Post in evidenza

CRISI: "A Pochi Passi dal Baratro"/50

Continua da questo post . Segnalando altolocati, altrui punti di vista...e consigli, da un ormai in percorso d'uscita, Oltremanica......

lunedì 1 agosto 2011

PANDORA'S TIMES parte CLXI

Prosegue dalla parte CLX.


Internet, Pirati e...Fatturati.

IL CASO

"La pirateria aiuta il
cinema"
ma lo studio viene
'secretato'


L'analisi di un osservatorio di ricerca tedesco sugli utenti di un sito che permetteva lo streaming dei film: non danneggiano l'industria perché usano il web come anteprima dei film che vedranno al cinema o acquisteranno. Ma i risultati vengono tenuti segreti perché poco graditi alle aziende

di ALESSANDRO LONGO



ROMA - Tra i pirati ci sarebbero i migliori amici del cinema. Scaricare opere pirata favorirebbe il consumo legale, invece di scoraggiarlo. Sarebbe giunto a queste conclusioni uno studio segreto condotto dal noto osservatorio di ricerca GFK. Ma è stato tenuto nascosto perché i committenti non hanno gradito i risultati.

E i committenti - manco a dirlo - sono le aziende dell’industria tedesca dei film.

Continua su: repubblica.it

E certo!!!

In pratica, gli fanno pubblicità, per giunta...gratuita.

Beh! Se "l'opera" in questione, vale...ovviamente.



Nuovo Ordine Mondiale.

"Dorate e Misteriose, Curiosità Storiche"...

Inglesi cercano "tesoro dei nazisti"

Documenti, Goering fece immergere casse da internati, poi fucilati

02 agosto, 17:06

(ANSA) - BERLINO, 2 AGO - Un misterioso tesoro in fondo al lago, nascosto poco prima della fine della Seconda Guerra Mondiale, potrebbe presto tornare in superficie dal lago Stolp, nel land tedesco del Brandeburgo. Lo cercheranno, con l'ausilio di un sottomarino, imprenditori inglesi.

Documenti inediti rivelano che Hermann Goering, con i russi alle porte di Berlino, vi fece inabissare 18 casse piene d'oro e platino da internati in campi di concentramento, che poi furono fucilati.

Domanda:

E di questo eventuale tesoro,chi ne avrebbe diritto,solo chi lo ha fisicamente ritrovato, o anche...altri soggetti?



MEDIO ORIENTE

"Scintille d'agosto"...

Sparatoria a confine
Libano-Israele, nessun
ferito

01/08 16:14 CET

Momenti di tensione alla frontiera tra Libano e Israele, in seguito a una sparatoria avvenuta in mattinata che non ha provocato vittime o feriti.
Divergenti le versioni dei fatti comunicate dai due paesi.

Secondo l’esercito israeliano, una sua unità sarebbe finita sotto tiro mentre si trovava di pattuglia alla frontiera e avrebbe quindi risposto al fuoco. I libanesi sostengono invece che i soldati israeliani avessero sconfinato oltre la “linea blu” tracciata dall’Onu.

Il contingente Unifil, dispiegato nel sud del Libano,
si è recato sul posto per prevenire una escalation.
L’incidente è il primo dopo una sparatoria che, un anno fa, provocò la morte di due soldati libanesi, un giornalista e un ufficiale israeliano.

Link: it.euronews.net

SIRIA

"E da ora in poi, quel che potrebbe accadere, rischia di essere...realmente, molto interessante"...

Londra: "Azione militare
ipotesi non remota"
Ma la Nato frena: "Non
ci sono condizioni"


La Ue annuncia nuove 'imminenti' sanzioni. Ieri più di cento i morti negli attacchi ad Hama. E si teme che durante il Ramadan potrebbero intensificarsi le proteste


Oltre cento morti ad Hama
durante la violenta repressione
dell'esercito di Assad


LONDRA - L'intervento militare in Siria "non è una possibilità remota". All'indomani della strage in cui hanno perso la vita oltre cento persone 1, nella città siriana di Hama, ma anche in altri centri del Paese, il ministro degli Esteri britannico avverte Damasco. Parlando di quel che fino a oggi gli altri Paesi occidentiali avevano evitato di ipotizzare.
Ovvero un intervento per fermare la violenta repressione messa in opera dal dittatore Bashar al Assad contro le migliaia di manifestanti che protestano contro il suo regime. Quello stesso Assad che oggi, dopo la dura condanna della comunità internazionale di fronte al massacro di ieri, si complimenta con le sue forze armate per l'atto "patriottico". Ma sulla possibilità di un intervento della Nato in Siria è scettico il segretario generale dell'Alleanza atlantica, Anders Foghb Rasmussen che, in un'intervista al quotidiano francese Midi Libre, ha dichiarato: "Non ci sono le condizioni. In Libia conduciamo un'operazione basata su un mandato chiaro dell'Onu.

Continua su: repubblica.it

Ed ancora, da altra fonte, riguardo alle dichiarazione di Assad, in occasione del 66mo anniversario dalla nascita delle forze armate siriane...

Assad alle forze armate: " la
vostra missione è tagliare la strada ai nemici"


Lunedì 01 Agosto 2011 12:05

In un saluto alle forze armate siriane, in occasione del 66mo anniversario della loro creazione, il presidente siriano Bashar al Assad ha affermato, citato dall'agenzia Sana, "Voi incarnate le posizioni di ... appartenenza pura alla nostra amata Siria araba", "... il vostro sangue ..., la vostra determinazione nel compiere le missioni che vi vengono affidate tagliano la strada ai nemici del Paese, fanno fallire la sedizione e proteggono la Siria".

Il presidente siriano ha poi sottolineato "Coloro che pensano che le pressioni e i complotti possano far rinunciare la Siria ai suoi diritti e ai suoi principi, si sbagliano ... Noi restiamo liberi nelle nostre scelte nazionali e sovrane per realizzare un pace giusta e globale in conformità alle risoluzioni e alla legittimità internazionale che stabiliscono il ritiro di Israele dai territori arabi occupati sino alla linea del 4 giugno 1967".

Link articolo: focusmo.it

A proposito, numeri interessanti, vero?

È oggi, è il primo di agosto.

"Verità e Condanne"...

LA VERITÀ SULLE RIVOLTE IN SIRIA

PER LA GRAN PARTE
DISARMATI SIGNIFICA BEN
ARMATI


DI TONY CARTALUCCI
Land Destroyer

Quando i media di regime
proclamano che i manifestanti siriani sono
"per la gran parte disarmati", stanno dicendo
in modo orwelliano che sono davvero ben armati.

Continua su: comedonchisciotte.org

Siria: l'Onu condanna le
violenze

I Quindici chiedono fine immediata. Il
Libano si dissocia

03 agosto, 22:18

(ANSA) - NEW YORK, 3 AGO - Il Consiglio di Sicurezza dell'Onu ha approvato un testo di condanna per le violenze in Siria: i Quindici hanno chiesto la "fine immediata" delle violenze. La dichiarazione condanna le "diffuse violazioni dei diritti umani e l'uso della forza contro i civili da parte delle autorità siriane". Il testo, tecnicamente approvato all'unanimità anche se il Libano se ne è "dissociato", chiede al segretario generale dell'Onu, Ban Ki-moon, di fare rapporto sulla situazione in Siria tra sette giorni.

"Ma sapremo mai la 'Pura Verità' dei fatti, sia in quella terra, che in tutti i luoghi toccati dalle rivolte...o dovremo, 'come al solito...cercare d'intuirla', con i mezzi a nostra disposizione...senza certe...certezze, a suffragare ipotesi...se non i FATTI STESSI"?


LIBIA

"Mosce Vendette"?

LIBIA: LA RUSSA, MISSILE CADE IN MARE A 2 KM DA FREGATA 'BERSAGLIERE'

(ASCA) - Roma, 3 ago - Un missile e' caduto questa mattina in mare a due chilometri dalla fregata 'Bersagliere' che si trova a largo della costa libica. Lo ha riferito il ministro della Difesa, Ignazio La Russa, durante una conferenza stampa per la
presentazione di una iniziativa politica del Pdl.

La Russa ha spiegato che si puo' trattare di un missile partito dalla terraferma ''contro'' la nave o ''piu' probabilmente'' di un missile anti-aereo che non ha raggiunto l'obiettivo ''ed e' ricaduto in mare''.

''Non ci sono motivi di preoccupazione, la nostra fregata prudentemente si e' portata piu' a largo'', sottolinea il ministro. ceg/vlm

Ma che interessante inizio di agosto, sotto molteplici aspetti e punti di vista.

Dimenticavo...

Per chi pensasse, ad una operazione, tipo..."False Flag", tenga presente, a mio parere, che chi le compie, di solito, non sbaglia il bersaglio e nemmeno, manda..."mosci...avvertimenti".


Ed Infatti. Ecco le Ammissioni libiche...


Libia: Tripoli, nostro il missile

Lanciato ieri contro nave italiana.
Portavoce, ancora forti

04 agosto, 08:33

(ANSA) - ROMA, 4 AGO - Il portavoce del governo libico, Mussa Ibrahim, ha rivendicato il lancio del missile contro la nave italiana Bersagliere, ieri al largo delle coste libiche. Lo riferisce la Cnn. Il portavoce del governo ha riferito che il missile e' stato lanciato da truppe fedeli a Muammar Gheddafi.

''Abbiamo sorprendenti capacita' che non abbiamo ritenuto necessario usare'', ha detto Mussa: ''Il nostro esercito e' ancora molto forte. Non abbiamo ancora usato la nostra vera potenza militare''. (ANSA).


"Solo Minacce, alla ricerca di un 'giusto compromesso'..o Realtà di una svolta, oramai, senza più ripensamenti"...

LIBIA: FIGLIO GHEDDAFI, ALLEANZA CON RIBELLI RADICALI CONTRO I LAICI

(ASCA-AFP) - New York, 4 ago - Una Libia islamica non dispiacerebbe a Muammar Gheddafi. Lo ha lasciato intuire Saif al Islam, figlio del rais, in un'intervista al New York Times pubblicata oggi, nella quale riferisce che la sua famiglia ha stretto un'alleanza con i ribelli islamici del Paese per respingere l'offensiva dell'opposizione laica di Bengasi.

''I liberali fuggiranno o saranno uccisi'', ha spiegato l'erede di Tripoli, aggiungendo che ''la Libia somiglia sempre piu' ad Arabia Saudita e Iran. E allora?''. Saif al Islam ha rivelato di avere negoziato ''un patto'' con ali Sallabi, uno dei leader islamici nell'est del Paese nelle mani dei ribelli.

Un passo indietro dunque da parte del regime, che in passato aveva ripetutamente accusato gli islamici radicali di essere alla guida della protesta.

Tra loro potrebbero esserci ''terroristi'', ha detto Saif, ma va ''accettato. E dovra' prenderne atto anche la comunita' internazionale'', ha aggiunto. red/sam/bra

"Come da Copione".


Curiosità...Militari.

RUSSIA

"Efficienti e molto meno esosi, sistemi di difesa"...

Russia: palloni aerostatici per difesa

Progetto per controllare confini in fase di sperimentazione

03 agosto, 17:37

(ANSA) - MOSCA, 3 AGO - Palloni aerostatici per controllare i confini nei progetti del ministero della Difesa russo. Se sara' superata la fase di sperimentazione, ne saranno acquistati una cinquantina. Il costo, compresi gli impianti tecnici, si aggira sui 3 milioni di dollari l'uno ma ci sarebbe un risparmio sino a 13 volte rispetto ad un elicottero e fino a 7 rispetto ad un aereo. I palloni aerostatici prodotti in Russia possono raggiungere un'altezza di 3,5 km e controllare un raggio di 270 km.

Fluttuando nell'aere
nel silenzio delle nubi,
i miei confini custodirò
e paura non avrò,
se d'un tratto,
il nemico, poi...vedrò.



A seguire la parte CLXII.

Nessun commento: