Post in evidenza

CRISI: "A Pochi Passi dal Baratro"/50

Continua da questo post . Segnalando altolocati, altrui punti di vista...e consigli, da un ormai in percorso d'uscita, Oltremanica......

martedì 23 agosto 2011

PANDORA'S TIMES parte CLXVIII

Prosegue dalla parte CLXVII.


Curiosità.

"Insistenti e Voluti 'Sermoni', Destinati a far Danni"?

Israele, show predicatore destra Usa

Timori per spettacolo vicino a moschea Al Aqsa

22 agosto, 18:48

(ANSA) - TEL AVIV/CESAREA, 22 AGO - Commosso fino alle lacrime davanti a tremila sostenitori (molti dagli Usa) il telepredicatore ultra-conservatore Glenn Beck ha ieri iniziato nell'anfiteatro romano di Cesarea una fitta serie di eventi concepita per esprimere incondizionato sostegno allo Stato di Israele e agli ebrei in quanto "popolo eletto da Dio". Qualche timore per uno show mercoledi' non lontano dalla moschea di Al-Aqsa di Gerusalemme, che sara' contestato da Peace Now e probabilmente da tumulti dei palestinesi.


Nuovo Ordine Mondiale.

"Colpose...Archiviazioni"...

IL CASO

Strauss-Kahn, accuse
archiviate
l'ex direttore Fmi torna
libero


La decisione della corte di New York conferma le richieste della Procura: ritirate le accuse di stupro contro l'ex direttore del Fondo monetario internazionale. La difesa aveva smascherato altre bugie nella versione della cameriera che aveva denunciato la violenza. No anche al ricorso della Diallo

Continua su: repubblica.it


MEDIO ORIENTE

"Senza Clamore, ne Indignazione, ne Appelli"...

Cento guerriglieri Pkk uccisi in Iraq

In 6 giorni di raid aerei di Ankara. Attacchi continueranno

23 agosto, 11:40

(ANSA) - ANKARA, 23 AGO - Le forze armate turche hanno reso noto che dai 90 ai 100 guerriglieri del Pkk sono stati uccisi in operazioni nel nord dell'Iraq. Secondo il comando generale delle forze armate turche, le operazioni lanciate nel Nord dell'Iraq la scorsa settimana hanno colpito 132 bersagli in sei giorni di raid aerei. Il comando ha reso noto anche di avere notizia che piu' di 80 militanti del Partito dei lavoratori del Kurdistan (Pkk) sono rimasti feriti. Le operazioni militari continueranno.

..."per chi, ritenuti Terroristi...a loro vedere, combattono, per ciò che ritengono...la propria terra, occupata da stranieri aggressivi".

IRAN

"Trasferimenti...in prospettiva, di eventuali attacchi"?

Iran: Iniziato il trasferimento delle centrifughe per l’arricchimento dell’uranio in un bunker sotterraneo


Lunedì 22 Agosto 2011 19:10

Secondo quanto riferito Lunedi da un alto funzionario nucleare, l’Iran ha iniziato a spostare le macchine che arricchiscono l'uranio per il combustibile nucleare, dal suo principale complesso atomico nella città centrale di Natanz, in un bunker sotterraneo nei pressi della città santa di Qom, " Il trasferimento delle centrifughe da Natanz a Fordow (nei pressi di Qom) sta avvenendo nel pieno rispetto degli standard", è quanto a riferito Fereydoun Abbasi-Davani all’emittente IRIB. " Le strutture di Fordow sono in fase di preparazione e alcune centrifughe sono state trasferite".

Continua su: focusmo.it

Iran: presentato il missile Ghader

Martedì 23 Agosto 2011 17:05

Un nuovo missile da crociera di fabbricazione iraniana, chiamato Ghader, è stato presentato a Tehran, durante una cerimonia presieduta dal presidente Mahmoud Ahmadinejad. Il missile con una gamma di 124 miglia che ha la capacità di distriggere una nave da guerra. Ha un peso leggero e dimensioni ridotte che si va ad aggiungere agli altri missili iraniani fabbricati nel 2010 con una gamma più breve.

Link: focusmo.it

"Posati Consigli"...

Ahmadinejad: Assad dialoghi con il popolo per evitare l'intervento occidentale

SIRIA

"Sforzi Coordinati di Dissidenti"...

SIRIA: AD ISTANBUL CREATO CONSIGLIO NAZIONALE RIVOLUZIONARIO

(ASCA-AFP) - Istanbul, 23 ago - Un gruppo di dissidenti siriani riunitisi ad Istanbul ha dato vita ad un ''consiglio nazionale'' mirante a coordinare gli sforzi in atto per rovesciare il regime del presidente Bashar al-Assad.

Il Consiglio e' stato formato dopo quattro giorni d'intense discussioni, hanno detto gli oppositori siriani in una conferenza stampa. ''Abbiamo avuto martiri e feriti, questi sacrifici hanno creato un senso di unita''', ha dichiarato l'attivista Ahmad Ramadan. Gli ha fatto eco un altro esponente dell'opposizione, Yasar Tabbara: ''La creazione di questo consiglio puo' essere considerata una prima tappa verso la costituzione di un organismo rappresentativo della rivoluzione siriana''. red/sam/rob

"Chissà, se anche per questo, in un possibile, ipotetico futuro...la Turchia, pagherà un adeguato tributo".

Assad: l'Occidente unico pericolo per la Siria

Giovedì 25 Agosto 2011 13:20

"Patria, principi e religione non sono in vendita. La Siria non farà concessioni, non si venderà agli occidentali e le forze armate rappresentano l'unità nazionale" - ha dichiarato il presidente siriano Bashar al Assad, durante il banchetto per l'Iftar in cui ha ricevuto un gruppo di dignitari religiosi siriani -.

"La Siria sta andando avanti il ​​processo di riforma con passi costanti" -, ha confermato il presidente Bashar al-Assad durante il banchetto, affermando che queste riforme sono le basi per il futuro della Siria e delle generazioni a venire. Di cospirazione da parte dell'Occidente, dunque parla
Assad, il quale è convinto che il mondo straniero cerca di tracciare e seminare sedizioni in Siria. "I paesi occidentali non vogliono il bene per la Siria, ma cercano solo di raggiungere i propri interessi a scapito della gente araba e islamica sotto la copertura dei diritti umani, quando le conseguenze delle loro interferenza sono evidenti in Irak, in Afghanistan e in altri paesi", ha affermato il presidente Assad agli uomini di religione.

Link articolo: focusmo.it

ISRAELE

"Convenevoli Preavvisi di Colloqui, su Preventive...Future Spartizioni...

Apertura israeliane alla Turchia nel dopo Assad

Mercoledì 24 Agosto 2011 15:25

Il Ministro della difesa israeliano, Ehud Barak guarda con favore a un futuro ruolo attivo della Turchia nel dopo Assad in Siria con la creazione di un regime filo-occidentale.

Un'apertura diplomatica da parte di chi a Gerusalemme sostiene una riconciliazione con la Turchia anche a costo di acconsentire alle richieste turche di scuse per l'incidente al Mavi Marmara.

Link: focusmo.it


LIBIA

DIRETTA

Cade il bunker di
Gheddafi
Decapitata la statua del
raìs


Link degli aggiornamenti in diretta del 23/08/2011: repubblica.it

DIRETTA

Tripoli, si combatte
ancora
Gheddafi: "Vittoria o
morte"


Link aggiornamenti in diretta del 24/08/2011: repubblica.it

BENVENUTI NELLA DEMOCRAZIA DELLA
LIBIA


DI PEPE ESCOBAR
Asia Times

Il Grande Gheddafi ce l’ha fatta a malapena a lasciare l’edificio, la fortezza di Bab-al-Aziziyah, e gli avvoltoi occidentali stanno già vorticando nel cielo; la lotta è per arraffare il "gran premio", le ricchezze di petrolio e gas della Libia [1].

La Libia non è altro che una pedina in una problematica scacchiera ideologica, geopolitica e geostrategica in una recita di moralità pedestre fatta passare per un reality show; i "ribelli" idealisti vincono contro il Nemico Pubblico Numero Uno.
Una volta il nemico pubblico era Saddam Hussein, poi è diventato Osama bin Laden, oggi è Muammar Gheddafi, domani sarà il Presidente Bashar al-Assad in Siria, poi sarà la volta del Presidente iraniano Mahmud Ahmadinejad. Il nemico non è mai l’ultra reazionaria
Casa di Saud.

Continua su: comedonchisciotte.org

"Ma...la prossima volta, potrebbe non andare 'come al solito'.

Anche perché...il 'copione', lo prevede".

Ed ora...

Due Differenti punti di vista, di cui uno, il primo..."privilegiato", su ciò che sta realmente accadendo a Tripoli ed in Libia, in particolare, in questi ultimi giorni...

APPUNTI DAL PORTO DI TRIPOLI


DI FRANKLIN LAMB
Countercurrents.org



Zona del porto di Tripoli: il tentativo di valutazione dello scrivente sugli eventi di giovedì nella zona settentrionale del porto di Tripoli fino al tardo pomeriggio del 23 agosto 2011 riporta che i “65.000 soldati ben addestrati e ben armati” ipotizzati la domenica dal governo di Gheddafi non esistono e che la manciata di truppe governative presenti a Tripoli e in tutta la Libia continueranno a resistere a quella che viene considerata un’aggressione della NATO progettata per usurpare il petrolio della nazione e per aggiungere la Libia all’Africom.

Continua su: comedonchisciotte.org

Ed il secondo, in particolare, anche su ciò che potrebbe accadere in un "prossimo futuro"...

I piani di resistenza e
fuga di Gheddafi.


A Tripoli si combatte. Gheddafi ha ancora armi e uomini: ecco lo scenario sul campo. Quello vero, non le bugie messe in giro ad arte.[Ennio Remondino]

di Ennio Remondino

Il triangolo di resistenza e di fuga di Gheddafi. Dopo i titoli avventati sulla Tripoli Liberata, la complessità torna nelle sabbia mobili delle trattative incrociate tra kabile fedeli e ribelli.
Tra Kabile incerte e kabile in vendita. Tra potenze liberatrici e potenze da liberare da lucrosi contratti petroliferi. Tra diplomatici spia e spie travestite da diplomatico. Ancora settimane di guerra, prevedono gli esperti sul campo, e le possibili vie di fuga nel deserto del Rais. Le semplificazioni propagandistiche, nella guerra combattuta, procurano solo guai. Sul campo il caos di Tripoli appare piuttosto come una fase rumorosa di pausa per trattative inconfessabili.

Continua su: globalist.ch

DIRETTA

Liberati i 4 giornalisti
italiani rapiti
Cnt: "Taglia sul raìs vivo
o morto"


Link aggiornamenti in diretta del 25/08/2011: repubblica.it


A seguire la parte CLXIX.

Nessun commento: