Post in evidenza

ONU PRONTO A CONTATTI CON EXTRATERRESTRI - Parte LVIII

Prosegue dalla parte LVII . Ed ecco il palesarsi di un'altra prima volta...anzi, "altre prime volte". Eh Sì! Poiché i risco...

mercoledì 17 agosto 2011

CRISI: "A Pochi Passi dal Baratro"/2

Prosegue da questo post.


"Storie di Ordinarie Miserie Americane"...

La povertà trasformata in un crimine negli
Stati Uniti


10 agosto 2011

Di Barbara Ehrenreich

Fonte: TomDIspatch.com

Da Z Net – Lo spirito della resistenza è vivo

Ho completato il manoscritto di 'Nickel and Dimed' [Una paga da fame. Come (non) si arriva alla fine del mese nel paese più ricco del mondo – Feltrinelli, ora riedito, aggiornato, negli Stati Uniti per il decimo anniversario della pubblicazione – n.d.t.] in un’epoca di prosperità apparentemente sconfinata. Gli innovatori tecnologici e i capitalisti di ventura stavano conseguendo improvvise fortune acquistando ville sfarzose simili a quelle che avevo pulito nel Maine e molto più grandi. Persino le segretarie di certe società di alta tecnologia si ritrovavano ricche grazie alle loroopzioni azionarie. C’era un gran parlare della permanente conquista del ciclo economico e un nuovo spirito impudente che infettava il capitalismo statunitense. A San Francisco un cartellone pubblicitario per una ditta di commercio elettronico proclamava “Fate l’amore, non la guerra” e poi, in basso,“Fancùlo, fate semplicemente soldi”.

Continua su: znetitaly.altervista.org


Consigli di Celere Accentramento di Poteri...Europeo...

CRISI: DELORS, EUROPA SULL'ORLO DEL BARATRO. NECESSARIO AGIRE PRESTO

(ASCA- Afp) - Bruxelles, 18 ago - ''Aprano gli occhi. L'euro e l'Europa sono sull'orlo del baratro''.
Alanciare l'allarme e' l'ex presidente della Commissione europea, Jacques Delors, che definisce troppo timide le reazioni dei leader europei.

''La scelta e' semplice - afferma Delors dalle colonne di Le Soir, quotidiano belga, e Le Temps, svizzero - o gli Stati membri accettano una piu' stretta cooperazione economica che oppure bisognera' trasferire piu' competenze all'Unione''.

Severo anche nei confronti dell'incontro tra il presidente francese Nicolas Sarkozy e la cancelliera tedesca Angela Merkel che secondo Delors ''non aiutera'''. Una possibile soluzione per uscire dalla crisi e', secondo l'ex presidente della Commissione europea, ''la parziale messa in comune del debito'' vista come la ''pompa per spegnere il fuoco e dare un senso alla cooperazione della comunita''''. ''Ho sempre detto che il successo dell'Europa in termini economici, si basa su tre punti: la concorrenza che stimola, la cooperazione che rafforza e la solidarieta' che unisce''.

Necessario, spiega Delors, ''passare in fretta all'azione per non far piu' dubitare i mercati''. elt/sam/rob


BENVENUTI NEL QUARTO REICH

LA GERMANIA USA LA CRISI FINANZIARIA PER CONQUISTARE L'EUROPA


DI SIMON HEFFER
dailymail.co.uk

Il meeting d'emergenza dell'altro ieri tra Angela Merkel e Nicolas Sarkozy era stato pianificato prima che i partecipanti conoscessero le cifre disastrose della crescita nell'eurozona, diffuse in mattinata.

Il meeting è stato segnato dalla passata settimana di tumulto nei mercati finanziari, con l'azionario in caduta libera dopo il declassamento del rating del credito statunitense.

Ancora più pesante la notizia delle perdite di alcune delle maggiori banche europee, in Francia in particolare, a prova dell'impossibilità perfino delle economie più sviluppate di vivere con i propri mezzi.

Continua su: comedonchisciotte.org

"E se non vi riuscirà...

'Come da Copione'

...tradirà".


La Nuova Grande Depressione

E' garantito, ci sarà una Nuova Grande Depressione. Come faccio a esserne così sicuro? Per le stesse ragioni che indussero Mises a fare valigie e scappare per tempo dall'Austria prima dell'avvento del nazismo, riuscendo in tal modo a sfuggire ai forni in cui da lì a pochi anni finirono tanti suoi concittadini di razza ebrea.


Di Francesco Carbone
Usemlab

Di fronte a quanto stanno facendo politici e burocrati ci aspetta la sovietizzazione delle società occidentali, con ripercussioni gravissime sulle capacità imprenditoriali di generare benessere e prosperità. L'ho scritto ieri e lo ripeto oggi. Non si scappa dalla logica economica aprioristico deduttiva della scuola Austriaca.

Il problema è che l'economia, la scienza più importante di tutte ai fini della prosperità dei popoli, è oggi ridotta a un brandello di stronzate senza alcun senso. Per analogia, se la medicina di oggi si fondasse sulle stesse castronerie su cui si basa l'economia moderna insegnata nelle università, uno stregone del medioevo potrebbe benissimo spacciarsi per un luminare della chirurgia moderna.

Continua su: vocidallastrada.com


20 SEGNI CHE IL MONDO E' SULL' ORLO DI
UN' APOCALISSE ECONOMICA


FONTE: THE ECONOMIC COLLAPSE (BLOG)

Se pensavate che il 2011 fosse stato un anno negativo per l'economia mondiale, aspettate di vedere cosa succederà nel 2012. Gli Stati Uniti e l'Europa hanno entrambi problemi di debito pubblico senza precedenti, i mercati finanziari sono agitatissimi, programmi di austerità sono in corso di attuazione in tutto il mondo, i prezzi sui beni fondamentali come il cibo sono saliti alle stelle e un sacco di consumatori sono in piena crisi di panico.

Molti analisti temono che potrebbe abbattersi una "tempesta perfetta" e che potrebbe effettivamente essere a capo di una apocalisse economica nel 2012. Speriamo che non accadrà. Speriamo che i nostri leader sappiano tenere in piedi l'economia globale completamente a pezzi. Ma in questo momento, le cose non vanno bene. Dopo un periodo di relativa stabilità, le cose stanno iniziando a peggiorare ancora una volta.

Il prossimo grande crack finanziario potrebbe letteralmente accadere in qualsiasi momento.
Purtroppo, se dovesse accadere un apocalisse economica nel 2012, non saranno i ricchi che ne soffriranno di più. Saranno i poveri, i disoccupati, i senza tetto e gli affamati che ne pagheranno le conseguenze.

La seguente top 20 indica i segni che potrebbero essere a capo di una apocalisse economica nel 2012 ....

Continua su: comedonchisciotte.org


CRISI: LO SPETTRO DELLA RECESSIONE SPAVENTA I MERCATI (IL PUNTO)


Usa: Obama taglia fondi alla Cia

Tutte le agenzie federali nel mirino dell'Amministrazione

19 agosto, 20:02

(ANSA) - NEW YORK, 19 AGO - La Cia finisce nel
mirino dei tagli dell'amministrazione del presidente Usa Barack Obama, insieme a tutte le altre agenzie federali come la Fda (Food and Drug Administration), quella sui medicinali, o l'Epa (Enviromental Protection Agency), l'equivalente del nostro ministero dell'ambiente. A calare la scure e' stato il responsabile del budget della Casa Bianca, Jacob Lew, che ha ordinato di diminuire il budget dal prossimo anno di almeno il 5% rispetto alle spese sostenute nel 2011.

Beh! Non credo, se la passeranno male...ugualmente.


STANDARD AND POOR'S E IL BILDERBERG:
FANNO PARTE DEL PIANO?


DI ELLEN BROWN
Global Research



La scorsa settimana il Dow Jones Industrial Average è salito o sceso di almeno 400 punti per quattro giorni di fila, una cosa mai vista nel mercato azionario.

Il calo peggiore è stato lunedì 8 agosto, quando il Dow ha perso 624 punti. Lunedì era il primo giorno di scambi dopo che le obbligazioni del Tesoro US avevano subito un downgrade da AAA a AA+ da parte di Standard and Poor’s.

Ma le montagne russe sono davvero iniziate giovedì 2 agosto, il giorno successivo all’accordo dell’ultimo minuto per alzare il tetto del debito degli Stati Uniti, un accordo che si credeva necessario per evitare il downgrade che è avvenuto comunque cinque giorni dopo. Il Dow ha cambiato direzione per cinque sessioni consecutive, ancora per la prima volta.

Continua su: comedonchisciotte.org

Da cui, tratto dal finire dell'articolo, cito un ulteriore passaggio, a mio modesto parere, "ricco...d'interessanti coincidenze numeriche"...


Battaglia titanica o Insider Trading?


Tutto questo lascia aperta la domanda sul perché il discutibile downgrade del 5 agosto, DOPO che il governo aveva elaborato ulteriori concessioni proprio per evitare il default, e malgrado la rivelazione imbarazzate che i dati di S&P’s erano sbagliati di 2 trilioni di dollari? I blogger sospettosi hanno evidenziato che Lehman Brothers fu abbattuta da un pesante raid al ribasso l’11 settembre del 2008, facendo eco al disastro dell’11 settembre 2001; che il downgrade di S&P ha colpito i mercato l’8 agosto del 2011; e che quel giorno S&P è calata del 6,66% e il Dow esattamente del 5,55%. Nella tradizione degli Illuminati, questi sono numeri potenti, quelli scelti per le mosse decisive.


Ed Ora...

"Anche se, ero indeciso se farvelo sapere...oppure no"...


WEB

E Facebook "chiama" il
Vaticano
"Paga tu la manovra
finanziaria"


Quasi ventimila adesioni in 48 ore per un gruppo che chiede di abolire i privilegi fiscali della Chiesa cattolica, "visti i miliardi di euro che noi italiani gli versiamo da tanto tempo". E i finiani di Il Futurista lanciano una campagna online: "Facciamo pagare l'Ici alla Chiesa"

di CARMINE SAVIANO

L'OBIETTIVO è messo nero su bianco. Far pagare la manovra di ferragosto anche al Vaticano, "visti i miliardi di euro che noi italiani gli versiamo da tanto tempo".

Continua su: repubblica.it

Vi Dirò che...

Sono Pienamente d'Accordo!!!


Deprimenti notizie, giungono dagli Stati Uniti...


USA: NEL 2* TRIM AUMENTANO FAMIGLIE CHE NON RIESCONO A PAGARE MUTUI

(ASCA) - Roma, 22 ago - Negli Usa il mercato delle case non mostra segni di ripresa, anzi la situazione e' persino peggiorata. Lo dicono i numeri pubblicati dalla Mortgage Bankers Association.

Nel secondo trimestre aumentano le famiglie che non riescono a pagare la rata di mutuo. I prestiti in sofferenza rappresentano l'8,44% del totale contro l'8,32% del primo trimestre.

''La situazione ha smesso di migliorare e sta peggiorando, l'aumento dei mutui in sofferenza riflette il deterioramento del mercato del lavoro'', spiega Jay Brinkam, capo economista della Mortage Bankers Association.

I pignoramenti di case sono soprattutto oncentrati inCalifornia, Florida, New Jersey, Illinois e New York. red/men


CAMBI: ATTENZIONE DEGLI OPERATORI SULLA FED (ANALISI FXCM)


Continua...QUI.

Nessun commento: