Post in evidenza

ONU PRONTO A CONTATTI CON EXTRATERRESTRI - Parte LVIII

Prosegue dalla parte LVII . Ed ecco il palesarsi di un'altra prima volta...anzi, "altre prime volte". Eh Sì! Poiché i risco...

mercoledì 3 agosto 2011

STATI UNITI: AD UN MANCATO ACCORDO, DAL DEFAULT/5

Prosegue da questo post.


OBAMA SI PIEGA: DEFAULT USA RIMANDATO.
MA DAVVERO DAVVERO?


"Parola...di altra...Agenzia"...

USA: CINESE DAGONG TAGLIA RATING SU DEBITO DA A+ AD A, OUTLOOK NEGATIVO

(ASCA) - Roma, 3 ago - L'agenzia di rating cinese
Dagong ha abbassato il rating sugli Usa di un gradino, da A+ ad A con outlook 'negativo', dopo il via libera del Congresso all'accordo sull'innalzamento del debito federale. Lo riferisce l'agenzia Xinhua.

''La decisione americana di aumentare il tetto del debito - spiega Dagong - non cambiera' il fatto che la crescita del debito nazionale degli Stati Uniti ha superato quello della sua economia e delle entratefiscali, il che portera' al declino della sua capacita' di ripagare il debito''.

Lo scorso 14 luglio, Dagong aveva gia' abbassato l'outlook statunitense a 'negativo', mentre a novembre aveva tagliato il giudizio da AA a A+. red/sam/alf

Ed ancora, "a rincarar la dose"...

USA: DAGONG, AGENZIE RATING AMERICANE USANO DUE PESI E DUE MISURE

(ASCA-Afp) - Pechino, 3 ago - L'agenzia di rating cinese Dagong critica i suoi concorrenti Usa per non aver ancora tagliato il rating degli Stati Uniti sul debito pubblico Usa.

Continua su: asca.it

Ora, non penso che il "peso" di questa agenzia di rating cinese, sia vincolante, però tuttavia...questo, è un sintomo di ciò che potrebbe avvenire, a conferma, anche da fonte americana.

E ricordiamoci che, "loro" (i cinesi), di debito pubblico statunitense, ne possiedono una "discreta fetta".



"Inquietanti Rivelazioni"...

Tetto del Debito USA: Istituito Super Comitato con inquietanti poteri

Ron Paul lancia l'allarme sull'"inquietante" Super Congresso


Paul Joseph Watson
Prison Planet.com

Il Membro del Congresso Ron Paul avverte che l'onnipotente nuovo "Super Congresso" creato dal voto sul tetto del debito, sarà utilizzato per aumentare velocemente le tasse, concentrando più potere sui cordoni della borsa della nazione nelle mani dell'elite di Washington.

Durante un'apparizione su Fox News, Andrew Napolitano ha avvertito che il "Super Congresso" è stato un assalto all'autorità che la Costituzione conferisce ai rappresentanti eletti.

Continua su: ilupidieinstein.blogspot.com

N.B. Al link qui sopra è presente anche il video.


GERALD CELENTE: “VERRÀ DICHIARATA
UNA LEGGE MARZIALE ECONOMICA"


DI MAC SLAVO
Lee Rockwell

Nella sua ultima uscita
quadrimestrale del Trends Journal (Estate 2011), Gerald Celente ci racconta un’altra "storia del futuro", nella quale discute di eventi economici, politici e monetari globali alla loro comparsa e quali saranno le loro conseguenze nei mesi, negli anni e nei decenni a venire. Come ha già detto in passato, è solo una questione di tempo prima che un grande attacco terroristico venga messo in atto in una nazione occidentale. E quando avverrà, ci sarà una forte scossa in tutto il mondo, un panico di massa globale e il cappio che si stringerà sempre più attorno al collo della popolazione:

Continua su: comedonchisciotte.org


"Cinquant'anni e tanti Pensieri"...

USA

Obama, compleanno
amaro
tra recessione e crisi di
consenso


Oggi festeggia 50 anni nella sua Chicago. Ma sarà una celebrazione oscurata da molte ombre accumulate negli ultimi giorni. Attacchi duri da sinistra al piano anti-default, visto come una resa ai repubblicani. E al panorama economico interno si aggiungono le difficoltà europee e i segnali di instabilità dal Medio Oriente

Continua su: repubblica.it


Il Futuro, è un sistema basato sulla..."Democrazia Diretta"?

LA SOLUZIONE DI CELENTE: IL FATTORE DEL
CAMBIAMENTO DEL XXI SECOLO


DI GERALD CELENTE
Prison Planet

Dopo aver letto il numero appena pubblicato del SummerTrends Journal, nessun giornalista responsabile potrebbe, onestamente, dipingere di nuovo Gerald Celente come un venditore di “Pessimismo a Luci Rosse”, un “apocalittico” o un “allarmista”.

Celente continuerà a spiegare che gli “Happy Days” non torneranno presto. Continuerà a chiarire che, malgrado l’accordo sul budget, nessuna Fed nel futuro potrà riuscire a sistemare tutto con rapidità o che gli schemi di Washington non invertiranno il cammino dell’economia che è diretta verso una “Grandissima Depressione”.
Nessuno miracolo bipartisan eliminerà il passivo di bilancio o degli scambi con l’estero, restituirà al dollaro la gloria passata o riporterà a casa i posti di lavoro persi in Cina, India, Messico, eccetera.

La crisi finanziaria in Europa è critica in modo analogo. E le politiche di salvataggio dell’UE, del FMI e della BCE avranno la stessa inefficacia di quelle degli Stati Uniti. Questi avvertimenti non sono “allarmismi” o “pessimismi”, sono semplicemente le conclusioni logiche che derivano da fatti concreti e dati incontrovertibili.

Continua su: comedonchisciotte.org


USA: OBAMA, ECONOMIA STATUNITENSE SI RIPRENDERA'

(ASCA-AFP) - Washington, 5 ago - L'economia statunitense, passato questo periodo tumultuoso, si riprendera'. Lo ha assicurato il presidente Usa, Barack Obama, rivolgendosi agli americani e ai paesi partner.

''Quello che voglio che gli americani e i nostri partner nel mondo sappiano e' questo - ha detto Obama -: ci stiamo apprestando a superare tutto cio' e le cose andranno meglio''. sen/

Che dite...gli Crediamo?


E giunse il Giusto Tempo, affinché, per la prima volta, anche "un'agenzia anglo-sassone", decidesse di abbassare la valutazione del grado di affidabilità nel ripagare i debiti, degli Stati Uniti d'America...

CRISI

Debito Usa, S&P abbassa
il rating
Obama: "Far tornare la
gente al lavoro"


Decisione storica dell'agenzia di rating che abbassa la valutazione ad a AA+. I titoli di stato americani perdono la massima valutazione per la prima volta nella storia: "Piano di risanamento non adeguato". Ma per il tesoro Usa c'è un errore di 2000 miliardi. La Cina chiede subito la soluzione dei problemi: "Finiti i giorni in cui zio Sam poteva sperperare". Vertice telefonico del G7

NEW YORK - Per la prima volta nella storia, il debito sovrano degli Stati Uniti subisce un abbassamento del rating ad opera di Standard & Poor's. La valutazione AAA è stata abbassata di un gradino, a AA+, con un outlook che rimane negativo. La decisione è arrivata per "i rischi politici" che derivano dall'insufficienza degli interventi sul debito. "Il piano di risanamento - scrive S&P - non è adeguato a quanto sarebbe necessario per stabilizzare nel medio-termine il debito. L'efficacia, la stabilità e la prevedibilità della politica americana si è indebolita in un momento" in cui le sfide fiscali ed economiche aumentano.
Un altro taglio, spiega ancora l'agenzia, potrebbe maturare nell'arco dei prossimi 12 o 18 mesi in mancanza di "correzioni solide".

Continua su: repubblica.it

Oserei dire..."Come da Copione".


"Raggiunte...Consapevolezze"...

GLI USA PERDONO LA TRIPLA A NEL RATING


Essere una superpotenza militare e la zecca autorizzata a stampare soldi per tutti non ha protetto il nostro credito

FONTE: Washington’s Blog



Noi americani abbiamo sempre pensato di essere differenti.

Abbiamo pensato di poter scatenare guerre imperialistiche non necessarie in tutto il mondo…

- mentre si tagliavano le tasse per i ricchi e per le
grandi aziende

- mentre si gettavano triliardi in pasto alle nostre grandi banche.

Abbiamo pensato che in qualche modo avremmo potuto continuare a spendere come un marinaio ubriaco, anche senza far niente per stabilizzare la nostra economia (che a sua volta appesantiva ancora di più il nostro debito).

Ci sbagliavamo.

Continua su: comedonchisciotte.org


La Replica...

Crisi: Casa Bianca critica S&P

Advisor, errore da 2.000 miliardi di dollari

07 agosto, 06:06

(ANSA) - NEW YORK, 7 AGO - La Casa Bianca critica Standard & Poor's per il downgrade degli Stati Uniti, dopo aver affermato che l'agenzia di rating ha commesso un errore da 2.000 miliardi di dollari. Lo afferma Gene Sperling, advisor economico della Casa Bianca, secondo il quale l'agenzia di rating Standard & Poor's ''e' partita da una conclusione e ha cercato gli argomenti per giustificarla''.


Mentre, da altre fonti, giungono Inquietanti notizie di esercitazioni...

Elicotteri volano basso su Boston per esercitazioni militari mentre continuano a crescere i movimenti militari


"Nell'Eventualità"...

Il default mondiale


L’Italia potrebbe innescare il default mondiale.

Lo ha detto chiaramente l’econonista francese Alain Minc, uno dei consiglieri più importanti del presidente francesce Nicolas Sarkozy. Le sue parole sono allarmanti: «Se l’Italia salta, salta la Germania, l’Europa e infine il mondo». Prima domanda: quando succederà? Secondo domanda: quali saranno le conseguenze?
Vediamo di rispondere.

Continua su: ilfattoquotidiano.it


Il ridimensionamento dell'affidabilità di altre agenzie...in toto, o in parte...governative, prosegue...

USA: STANDARD & POOR'S, RATING FANNIE MAE E FREDDIE MAC SCENDONO AD AA+

(ASCA) - Roma, 8 ago - Standard & Poor's ha tolto la tripla A a Freddie Mae e Freddie Mac, le due agenzie semi-nazionalizzate che si occupano di promuovere la proprieta' immobiliare negli
Usa.
Il nuovo rating e' AA+, in linea con quello sul debito pubblico Usa declassato lo scorso fine settimana. L'Outlook resta Negativo. Ridotti sempre da AA+ i rating delle altre agenzie governative. com/men


USA: OBAMA, SIAMO DA "TRIPLA A" MA DOBBIAMO USCIRE DA STALLO POLITICO


"Rischi Crescenti e Vecchie Strategie, volte solo a prender Tempo"...

USA: FED, AUMENTATI RISCHI PER ECONOMIA. TASSI BASSI FINO A META' 2013

(ASCA) - Roma, 9 ago - La Federal Reserve, al termine della riunione del Fmoc, con sette voti favorevoli e tre contrari, ha deciso di lasciare invariati i tassi d'interesse statunitensi tra lo 0, % e lo 0,25%.

Per la Fed i rischi per l'economia sono aumentati, e quindi i tassi d'interesse statunitensi resteranno bassi fino alla meta' del 2013.

Quest'anno ''la crescita economica ha rallentato molto piu' delle attese'', ha sottolineato la Federal Reserve.

''Per promuovere la ripresa dell'economia e mantenere l'inflazione a livelli consoni al suo mandato - si legge nel testo diffuso al termine della riunione - il Fmoc ha deciso oggi di lasciare il range dei tassi federali tra lo 0 e lo 0,25%''.

In particolare, la Fed spiega che ''gli indicatori mostrano un deterioramento delle condizioni del mercato del lavoro e un rialzo del tasso di disoccupazione. La spesa per consumi e' debole e gli investimenti in strutture non residenziali ristagna, mentre il settore immobiliare rimane depresso''. sen/mau

Si. "Prendere Tempo".

Avevo letto in qualche complottistica lettura, che ho riportato anche da qualche parte qui sul blog, che si sarebbe tirato la corda fino a che...l'oro, sarebbe arrivato al di sopra dei 2.000 dollari l'oncia.

Dopodiché, in occasione di una festività bancaria, "tramite apposito decreto ad hoc", sfruttando le leggi esistenti, ed i poteri presidenziali d'emergenza, si sarebbe proceduto ad una sorta di vendita...forzata...obbligatoria, sotto pagamento in carta straccia colorata (come d'altronde, è già accaduto nel "33)...forse verde, ma non più dollaroni nuovi di pacca, ma altra valuta...forse Ameri.

Ed allo stesso tempo, alla nascita dell'unione Centro-Nord Americana, fra Usa, Canada e Messico.

Mah! E se, "alla Fine", ciò...accadesse veramente.



Continua...QUI.

Nessun commento: