negli essere umani". E' il "verdetto" annunciato oggi dall'Agenzia internazionale per la ricerca contro i tumori, organismo di consulenza specializzato dell'Organizzazione mondiale della sanità. Il rischio accertato, a parere dell'Agenzia, riguarda in generale i campi elettromagnetici di radiofrequenza e include i telefoni portatili. Il team, composto da 31 esperti dell'International agency for research on cancer (Iarc), si è incontrato nei giorni scorsi a Lione e, ha spiegato Jonathan Samet, presidente del gruppo di lavoro, "ha raggiunto questa conclusione basandosi sull'analisi degli studi epidemiologici effettuati sugli esseri umani", ma anche su test sugli animali.

Continua su: repubblica.it

I consigli su come evitare il più possibile tali rischi, sono sempre gli stessi, se proprio dovete usarli, preferite gli auricolari (a filo), o i messaggi di testo.

Ed aggiungo, se decidete o avete già deciso di non possederne, ricordatevi che gli altri li hanno, come d'altronde, hanno le linee wifi.

Senza dimenticarci...delle centrali elettriche, tralicci dell'alta tensione, cabine di trasformazione, antenne della telefonia, trasmettitori/ricevitori radio/tv, etc.etc.

Se invece, abitate in aperta campagna o in un bosco, lontano da tutto ciò...

Buon per voi.

Ma...Attenti ai cinghali...è un'eccezione, vederne uno, almeno all'apparenza,"così mansueto", in piazzetta a Portofino.


INTERNET

IL CASO

Bitcoin, la moneta degli
hacker
che spaventa Cia e
banche

È una nuova valuta elettronica, che si basa sulla crittografia e sul peer-to-peer, che per i suoi creatori rivoluzionerà il commercio mondiale. Ma ci sono dubbi sulla sicurezza: le transazioni anonime possono aiutare criminali e terroristi

dal nostro corrispondente ANDREA TARQUINI

BERLINO – Già la chiamano la Wikileaks delle valute: per i critici è un progetto che può destabilizzare i mercati e l’economia mondiale e rovesciare governi; i suoi fan invece vi vedono un passo decisivo verso l’indipendenza dei consumatori e dei comuni cittadini del mondo da banche e autorità. E’ una nuova valuta digitale, creata da gruppi di hacker e che già viene usata per acquistare su aste online telefoni cellulari o dvd, o per giochi d’azzardo sulla rete.

Questa nuova divisa virtuale si chiama Bitcoin, e bitcoins al plurale. Interessa tutti, sta allarmando la Cia, altri servizi segreti e probabilmente le grandi banche centrali e fa sperare milioni e milioni di utenti del web. Spiegel online ne ha parlato in un ampio servizio del collega Christian Stoecker.

Continua su: repubblica.it

Ecco un altro perché, all'eventuale..."prossimo grande attacco terroristico" (o altro evento compatibile), si troverà il modo, di dare un pò della colpa dello stesso, alla troppa libertà della rete.

Ma, pure questa eventualità, potrebbe essere..."Come da Copione".


A seguire la parte CXLI.

Nessun commento: