Post in evidenza

CRISI: "A Pochi Passi dal Baratro"/50

Continua da questo post . Segnalando altolocati, altrui punti di vista...e consigli, da un ormai in percorso d'uscita, Oltremanica......

martedì 12 ottobre 2010

PANDORA'S TIMES parte LXVI

Prosegue dalla parte LXV.


Nuovo Ordine Mondiale.

Dalla presentazione del libro inchiesta...

IL SEGRETO DELLE TRE PALLOTTOLE

“Sa perché il tema delle armi nucleari non viene più affrontato in pubblico? Perché dovrebbero confessare di averle già impiegate a dispetto del trattato di non proliferazione, perché dovrebbero ammettere che il loro mercato è in piena espansione, che ne hanno create di così minuscole da poter distruggere anche un solo palazzo.” Qual è il funzionamento di questi ordigni che provocano reazioni nucleari senza il bisogno della massa critica? Come funzionano le armi utilizzate a Gaza che uccidono senza lasciare traccia di frammenti metallici? Perché le munizioni al cosiddetto uranio impoverito, utilizzate in Iraq e Afghanistan, contengono anche altri elementi radioattivi? E soprattutto, perché una ricerca sulla fusione fredda di successo è stata per decenni volutamente ignorata? Le risposte a queste scomode domande e a molte altre sono collegate tra loro da un segreto che è stato tenuto nascosto per più di venti anni, e che questo libro prova a raccontare. Alternando fiction, documenti e registrazioni con interviste (come quella inedita al padre della fusione fredda Martin Fleischmann), Il segreto delle tre pallottole rivela prospettive inquietanti sulle connessioni tra usi civili e militari del nucleare.

Link : verdenero.it


IRAN

Sequestri esplosivi, precisi virus informatici...mirati ( e confermati ), "complottistiche" negazioni e nuovi "giocattoli" da guerra...

Tonnellate di esplosivo dall'Iran

( Fonte : metro )
2010-09-23 12:02:34

Le sette tonnellate di esplosivo T4 sequestrate martedì sera in un container nel porto di Gioia Tauro «non servivano alla ‘ndrangheta». Lo ha detto ieri il questore di Reggio Calabria, Carmelo Casabona. La nave che lo trasportava proveniva dall ’Iran. Secondo gli investigatori il carico avrebbe dovuto raggiungere la Siria. Si indaga nell ’ ambito del terrorismo internazionale.

Iran is under cyber threat as Obama offers nuclear negotiations
L'IRAN È SOTTO UNA MINACCIA CIBERNETICA MENTRE OBAMA GLI OFFRE DI NEGOZIARE SUL NUCLEARE...
( in inglese - debka.com ).

Ed ecco una conferma...

Nucleare Iran: supervirus colpisce Natanz

Impianto utilizzato per arricchimento uranio

24 settembre, 14:43

(ANSA) - ROMA, 24 SET - Stuxnet, il software ostile che ha infettato milioni di sistemi informatici, potrebbe avere colpito un impianto nucleare iraniano. Sarebbe quello di Natanz.

L'ipotesi viene avanzata da Frank Rieger, un esperto di sicurezza informatica della societa' Gsmk. 'Il programma si e' attivato a inizio 2009 - scrive l'esperto - a luglio dello stesso anno Wikileaks ha pubblicato la notizia di un incidente alla centrale di Natanz. L'impianto e' quello utilizzato per l'arricchimento dell'uranio.

Tehran confirms its industrial computers under Stuxnet virus attack
TEHERAN CONFERMA CHE I SUOI COMPUTER INDUSTRIALI SONO SOTTO ATTACCO DAL VIRUS STUXNET...
( in inglese - debka.com ).

AHMADINEJAD E 11/9

IRAN: ECCO BAVAR 2, LA BARCA VOLANTE CHE SFUGGE AI CONTROLLI RADAR



ISRAELE

Scelte e viaggi interessati...

MEDIO ORIENTE

Abu Mazen: "Israele scelga tra la pace e gli insediamenti"

Il presidente dell'Autorità nazionale palestinese parla all'Onu: "Siamo ancora in grado di raccogliere i ramoscelli di ulivo". Un esponente del Likud: "La moratoria si conclude domani e non ci sarà alcuna proroga"

NEW YORK - "Israele deve scegliere tra la pace e le colonie". Sono le parole pronunciate oggi dal presidente palestinese Abu Mazen alle Nazioni Unite, alla vigilia della scadenza della moratoria sulle costruzioni negli insediamenti israeliani in Cisgiordania, che potrebbe far fallire prematuramente i colloqui di pace diretti riavviati il 2 settembre scorso. Un intervento, quello di Abu Mazen, nel corso del quale il leader palestinese ha anche denunciato la "mentalità espansionista e dominatrice di Israele", affermando tuttavia che "le nostre mani ferite sono ancora capaci di tenere un ramoscello d'ulivo".

Continua su : repubblica.it

FUMO A MOSCA E LE PREVISIONI DI NETANYAHU

Una notte che il sonno tardava a prendermi mi è tornato in mente un fattaccio descritto dal bravo Maurizio Blondet riferito al capo del governo israeliano.
Quando un tipaccio come Netanyahu si permette di prendere un aereo privato e impone senza preavviso in tutta segretezza la sua visita al Cremlino, bisogna dedicargli attenzione pensavo, per una buona serie di motivi:

A) E’ così terribilmente autorevole da imporre la sua visita senza preavviso.

B) la Russia è così in deficit di autorevolezza o ricattabile da subire la presenza del leader guerrafondaio israeliano.

C) Anche in Russia si commemora d’ora in poi la soah! Medvedev appartenendo al popolo eletto concede spazio ai suoi, ma in che misura ?

Continua su : stampalibera.com

Sfratti legalizzati per "diritti ricevuti nella notte dei tempi"...e lunghi tempi, per perseguire intenti pacifici...

Gerusalemme: arabi rischiano sfratto

Giudici persuasi che eredi antiche famiglie ebree hanno diritto

28 settembre, 15:58

(ANSA) - GERUSALEMME, 28 SET - Decine di famiglie palestinesi rischiano di essere sfrattate dalle loro abitazioni nel rione di Sheikh Jarrah, a Gerusalemme est. Questo per consentire l'ingresso di famiglie ebree legate ad un movimento nazionalista. Lo afferma il quotidiano Haaretz precisando che questo sviluppo rischia di alimentare la tensione gia' molto elevata a Gerusalemme est. I giudici sono persuasi che gli eredi delle antiche famiglie ebree possono rivendicare diritti di proprieta'.

Lieberman, decenni per
la pace in Mo

Discorso all'Onu. Occorre risolvere prima la questione iraniana

28 settembre, 16:56

(ANSA) - NEW YORK, 28 SET - C'e' il rischio che ci vogliano decenni per un accordo tra israeliani e palestinesi, perche' occorre risolvere prima la questione Iran.Lo ha detto il ministro degli esteri israeliano Lieberman all'Assemblea Generale dell'Onu. 'Mentre si cerca di raggiungere un accordo duraturo con i palestinesi - ha aggiunto il vicepremier- dobbiamo trattare le vere radici del conflitto che saranno in piedi per diversi anni' e cioe' 'bisogna capire che innanzi tutto occorre risolvere la questione iraniana'.


COREA DEL NORD

Corea Nord rafforza deterrente nucleare

Governo Pyongyang all'Onu: fronteggiamo minaccia degli Usa

29 settembre, 19:00

(ANSA) - WASHINGTON, 29 SET - La Corea del Nord ha detto all'Onu che intende 'rafforzare il suo deterrente nucleare' per fronteggiare la minaccia degli Stati Uniti. 'Finche' le portaerei americane continueranno a navigare nelle acque del nostro paese non potremo mai abbandonare il nostro deterrente nucleare che anzi dovra' essere rafforzato ulteriormente', ha detto il vice-ministro degli esteri nord coreano Pak Kil-yon nel suo intervento alla Assemblea Generale dell'Onu.


Economia.

BASILEA III: LE BANCHE MONDIALI SULL’ ORLO DEL PRECIPIZIO

DI MATTHIAS CHANG
globalresearch.ca

Le banche “Troppo Grandi Per Fallire” di tutto il mondo si trovano in una condizione così precaria che, nei prossimi mesi, letteralmente qualsiasi cosa può provocare un crollo.

Ho letto commenti recenti su Basilea III postati su vari siti web e pubblicazioni finanziarie importanti ma questi non hanno colto (o hanno sviato di proposito) il messaggio sottinteso delle proposte, la cui implementazione sarà posticipata in parte al 2017 e in parte al 2019.

Basilea III è pura propaganda e il momento per la sua introduzione è stato scelto per placare i forti timori che non ci siano soluzioni in vista per trarre in salvo il sistema della moneta a corso forzoso e il sistema bancario a riserva frazionaria.

IL PROBLEMA

Le principali banche mondiali sono tutte sottocapitalizzate e questo è apparso del tutto evidente quando è crollata Lehman Brothers. Le banche stavano prendendo a prestito così tanti soldi e giocavano in modo così spericolato nel casinò globale che quando le scommesse sono andate a rotoli, si sono trovate di fronte ad un buco nero nell ’ordine di migliaia di miliardi di dollari. In realtà le banche sono tutte insolventi.

Il problema si è aggravato quando i banchieri centrali (tutti corrotti, senza eccezioni) e i regolatori hanno chiuso un occhio sul modo con cui i banchieri avevano definito gli elementi che costituivano il “capitale”, così da aggirare la necessità di mantenere il rapporto di capitale.

Continua su : comedonchisciotte.org

UE, CONTI PUBBLICI.

Berlino detta la linea dura. E per l ’Italia sono guai

Il ministro delle finanze tedesco Wolfgang Schäuble difende il giro di vite e propone sanzioni severe per i trasgressori. Con un debito pari al 116% del Pil, l ’Italia rischia di farsi sommergere da multe e penalizzazioni Ristrutturazione dei conti e severe sanzioni pronte ad abbattersi implacabilmente sui trasgressori. I dettagli delle proposte sul nuovo Patto di Stabilità europeo saranno resi noti soltanto mercoledì ma per le nazioni più indebitate del Continente, Italia in primis, l ’allarme è già scattato, ed è un allarme che sembra presagire lacrime e sangue e in Finanziaria.

In attesa di presentare in via ufficiale il proprio progetto il commissario Ue Barroso e il numero uno agli affari monetari dell ’Unione Holli Rehn avrebbero già incassato un sostegno importantissimo: quello della Germania. A rivelarlo il Financial Times, citando una lettera inviata dal ministro delle finanze tedesco Wolfgang Schäuble ai 26 colleghi europei. Una missiva, quella di Berlino, che conterrebbe proposte serissime pensate con un solo obiettivo: sistemare i conti dell ’Unione prima che sia troppo tardi.

Continua su : ilfattoquotidiano.it

IL CASO

Usa-Cina, guerra su yuan sottovalutato

Camera approva sanzioni commerciali

Obama contro le manovre valutarie cinesi: "Penalizzano la ripresa economica americana". Le misure approvate dal Congresso prevedono l'applicazione di dazi sui prodotti importati da paesi la cui moneta è sottovalutata

Continua su : repubblica.it


TERRORISMO

Sventato un attacco coordinato contro alcune città europee

Fonti dell'intelligence britannica citate da Sky News: un gruppo terroristico con base in Pakistan aveva pronto un piano per colpire Francia, Germania e Gran Bretagna. Obiettivo: ripetere su larga scala quanto accaduto nel 2008 a Mumbai, dove un commando di terroristi pachistani uccise 166 persone

ROMA - Una serie di attacchi per colpire, in modo coordinato, alcune delle principali città europee.
Questo il progetto, sventato, di un gruppo terroristico con base in Pakistan, secondo quanto rivelano fonti dell'intelligence britannica citate da Sky News. Nel mirino ci sarebbero state la Gran Bretagna, la Germania e la Francia. Obiettivo dei terroristi, ripetere su larga scala quanto accaduto nel 2008 a Mumbai, quando un commando del gruppo "Lashkar-e-Taiba - anch'esso composto da una decina di pachistani - uccise 166 persone in una serie di attacchi nella città indiana.

Continua su : repubblica.it

Ma ricordo male...

O nelle Illuminati Card Game...

È presente, la carta...

"Attacchi Combinati"...con il Big Ben in bella mostra, ed in fiamme, mentre crolla ?


A seguire la parte LXVII.

Nessun commento: