Post in evidenza

CRISI: "A Pochi Passi dal Baratro"/50

Continua da questo post . Segnalando altolocati, altrui punti di vista...e consigli, da un ormai in percorso d'uscita, Oltremanica......

mercoledì 23 marzo 2011

PANDORA'S TIMES parte CXV

Prosegue dalla parte CXIV.


''Misteriose''...curiosità...

La ( prima ) porta chiusa...

Obama rimane chiuso fuori da Casa Bianca

Presidente trova Studio Ovale chiuso ed entra da seconda porta

24 marzo, 14:10

(ANSA) - NEW YORK, 24 MAR - Il presidente degli Stati Uniti, Barack Obama, rientrato a Washington dopo cinque giorni in Sudamerica, e' rimasto chiuso fuori dalla Casa Bianca. La CBS ha mostrato oggi le immagini del presidente mentre sotto il portico della Casa Bianca tenta di aprire la porta che accede allo Studio Ovale. Chiusa. Obama allora e' costretto a entrare da una seconda porta. Su YouTube il video ha gia' avuto centinaia di visualizzazioni.

Ma succedono "tutte a quest'uomo"? Segni?


Nuovo Ordine Mondiale.

LO SCENARIO

All'Onu nasce l'asse dei Bric nuovo avversario per gli Usa

Brasile, Russia, India e Cina guidano la pattuglia dei non interventisti. Per la prima volta i paesi emergenti si sono dati una linea comune sulla politica estera. E fanno proseliti

Continua su: repubblica.it


Terrorismo.

Francia: allarme bomba, evacuata Tour Eiffel

23 marzo, 17:44

PARIGI - La polizia francese sta evacuando i turisti
dalla Tour Eiffel in seguito a un allarme bomba. Lo
ha constatato una giornalista dell'ANSA sul posto.
Dalla tour Eiffel, il monumento più frequentato dai
turisti a Parigi, sono stati ora fatti scendere - per le
scale e non in ascensore, secondo gli ordini della
polizia - tutti i turisti presenti. Restano sulla
costruzione soltanto gli artificieri della polizia. I
turisti, dopo essere scesi, sono stati invitati ad
allontanarsi dai piloni. La polizia ha imposto un
cordone di sicurezza attorno al monumento per
un raggio di un centinaio di metri.


ALGERIA

Algeria: 40 feriti in scontri

Lo riferiscono testimoni citati dal quotidiano El Watan

23 marzo, 16:56

(ANSA) - ALGERI, 23 MAR - Almeno 40 persone sono rimaste ferite in violenti scontri ad Algeri tra giovani e le forze dell'ordine che si apprestavano a distruggere alcune baraccopoli. Lo riferiscono testimoni citati dal quotidiano El Watan nella sua
edizione online. Tra i feriti, secondo gli stessi testimoni, ci sarebbero anche alcuni poliziotti. I manifestanti, in gran parte giovani, 'non hanno posti di lavoro, nessuna ricchezza mentre il Paese e' immensamente ricco,' ha detto un giovane.


SIRIA

Siria: vittime a Daraa

23 marzo, 17:37

ROMA - Almeno altri sei manifestanti sono stati uccisi nell'assalto che le forze dell'ordine siriane hanno compiuto in nottata - poco dopo la mezzanotte - alla moschea al Omari di Daraa, citta' 120 km a sud di Damasco ed epicentro delle proteste anti-regime che da sei giorni stanno infiammando il sud della Siria. A riferirlo sono stati testimoni e residenti della citta'. Secondo le stesse fonti, che parlano anche di ''decine di feriti'', tra i morti c'e' Ali Ghassab al-Mahmid, un medico di una importante famiglia di Deraa che aveva raggiunto la moschea situata nella citta' vecchia per prestare soccorso alle vittime dell'assalto.

Continua su: ansa.it

Sangue in Siria, 25 morti a Daraa.
Assad annuncia 'decisioni importanti'

Secondo l'agenzia ufficiale siriana Sana, in sei giorni di scontri ci sono stati tre morti

24 marzo, 15:32

BEIRUT - Sale a 25 il numero dei morti tra i residenti di Daraa, nel sud della Siria, in seguito alla repressione delle forze di sicurezza di Damasco contro i manifestanti anti-regime. Lo riferiscono fonti mediche siriane, citate dalla tv panaraba al Arabiya.

Continua su: ansa.it

SIRIA: ANNUNCIATE RIFORME, MA I MANIFESTANTI NON CI CREDONO

Centinaia verso Daraa
contro il regime
arresti a Damasco, 20
morti a Samnin

Il capoluogo della regione meridionale, teatro delle
proteste da giorni, è irragiungibile dai giornalisti
bloccati dall'esercito siriano. Proteste anti-regime anche a Qamishli, a Homs e nella capitale dove agenti in tenuta anti-sommossa hanno respinto i manifestanti. Yemen: spari in aria per separare dimostranti

Continua su: repubblica.it

E se, come "valvola di sfogo", si usasse una guerra.


STATI UNITI

Obama: Israele ha diritto ad autodifesa

Cordoglio per vittime attentato Gerusalemme e palestinesi a Gaza

23 marzo, 18:47

(ANSA) - NEW YORK, 23 MAR - Il presidente degli Stati Uniti, Obama, nell'esprimere il suo cordoglio per le vittime dell'attentato a Gerusalemme e per le vittime palestinesi di ieri a Gaza, ha 'sottolineato
che Israele, cosi' come tutti gli altri Paesi, ha diritto ad auto-difendersi'. Obama ha rivolto 'a tutte le parti' un appello alla calma, invitando con urgenza
a fare tutto cio' che e' in loro potere per prevenire ulteriore violenza e altre vittime civili


BAHREIN

Kuwait: invia navi militari a sostegno del Bahrein

Bahrain: domani nuova Giornata della Collera

Giovedì 24 Marzo 2011 11:27

E' stata annunciata per domani una nuovagiornata della collera in Bahrain. L'opposizione protesterà per la legge d'emergenza imposta dal governo la scorsa settimana che vieterà per tre mesi le manifestazioni di piazza.

Una delle manifestazioni si svolgerà all'aeroporto di Manama e un'altra sara' all'ospedale Salmaniya nella capitale. La repressione degli oppositori nel Paese è stata sostenuta dai soldati dall'Arabia Saudita e dagli Emirati Arabi Uniti.

Link articolo: focusmo.it

Bahrein: Manama protesta con Beirut

Il movimento sciita Hezbollah ''e' organizzazione terroristica''

25 marzo, 11:59

(ANSA) - BEIRUT, 25 MAR - Il movimento sciita libanese Hezbollah ''e' un'organizzazione terroristica'' che sostiene ''gli agitatori'' in Bahrein: lo ha detto stamani intervistato dalla tv panaraba al Arabiya il ministro degli esteri del Bahrein, lo sheikh Khaled al Khalifa,annunciando di aver inviato una protesta formale al governo di Beirut.Il ministro degli esteri di Manama ha esplicitamente accusato il movimento filo-iraniano di ''addestrare e organizzare'' sciiti presenti in Bahrein ''con scopi sovversivi''.


YEMEN

YEMEN: FORTE L'OPPOSIZIONE, SALEH SI RIVOLGE A ARABIA SAUDITA


UNIONE EUROPEA

Ue: apprensione per uso di forza contro manifestanti in Bahrain, Siria e Yemen

Venerdì 25 Marzo 2011 16:20

L'Unione Europea, esprime apprensione per la situazione in Siria, Yemen e Baherin". I 27, si legge nelle conclusioni del Consiglio europeo, "condannano fortemente l'escalation della violenza e l'uso della forza contro i dimostranti e chiedono a tutte le parti coinvolte di avviare un dialogo costruttivo e significativo senza rinvii e precondizioni".

Link articolo: focusmo.it


GIORDANIA

Giordania: premier minaccia conseguenze

'Scontri sono l'inizio del caos, questo e' inaccettabile'

25 marzo, 20:43

(ANSA) - AMMAN, 25 MAR - Il primo ministro giordano Marouf Bakhit ha detto che gli scontri ad Amman di oggi sono l'inizio del caos e che questo e' inaccettabile. Lo riferisce la tv giordana.
Al-Bakhit ha poi minacciato conseguenze se dovessero verificarsi altri scontri.


LIBIA

LA SFIDA DEL RAÌS

Attacco ai ribelli, strage
di bimbi a Misurata
Gheddafi: "Rido dei
missili occidentali"

Confermata la morte del generale figlio del raìs.
L'intenzione è quella di fare una completa pulizia
etnica dei ribelli, in tutta la Tripolitania

dal nostro inviato VINCENZO NIGRO

TRIPOLI - A sorpresa ritorna Gheddafi: da Bab el Aziziya, la caserma bombardata domenica sera, il
colonnello promette guerra: "I missili dell'Occidente mi fanno ridere, combatteremo e vinceremo", ripete davanti al suo popolo. E da giorni mantiene gli impegni: il problema è che combatte contro il suo popolo. La prima città-vittima di queste giornate di guerra è Misurata: trecentomila persone, meno quelle che disperatamente sono riuscite a fuggire, stanno resistendo da giorni a un diluvio di bombe e proiettili che nessuna pace potrà mai cancellare nella storia.

Continua su: repubblica.it

Pentagono: attaccate forze terra Gheddafi

Ammiraglio Hueber: bombardamenti non hanno fatto vittime civili

23 marzo, 18:16

(ANSA) - WASHINGTON, 23 MAR - Le forze della coalizione hanno attaccato dall'aria le forze pro Gheddafi che minacciano le citta' di Ajdabiya, Misurata e Zawiya e che non mostrano segno di
ritiro. Lo ha detto l'ammiraglio Usa Gerard Hueber. Nel mirino delle forze della coalizione ci sono forze meccanizzate, postazioni di artiglieria e piattaforme mobili per il lancio di missili, ha precisato Hueber, sostenendo che non vi sono
indicazioni che gli attacchi della coalizione abbiano causato vittime civili.

Libia: attacco a bunker di Gheddafi

Cnn: fedelissimi del rais stanno contattando autorita' Usa

23 marzo, 21:47

(ANSA) - BERLINO, 23 MAR - La tv satellitare Al Arabiya ha riferito che la caserma-bunker di Muammar Gheddafi a Tripoli e' sotto attacco aereo. Proprio da Baba el Aziziya ieri sera il leader libico si e' rivolto ai suoi sostenitori. Intanto fonti del Dipartimento di Stato americano hanno confermato alla CNN che fedelissimi di Gheddafi stanno prendendo contatto con le autorita' americane. Tra gli altri vi sarebbe anche un cognato di Gheddafi.

DIRETTA

Francia: "I raid continuano"
Napolitano: "Siamo nella carta Onu"

Link aggiornamenti del 24/03/2011: repubblica.it

Evidenzio, dalla diretta qui sopra...

11:54
PER PARIGI RISOLUZIONE ONU AUTORIZZA INTERVENTO A TERRA
La risoluzione 1973 dell'Onu, che autorizza l'uso della forza in Libia è "estremamente flessibile" e permette "un intervento di terra": è quanto ha detto oggi il ministro francese della Difesa, Gerard Longuet

( Mi sa, che 'ai francesi', Gheddafi, sta proprio sulle balle...oppure, è solo un'ostacolo che và rimosso? )

12:02
DE GENNARO A COSAPIR: ALLERTA MA NO SPECIFICHE MINACCE
I servizi segreti sono allertati al massimo livello dall'inizio dell'intervento militare in Libia per prevenire possibili azioni terroristiche contro l'Italia, ma finora non sono arrivate segnalazioni attendibili su minacce specifiche. E' quanto avrebbe detto, secondo quanto si apprende, il direttore del Dis, Gianni De Gennaro, ascoltato oggi in audizione per circa un'ora dal Copasir

L'OFFENSIVA

Gheddafi assedia Misurata
"Massacro di civili, 100 morti"

Decine di cecchini fanno fuoco dai tetti. Raid occidentali su Tripoli. Tra i mercenari anche delle donne. Il regime accusa gli alleati: "Sono state compiute stragi"

Continua su: repubblica.it

DIRETTA

Libia, ancora battaglia a Misurata
Francia e Gb: "Prepariamo soluzionepolitica"

Link aggiornamenti del 25/03/2011: repubblica.it

Cito dalla diretta...

18:39
WILDERS: ''ATTENZIONE AL CALIFFATO ISLAMICO IN LIBIA''
Nessuno vuole un "califfato islamico" in Libia e l'Occidente dovrebbe considerare con attenzione le conseguenze delle rivolte che stanno scuotendo il mondo arabo. Geert Wilders, deputato olandese noto per la sua vocazione anti-islamista, esprime tutto il suo scetticismo sulla "primavera araba".
Pensare che in paesi dove vige la religione islamica vi possa essere "vera libertà" e "vera democrazia" è un'"illusione", ha detto Wilders durante la lettura annuale di Magna Carta a Roma.
E, dunque, l'intervento militare nel paese di Gheddafi, sul quale il suo Partito per la libertà ha espresso voto contrario, potrebbe generare effetti perversi.

( Ecco! Questo "tipo qui", a riguardo, la pensa più o meno come me,"se fossi olandese lo voterei". Il problema è, che ciò è voluto, da..."oscure mani occidentali" )


A seguire la parte CXVI.

Nessun commento: