Post in evidenza

Due Passi nel Mistero/13

Continua da questo post . Scoperte in grado di cambiare...quantomeno, "UN" mondo... LA SCOPERTA Germania, un dente-fossile ...

mercoledì 11 maggio 2011

PANDORA'S TIMES parte CXXXII

Prosegue dalla parte CXXXI.


Terrorismo...e Società...

Nemmeno il tempo di annunciarlo...

NY, nuovo sistema allarme anti-terrorismo

Nei prossimi anni entrera' in funzione in tutto il Paese

10 maggio, 17:59

(ANSA) - NEW YORK, 10 MAG - In caso di un allarme per terrorismo, o di un'allerta per emergenze ambientali, gli americani che vivono a New York e a Washington riceveranno nel prossimo futuro un messaggio in tempo reale sul loro cellulare.

Nei prossimi anni, inoltre, il sistema dovrebbe entrare in funzione su tutto il territorio degli Stati Uniti. Lo ha annunciato oggi il sindaco, Michael Bloomberg, che ha presentato il nuovo sistema di allerta.

"E già, si è rischiato di provarlo"...

Pacco sospetto, stop a treni NY-Boston

Area isolata da polizia

10 maggio, 19:50
Link: ansa.it

(ANSA) - NEW YORK, 10 MAG - Un pacco sospetto è stato trovato nei pressi di una stazione della compagnia di pullmann Greyhound, non lontano dalla stazione ferroviaria di New London.

Il traffico ferroviario dell'Amtrak tra New York e Boston è stato sospeso per precauzione, ed il quartiere intorno alle due stazioni è stato isolato dalla polizia.

Successivamente la polizia locale ha precisato che il pacco sospetto non era su uno dei treni, ma si trovava nei pressi di una stazione della compagnia di pullmann Greyhound, non lontano dalla stazione ferroviaria di New London. Il traffico ferroviario dell'Amtrak tra New York e Boston e' stato sospeso per precauzione, e il quartiere intorno alle due stazioni e' stato isolato dalla polizia.

"Pensando male...sembra quasi, sia stato creato ad arte, per far si che sia accettato."


Nuovo Ordine Mondiale.

IMMIGRAZIONE

La Danimarca sospende
il trattato di Schengen

Sono stati reintrodotti i controlli di frontiera con i vicini Germania e Svezia. E' la conseguenza dell'accordp tra governo e il Ppd, il partito di estrema destra. Domani la Commissione Ue farà una proposta ai ministri dell'interno sui criteri in base ai quali reintrodurre temporaneamente i controlli per frenare l'immigrazione

COPENHAGEN - La Danimarca ha sosopeso il trattato di Schengen e ha reintrodotto i controlli di frontiera conGermania e Svezia. Lo ha annunciato il ministro delle finanze Claus Hjort Frederiksen.

Una decisione legata all'accordo tra il governo e la formazione di estrema destra Ppd, decisiva per la sopravvivenza dell'esecutivo.
La scelta del Paese nordico arriva a poche ore di giovedì, quando la commissione europea dovrebbe proporre ai ministri dell'interno un progetto per la reintroduzione temporanea dei controlli alle frontiere nazionali. In particolare nel caso in cui uno stato europeo venga considerato "inadempiente" nella sorveglianza alle frontiere o di massici afflussi di migranti.

Continua su: repubblica.it


TUNISIA

Tunisia, arrestati 2 stranieri con esplosivo

11 maggio, 13:11

TUNISI - Le autorità tunisine hanno arrestato un libico ed un algerino trovati in possesso di esplosivi e bombe a mano. E' quanto afferma la tv Al Jazeera

Corrieri degli..."Agenti del Caos"?


LIBIA

LIBIA: GIALLO SUL FRANCESE MORTO, SPIA DI GHEDDAFI? (IL PUNTO)

(ASCA-AFP) - Bengasi, 13 mag - Spia di Gheddafi o security contractor? E' giallo sulla morte a Bengasi di un ex para' francese avvenuta ieri nella citta' roccaforte dell'insurrezione contro il regime libico. Il corpo di Pierre Marziali, 47enne fondatore di una compagnia che si occupa di sicurezza, la Secopex, e' stato ritrovato con una ferita da arma da fuoco alla schiena e altri quattro cittadini francesi che erano con lui sono stati arrestati dai ribelli.

Cosa facevano esattamente i cinque in Libia e perche' Marziali e' stato ucciso? Il governo francese ha fornito poche informazioni, limitandosi a uno stringato comunicato in cui riferiva dell'accaduto, mentre un portavoce del Consiglio Nazionale di Transizione, Mustafa Gheriani, ha detto che l'uomo ''si rifiutava di collaborare'' e che la sua morte e' stata ''un incidente''.

Gheriani ha raccontato anche che nei giorni scorsi aveva incontrato in un albergo a Bengasi alcuni ''contractor'' francesi per parlare di eventuali incarichi di addestramento per i combattenti ribelli. Secondo quanto riferito dal New York Times, Marziali avrebbe dovuto incontrare ieri il vice presidente del CNT, Abdul Hafiz Ghoga.

Ma alcune fonti diplomatiche europee hanno avanzato forti dubbi sui reali obiettivi dei francese.
''Facevano le spie per Gheddafi'', ha detto senza mezzi termini una di esse, sottolineando che anche precedenti missioni della Secopex in Africa erano state caratterizzate da molte controversie.

C'e' anche tuttavia chi racconta che il francese potrebbe essere rimasto vittima di squadroni della morte ancora fedeli al rais.

Marziali ha fondato la societa', di base nella citta' di Carcassonne, nel 2003. La compagnia si propone di offire l'esperienza di ex soldati per ''supporto strategico e operativo'' alle aziende che operano in regioni a rischio. uda/

LIBIA: GHEDDAFI, LE BOMBE NATO NON POSSONO RAGGIUNGERMI (1 UPDATE)

(ASCA-AFP) - Tripoli, 13 mag - Gheddafi torna a farsi vivo.
Mentre alcune voci non confermate lo davano per ferito, il leader libico diffonde un proprio audio messaggio diffuso dalla tv di stato del paese nordafricano, affermando che le bombe della Nato non possono colpirlo.

''Voglio dirvi - ha detto Gheddafi - che le vostre bombe non possono raggiungermi perche' milioni di libici mi stringono nel loro cuore''. sen/

WASHINGTON

Casa Bianca: "Cnt
interlocutore credibile"
Dagli imam minacce a
Italia e paesi Nato

Mahmoud Jabril accolto da Tom Donilon, Consigliere per la Sicurezza Nazionale. Gli Usa considerano "prematuro" il riconoscimento dell'organismo di Bengasi, ma lavorano per sbloccare le fortune congelate a Gheddafi a favore degli insorti. "Per ogni imam ucciso a Brega mille persone moriranno", il messaggio delle autorità religiose a Tripoli

Continua su: repubblica.it

Minacciano 1.000 per ognuno dei loro morti?

"Non c'è che dire, i nazisti a suo tempo erano un centinaio di volte più clementi".

Battute...che qualcuno potrebbe trovare di pessimo gusto...a parte, è da questi eventi e dall'odio verso l'occidente, che "rischiano di generare", che potrebbe "venire alla luce", "ciò che sarà", una delle "creature globali" della Terza Guerra Mondiale.

E per questa, un particolare ringraziamento, va anche, agli ormai mitici..."Agenti del Caos".


PAKISTAN

Duplice attentato
talebano, 87 morti
"Prima vendetta per
Osama Bin Laden"

Le vittime sono tutte reclute della guardia di frontiera pakistana che avevano appena finito un corso di formazione. Un centinaio i feriti. Gli studenti di Dio rivendicano l'attacco

Continua su: repubblica.it

"Prime vendette per presunti...falsi, o vecchi...eventi"...


MEDIO ORIENTE

SIRIA

Cairo to move Meshaal's Hamas base to Gaza.
Assad threatens Israel with war
IL CAIRO SPOSTA LA BASE MESHAAL DI HAMAS A GAZA.
ASSAD MINACCIA ISRAELE CON LA GUERRA
( in inglese - debka.com ).

Cito dall'articolo...

In Damascus, Bashar Assad's close confidante Rami Makhlouf threatened that Syria would go to war against Israel in reprisal for US and Europe backing for the uprising.
A Damasco, Rami Makhlouf un vicino confidente di Bashar Assad ha minacciato che la Siria potrebbe andare far guerra a Israele come rappresaglia per le sollevazioni popolari istigate dall'Europa e gli Stati Uniti.

Makhlouf, an international business tycoon, is on the US and EU sanctions lists. In an interview with the New York Times Wednesday, May 11, he said: "If there is no stability here, there's no way there will be stability in Israel. No way, and nobody can guarantee what will happen after, God forbid, anything happens to this regime."
Makhlouf, un magnate d'affari internazionale, è sulle liste delle sanzioni sia statunitensi che europee. In una intervista con il New York Times, di mercoledì 11 maggio, lui ha detto: "Se qui non vi sarà stabilità, non vi sarà stabilità in nessuna strada d'Israele. Nessuna via e nessuno, può garantire su cosa accadrà dopo, Dio non voglia, che qualcosa accada a questo regime."

He advised the US and Europe not to "put a lot of pressure on the president, don't push Syria to do anything it is not happy to do."
Lui ha avvisato gli Stati Uniti e l'Europa a non "portare ulteriore pressione sul presidente, non spingere la Siria a fare qualcosa che essa non è felice di fare."

The Syrian president is examining two strategic options, he said: "Going to war against Israel, and/or sending weapons shipments to the West Bank and to Israeli Arabs for use in terrorist attacks against Israel.
A suo dire, il presidente siriano sta esaminando due opzioni strategiche: "Andare in guerra contro Israele, e/o inviare una spedizione di armi alla Cisgiordania ed agli arabi israeliani per usarle in attacchi terroristici contro Israele".

Che dire. Senonché...

Sarebbe, "mia Gloria"...anche se, rappresenterebbe, seppur sostanzioso, solo un acconto.

Siria: Russia, no a scenario libico

Ministro Esteri Lavrov mette in guardia da intervento straniero

13 maggio, 10:19

(ANSA) - ALMATY, 13 MAG - Il ministro degli Esteri russo Serghei Lavrov ha messo oggi in guardia contro un intervento straniero in Siria, chiedendo all'opposizione di non ''replicare lo scenario libico'' nel Paese mediorientale. Lo scrivono le agenzie russe. ''Siamo molto preoccupati del fatto che il processo di riconciliazione e' rallentato dall'intenzione di alcuni partecipanti a questo processo di attirare forze straniere a sostegno delle loro azioni'' in Siria, ha dichiarato Lavrov durante una visita in Kazakhstan.

LIBANO

Processo Hariri: nuove prove contro la Siria

Venerdì 13 Maggio 2011 12:19

Nuove informazioni legano ufficiali siriani all'assassinio dell'ex premier libanese Rafiq Hariri.
Secondo i media libanesi, i riflettori sarebbero nuovamente puntati sulla Siria, nell'ambito dell'inchiesta aperta dal Tribunale speciale dell'ONU per il Libano.

Il procuratore Daniel Bellemare, avrebbe infatti ottentuto nuovi indizi, da cui si deduce il chiaro coinvolgimento di funzionari siriani alla morte del leader nel 2005. Il materiale probatorio è contenuto nella bozza dell'atto d'accusa consegnato la settimana scorsa.

Link articolo: focusmo.it

ISRAELE

Scintille...

Tafferugli a Gerusalemme dopo funerali

Quaranta persone fermate, sei contusi

14 maggio, 15:38

(ANSA) - GERUSALEMME, 14 MAG - Tafferugli tra forze di sicurezza israeliane e manifestanti palestinesi hanno segnato anche la giornata di oggi nell'ambito delle proteste seguite al funerale di Milad Said Ayash: il sedicenne ucciso ieri a Gerusalemme est, nel rione arabo di Silwan. Gli incidenti si sono verificati a margine e dopo il corteo funebre. Secondo un bilancio diffuso oggi pomeriggio, si contano altri 40 fermi, dopo quelli di ieri, e ancora tre contusi fra i palestinesi e tre fra gli agenti israeliani.

"Nel sacro luogo, simbolo, ed all'origine della contesa."


A seguire la parte CXXXIII.

Nessun commento: