Post in evidenza

ONU PRONTO A CONTATTI CON EXTRATERRESTRI - Parte LVII

Prosegue dalla parte LVI . "Oh! Com'è dolce lo studiar, di potenzialmente abitabili pianeti...in particolari allineamenti"....

sabato 5 febbraio 2011

WIKILEAKS: NUOVA PUBBLICAZIONE DI DOCUMENTI - Parte XXV

Prosegue dalla parte XXIV.


Wikileaks: Usa, mai dato segreti a Mosca

Per agevolare accordo trattato Start firmato da Obama-Medvedev

05 febbraio, 20:41

(ANSA) - NEW YORK, 5 FEB - Il Dipartimento di Stato Usa ha smentito quanto pubblicato dal britannico Telegraph, secondo cui Washington avrebbe passato a Mosca 'informazioni sensibili' britanniche come merce di scambio per agevolare l'accordo sul trattato bilaterale Start, firmato dal presidente Usa Obama e da quello russo, Medvedev. Il portavoce del Dipartimento, Philip Crowley, dice di aver aggiornato la Russia circa la cooperazione nucleare tra Stati Uniti e Gran Bretagna riguardante il trattato del 1991.

E poi, c'è questo, indubbiamente interessante articolo, su cui però in merito ai contenuti, ognuno di voi, trarrà le proprie, personali e "dovute" considerazioni...

Wikileaks UFO: Julian Assange's secret messages released in Vancouver
WIKILEAKS E GLI UFO: I MESSAGGI SEGRETI RILASCIATI DA JULIAN ASSANGE IN VANCOUVER
( in inglese - examiner.com ).
( in italiano - googlese ).

Dall'articolo...

"Wikileaks founder Julian Assange unconsciously released intelligence regarding the ET presence on Earth during a recent interview on CBS Television's 60 Minutes. Secret messages encrypted backwards in the voice of Mr.
Assange were detected by a Vancouver-based mobile audio lab monitoring his statements through a digital audio mirror filter. The secret messages reflect data from a European Union Times report describing a secret US war against a UFO base in the South Pacific."

"Il fondatore di Wikileaks Julian Assange ha inconsciamente rilasciato notizie segrete riguardanti la presenza extraterrestre sulla Terra, durante una sua intervista al programma televisivo della Cbs '60 minuti'. I messaggi segreti criptati nel far scorrere all'indietro la voce del signor Assange, sono stati scoperti nelle sue dichiarazioni, da un laboratorio audio mobile di monitoraggio basato a Vancouver attraverso un filtro audio digitale a specchio. I messaggi segreti riflettono i dati riportati da un articolo dell'EUTIMES che descrivono una guerra segreta degli Stati Uniti contro una base Ufo nel Sud Pacifico."

A seguire, riporta che la ricerca della stringa "Wikileaks UFO" è monitorata da diverse agenzie segrete statunitensi, come per esempio la US Navy Network Information Center ( Centro Informazioni del Sistema della Marina degli Stati Uniti ), di cui abbiamo una prova in un articolo di ufo-blogger, dove è, da loro stato reso di pubblico dominio, a prova delle visite di tali agenzie governative, la porzione dove compaiano nell'elenco dei visitatori.

Ed ancora

"If the EU Times article is correct, recent and highly provocative appearances of UFO ’s in sensitive airspace over Jerusalem, Victoria BC, New York and Dallas TX must be re-evaluated in terms of peaceful political public actions from ET ’s intent upon sharing the potential resources of the world with human beings."

"Se l'articolo dell'EUTIMES è corretto, le recenti ed altamente provocatorie apparizioni di UFO negli spazi aerei sensibili di Gerusalemme, Victoria, New York e Dallas dovrebbero essere rivalutate nei termini di pacifiche pubbliche e politiche azioni da parte degli Extraterrestri nell'intento di condividere le potenziali risorse del mondo con gli esseri umani."

Ed infine, l'interpretazione di alcuni dei messaggi segreti contenuti nell'intervista di Assange, dal programma televisivo "60 minuti", della Cbs...

- Secret Message: I'm not one of you.

MESSAGGIO SEGRETO: IO NON SONO UNO DI VOI.

- Secret Message: Iran has nuclear leak.

MESSAGGIO SEGRETO: L'IRAN HA UNA FUGA NUCLEARE.

- Secret Message: I guess this battle will be bloody.

MESSAGGIO SEGRETO: IO RITENGO CHE QUESTA BATTAGLIA SARÀ SANGUINOSA.

- Secret Message: It's alien. Hidden now.

MESSAGGIO SEGRETO: È ALIENO. ORA NASCOSTO.

- Secret Message: The saucer city.

MESSAGGIO SEGRETO: LA CITTÀ DEL PIATTINO, O DI CHI CONDISCE.
( Ma il termine "city", potrebbe riferirsi, "esplicitamente" a Londra, ed il pensiero và all'udienza per l'estradizione )


Mia fantasiosa interpretazione, su quanto abbiamo a disposizione da questo intrigante articolo...

"Io non sono come voi, io stò combattendo e ritengo che sarà una battaglia sanguinosa. Sono a conoscenza di segreti che loro non vogliono far sapere, per ora almeno, una centrale iraniana ha una fuga radioattiva, gli alieni lo sanno e vogliono intervenire, anche se per ora rimangano celati. Se Londra deciderà per la mia estradizione, non lo saranno più."

Forse anche più che fantasiosa.

Certo è, che se quanto riferito nell'articolo qui sopra, sarà confermato nei fatti.

Ricollegandomi all'articolo finale del post precedente...

Un "Giorno della Fine", potrebbe esserci...

Ma per davvero.


Wikileaks, ex soldatessa ammette:
“ Le rivelazioni sono mie”

febbraio 6th, 2011 by Redazione

Anat Kamm ha confessato di aver divulgato 2000 documenti risevati dell ’esercito. Consegnandoli ad un giornalista del quotidiano Haaretz.

Continua su: giornalettismo.com


Governo/ Assange: Su Wikileaks nuove rivelazioni su Italia Usa cercano di fermarci ma i nostri sostenitori aumentano

Roma, 6 feb. (TMNews) - "Posso dire che nelle prossime settimane uscirà su Wikileaks una grande quantità di scottanti documenti sull'Italia" documenti che riguardano "l'economia, la politica, la corruzione". Lo dice Julian Assange in un'intervista al Tg3, il fondatore del sito che domani e dopodomani dovrà apparire davanti a un tribunale britannico che studierà la richiesta d'estradizione depositata dalla Svezia, che accusa il 39enne australiano di stupro. Quando gli viene chiesto se tra queste rivelazioni ci sia anche qualche cosa che riguarda il nostro presidente del Consiglio, Assange risponde: "Berlusconi dovrebbe prestare molta attenzione al fatto che la sua vita privata corrisponda a quella pubblica".

Quanto al futuro di Wikileaks, Assange denuncia che "dagli Usa sono state fatte pressioni incredibili per bloccare i finanziamenti al nostro sito, vogliono fermarci ma non ci riusciranno perchè i nostri sostenitori aumentano". Quanto allo scopo del sito il fondatore spiega: "Continuiamo a svelare retroscena oscuri e criminali della politica e dell'economia, anche sull'Egitto abbiamo documentato gli abusi del regime di Mubarak. La stampa anglosassone usa gli aspetti personali anche minimi per attaccarmi ma non importa".

"In attesa restiam, dei segreti, che in un prossimo futur, svelati verran."


IL BLOCCO DEL WEB ANNUNCIATO CON UN MESSAGGIO SU TWITTER

Attacco hacker al sito del governo
"Un blitz, ma nessun furto di dati"

La rete di Anonymous colpisce l'Italia: «Difficile contrastarli»





Continua su: lastampa.it


WIKILEAKS: OGGI A LONDRA PROCESSO ESTRADIZIONE PER ASSANGE

(ASCA) - Roma, 7 feb - Il fondatore di Wikileaks, Julian Assange, tornera' oggi in tribunale a Londra per un'udienza che decidera' della sua estradizione in Svezia, dove e' stato accusato di stupro nei confronti di due donne. Lo riferisce la Bbc.

Gli avvocati di Assange, che attualmente si trova in liberta' vigilata, cercheranno di dimostrare che con l'estradizione il fondatore di Wikileaks correrebbe il rischio di essere consegnato agli Usa dove potrebbe finire a Guantanamo o essere condannato alla pena capitale per aver diffuso centinaia di documenti top secret. ghi/cam/lv


Wikileaks, parla patrigno Assange
'Julian smaschera la corruzione, ma non ha fatto male a nessuno'

07 febbraio, 09:13

(ANSA) - SYDNEY, 7 FEB - Il fondatore di Wikileaks Julian Assange 'ha smascherato la corruzione globale ma non ha fatto male a nessuno', e ha il supporto 'delle piu' grandi menti nel mondo'. Lo ha detto il patrigno Brett Assange, parlando a Sydney in sostegno del trentanovenne australiano che oggi affronta a Londra un processo per la richiesta di estradizione in Svezia, dove e' indagato per molestie sessuali. I suoi sostenitori temono che possa essere estradato in Usa, dove si prepara una sua possibile incriminazione.


INTERNET: PIRATE BAY, PIU’ PROVIDER PER EVITARE CENSURA CO-FONDATORE, NUOVO SOFTWARE PER VISIBILITA ’ SITI ‘OSCURATI’ ROMA

(ANSA) - ROMA, 7 FEB - “Decentralizzare” la rete per garantire trasparenza, pluralismo ed evitare forme di censura su Internet. E ’ quanto ha detto Peter Sunde, co-fondatore di Pirate Bay, intervenuto alla tavola rotonda “Internet, attacco al potere. Il mondo dopo Wikileaks” organizzata oggi a Roma nell’ambito della Social Media Week.
“Il traffico internet mondiale passa da pochi server in mano ad un gruppo ristretto di provider”, ha spiegato Sunde. “In Egitto, ad esempio, per bloccare il web è bastato agire su quattro di questi provider ”. Oltre agli Internet service provider (Isp), la decentralizzazione, secondo Sunde, deve riguardare anche i Domain Name System (Dns), il sistema che gestisce le connessioni ai siti web nella rete, che è attualmente gestito dall ’ente non profit statunitense Icann. Lo stesso Sunde sta lavorando allo sviluppo di un software per creare un sistema Dns alternativo, in grado di garantire la visibilità di un sito anche in caso di oscuramento. La nece ssità di decentralizzazione e pluralismo, con riferimento all ’informazione via Internet, è stata sottolineata nella stessa tavola rotonda anche dalla giornalista Lilli Gruber. “In Italia - ha spiegato - siamo all’avanguardia sull’accentramento dei luoghi di potere per il controllo e la distribuzione delle notizie. Il 70% degli italiani - ha proseguito l ’ex parlamentare europea - decide il proprio voto in base ai tg delle tv generaliste, e ciò spiega l ’accanimento del governo e di Berlusconi nel volere avere il controllo assoluto dell’informazione generalista del nostro Paese”.(ANSA).
Y89-VC/ S0A QBXB

Link: primaonline.it


E che lo spettacolo abbia inizio...

Oppure.

Che dello spettacolo, abbia inizio la sua fine ?

WIKILEAKS: OGGI A LONDRA PROCESSO ESTRADIZIONE PER ASSANGE

(ASCA) - Roma, 7 feb - Il fondatore di Wikileaks, Julian Assange, tornera' oggi in tribunale a Londra per un'udienza che decidera' della sua estradizione in Svezia, dove e' stato accusato di stupro nei confronti di due donne. Lo riferisce la Bbc.

Gli avvocati di Assange, che attualmente si trova in liberta' vigilata, cercheranno di dimostrare che con l'estradizione il fondatore di Wikileaks correrebbe il rischio di essere consegnato agli Usa dove potrebbe finire a Guantanamo o essere condannato alla pena capitale per aver diffuso centinaia di documenti top secret. ghi/cam/lv


WikiLeaks: il misterioso relitto nucleare delle Filippine e il contrabbando di uranium bricks


A seguire la parte XXVI.

Nessun commento: