Post in evidenza

CRISI: "A Pochi Passi dal Baratro"/50

Continua da questo post . Segnalando altolocati, altrui punti di vista...e consigli, da un ormai in percorso d'uscita, Oltremanica......

martedì 8 giugno 2010

PANDORA'S TIMES parte X

Prosegue dalla parte IX.

Nuovo Ordine Mondiale.
Terrorismo...
AL-ZAWAHIRI CHIAMA ALLA GUERRA SANTA IN IRAQ. CONTRO GLI SCIITI.
Il leader di al-Qaeda accusa loro di aver ucciso i leader dell'organizzazione e di complottare con gli Usa.
( peacereporter.net ).

Esercitazioni...
Coree: due sottomarini nord rientrati
Intanto Seul e Washington annunciano loro esercitazioni
27 maggio, 11:43
(ANSA) - SEUL, 27 MAG - Due dei quattro sottomarini nordcoreani,sfuggiti alla sorveglianza di Corea del Sud e Usa nei giorni scorsi sono tornati alla base. Lo riferiscono fonti della Difesa di Seul citate dall'agenzia Yonhap. I due sommergibili da 300 tonnellate l'uno hanno seguito ''le rotte di una ordinaria esercitazione'', ma gli altri due ''non sono ancora stati rintracciati''.Intanto Seul e Washington hanno annunciato esercitazioni di propri sottomarini (8 unita').

Vulcani...
Vulcano Islanda:possibile eruzione Katla.
Lo affermano esperti dell'University College di Londra.
27 maggio, 11:32
(ANSA) - LONDRA, 27 MAG - L'eruzione a breve termine del vulcano islandese Katla, uno dei piu' importanti dell'isola, e' "una forte possibilita'". Lo stimano gli esperti dell'istituto per la diminuzione dei rischi e del numero di catastrofi dell'University College di Londra.L'ultima eruzione del Katla, non distante dal ghiacciaio Eyjafjallajokull da cui e' scaturita la nube di cenere che ha costretto alla chiusura degli spazi aerei di mezza Europa, e' stata registrata nel 1918 e fu devastante.

Se lo stimano loro...

Inizio seriamente a preoccuparmi.

E cupi scenari di una "ormai prossima" guerra...

NETANIAHU : "L'ISLAM RADICALE SARÀ SCONFITTO".

Syrian ballistic missiles on standby with newtarget updates...
La Siria mette in stato di attesa i suoi missili balistici aggiornandoli con nuovi bersagli.
( in inglese - debka.com ).

"The night before Israel's exercise for defending the home front against missile attack entered its fifth and last day on Thursday, May 27, the Syrian Chief of Staff placed all Syrian military units on standby, followed in the morning by a second directive for missile units to go on a war footing and take up firing positions.
Reporting this, DEBKAfile's military sources disclose that missile battery commanders were given "target updates," meaning new Israeli targets for attack."..."La notte prima che l'esercitazione israeliana per difendersi da attacchi missilistici sul proprio territorio, entrasse nel quinto ed ultimo giorno, giovedì 27 maggio, il capo del personale siriano ha posto tutte le unità militari in stato di attesa, a ciò in mattinata è seguita una seconda direttiva per le unità missilistiche di prepararsi a condizioni di guerra e di portarsi sulle posizioni di lancio.
Riportando questo, le fonti militare di DEBKAfile hanno rivelato che ai comandanti delle batterie missilistiche è stato ordinato di "aggiornare i bersagli", che significa, per attaccare nuovi bersagli in Israele."

E dal primo di giugno, per due giorni, al via un'altra esercitazione militare israeliana in e con la Grecia.
Per testare, sia la capacità degli F-16 e F-15 israeliani di eludere i sistemi anti aerei S-300, di produzione russa, uguali a quelli che dovrebbero essere forniti all'Iran, in dotazione alla difesa aerea greca, che la capacità degli stessi aerei di portare un'attacco così pericoloso a lunga distanza con rifornimenti in volo.

Insomma...
Non si preannuncia nulla di buono.

Penso sia "chiarissimo" che si stanno preparando.

Tutti.

Ed è arrivata la conferma del Times, via Apcom in italiano, a quanto ho citato nei giorni scorsi tratto dai DEBKAfile, con meno particolari però, ma è ovvio...

LIBANO/ HEZBOLLAH SI ARMA IN SIRIA, SCOPERTO NASCONDIGLIO SEGRETO
THE TIMES HA VISTO IMMAGINI DI UN COMPOUND PER ARMI AD ADRA
Roma, 28 mag. (Apcom) - Il movimento sciita libanese Hezbollah starebbe trasferendo un intero arsenale da nascondigli segreti in Siria alle sue basi operative in Libano. E' quanto riferisce oggi una fonte delle sicurezza citata dal Times, precisando che i miliziani libanesi sarebbero in possesso anche di missili terra-terra.
I giornalisti del quotidiano ha avuto modo di visionare delle immagini satellitari di uno di questi siti, un compound nei pressi della città di Adra, a nordest di damasco, dove i militanti hanno stabilito una delle loro basi principali.
Tutto l'equipaggiamento militare, spiga il times, arriverebbe dalla Siria, ma anche dall'Iran - via mare - attraverso i porti del Mediterraneo, o via aerea, tramite l'aeroporto di Damasco. Le armi sarebbero poi trasferite in depositi di Hezbollah.
La nuova rivelazione del times giunge in un momento di forte tensione in Medio Oriente.
Israele ha più volte accusato la Siria di armare Hezbollah con missili Scud. Le autorità di Damasco e di Beirut hanno più volte smentito la notizia, ritenendo che lo stato ebraico stia preparando il terreno per una nuova offensiva nel sud del Libano.

Ed a riguardo della situazione in quell'area, le ultime notizie "parlano" della messa in stato d'allerta da parte siriana delle sue truppe e dell'avvenuto e conseguente dispiegamento di 800 missili scud, pronti in posizione di lancio a ridosso del confine libanese, puntati contro bersagli israeliani.

Ancora conferme da un "lancio" d'agenzia
italiana...

MEDIO ORIENTE - DEBKA, LA SIRIA HA 1.000 MISSILI BALISTICI PUNTATI SU ISRAELE.
(AGI) - Gerusalemme, 26 mag. - La Siria ha mille missili balistici puntati contro Tel Aviv e altre citta' israeliane ed Hezbollah ha altrettanti razzi pronti a colpire il territorio dello Stato ebraico. Lo riporta Debkafile.
Fonti militari hanno riferito la preoccupazione di Gerusalemme per il trasferimento siriano di gran parte del stock di missili balistici a propellente liquido a Hezbollah, mentre Damasco lavora giorno e notte alla produzione di missili balistici a propellente solido.
A queste linee di produzione lavorano anche ingegneri ed esperti militari nordcoreani.
La produzione militare di Damasco si inserisce, secondo fonti di intelligence occidentali, in una strategia di unificazione dei comandi militari di Siria, Iran, Hezbollah e Hamas nel caso di una guerra con Israele. Dai primi di marzo sarebbe operativo un comando unico centrale, diretto da Teheran ma con sede a Damasco. La decisione di metterlo in piedi, afferma Debka, sito buone entrature nei servizi segreti israeliani, fu presa il 25 febbraio scorso nella capitale siriana durante una cena alla quale parteciparono Mahmoud Ahmadinejad, Hasan Nasrallah e Bashar Assad. In quell'occasione si decise il "compito principale" del comando: impegnare Israele su piu' fronti ed evitare che da Teheran, Damasco, Gaza e dal sud del Libano siano sparati missili contro le stesse citta' israeliane e nello stesso tempo. I razzi a propellente liquido, infatti, sono piu' lenti e impiegano da 50 minuti a un'ora per raggiungere l'obiettivo. Un lasso di tempo rischioso per le postazioni nel sud del Libano e per Gaza perche' Israele avrebbe tutto il tempo di reagire e colpire.
Un attacco su tre o quattro fronti, invece, non darebbe alle forze armate dello Stato ebraico il tempo e lo spazio di difendersi e contrattaccare.

A seguire la parte XI.

Nessun commento: