Post in evidenza

ONU PRONTO A CONTATTI CON EXTRATERRESTRI - Parte LVII

Prosegue dalla parte LVI . "Oh! Com'è dolce lo studiar, di potenzialmente abitabili pianeti...in particolari allineamenti"....

sabato 3 aprile 2010

IPOTESI DI COMPLOTTO parte CXXXIII

Prosegue dalla parte CXXXII.
E sempre per "non farsi mancare nulla".
Cosa ci dicono accadrà, in particolare riguardo gli eventi mediorientali, le profezie di MdN ?
Ci "dicono" che..."un pazzo leader mediorientale" e "l'anticristo"suo alleato, metteranno a "ferro e fuoco" Israele e tutti quei Paesi, "moderati" e filo-occidentali del medioriente e non solo. Infatti dopo una "breve tregua"grazie alla mediazione di Russia, Cina ed Ue, quest'ultima subirà un'atto di guerra con relativa invasione che non riuscirà ad evitare anche perché l'alleato americano avrà gravissimi problemi da affrontare a casa propria etc.etc.etc.
Sul quale siano questi problemi ed a cosa siano dovuti. A seconda delle varie interpretazioni, si và dalla caduta di un meteorite nell'Oceano Atlantico alla guerra civile. Passando per enormi disastri naturali e devastanti attacchi terroristici con armi non convenzionali, fate voi !
La "cosa buffa" è che, più passano gli anni da quando ho iniziato ad interessarmi a queste tematiche e più penso..."Non è che c'è qualcuno in carne ed ossa che ha interesse che ciò, almeno in parte, avvenga ?"

11/02/2010.

Geopolitica...Scontri a Teheran, aggrediti capi riformisti Ahmadinejad:distruggeremo Israele se attacca Presidente Iran:"Prodotto uranio al 20% - ( ANSA ) - 11 febbraio, 10:52 Oggi a Teheran si celebra il 31.mo anniversario della rivoluzione islamica.Scontri tra forze dell'ordine e dimostranti dell'opposizione sono in corso a Teheran,mentre altre dimostrazioni avvengono nelle citta' di Isfahan e Shiraz:lo riferisce il tam tam su Twitter.La notizia non puo' essere verificata poiche' non e' permesso ai media stranieri di seguire le manifestazioni di piazza."Le forze di sicurezza attaccano la folla mentre si muove tra le strade della capitale",scrive il sito web Parlamanews,sottolineando che l'episodio piu' grave e' l'aggressione a Karrubi,ma che episodi simili "si sono verificati in numerosi posti". Altri scontri si sarebbero verificati nei pressi di piazza Azadi.Secondo i testimoni,gli agenti starebbero utilizzando proiettili di vernice per poi poter individuare gli oppositori.Secondo alcuni 'twit' ''ci sono almeno dieci feriti nei pressi di Arya-Shahr''. A Isfahan, dove sono in corso manifestazioni dell'opposizione riferisce la Cnn, secondo i testimoni la polizia in assetto anti-sommossa ha sparato in aria e lanciato lacrimogeni per disperdere la folla. Altre dimostrazioni sono in corso a Shiraz. FOLLA IN PIAZZA AZADI, SI ATTENDE AHMADINEJAD - Decine di migliaia di persone sono confluite stamane in diversi cortei ufficiali verso la Piazza Azadi, a Teheran, dove era atteso il discorso del presidente Mahmud Ahmadinejad per il 31.o anniversario della rivoluzione iraniana. Ai giornalisti stranieri non è stato consentito seguire i cortei e quindi non è possibile sapere se l'opposizione, che aveva pianificato di far sentire la sua voce dall'interno delle manifestazioni ufficiali, ha effettivamente messo in atto i suoi progetti. Tutto intorno alla piazza Azadi e in varie altre aree della capitale è ingente lo spiegamento di forze di sicurezza, sia polizia sia miliziani islamici Basiji, che negli ultimi otto mesi hanno partecipato attivamente alla repressione delle proteste. Tutte le vie d'accesso alla piazza sono stretto controllo degli agenti fin da ieri. I partecipanti ai cortei ufficiali gridano slogan di sostegno alla Guida suprema, ayatollah Ali Khamenei, oltre che 'Morte a Israele' e 'Morte all'Americà, sventolando migliaia e migliaia di bandierine nazionali iraniane. SITO, SPARI E LACRIMOGENI CONTRO MANIFESTANTI - Le forze di sicurezza iraniana hanno esploso colpi di arma da fuoco e lanciato lacrimogeni per disperdere un gruppo di manifestanti dell'opposizione nel centro di Teheran. Lo riferisce il sito web riformista Green Voice, citando testimoni oculari. KARRUBI E KHATAMI AGGREDITI DA FORZE SICUREZZA - Il leader riformista Mehdi Karrubi e l'ex presidente Mohammad Khatami sono stati aggrediti dalle forze di sicurezza iraniane, mentre si apprestavano a prendere parte alle celebrazioni per il 31.mo anniversario della rivoluzione. Lo riferisce il sito web Jaras. "L'auto di Karrubi è stata attaccata dalle forze di sicurezza e dai Basiji, i vetri infranti", riferisce il sito web iraniano vicino all'opposizione Parlemannews. L'episodio è avvenuto in Ashrafi Esfahani Street, ci sarebbe stato un confronto fisico tra le guardie del corpo del leader riformista e gli aggressori. "Karrubi è in buone condizioni, ma é stato costretto a salire su un'altra auto e lasciare la manifestazione", aggiunge il sito. Anche l'ex presidente Khatami è stato costretto ad allontanarsi nei pressi di piazza Azadi, quando le forze governative lo hanno costretto a retrocedere. Il sito dei parlamentari riformisti Parlemannews riferisce che l'ex presidente Khatami ha dovuto allontanarsi quando miliziani Basiji hanno cominciato a gridare slogan contro di lui. Una nipote dell'ayatollah Ruhollah Khomeini, Zahra Eshraghi, è stata costretta ad allontanarsi dalle forze di sicurezza oggi mentre prendeva parte alle manifestazioni per l'anniversario della rivoluzione insieme a sostenitori dell'opposizione. Lo scrive il sito dei parlamentari riformisti, Parlemannews. Insieme a lei è stato allontanato il marito, Mohammad Reza Khatami, ex vice presidente riformista del Parlamento e fratello dell'ex presidente della Repubblica Mohammad Khatami. Il sito di Mehdi Karrubi, Sahamnews, conferma intanto l'arresto di Ali Karrubi, figlio dell'ex candidato riformista alle presidenziali. I PUNTI DEL DISCORSO DI AHMADINEJAD Questi i principali punti del discorso pronunciato oggi dal presidente iraniano Mahmud Ahmadinejad nel 31.o anniversario della rivoluzione. NUCLEARE: La produzione del primo 'pacchetto' di uranio arricchito al 20% è stata completata nell'impianto di Natanz. L'Iran ha la possibilità di arricchire l'uranio anche a livelli ben superiori, arrivando oltre l'80% necessario per costruire ordigni nucleari. Ma non lo farà, perché non vuole dotarsi di bombe atomiche. Le potenze occidentali usano le questioni del nucleare e dei diritti diritti umani come "pretesti" perché "vogliono eliminare la libertà e l'indipendenza dell'Iran". ISRAELE: "Il regime sionista si sta avvicinando alla sua distruzione", ha detto Ahmadinejad, ribadendo un'affermazione già più volte fatta. USA: Il presidente Barack Obama "sta perdendo l'occasione di agire in modo corretto", cambiando le politiche del suo predecessore, George W. Bush. "Vorremmo che Obama avesse successo nelle sue riforme, nel fare il bene del popolo americano e nel rimediare alle politiche disumane di Bush - ha affermato Ahmadinejad - non vogliamo che soccomba alla pressione di un banda di sionisti, ma sta perdendo l'occasione di agire in modo corretto". FINE DEL CAPITALISMO: Il sistema capitalistico delle "potenze egemoniche", cioé l'Occidente, "sta arrivando alla fine" e sta ormai vivendo "gli ultimi giorni".
Iran,possiamo arricchire uranio a 100% Casa Bianca, non crediamo a questi annunci 11 febbraio, 20:02 (ANSA) - TEHERAN, 11 FEB - La produzione di uranio arricchito al 20% sta andando 'molto bene' secondo il capo dell'agenzia atomica iraniana, Ali Akbar Salehi. L'Iran puo' arricchire l'uranio fino al 100%, ha aggiunto Salehi, livello necessario per costruire armi nucleari, sostenendo pero' che il suo Paese non ha intenzione di raffinare il materiale fino a quel livello. Ma la Casa Bianca ha detto di non credere alle dichiarazioni dell'Iran sulle presunte capacita' di arricchire l'uranio a queste percentuali.
USA: OBAMA INCONTRERA' IL DALAI LAMA GIOVEDI' 18 ALLA CASA BIANCA (ASCA-AFP) - Washington, 11 feb - Nonostante le proteste cinesi, il presidente degli Stati Uniti, Barack Obama, incontrera' il Dalai Lama giovedi' prossimo alla Casa Bianca. Lo ha annunciato il portavoce della sede presidenziale Usa Robert Gibbs. ''Il 18 febbraio - ha detto - il Presidente incontrera' il Dalai Lama. L'incontro avra' luogo nel Salone delle Mappe qui alla Casa Bianca''.
A seguire la parte CXXXIV.

Nessun commento: