Post in evidenza

ONU PRONTO A CONTATTI CON EXTRATERRESTRI - Parte LVII

Prosegue dalla parte LVI . "Oh! Com'è dolce lo studiar, di potenzialmente abitabili pianeti...in particolari allineamenti"....

giovedì 25 marzo 2010

LA TERZA SPECIE

SCIENZA: LA SCOPERTA DI UN NUOVO OMINIDE RISCRIVE STORIA RAZZA UMANA

(ASCA-AFP) - Parigi, 24 mar - Un ominide vissuto nel sud della Siberia circa 40 mila anni fa potrebbe ridisegnare l'albero di famiglia del genere umano, riscrivendo la storia del suo esodo dall'Africa e della sua conquista di tutta la Terra. Gli scienziati hanno analizzato tracce di DNA prelevate dalle ossa di una falange, probabilmente appartenuta ad un bambino, trovata in una caverna dei Monti Altai, la grotta di Denisova. L'ominide aveva caratteristiche genetiche diverse da quelle dell'uomo di Neanderthal e l'Homo Sapiens, che abitavano la zona nello stesso periodo, il che ne farebbe una distinta specie di razza umana. Lo studio, pubblicato sul settimanale Nature, e' stato condotto dall'Istituto Max Planck in Germania e la scoperta, una volta confermata, potrebbe arricchire di un nuovo capitolo la storia dei nostri antenati. Le recenti convinzioni comuni erano arrivate a stabilire che 40 mila anni fa sulla Terra ci fossero solo Sapiens e Neanderthal. Il nuovo ominide potrebbe rappresentare una terza specie, proveniente sempre dalla migrazione avvenuta dall'est dell'Africa.

Fonte primaria dell'articolo... ( in inglese ) ...

FOSSIL FINGER POINTS TO NEW HUMAN SPECIES...( nature.com ).


Ed a quanto pare, la Siberia, non è l'unico dei luoghi, nella lista dei ritrovamenti, di possibil...potenziali nuove specie umane...

PALEONTOLOGIA

Dai fossili dimenticati in
Cina
forse una nuova specie
umana


Erano state rinvenute diversi anni fa le ossa di almeno quattro persone, datate tra i 14.500 e gli 11.500 anni, in due grotte a Longlin e a Maludong.
Nessuno se ne era occupato, fino a poco tempo fa. E adesso si scopre che potrebbero completare l'albero genealogico della nostra specie



PECHINO - Potrebbero aggiungere un nuovo "tassello" all'albero genealogico della specie umana i resti fossili dell'Età della Pietra ritrovati nel Sud-Ovest della Cina. Un team internazionale di scienziati guidato da Darren Curnoe della australiana University of New South Wales, e da Ji Xueping dello Yunnan Institute of Cultural Relics and Archeology ha studiato le ossa di almeno quattro persone, datate tra i 14.500 e gli 11.500 anni, rinvenute nel 1979 in due grotte a Longlin, nei pressi della regione autonoma di Guangxi Zhuang, e dieci anni dopo a Maludong, vicino alla città di Mengzi (provincia dello Yunnan).

Continua su: repubblica.it

Nessun commento: