Post in evidenza

Il 2012, i Segreti dei Maya, il Governo Messicano...ed un Documentario/18

Prosegue da questo post . Una interessante domanda d'inizio Aprile...a cui è stata fornita una risposta, Seppur...ad esser noiosi, n...

martedì 17 settembre 2013

PANDORA'S TIMES - Medio Oriente: "In Attesa, della Giusta Scintilla...e della 'Gloria', che Verrà"/126

Prosegue dalla parte 125.


Le probabili...Cirilliche, Certezze dell'Onu, le Richieste forti risposte...su carta e l'abbattimento di un elicottero Siriano sul confine turco...da jet turchi, ed etc...

Siria, rapporto Onu: sarin lanciato
con razzi.
Ban Ki-moon: 'Crimine, responsabili
paghino'


Il segretario Onu riferisce al Consiglio di sicurezza sulla relazione degli ispettori: "Sanzioni contro Assad se non rispetta gli impegni". Cnn: "Sulle testate caratteri in cirillico". Francia, Usa e Gran Bretagna: "Serve risoluzione forte". Kerry:
"Opzione militare sempre sul tavolo". Lavrov: "Con uso della forza, pace a rischio". Obama: "C'è ancora da lavorare sull'accordo"

Continua su: repubblica.it


Chimiche delucidazioni da fonti italiche...

- Armi chimiche in Siria : il rapporto
delle Nazioni Unite


"Il Pensar Male di Debka a riguardo dell'abbattimento e quel che ci sta attorno."

Ovvero.

E se l'abbattimento di un elicottero...specializzato per l'attacco al suolo, da parte dei turchi, in realtà sia stata Una mossa di Assad per sbloccare definitivamente e celermente (anche come compenso alla "rinuncia del deterrente chimico) gli armamenti...quei meravigliosi "giocattoli", di cui, i Russi avevano anche solo in parte, "congelato" la consegna?

The Syrian helicopter flight over Turkey
fabricated first Assad obstacle to chemical
weapons handover

Il volo dell'elicottero Siriano sopra la Turchia
fabbrica il primo ostacolo al passamano
delle armi chimiche
( in inglese - debka.com ).

Nel mentre...avvicinandosi all'incontro programmato con Obama per fine mese, si svelano le Nuove "Linee Rosse" di Netanyahu, in merito al nucleare dell'Iran...

Netanyahu’s new red lines for Iran

Le nuove linee rosse di Netanyahu per l'Iran

Prime Minister Binyamin Netanyahu told the weekly cabinet session Tuesday that he w ould meet President Barack Obama in Washington at the end of September to discuss means of stopping a nuclear Iran.
His new red lines for Iran were: 1) Complete halt of uranium enrichment; 2) Removal of enriched fissile materials from Iran; 3) Closure of the Fordo enrichment plant; 4) Termination of plutonium production at Arak.
It is now proved, said Netanyahu, that a rogue state developing or acquiring unconventional weapons will eventually use them, in the absence of diplomacy backed by a credible military threat.


Link: debka.com

Ovvero. Traducendo il succo insomma...

Le Nuove Linee Rosse sarebbero:

1) Arresto Completo dell'arricchimento dell'uranio.

2) Rimozione del materiali fissili arricchiti dall'Iran.

3) Chiusura della centrale di arricchimento di Fordo.

4) Termine/Fine della produzione di plutonio ad Arak.

Il tutto condito con una seria e concreta minaccia dell'uso della forza.

Cosa penso a riguardo?

"Penso che sia come se un ladro, imponesse sotto minaccia ad un uomo di spogliarsi di ciò che ha...compresi tutti gli indumenti, privandolo così, una volta ignudo della facoltà d'inseguirlo, alcuni...a quel punto, avrebbero già reagito, accada quel accada...o forse, anche in questo 'caso', che è scritto debba accadere."

Accorati Appelli di un pronto intervento a coprire i giusti cieli, ri-sorgono "dall'altra Siria"...

Siria: appello Esl per 'no fly
zone'


Gen. Idriss, se vogliono possono aiutarci senza
truppe in campo

17 settembre, 16:48

(ANSA) - NEW YORK, 17 SET - Appello dell'Esercito siriano libero agli Usa perche' ''organizzino con le altre potenze occidentali e il sostegno dell'Onu una no fly zone sulla Siria''. ''Ora e' piu' facile farlo - spiega il comandante Selim Idriss in un'intervista all'americana Pbs - dopo l'ultimo rapporto dell'Onu che parla di crimini di guerra.
Se vogliono ci possono aiutare anche senza inviare truppe sul campo''.

E dalla medesima fonte, una dichiarazione di Assad che oserei dire..."cambia completamente la visione degli eventi passati, presenti, ed a divenire...nella Scintillante Luce di un Nuovo Equilibrio Mondiale"...chissà se avrà inteso, o sarà...d'Ordine, o Ordinato, questo suo contributo ad un nuovo equilibrio da realizzare(?)...

Siria: Bashar al Assad ringrazia
Mosca


E dice: nuovo equilibrio mondiale, contro di noi
attacco feroce

18 settembre, 19:52

(ANSA) - DAMASCO, 18 SET - Il presidente siriano Bashar al Assad ha ringraziato Mosca per il suo appoggio "contro l'attacco feroce" di cui il suo Paese è oggetto. Lo ha riferito la televisione siriana. Il capo di stato ha anche affermato che la posizione russa puo' contribuire alla realizzazione di un nuovo equilibrio mondiale. (ANSA).

Che tempi...realmente alquanto strani, ed interessanti, vero?

O avete ancora dei dubbi.

Tempo...Denaro...e seppur confidando nella promessa, personali dubbi Russi, da fonte Israeliana...

Siria: Assad, abbiamo armi chimiche. Le
distruggeremo entro 1 anno


19 Settembre 2013 - 10:58
La Russia, convinti che il presidente manterra'
l'impegno.

(ASCA) - Roma, 19 set - La Siria possiede armi chimiche, ma le distruggera' ''entro un anno'': in linea con il piano presentato dalla Russia - che si dice convinta dell'impegno del presidente siriano - per una soluzione politica al conflitto. Lo ha fatto sapere Bashar al-Assad, in una nuova intervista rilasciata alla Fox News americana, dicendosi disposto a ''trasferire'' l'intero arsenale non convenzionale a qualunque Paese che voglia assumersi il ''rischio di prenderlo in consegna e stoccarlo''. L'operazione, ha poi chiarito, costera' circa un miliardo di dollari: ''Io credo che sia molto complessa, che richiede molto denaro: attorno al miliardo''. Nell'intervista, il rais ha quindi negato ancora una volta che le forze governative siriane siano responsabili dell'attacco chimico denunciato a Ghouta il 21 agosto scorso, e ha invitato il presidente americano, Barack Obama, a prestare ascolto al ''buon senso del suo popolo'': in maggioranza contrario, secondo i sondaggi, all'ipotesi di un'iniziativa militare in Siria. Anche perche' la Siria, secondo Assad, non sarebbe alle prese ''con una guerra civile'', bensi' con un attacco condotto ormai ''da decine di migliaia di jihadisti'' legati per ''l'80%'' dei casi, ''alcuni dicono il 90%'', all'ideologia di Al Qaeda. Gli insorti in questi oltre due anni di conflitto sono stati autori di ''attacchi terroristici, assassinii e attentati suicidi'' costati la vita, ha infatti denunciato il presidente, ad di almeno ''15 mila soldati'' lealisti. Riguardoi l'impegno preso da Assad, il viceministro degli Esteri russo, Sergei Ryabkov, si e' detto convinto che il governo di Damasco ''adempira' ai suoi obblighi''. Come riferisce l'agenzia russa Interfax, il vicecapo della diplomazia di Mosca ha parlato alla stampa al termine di un incontro con lo stesso presidente Assad a Damasco. ''Non abbiamo dubbi sulla sincerita' della parte siriana'' ha detto Ryabkov, aggiungendo che, dai dati preliminari sull'entita' dell'arsenale chimico siriano, ''e' realistico pensare di raggiungere l'obiettivo del suo smantellamento nei tempi prefissati''. Il viceministro degli Esteri russo ha ricordato che l'accordo di Ginevra, siglato tra il Segretario di Stato americano John Kerry e il capo della diplomazia di Mosca Sergei Lavrov, indica chiaramente la necessita' di smantellare le armi chimiche siriane ''entro la meta' del 2014''. red/lus

Putin is not 100pc sure Syria will destroy its chemical arms
Putin non è sicuro al 100% che la Siria distruggerà le sue armi chimiche

President Vladimir Putin said Thursday he was not 100pc sure that the Syrian government would comply with the deal to destroy chemical weapons, but he sees reason for hope. Putin again accused the Syrian rebels of provocatively carrying out the Aug. 21 chemical gas attack, claiming they used obsolete Russian ordnance no longer in service with the Syrian army.

Link: debka.com


A seguire la parte 127.

Nessun commento: