Post in evidenza

ONU PRONTO A CONTATTI CON EXTRATERRESTRI - Parte LVII

Prosegue dalla parte LVI . "Oh! Com'è dolce lo studiar, di potenzialmente abitabili pianeti...in particolari allineamenti"....

domenica 11 gennaio 2015

PANDORA'S TIMES - Medio Oriente: "In Attesa, della Giusta Scintilla...e della 'Gloria', che Verrà"/173

Prosegue dalla parte 172.


Esclusive notizie di Espliciti avvertimenti sulla esistente probabilità del prossimo attaccar "sacri luoghi" (è anche questa, solo una questione di Punti di vista)...

Tv Israele, il Vaticano prossimo obiettivo dell'Isis


Televisione di Stato, servizi Usa hanno avvertito
la Santa Sede

11 gennaio 2015 20:58

(ANSA) - I servizi segreti americani hanno avvertito il Vaticano che la Santa Sede è il prossimo bersaglio nella lista degli obiettivi dell'Isis. Lo ha riferito stasera in apertura del telegiornale la tv di Stato israeliana Canale 1, che non ha fornito altri dettagli. La notizia "esclusiva" - ma senza ulteriori specifiche - che ha aperto il telegiornale è dell'esperto di questioni mediorientali di Canale 1 Oded Granot.


Nuove volontarie affiliazioni nel proseguir il cammino verso l'Indo...

pubblicato il 11/gen/2015 18:04

Comandanti talebani afgani e
pachistani giurano fedeltà a Isis

In un video diffuso su siti web islamisti


Islamabad 11 gen. (askanews) - Una decina di ex comandanti talebani del Pakistan e dell'Afghanistan hanno manifestato collettivamente la propria fedeltà alle milizie jihadiste sunnite dello Stato Islamico (Isis), in un video diffuso su alcuni siti web islamisti.

Nel video i talebani affermano di essere guidati a livello locale da Saeed Khan, un comandante della zona tribale di Orakzai, nel nordest del Pakistan, che è stato nominato "emiro" della regione. (fonte Afp)

Fatti..."e/di terroristici punti di vista"...

Siria, Turchia partner dei terroristi


Dopo ammissione che Hayat Boumedienne ha
passato confine

12 gennaio 2015 15:49

(ANSA) - BEIRUT, 12 GEN - L'ammissione di Ankara che Hayat Boumedienne, vedova di uno degli autori degli attacchi terroristici in Francia, e' passata dalla Turchia in Siria, conferma che la Turchia e' "un partner diretto" dei terroristi "nel versare il sangue di innocenti in Siria e in tutto il mondo". Lo afferma una fonte del ministero degli Esteri di Damasco.

Scenari. Rischi e soluzioni alle porte meridionali di italiche case...

La Libia al bivio – Scenario – Parte Prima – L’intervento militare straniero


La Libia si trova oggi ad un bivio della sua storia, un momento nel quale verrà deciso il destino di una nazione per i prossimi cinquant’anni.
GeopoliticalCenter vuole oggi presentarvi tre differenti scenari che potrebbero verificarsi in terra di Libia, è stato un lavoro lungo e complesso, che abbiamo cercato di sintetizzare il più possibile senza perdere gli elementi fondamentali del nostro ragionamento.
Iniziamo con L’intervento militare straniero, proseguiremo con Libia una guerra per procura tra Egitto e Turchia ed infine La somalizzazione della Libia

Continua su: geopoliticalcenter.com

La seconda parte...

- La somalizzazione della Libia – SCENARIO -

La terza..."ed ultima", parte...

- -SCENARIO- Libia una guerra per procura tra Egitto e Turchia -SCENARIO-

"La prima volta" (a "noi" nota quantomeno) di truppe occidentali che si scontrano direttamente con le milizie dello stato islamico...

Iraq:scontro a fuoco Isis-soldati Canada


Prima battaglia sul terreno da inizio raid aerei,
nessun ferito

20 gennaio 2015 00:04

(ANSA) - Le forze speciali canadesi hanno avuto uno scontro a fuoco con i jihadisti dello Stato islamico in Iraq nei giorni scorsi. Lo riferiscono i media Usa e canadesi. E' la prima battaglia sul terreno confermata tra le truppe occidentali e l'Isis da quando sono iniziati i raid aerei. Anche se i soldati non prendono parte a combattimenti diretti, hanno comunque il diritto di rispondere al fuoco se attaccati, ha spiegato il comandante generale delle forze speciali, il generale Michael Rouleau

Minacciando..."non temporalmente specificati", devastanti uragani...

Siria: Iran minaccia Israele


Dopo uccisione di un generale dei Pasdaran in
raid israeliano

20 gennaio 2015 19:03

(ANSA) - "I sionisti si aspettino fulmini devastanti": lo ha detto il capo delle Guardie rivoluzionarie iraniane (Pasdaran), il generale Mohammad Ali Jafari, dopo l'uccisione in un raid di Israele a Quneitra in Siria di un alto comandante dei Pasdaran. "Combatteremo per porre fine al regime sionista", ha detto Jafari citato dai media iraniani. I Pasdaran "continueranno e rafforzeranno il proprio sostegno ai combattenti musulmani nella regione fino alla rimozione di questa incarnazione del diavolo dalla geopolitica della regione", ha continuato Jafari riferendosi a Israele. Dopo "l'assassinio" del generale Mohammad Ali Allahdadi "non dobbiamo prendere le distanze dalla jihad", ha aggiunto.

Israele ed Hezbollah sull’orlo della guerra, l’Iran coinvolto

Israele ed Hezbollah sono sull’orlo della guerra, una guerra che potrebbe stravolgere il residuale equilibrio del medio oriente, una guerra che nessuno dei due protagonisti citati nel titolo vogliono ora, ma che potrebbero essere costretti ad affrontare a causa dell’uccisione, se volontaria o incidentale non ha alcun valore ormai, del generale iraniano delle Guardie della Rivoluzione Sardar Allah Dadi, comandante supremo delle forze iraniane in Siria e Libano, ucciso in uno strike aereo israeliano nel Golan siriano. Il generale è stato ucciso mentre il convoglio dell’Hezbollah sul quale viaggiava è stato distrutto da missili di precisione lanciati, per quanto traspare delle informazioni Open disponibili, dalle forze di difesa di Israele. Questa morte cambia radicalmente le conseguenze del Raid.

Continua su: geopoliticalcenter.com

Ben Dotando militarmente, "finanche...'Col senno del poi', obbligati" partners...ma "ben poco" (per esser buono e non scriver nulla) in questo mondo, è gratis...

Sophisticated Russian S-400 missiles for Iran
under new military pact, S-300s for Egypt,
Syria, Hizballah

Sotto il nuovo patto militare i Sofisticati missili
Russi S-400 per l'Iran e gli S-300 per Egitto,
Siria, ed Hezbollah
( in inglese - debka.com ).


A seguire la parte 174.

2 commenti:

UNATANTUM ha detto...

Beh! Guardiamo se...dopo l'odierno attacco israeliano ad operativi Hezbollah in quel del Golan siriano...mantengono la promessa di risposta, oppure no...

- facebook.com/GeoPoliticalCenter

Ma soprattutto...se la mantengono, cosa accadrà e fin dove si arriverà negli accadimenti.

UNATANTUM ha detto...

- Israele ed Hezbollah si preparano ad un conflitto

Interessante pure quanto scritto in questo articolo di Debka.