Post in evidenza

ONU PRONTO A CONTATTI CON EXTRATERRESTRI - Parte LVII

Prosegue dalla parte LVI . "Oh! Com'è dolce lo studiar, di potenzialmente abitabili pianeti...in particolari allineamenti"....

mercoledì 31 marzo 2010

IPOTESI DI COMPLOTTO parte CXXVI

Prosegue dalla parte CXXV.
Economia...A CHI APPARTIENE TUTTO L'ORO DEL MONDO.
Geopolitica...Bertolaso ad Haiti 'Aiuti? Troppi show' Il Capo della Protezione civile a Port au Prince: situazione soccorsi patetica - 24 gennaio, 21:55 - ( ANSA ) - A 12 giorni dal terremoto, la situazione degli aiuti a Port-au-Prince e nel resto di Haiti è ancora grave. Una conferma viene dal moltiplicarsi di mini-incidenti, causati da centinaia di sopravvissuti che cercano di accaparrarsi i sacchi con i generi alimentari che vengono distribuiti. La comprensibile ressa che si determina spesso degenera in zuffe tra quelli che cercano di arrivare per primi nei punti di distribuzione e che costringono i rappresentanti dei contingenti militari a intervenire, seguendo lo stesso copione: prima raffiche di fucili mitragliatori in aria, poi lancio di lacrimogeni. Un copione al quale, ad Haiti, si è aggiunto l'uso di gas urticanti. Ed intanto continua l'inesorabile crescere del bilancio delle vittime, spesso relativamente attendibili. Come quello che sostiene che i morti accertati sono almeno 150 mila, perché questa sarebbe la cifra di quelli sepolti. Anche se, a questa tragica conta, potrebbero mancare i morti di cui i parenti non hanno dato notizia alle autorità. E', comunque, una corsa contro il tempo, un po' in tutti i campi dell'aiuto e dei soccorsi: per cercare gli ultimi sopravvissuti che possono trovarsi sotto le macerie; per realizzare, prima dell'arrivo delle piogge, quanti più accampamenti possibili; per approntare strutture sanitarie in grado di sopportare anche la fase della post-emergenza; per dare una sistemazione ad almeno mezzo milioni di sfollati; per procedere nel consolidamento del dispositivo messo su per distribuire gli aiuti alimentari. Questa "macchina", però, per Guido Bertolaso, capo della Protezione civile italiana, ha fatto clamorosamente flop. Anzi si è dimostrata "patetica" davanti all'enormità del compito che aveva davanti. Le critiche di Bertolaso, intervistato da Lucia Annunziata per la trasmissione "In mezz'ora", hanno salvato poco o nulla dell'apparato degli aiuti degli Stati Uniti che, ha detto in sostanza, sebbene animati da un forte spirito solidaristico e di collaborazione, hanno fallito perché non si sono legati al territorio e, soprattutto, perché non hanno saputo mettere da parte la loro struttura e mentalità essenzialmente militari. Troppe stellette, ha tagliato corto Bertolaso. Le ricerche di eventuali sopravvissuti, nonostante lo stop imposto dal governo haitiano, continuano anche se ad opera di poche squadre. Ieri sera, con il ritrovamento sotto le macerie di una pensione, di un giovane di 22 anni, si è verificato l'ennesimo miracolo, anzi 'doppio' o 'triplo' miracolo perché il ragazzo non ha subito lesioni gravi; perché accanto a lui ha trovato un distributore di bevande e altro cibo con il quale ha potuto dissetarsi e nutrirsi; perché le sue grida di aiuto sono state sentite da alcuni 'sciacalli' che, piuttosto che far finta di nulla, hanno dato l'allarme. Ma ad Haiti i miracoli - come quello della nascita nell'ospedale italiano di una bimba cui è stato dato il nome di Azzurra - sono merce ormai rara, e quindi non ci si può fermare. Come sta facendo l'Oim, l'organizzazione mondiale delle migrazioni, che ha chiesto almeno altre 90 mila tende da campo per dare assistenza a circa mezzo milione di sfollati. Una sistemazione, sottolinea l'Oim - che cura gli aiuti non alimentari -, che deve essere considerata comunque provvisoria.
LA TERZA BOMBA.
Pandemia...SCANDALO INTERNAZIONALE. H1N1 : IL VIRUS MENO PANDEMICO HA FATTO GUADAGNARE PIÙ DENARO...( Fonte : agoravox.it )...condivido in pieno l'ultimissima parte dell'articolo, che cito..."L'unico modo per uscirne integri, sarà ricordare gli accadimenti e - alla prossima "uscita" di un terribile virus - essere noi stessi garanti del nostro sacrosanto diritto alla salute. Tanto, sicuramente ci riproveranno...".
Ne ho già parlato svariati post fà, ma ritengo utile "riparlarne" brevemente.
"Quello che penso che accadrà da qui al 2012 ( e oltre )".
Eh si ! Oltre. Anche perché le date interessanti non finiscono con quell'anno. Anche se penso concorderete con me che, dal 2009 al 2012 ve ne sia in "quantità industriale".
Poi ripeto, conosciamo talmente poco del potenziale della nostra mente che io non escludo affatto che in passato, nel presente o nel futuro alcuni o più, UMANI, hanno avuto, hanno o svilupperanno delle doti di pre-veggenza, quindi !
Ed ancora. Che ci sia un copione già scritto almeno da quanto è dato a "noi" sapere, almeno a "grandi linee" ( vedete, missiva Pike - Mazzini ) , io penso di si.
Poi che, vi sia la possibilità che nei "dettagli aggiunti nei decenni successivi", nel passare dalla teoria alla pratica, vi siano state delle modifiche dovute ad errori di calcolo, in parte da addebitare, a "resistenze" interne o esterne oppure ad altro.
Beh ! È più che possibile.
Vedete a riguardo la "strana storia" della pandemia. Ne ho già parlato, ma a riguardo, allo scrivente, rimane un dubbio con tre opzioni come risposta :

1 ) Prova generale

2 ) Che internet con il suo tam-tam nei forum e nei blog abbia svolto egregiamente il "suo lavoro" di media libero, ed i medici rifiutando la vaccinazione in massa, un pò in tutto l'Occidente, ma in particolare in Europa hanno fatto il resto

3 ) La "maiala"è nata per ridurre i danni delle devastazioni, dovute a insurrezioni popolari in particolare negli Usa, della crisi economico-finanziaria e del crollo del sistema. Grazie alla super-iniezione di liquidità sono riusciti a rimandare ( non penso ad evitare ) il crollo e di conseguenza è stata rimandata a data da destinarsi ( o ad altro evento ) ,la colpa ( o parte della colpa ) ,del crollo del sistema.

Quindi, tutto è possibile.

Dimenticavo. Per quanto riguarda, eventuali diverse opinioni su argomenti di carattere religioso.
O in merito al credo stesso della mia eventuale"controparte"del momento, ricordate che non sono "razzista". Non ho mai considerato la religione professata una discriminante come d'altronde il colore della pelle il sesso e così via. Io ho sempre "diviso"le persone tra "buone" e "cattive"e non è per nulla facile sapete, poiché i confini fra il "bene" ed il "male", molte volte, specialmente ai "nostri tempi", sono molto sottili ed astratti.
A seguire la parte CXXVII.

Nessun commento: