Post in evidenza

CRISI: "A Pochi Passi dal Baratro"/50

Continua da questo post . Segnalando altolocati, altrui punti di vista...e consigli, da un ormai in percorso d'uscita, Oltremanica......

mercoledì 2 febbraio 2011

PANDORA'S TIMES parte XCV

Prosegue dalla parte XCIV.


Internet e Libertà d'Espressione.

UNGHERIA

"Ripensamenti"...

Ue: Ungheria modifichera' legge- bavaglio

La vicepresidente Kroes aveva scritto al Governo di Budapest

01 febbraio, 14:01

(ANSA) - BRUXELLES, 1 FEB - Il governo ungherese e' 'pronto a modificare la legge se sara' necessario'. E' con queste parole che la vicepresidente della Commissione europea, Neelie Kroes, ha accolto la risposta ricevuta ieri da Budapest sulla controversa legge sui media. Il 21 gennaio la Kroes aveva scritto una lettera all'esecutivo ungherese minacciando l'apertura di una procedura di infrazione se non fossero stati dati chiarimenti e non fossero state fatte modifiche a quella che e' stata definita legge-bavaglio.


Curiosità.

"Scelte e strane coincidenze"...

66 anni prima matrimonio Hitler-Eva Braun

03 febbraio, 14:36

LONDRA - A questo gli esperti del cerimoniale reale non avevano certo pensato quando e' stato fissato per il 29 aprile per la data del matrimonio del principe William con Kate Middleton.

Ci ha pensato pero' il Times a scoprire la macabra coincidenza: il 29 aprile 1945 Adolf Hitler sposava Eva Braun nel bunker di Berlino assediato dall'Armata Rossa.

La scelta della data delle nozze reali e' stata al centro di una girandola di illazioni e acrobazie sul calendario: e' stata scelta la fine di aprile per evitare le feste di Pasqua (nel 2011 cadra' il 24 aprile) ma anche con il giorno del voto per elezioni locali in Scozia e Galles e del referendum sul sistema elettorale il 5 maggio.

Link: ansa.it


Misteri.

ITALIA

VENETO/BOATI FADALTO: STIVAL, MOBILITATA PROTEZIONE CIVILE

(ASCA) - Venezia, 3 feb - Il mistero dei boati che da oltre un mese si odono dalla zona del Passo Fadalto e in Val Lapisina, a cavallo fra le province di Belluno e di Treviso, non ha ancora trovato una risposta precisa, ma si stanno affinando le analisi per venirne a capo e gli interventi in relazione agli scenari che potrebbero emergere. Ieri si e' svolto anche un incontro con successivo sopralluogo e sorvolo in elicottero in zona con tecnici, esperti dell'Istituto Nazionale di Oceanografia e di Geofisica sperimentale di Udine e dell'Unita' Operativa di Supporto (UOS) della struttura di Padova dell'Istituto di Ricerca per la Protezione Idrogeologica del CNR e della Regione del Veneto.

''Come Regione - ha sottolineato l'assessore all'ambiente Maurizio Conte - stiamo costantemente monitorando l'evento e vogliamo approfondirlo, consapevoli che l'area dell'Alpago e' tra le piu' sismiche del Veneto''. ''Per quanto riguarda il sistema della protezione civile - gli ha fatto eco l'assessore Daniele Stival - i Comuni coinvolti hanno gia' da tempo messo a punto piani per eventuali interventi. Inoltre, dal momento che la zona interessata coinvolge il territorio di due Province, vi sara' anche un coordinamento a livello regionale, in stretto cllegamento con le due amministrazioni provinciali e i comuni interessati''.

Il sopralluogo ha fatto riscontrare diverse situazioni di instabilita' di masse rocciose e diffuse manifestazioni carsiche. Le primissime indicazioni strumentali sembrano confermare che non si tratta solo di suoni misteriosi, perche' sono state registrate ''componenti vibrazionali'', insomma lievi tremori associati ai boati, percepibili solo strumentalmente, con fenomeni che avvengono anche di giorno.

Si tratterebbe peraltro di eventi non nuovi, gia' segnalati tra la fine del 2000 e l'inizio del 2001 e nel dicembre 2003, mentre ''sintomi'' analoghi c'erano gia' nell'ottobre scorso.

L'origine, peraltro, sarebbe da localizzare a sud-est rispetto all'area nella quale sono stati percepiti.
Le indagini proseguiranno e in ogni caso lunedi' prossimo, nella sede della Protezione Civile Regionale, vi sara' un'ulteriore confronto tecnico con esperti nazionali. fdm/sam/lv


Nuovo Ordine Mondiale.

EGITTO

DIRETTA

Cairo, cecchini sparano sulla folla

Caccia ai giornalisti stranieri

Dopo le violenze di ieri, i fedelissimi del presidente sparano nella notte tra la folla che continua a presidiare piazza Tahrir, luogo simbolo della rivolta. Almeno tredici i morti negli scontri notturni. Anche oggi il bilancio si aggrava: per Al Jazeera due persone sono state uccise, molti i feriti. E uno straniero sarebbe stato picchiato a morte a piazza Tahrir. Stamane i carri armati dell'esercito tentavano di tenere separate le due fazioni. Diverse le aggressioni ai giornalisti stranieri, nel mirino dei fedelissimi del presidente.
Arrestati un deleganto di Human Rights Watch e uno di Amnesty. Il vicepresidente Suleiman cerca un'intesa per la transizione, puntando a un rederendum popolare su un pacchetto di riforme.
No anche dai Fratelli musulmani. Il raìs non sembra intenzionato a lasciare immediatamente il potere, malgrado le pressioni internazionali.
Obama: "Preghiamo che sorga un giorno migliore in Egitto". La Ue valuta sospensione degli aiuti economici.

Link aggiornamenti del 03/02/2011: repubblica.it

Egitto: Onu, rischio per pace in Mo

Emissario Obama rientra in Usa, solo due incontri

03 febbraio, 16:20

(ANSA) - LONDRA, 3 FEB - La crisi in Egitto rischia di avere ripercussioni negative sul processo di pace in Medio Oriente. Lo ha detto alla Bbc il segretario generale dell'Onu Ban Ki-moon che dopodomani partecipera' a una riunione del Quartetto per il Medio Oriente a Monaco di Baviera. E intanto l'emissario personale del presidente Barack Obama, Frank G. Wisner, ha lasciato ieri sera il Cairo dopo soli due incontri, con il presidente Hosni Mubarak e il suo vice, Omar Suleiman.

DIRETTA

E' il "venerdì della partenza"

Gli islamisti: "Non ci candideremo"

Ancora un giorno di proteste e incertezza in Egitto. Scade oggi l'ultimatum delle opposizioni al rais perché abbandoni il potere. La giornata, scandita dalla preghiera, è stata ribattezzata da El Baradei il "venerdì della partenza". Ma il presidente, intervistato dalla Abc, dichiara di non poter abbandonare il potere, altrimenti i Fratelli musulmani prevarranno. L'organizzazione islamista nega ogni intenzione di presentarsi alle presidenziali. Consiglio europeo straordinario dei capi di Stato e di governo a Bruxelles. Arrestati e rilasciati due inviati italiani

Link aggiornamenti del 04/02/2011: repubblica.it

EGITTO: KHAMENEI, RISVEGLIO ISLAMICO ISPIRATO A RIVOLUZIONE IRAN '79

(ASCA-AFP) - Teheran, 4 feb - L'ondata di rivolte che sta attraversando diversi Paesi arabi, come l'Egitto, e' un segno del ''risveglio islamico'' ispirato alla rivoluzione iraniana del 1979. Lo ha dichiarato il leader supremo iraniano, l'ayatollah Ali Khamenei, nel corso della preghiera musulmana del venerdi'. ''Gli sviluppi in Nord Africa, Egitto e Tunisia e in altri Paesi assumono un significato nuovo per noi'', ha spiegato Khamenei.
''E' cio' di cui abbiamo parlato molto. Ovvero quel risveglio islamico e' ispirato alla rivoluzione della grande nazione iraniana la cui immagine si sta mostrando a tutti'', ha detto. ghi/cam/alf

DIRETTA

Manifestanti di nuovo in piazza
Mubarak convoca riunione nuovo Governo

Per tutta la notte i dimostranti hanno sfidato il coprifuoco a piazza Tahrir. Il direttore dell'ufficio di al Jazeera al Cairo e uno dei suoi giornalisti sono stati arrestati:"La polizia ha sparato in aria nella piazza della capitale". Clinton: "Attenzione a rischio regime autoritario". Oggi manifestazioni anti Mubarak anche a Roma e Milano

Link aggiornamenti del 05/02/2011: repubblica.it

Egitto: esplode gasdotto Sinai

Per le autorita' locali e' stato un atto di sabotaggio

05 febbraio, 09:41

(ANSA) - IL CAIRO, 5 FEB - L'esplosione di un gasdotto nel Sinai provoca la sospensione, a titolo precauzionale, del flusso di gas dall'Egitto verso Israele. Per le autorita' locali, si tratta di un atto di sabotaggio, compiuto da ''elementi stranieri'', che ha colpito il tratto della struttura che trasporta gas verso la Giordania. L'esplosione, avvenuta nei pressi della cittadina egiziana di Arish, nel nord del Sinai, non ha provocato morti ne' feriti, ed e' stata seguita da un incendio che e' stato subito domato.

Il "fine" degli "Agenti del Caos" và sempre più svelandosi, al pubblico dominio.

"Per chi ha gli occhi aperti e...vuol vedere, ovviamente."

DIRETTA

Accordo tra Suleiman e opposizione

Un comitato per le riforme entro marzo

Link aggiornamenti del 06/02/2011: repubblica.it


SIRIA

Siria, parte da Facebook la rivolta di Damasco.

Oggi in Siria, manifestazione anti-regime.


ALGERIA

Algeria: smantellata cellula terroristica

Arrestate 14 persone, pianificavano attacchi in Europa

06 febbraio, 12:03

(ANSA) - ALGERI, 6 FEB - Una cellula dell'Aqmi, il ramo nordafricano di Al Qaida, che pianificava attentati in Europa, in particolare in Francia, e' stata smantellata dagli 007 algerini a fine dicembre. Lo riferisce la stampa algerina, citando fonti dei servizi segreti. Quattordici le persone arrestate nella regione di Batna, 450 km a sudest di Algeri: tra loro anche il leader salafita mauritano, Ibrahim Ould Mohamed Ouldna, considerato il 'mufti' dell'Aqmi. La cellula pianificava attentati terroristici in Europa.


IRAN

Iran: spazio, 4 nuovi satelliti

Anche missili balistici anti-nave, tre volte piu' veloci suono

07 febbraio, 19:22

(ANSA) - TEHERAN, 7 FEB - Quattro nuovi satelliti artificiali iraniani sono stati presentati dal presidente Mahmud Ahmadinejad, che ne ha annunciato la messa in orbita entro il 2012. Sempre oggi l'Iran ha annunciato di aver avviato la produzione di massa di missili balistici anti-nave con velocita' tre volte superiore a quella del suono. Lo ha detto il capo dei Guardiani della rivoluzione, Mohammad Ali Jafari.


Economia.

COSTA D'AVORIO

La Côte d'Ivoire fait défaut sur sa dette souveraine
LA COSTA D'AVORIO È INADEMPIENTE SUL SUO DEBITO SOVRANO
( in francese - lesechos.fr ).

Previsioni di inquietanti e realmente possibili, scenari futuri...

IMF raises spectre of civil wars as global inequalities worsen
IL FONDO MONETARIO INTERNAZIONALE, COME PEGGIORANO LE DISUGUAGLIANZE GLOBALI SI ALZA LO SPETTRO DELLE GUERRE CIVILI
( in inglese - dailytelegraph.co.uk ).

STATI UNITI

USA: A GENNAIO DEFICIT FEDERALE 53 MLD $. OTT-GEN ROSSO DA 424 MLD

(ASCA) - Roma, 7 feb - La Commissione Bilancio del Congresso ha diffuso i numeri preliminari sull'andamento del deficit federale Usa per questa prima parte dell'anno fiscale 2011.

Negli Stati Uniti l'esercizio fiscale per il bilancio pubblico comincia nel mese di ottobre.

Nel mese di gennaio, il deficit federale e' stato pari a 53 miliardi di dollari, in aumento di 11 miliardi rispetto allo stesso mese dello scorso anno.

Rispetto al gennaio del 2010 sono stati pero' anticipati dei pagamenti, altrimenti il disavanzo sarebbe di 16 miliardi in meno di quello del gennaio dello scorso. Nei primi 4 mesi dell'esercizio 2011 il deficit federale e' pari a 424 miliardi di dollari, 7 miliardi in meno del corrispondente periodo dello scorso esercizio. red-men/mcc/bra


A seguire la parte XCVI.

Nessun commento: