Post in evidenza

CRISI: "A Pochi Passi dal Baratro"/50

Continua da questo post . Segnalando altolocati, altrui punti di vista...e consigli, da un ormai in percorso d'uscita, Oltremanica......

domenica 19 dicembre 2010

"UNA STORIELLA DIVERTENTE"

- Parte I -


Una notte dei primi giorni di settembre di due anni fà, mentre mi trovavo in uno dei miei letti e non riuscivo a prendere sonno.

Nel silenzio della camera e della notte sulla mia città.

Sentii provenire dall'esterno come un ronzio, però molto attutito.

Dopo alcuni minuti, infastidito da quel suono, decisi di alzarmi e provare a vedere da cosa dipendesse.

Guardando dai fori delle tapparelle, però non vedevo alcunché e per evitare di fare rumori molesti, mi diressi altrove, dove sapevo avrei evitato quell'atto.

Uscito dalla stanza da letto, mi diressi là dove oltre ad evitare quanto appena scritto, avrei sicuramente avuto la visuale più libera.

Ovvero, uno dei balconi panoramici, che abitando ad un piano elevato tali sono per davvero.

Tanto che c'ero, mi sono detto, mi concederò un'eccezione ( una sigaretta notturna...da accendersi rigorosamente una volta "fuori casa" ).

Mentre mi accingevo a varcare la soglia della porta-finestra per accedere al balcone, nel buio della casa, poiché non avevo acceso la luce ( per fortuna ) e della città sottostante, "illuminata solo da qualche lampione stradale" ( poiché dopo un certo orario, già da anni ed in dati periodi, vengono in parte disabilitati, al fine di provare a tutelare le esangui casse comunali ), con la sigaretta in bocca e l'accendino in mano pronto ad accenderla.

Sentendo ancora quel ronzio ancor più nitido, come se avesse origine di fronte a me ( ma io non vedevo nulla li di fronte ), il mio sguardo fù qualche attimo dopo, attirato da un'apparente sagoma semi occultata nell'oscurità, che si trovava si di fronte a me, ma un 50/60 metri più in alto.

Li sul momento rimasi un pò dubbioso sulla realtà di ciò che vedevo.

Poi però, l'oggetto...

REALE...

Si mosse.

"Non crederete" a quello che era...

Roba da film.

Anche se il "bello", verrà dopo qualche mese.

Continua...

"Voi non avete nemmeno idea di dove ( quale "ipotesi"...le virgolette interpretatele bene ) ci ( perché ha "coinvolto", direttamente ed indirettamente, anche altre persone...che ho scoperto poi, che una, fra l'altro un mio carissimo amico, in quello stesso "momento" di quella notte, stava osservando la medesima cosa che osservavo io ) ha portato questa storia".

Continua...

Non credevo a ciò che vedevo, ciò che in quel momento avevo davanti agli occhi a non più 150 metri di fronte, ed a 50/60 metri in verticale rispetto alla mia posizione.

La sigaretta che avevo tra le labbra quasi mi cadde, la presi al volo con la mano.

Ora riconoscevo "nitidamente" i suoi contorni ( lo vedevo nella sua interezza, era posto lateralmente rispetto alla mia posizione e quindi mi si mostrava di fianco ), nonostante il buio, a cui però nel frattempo mi stavo abituando.

Un elicottero nero, completamente nero, senza alcuna scritta, nessun sigla d'identificazione, nulla.

Dai contorni sembrava più un modello militare che civile, simile ai cobra americani.

Ma era silenziato, poiché a 70/80 massimo 90 metri dal suolo, emetteva solo un ronzio.

Pensai, accidenti a me e quando mi sono messo a scrivere su quei "sitacci" ( davvero, l'ho pensato davvero...anche se antecedente alla mia esperienza nibiriana, scrivevo qua e là, ma la sostanza era la stessa, quindi ).

Rimasi lì un paio di minuti immobile, ripeto...

Roba da film...

Provare per credere.

A bocca aperta, a pensare chissà cosa.

Una cosa è vederlo dal basso.

Un'altra è, per esempio, aprire la finestra e trovarti un coso del genere li fermo "a guardarti".

Comunque...tutto finì nel giro di pochi minuti, si alzò lentamente e poi, accellerando sparì, almeno apparentemente, in direzione delle catene montuose dell'appennino verso est.

Quella notte pensai molto.

Come i giorni e le notti successive.

Poi però, tale evento non si ripresentò e francamente lo riposi in uno dei miei "cassetti della memoria", sotto la voce...

Incontri ravvicinati con entità terrestri non identificate

Però, da quel giorno i ronzii ed i rumori in generale, ma quelli di elicotteri o di aerei in particolare, li ascolto, li osservo ( quando posso ), li tengo in considerazione...molto di più.

Particolarmente nelle ore notturne, quando si presentano.

E da quella notte, ho iniziato anche ad interrogarmi, su ciò a cui in passato ( rispetto a quell'evento ), non avevo dato peso.

E che avrei poi scoperto in futuro...

Grazie soprattutto ad un amico, che come ho già scritto qualche riga fà, mi ha confermato questo avvistamento...ma non solo quello.

Invece, ne avevo buon motivo.

E qui, inizia la parte "divertente".

Continua...


Parte II/1.

Nessun commento: