Post in evidenza

WIKILEAKS: VAULT 7 - parte seconda

Prosegue da questo post . Rivelando segreti..."potenzialmente, di mezz'età...e forse più in verità"... WikiLeaks beffa la...

sabato 13 luglio 2013

PANDORA'S TIMES - Medio Oriente: "In Attesa, della Giusta Scintilla...e della 'Gloria', che Verrà"/106

Prosegue dalla parte 105.


Alquanto Chiare Risposte, nonché, Prove di Reale Forza, a sorpresa...di/in un Chiaro giorno di Luce...

Siria: Zebari, Assad usato armi
chimiche


Intervista a quotidiano saudita

13 luglio, 13:51

(ANSA) - BEIRUT, 13 LUG - Il regime siriano ha usato armi chimiche in Siria ma non su ampia scala: lo ha detto il ministro degli esteri iracheno Hoshyar Zebari, al quotidiano panarabo saudita Asharq al Awsat. Da Parigi dove si trova nell'ambito di un suo tour diplomatico tra Usa e Europa, Zebari ha detto che Damasco ha ripreso da tempo "le redini dell'iniziativa militare" anche perché "ha visto che non ci sono reazioni internazionali all'escalation militare e all'uso delle armi, comprese quelle chimiche".

- Putin ordina una vasta esercitazione a
sorpresa


Da 80 a 160mila uomini, 1.000 mezzi corazzati, 70 imbarcazioni e 150 mezzi aerei, così su due piedi.

Eh Si! Niente male direi per un'esercitazione a sorpresa.

Oppure no?



Intervistando su Visioni Egiziane...ed Oltre...

- EGITTO/ Herzog: un colpo di Stato che "piace" a Israele, ecco perché

"Improrogabili Scadenze Israeliane a Divenire...e Necessari, Tentativi di coinvolgimenti alleati"...

Israele può attaccare l’Iran entro
l’inverno


Di stefano iannaccone • 13 lug, 2013 •

Un articolo del Times of Israel rivela un rapporto israeliano, secondo cui entro l'inverno occorre prendere una decisione. Dopo sarebbe troppo tardi, perché Teheran potrebbe avere l'arma atomica

Continua su: iljournal.it

...ad Ogni Costo?

Ulteriori Conferme di Responsabilità e precisazioni di metodo di effettuazione...

Siria: Times, a Latakia raid
israeliano


"Sottomarino ha lanciato cruise per distruggere
missili russi"

14 luglio, 14:25

(ANSA) - LONDRA, 14 LUG - L'esplosione di un deposito di armi a Latakia, il 5 luglio scorso, è stata causata da un missile cruise lanciato da un sottomarino israeliano. Lo scrive il Sunday Times, citando fonti di intelligence mediorientali. L'obiettivo dell'attacco era la distruzione di missili Yakhont, di fabbricazione russa. Secondo il giornale britannico, i missili erano stati consegnati quest'anno alle forze del presidente siriano Bashar al Assad. (ANSA).

Non troppo Sotterranee...ma Assai Pericolose...Mosse e "Fughe di notizie", dettate anche da secondi e terzi Fini...

Washington’s push against Egyptian, Israeli
go-it-alone military steps. US marines
deployed off Suez, Sinai

La pressione di Washington contro i passi militari solitari Egiziani, ed Israeliani. Sinai, marines Statunitensi dispiegati al largo di Suez
( in inglese - debka.com ).

Un articolo di alcuni giorni fà, a mio modesto parere, ancor più Interessante visti gli eventi successivi in corso.

Disquisendo di Possibili Nefaste Prospettive...per alcuni condivisibili, per altri finanche di parte oltre che esageratamente pessimistiche...

SE CROLLA L’EGITTO


DI SHERIF EL SEBAJE
news.panorama.it



L’escalation degli eventi in Egitto fa temere il peggio. E da più parti si ventila la malaugurata ipotesi della “guerra civile”. Al momento è e rimane appunto un’ipotesi, si spera irrealistica, ma dal momento che lo hanno minacciato i Fratelli musulmani, lo temono i loro oppositori, e lo ha dichiarato persino il presidente russo Vladimir Putin, vale la pena prenderla in considerazione.

SINAI

Che cosa accadrebbe se la situazione davvero precipitasse?

Continua su: comedonchisciotte.org

"Possibili"...Indirette risposte e precisazioni "di parte", giungan dalle news di Debka.

Sia...riguardo la Siria e le eventuali forniture d'armi sofisticate ad Hezbollah...

Netanyahu: Advanced arms must not reach Hizballah from Syria

Netanyahu: Armi Avanzate non raggiungeranno Hezbollah dalla Siria

Prime Minister Binyamin Netanyahu declined to answer questions Sunday about the July 5 explosions which destroyed a stock of Russian rockets in Latakia after US officials named Israel as responsible for the attack.
He would only repeat that Israel stands by its resolve not to permit advanced weapons reaching Syria to end up in the hands of Hizballah or any other terrorist organization

Domenica il Primo Ministro Binyamin Netanyahu si è rifiutato di rispondere alle domande riguardo le esplosioni che il 5 Luglio hanno distrutto uno stock di razzi Russi a Lakatia dopo che funzionari Statunitensi hanno fatto il nome d'Israele come responsabile per l'attacco.
Egli ha solo ripetuto che Israele sarà risoluto nel non permettere che armi avanzate raggiungano la Siria per finire nelle mani di Hezbollah o ogni altra organizzazione terroristica.

Link: debka.com

Penso che il concetto sia Chiaro, vero!?!

Sia...riguardo all'ormai classico tema del nucleare Iraniano, ed ai ricorrenti moniti sulle più o meno superate, Linee Rosse...

Netanyahu injects new urgency in countering nuclear Iran

Netanyahu inietta una nuova urgenza nell'opporsi all'Iran nucleare

Describing Iran’s new president Hassan Rouhani as “a wolf in sheep’s clothing” who would “smile and build a bomb,’ Prime Minister Binyamin Netanyahu told CBS Sunday that Iran had not yet crossed the red line he laid out last September, but was nearing it. He said that, because Israel is closer and “more vulnerable,” it would “have to address this question of how to stop Iran, perhaps before the United States does.”
Descrivendo il Nuovo Presidente Iraniano Hassan Rouhani come "un lupo vestito da pecora" che potrebbe "sorridere e costruire una bomba", il Primo Ministro Binjamin Netanyahu ha dichiarato Domenica alla CBS che l'Iran non ha ancora attraversato la linea rossa da lui stesso rivelata lo scorso Settembre, ma ci si sta avvicinando. Lui dice che, poiché Israele è più vicino e "più vulnerabile", potrebbe "dover porsi la domanda sul come/quanto fermare l'Iran, peraltro prima che lo facciano gli Stati Uniti."

Link: debka.com

Anche se in Questa occasione, potrebbe esserci almeno un fattore, che porterebbe a pensare ad una scadenza non troppo aldilà da venire, "nonostante tutto".

Israel’s top soldier: Iran is still after a nuclear bomb
Il soldato Israeliano più alto in grado: l'Iran è rimasto a una bomba nucleare

Lt. Gen. Benny Gantz, IDF Chief of Staff, said Monday that the attributes of war have undergone changes of late: "The enemy is not always visible," he said, but Iran is still driving for a nuclear capability. He admitted that he was not happy about cutting down on combat personnel in the near term, but had been forced to accept that resources are limited.
Il Ten. Gen. Benny Gantz, Comandante in Capo delle Forze di Difesa Israeliane ha detto Lunedì che gli attributi di guerra hanno subito i recenti cambiamenti : "Il nemico non è sempre visibile", ha detto, ma l'Iran sta proseguendo verso una capacità nucleare. Egli ha ammesso che non è stato felice dei tagli sul personale combattente nel breve termine, ma ha dovuto forzatamente accettare che le risorse sono limitate.

Link: debka.com

Eh si! Il talvolta, parlar franco dei militari...Potrebbe essere davvero Illuminante. Ma anche No!


A seguire la parte 107.

Nessun commento: