Post in evidenza

ONU PRONTO A CONTATTI CON EXTRATERRESTRI - Parte LVII

Prosegue dalla parte LVI . "Oh! Com'è dolce lo studiar, di potenzialmente abitabili pianeti...in particolari allineamenti"....

domenica 8 luglio 2012

PANDORA'S TIMES - Medio Oriente: "In Attesa, della Giusta Scintilla...e della 'Gloria', che Verrà"/45

Prosegue dalla parte 44.


Altre...particolari, prese di posizione...

L’Arcivescovo Hanna: Colui che si
schiera contro la Siria, cospirando
contro il suo popolo, è come se lo
facesse contro i palestinesi e al-Quds


Tra Pubbliche Denunce di Dirette Interferenze, Moniti di Imminenti e Letali Azioni, Inutili Missioni di Osservazione...ed Inedite Manovre Militari...

Siria, Assad contro gli Usa:
parte attiva nel conflitto. A
Damasco arriva Kofi Annan


Il presidente siriano Bashar al Assad, in un'intervista all'emittente televisiva tedesca Ard punta il dito contro gli Stati Uniti accusandoli di essere «coinvolti nel conflitto in Siria». Non solo. Il leader siriano ha inoltre accusato Washington di «sostenere e proteggere i ribelli per destabilizzare il Paese».

Continua su: ilsole24ore.com


Eh Si! Alquanto Inedite, secondo Debka, come meglio si comprende da quest'altra news, ad iniziare da domani 9 luglio 2012, per tre giorni...

DEBKAfile: Simultaneous Iranian,
Syrian military exercises -
unprecedented

DEBKAfile: Le esercitazioni militari Simultanee Siro-Iraniane, sono senza precedenti
( in inglese - debka.com ).

Anche se la data mi ricorda qualcosa...

Mah! "Sarà un caso...Come al Solito".

Scenari...

Shock petrolifero e guerra all’
Iran : non solo Hormuz


Hormuz, uno stretto stategico che l’Iran ciclicamente da oltre trenta anni minaccia di chiudere e che è diventato negli ultimi mesi argomento di trattazioni accademiche, articoli di giornale evscenario per gli strateghi di geopolitica. In questi mesi si è fatto un gran parlare delle conseguenze sul prezzo del petrolio e sull’economia globale di un eventuale conflitto che portasse alla chiusura, anche temporanea, dello stretto di Hormuz.

Continua su: geopoliticalcenter.com

Profiqui Colloqui...(a mio parere, "in Realtà"...Vani, ma sperare, nulla...al momento almeno...costa) e "Mirate" dichiarazioni Russe...

SIRIA

Annan a colloquio col
presidente Assad
"Accordo su piano da
presentare a ribelli"


Positivo, secondo l'inviato Onu-Lega araba, l'esito dell'incontro con il leader siriano. Raggiunta un'intesa su una proposta per porre fine alle violenze nel Paese. Oggi l'ex segretario generale delle Nazioni Unite a Teheran. Putin: "Soluzione pacifica. L'occidente esporta democrazia dei missili"

Continua su: repubblica.it

"Pesanti Forniture Siriane, a rifinir Possibili Scenari...e vecchie, Possibili...Scintille"...

Barak: Advanced
weaponry is reaching
Hizballah from Syria


Barak: Armamenti Avanzati stanno raggiungendo Hezbollah dalla Siria

DEBKAfile July 9, 2012, 7:05 PM (GMT+02:00)

Israel’s Defense Minister Ehud Barak expressed concern Monday about the flow of sophisticated hardware from Syria to Hizballa which, together with Iran, is making every effort to keep Bashar Assad in power.
Il Ministro della Difesa Israeliano Ehud Barak Lunedì ha espresso un parere riguardo l'invio di sofisticati sistemi d'arma dalla Siria ad Hezbollah che, insieme all'Iran, stanno tentando ogni sforzo, per tenere Bashar Assad al potere.

Link: debka.com

M.O.: ancora un razzo
palestinese, Israele risponde
con raid a Gaza


10 Luglio 2012 - 08:54

(ASCA-AFP) - Gerusalemme, 10 lug - Le forze aeree israeliane hanno condotto un raid aereo nella Striscia di Gaza in risposta all'ennesimo razzo palestinese lanciato nella zona sud di Israele. Lo ha reso noto un portavoce dell'esercito.

''Un aereo dell'aeronautica militare ha attaccato due basi di Hamas nella Striscia di Gaza'', ha spiegato in una nota l'esercito.

Ieri i militanti palestinesi di Gaza avevano lanciato un razzo che e' esploso in una zona disabitata nel sud d'Israele senza causare danni o vittime. ghi

Quel convoglio russo in partenza per Tartus...

Siria: navi russe verso
Tartus


sono la Admiral Ciabanenko e tre grandi navi da trasporto

10 luglio, 14:38

(ANSA) - MOSCA, 10 LUG - Un gruppo di navi militari russe della flotta del Nord si sta dirigendo in Siria, al porto di Tartus: lo rende noto una fonte militar-diplomatica, citata dall'agenzia Interfax.

Secondo la fonte, si tratterebbe della Admiral Ciabanenko e di tre grandi navi da trasporto che partiranno dal Baltico verso il Mediterraneo, dove si aggiungeranno una nave guarda costa e dei rimorchiatori.

...che il loro andar, sia riferito, al portar "Doni", o, a ritirar..."passate prestazioni"?

Mentre..."l'Unione Europea, nulla esclude"...

Siria: presidenza Ue,
piano evacuazione
stranieri da Libano


Nessuno vuole intervento militare, ma pronti a ipotesi peggiore

10 LUGLIO, 17:30

(ANSAmed) - BRUXELLES, 10 LUG - La nuova presidenza di turno dell'Ue guidata da Cipro sta lavorando alla possibile evacuazione dal Libano di circa duecentomila cittadini, fra europei e di Paesi terzi, nel caso in cui la crisi siriana volga al peggio.
E' quanto emerso oggi in commissione esteri al Parlamento europeo, nel corso dell'audizione di
Erato Kozakou−Marcoullis, ministro degli esteri cipriota.

''Nessuno nell'Unione europea vuole l'intervento militare in Siria - ha ribadito Kozakou-Marcoullis - ma stiamo lavorando anche allo scenario peggiore, che avrebbe un effetto domino sulla regione. Il primo Paese ad essere colpito sarebbe
il Libano: per questo stiamo elaborando piani di evacuazione per 200mila persone, cittadini europei e di paesi terzi''. Il ministro cipriota ha ricordato la ''profonda preoccupazione'' dell'Ue per la situazione in Siria. ''Le spiagge siriane - ha
detto Kozakou-Marcoullis - per noi sono solo a 100 km di distanza e siamo preoccupati ed indignati di fronte ai massacri che si susseguono e per come vengono trattati i civili''.

(ANSAmed)

Opinioni...

L'IRAN NON CEDERA'


DI PEPE ESCOBAR
atimes.com

Iniziamo a martellamento: l’Iran
non

cederà, l’Iran non cederà, l’Iran non cederà.

Nessun martello tuttavia riuscirà a scalfire la nebbia fitta e ingannevole che aleggia su una certa dirigenza statunitense che un’inesorabile campagna propagandistica spaccia per "la comunità internazionale”.

Leggiamo, ad esempio, questo laconico editoriale, dove scopriamo che “la comunità internazionale è in attenta osservazione di possibili cedimenti nella rigida presa di posizione dell’Iran. Riuscirà l’inasprimento delle sanzioni a costringere Teheran a fare concessioni e permettere una soluzione diplomatica dell’attuale stallo?”. Ecco la secca risposta: no.

Continua su: comedonchisciotte.org

Beh! Vi dirò che, "Come da Copione" (e "sempre", anche da talune profezie o interpretazioni delle stesse, se volete), l'Iran cederà...ma prima, il fuoco della Guerra Globale...avrà addomesticato, molte "lande selvagge" di questo pianeta, a Fini/Scopi Elitari.

E perché ciò, si compia appieno, "vi è/sarà bisogno, di altre piaghe"....finanche, concomitanti.

A meno che, la "fine del Copione", non sia stata modificata, attingendo (anche a "piene mani") fra i "finali alternativi...inclusi nell'addendum".


Fermati a Nairobi due iraniani con 15 kg d'esplosivo
Il progetto iraniano in Kenya è presto detto: attaccare Israele

Continua su: loccidentale.com

Siria. La guerra segreta per fare cadere Assad

Aggiornando Crociere Russe...

Undici navi russe fanno
rotta sulla Siria


Una vera e propria Task Force della marina russa si ritroverà al largo della Siria nel mediterraneo orientale tra circa due settimane. La notizia filtrata da media orientali in diverse sfumature lascia trapelare la concreta possibilità che assisteremo alla più grande concentrazione di navi da sbarco anfibio russe dalla dissoluzione dell’Unione
Sovietica.

Continua su: geopoliticalcenter.com

E poi, la versione di Debka, con altri più che interessanti particolari, sul quadro d'insieme..

NATO, Russian naval-air
buildup in E.
Mediterranean, French
units to Gulf

Incremento aero-navale sia Russo, che della NATO nel Mediterraneo Orientale, unità Francesi verso il Golfo
( in inglese - debka.com ).

Da cui cito, uno dei passaggi, a mio parere, più interessanti...
High-ranking Saudi princes associated with their national military and intelligence agencies frankly confided to Arab and Western officials on recent visits to Riyadh that the US and, possibly Israel too, are on the verge of war on Iran. “It is already decided,” they say. The only question still open is the date, which could be before or after the US presidential election on November 6.
Principi Sauditi d'alto rango associati con le agenzie militari e dei servizi segreti hanno confidato in tutta franchezza a funzionari Occidentali ed Arabi nel corso di una recente visita a Riad che Stati Uniti e possibilmente, anche Israele,stanno convergendo sulla guerra all'Iran. "È già stato deciso", hanno loro detto. La sola questione rimasta aperta è la data. Che può essere prima o dopo l'elezione presidenziale del 6 Novembre negli Stati Uniti.

Però pensavo, ma sarà che allestiscono, per quelle mega-esercitazioni in suolo siriano, di cui è apparsa notizia, alcune settimane fà?

In tal caso allora, se non hanno rinunciato, dovrebbero arrivare anche i cinesi.



A seguire la parte 46.

Nessun commento: