Post in evidenza

ONU PRONTO A CONTATTI CON EXTRATERRESTRI - Parte LVIII

Prosegue dalla parte LVII . Ed ecco il palesarsi di un'altra prima volta...anzi, "altre prime volte". Eh Sì! Poiché i risco...

martedì 14 dicembre 2010

WIKILEAKS: NUOVA PUBBLICAZIONE DI DOCUMENTI - Parte XII

Prosegue dalla parte XI.


Assange attacca Visa, Mastercard, Paypal

Per aver bloccato versamenti di fondi verso la sua societa'

14 dicembre, 09:20

(ANSA) - SYDNEY, 14 DIC - Julian Assange, il fondatore di Wikileaks, ha attaccato Visa, Mastercard e Paypal per aver bloccato i versamenti di fondi verso la sua societa'.Lo annuncia un comunicato reso noto a Londra emesso dal carcere nel quale Assange e' rinchiuso. I 3 siti internet delle societa' che emettono carte di credito e permettono pagamenti sicuri online erano stati oggetto di attacchi di hacker pro Assange dopo che avevano bloccato i bonifici che donatori di tutto il mondo versavano via internet a Wikileaks.

Prima, "lo liberano"...

Wikileaks, Assange libero su cauzione

LONDRA (Reuters) - Il fondatore di Wikileaks Julian Assange, arrestato in Gran Bretagna dopo le accuse di crimini sessuali rivolte contro di lui da due donne svedesi, è stato scarcerato oggi su cauzione da un tribunale britannico.

Il giudice Howard Riddle gli ha concesso la libertà su cauzione fino alla prossima udienza, in programma l'11 gennaio.

Il 39enne australiano, il cui sito ha provocato l'ira degli Stati Uniti dopo la pubblicazione di alcuni dei 250.000 cablogrammi segreti della diplomazia statunitense, era stato accusato quest'anno di molestie sessuali da due volontarie di Wikileaks, durante un soggiorno di Assange nel paese scandinavo.

Il fondatore di Wikileaks ha sempre respinto le accuse e si sta opponendo al tentativo svedese di estradarlo.

Indovinate perché, fra quelle che ho trovato, ho postato questa agenzia ?

E poi, "ci ripensano"...

WIKILEAKS: SVEZIA PRESENTA APPELLO, ASSANGE RESTA IN CELLA

(ASCA-AFP) - Londra, 14 dic - Julian Assange dovra' rimanere in cella dopo che i rappresentanti legali della procura svedese hanno annunciato che presenteranno un ricorso in appello contro la sentenza che ha garantito al fondatore di WikiLeaks la liberta' su cauzione. L'appello, annunciato dall'avvocato Gemma Lindfield, verra' presentato entro le prossime 48 ore.
Fuori dal tribunale londinese si sono vissuti minuti di autentico caos, dopo che l'avvocato di Assange, Mark Stephens, aveva in precedenza riferito ai giornalisti che la Svezia non avrebbe fatto ricorso. red-uda/mcc/alf

Ed ora, "il sogno"...

UFO: Wikileaks divulgherà un'inquietante dispaccio ?

"Inquietante dispaccio" ?

Beh ! Dipende dai punti di vista.

Sicuramente, rappresenterebbe un evento cosmico...

Un evento, che ha in se il potenziale, per cambiare il mondo.

O quantomeno, assestare la prima "botta".

Ma altresì, potrebbe essere un altro tassello nel puzzle del Nuovo Mondo Globale.

E in ciò quindi, osservando bene, si potrebbero quantomeno intuire, "le lucenti mani degli Oscuri Signori".


WIKILEAKS: POLIZIA GB FABBRICO' LE PROVE CONTRO I MCCANN

22:38 14 DIC 2010

(AGI) - Washington, 15 dic. - Anche il caso di Madeleine McCann fini' nei rapporti dei diplomatici Usa al Dipartimento di Stato. Nel settembre 2007, l'ambasciatore statunitense in Portogallo racconto' che il suo omologo britannico gli aveva riferito che la polizia del suo Paese aveva contribuito a confezionare le prove contro i genitori della piccola, scomparsa misteriosamente nel maggio del 2007, da un residence a Praia da Luz, nell'Algarve.


Columbia j-school staff: WikiLeaks prosecution ‘will set a dangerous precedent’
LO STAFF DELLA SCUOLA DI GIORNALISMO DELLA COLUMBIA UNIVERSITY: LA PERSECUZIONE A WIKILEAKS 'FISSERÀ UN PERICOLOSO PRECEDENTE'
( in inglese - poynter.org ).


Wikileaks: sito originario torna online

Dominio era stato 'oscurato' da provider Usa il 3 dicembre

15 dicembre, 20:44

(ANSA) - ROMA, 15 DIC - E' tornato online www.wikileaks.org, il dominio principale del sito fondato da Julian Assange 'oscurato' il 3 dicembre scorso dal provider Usa EveryDNS.net. Il sito reindirizza al link http://mirror.wikileaks.info/, dove sono conservati tutti i file segreti pubblicati da Wikileaks nel corso degli anni.


Wikileaks: minacce russe a Politkovskaia

Cable Usa 2006. Intimidazioni anche da entourage premier ceceno

15 dicembre, 22:32

(ANSA) - ROMA, 15 DIC - La giornalista investigativa russa Anna Politkovskaia subi' 'frequenti minacce',anche 'di morte', dalle forze speciali russe e dall'entourage del premier ceceno Ramzan Kadyrov. A scriverlo e' l'ambasciatore Usa a Mosca William Burns in un cablo del 9/10 2006 -anticipato dall'edizione online del Guardian-, inviato quindi 2 giorni dopo che la Politkovskaia fu trovata morta. L'ambasciata -si legge sul cablo-ha espresso la forte preoccupazione degli Usa sul caso al viceministro degli Esteri.


La seguente notizia, potrebbe essere un'indizio, su dove andrebbero a colpire alcune almeno, delle future rivelazioni di Wikileaks, anche tramite i "siti affidatari"...

Wikileaks, blocchi Aeronautica Usa

Stop accesso rete informatica ai media

L'aeronautica americana ha bloccato l'accesso alla propria rete informatica al New York Times, al Guardian, e ad altri 23 siti che hanno pubblicato i documenti di Wikileaks. Lo ha riferito il maggiore Toni Tones, portavoce dell'Air Force Space Command in Colorado. L'Air Force "per routine blocca l'accesso alla rete ai siti web che danno spazio a materiali inappropriati o software dolosi, compresi i siti che pubblicano materiale segreto".

Link : tgcom.mediaset.it

Poiché di materiale pubblicato inerente o con riferimenti all'"Air Force", al momento e per ciò che mi riguarda, non ne ho ancora visto e quindi, letto.

Tuttavia...

Tenendo comunque in considerazione la non remota possibilità, che alcuni mi siano sfuggiti.

Propendo maggiormente per l'ipotesi, che fra i documenti GIÀ IN "MANO" ai giornali, ve ne siano anche alcuni, riguardanti l'"Air Force" Usa.

E che come da prassi delle grandi testate giornalistiche, in particolare anglosassoni, ma non solo.

Sia stata preventivamente informata, del futuro ed "imminente" rilascio di "tali" informazioni.

E di conseguenza, sarebbe spiegata la "nota informativa" della stessa "Air Force", contenuta nella notizia che ho qui sopra riportato.

Come sempre. Vedremo.


Incidente Bp in Azerbaigian prima del Golfo

Nel settembre 2008, fuga gas per "difetto rivestimento pozzo"

Link : ansa.it
15 dicembre, 23:33

ROMA - Il 17 settembre 2008, un incidente in una mega piattaforma di Bp in Azerbaigian, "Central Azeri", costrinse la compagnia a evacuare i 211 lavoratori. Lo scrive El Pais, media partner di Wikileaks, pubblicando dei cable dall'ambasciata Usa di Baku. La fuga di gas, 18 mesi prima del disastro ambientale nel Golfo del Messico, secondo gli statunitensi - che citano un incontro con i vertici Bp nel gennaio 2009 -, fu causata "da un difetto nel rivestimento di cemento di uno dei pozzi".

"Il 17 settembre - si legge nel dispaccio siglato dall'ambasciatore Usa a Baku, Anne E. Derse, del 26 settembre 2008 - l'acqua attorno alla piattaforma Central Azeri, una delle principali dell'Azerbagian, ha iniziato a ribollire, e i sistemi di allarme hanno rilevato alti livelli di gas. Poco dopo, in un pozzo si è verificato un 'blowout' (scoppio), espellendo acqua, fango e gas. La Bp ha disposto quindi l'evacuazione dei 211 lavoratori della piattaforma".

Qualche mese dopo, siamo al 15 gennaio 2009, l'incaricato d'affari dell'ambasciata Usa, Don Lu, incontra i vertici di Bp in Azerbaigian. "La compagnia si appresta a riavviare la produzione a Central Azeri, dopo aver chiuso alcuni 'pozzi sospetti' dai quali pensano si sia originata la fuga di gas a causa di un difetto nel cemento di rivestimento", scrive il diplomatico affermando che "il fatto che la causa sia questa è una buona notizia, perché vuol dire che c'é da lavorare solo sui pozzi, fatto preferibile rispetto alla perdita della piattaforma". La mistura di cemento usata per sigillare un pozzo, giudicata "instabile", è considerata la causa principale dell'incidente Bp nel Golfo del Messico, ad aprile 2010, nel quale hanno perso la vita 11 lavoratori e che ha originato la "Marea nera", uno dei maggiori disastri ambientali della storia.


WIKILEAKS

Assange, oggi la decisione della Corte gli Usa puntano all'accusa per cospirazione

Il fondatore di WikiLeaks arriva in tribunale in manette. Il giudice deciderà il suo rilascio su cauzione. Se sarà liberato dovrà indossare un braccialetto elettronico . Clinton nomina un nuovo coordinatore per la sicurezza informatica con il compito di garantire la protezione di materiale confidenziale

Continua su : repubblica.it


Wikileaks UFO Alien Disclosure - Michael Luckman Talks About Wikileaks On Coast to Coast am.
LA DIVULGAZIONE SU UFO ED ALIENI DI WIKILEAKS - MICHAEL LUCKMAN PARLA A RIGUARDO DI WIKILEAKS SU COAST TO COAST AM.
( in inglese - ufo-blogger.com ).


Wikileaks: liberta' Assange su cauzione

Braccialetto elettronico e firma ogni giorno dalla polizia

16 dicembre, 14:35

(ANSA) - LONDRA, 16 DIC - La Royal Court of Justice ha approvato la liberta' su cauzione per Julian Assange in attesa dell'udienza sull'estradizione l'11 gennaio, fissando tra le condizioni alla liberta' su cauzione che il capo di Wikileaks porti il braccialetto elettronico e che si rechi ogni giorno a firmare alla stazione di polizia.
Fuori dalla corte sono scoppiati applausi. Assange dovra' risiedere nella villa dell'amico e sostenitore Vaughan Smith nel Suffolk.

A quanto pare, finalmente, si sono decisi.

Ora, restiamo in attesa degli sviluppi.


A seguire la parte XIII.

2 commenti:

Anonimo ha detto...

buondi!ma che tempismo del pentagono, su questo articolo riguardo gli ufo-wikileaks http://www.foxnews.com/politics/2010/12/14/air-force-blocks-access-news-sites-posted-wikileaks-documents/ coincidenza !! RAY-X85

UNATANTUM ha detto...

Si RAY-X85. Concordo.

Proprio una "coincidenza", con una tempistica, a dir "poco"..."eccezionale".

Ciao.