Post in evidenza

ONU PRONTO A CONTATTI CON EXTRATERRESTRI - Parte LVIII

Prosegue dalla parte LVII . Ed ecco il palesarsi di un'altra prima volta...anzi, "altre prime volte". Eh Sì! Poiché i risco...

mercoledì 5 settembre 2012

PANDORA'S TIMES - Medio Oriente: "In Attesa, della Giusta Scintilla...e della 'Gloria', che Verrà"/58

Prosegue dalla parte 57.


"Il Fuggire del Tempo e delle Giuste Decisioni"...

Iran, per Israele il
tempo stringe


di Ugo Tramballi

Ariel Sharon, che 40 anni fa lo aveva scelto per eliminare i capi palestinesi, diceva che «la sua specialità è separare un arabo dalla sua testa».
Non si può dire che Meir Dagan, capo del Mossad fino a qualche mese fa, sia un pacifista. Ma è di questo che Bibi Netanyahu e il ministro della Difesa Ehud Barak lo accusano, da quando l'ex capo del servizio segreto ha detto che bombardare i siti nucleari iraniani è sbagliato: «L'Iran emergerebbe da un attacco più unito che mai e più determinato ad avere il nucleare». Come dire: si può bombardare la Bomba, non la capacità tecnica e la volontà politica di farla.

Continua su: ilsole24ore.com

"Chissà, fra quale...'Giusto Meditar', degli Uni o degli Altri...e/o, dei Pochi o dei Molti, avrà la 'meglio'."


Anche se l'argomento è già stato da me postato, segnalo la seguente analisi, non fosse altro, che per l'interessante considerazione finale...

L'asse Tehran Pyongyang

La Misteriosa Scomparsa di un uomo di Pace, contornata da Misteriosi Intrecci Geopolitici, il cui Epilogo...nell'Oggi, possiamo intuire e nel domani, forse potremo vedere...

Al Sadr, il re saudita e i misteri di
Gheddafi (con video)


di Emiliano Di Silvestro

La sorte del leader sciita libanese Musa al Sadr, visto vivo per l'ultima volta in Libia nell'agosto del 1978, non è stata ancora chiarita. C'è anche una pista italiana. L'antipatia di Gheddafi per re Abdullah gli è stata fatale. Una strana lettera al figlio Saif.

Continua su: temi.repubblica.it/limes

"Segnali di un Possibile, Imminente e Nefasto, Futuro"...

Turkish officers take
command of Syrian
rebel brigades. N. Israel
on alert

Ufficiali Turchi prendono il comando delle brigate dei ribelli Siriani. Il Nord d'Israele in allerta
( in inglese - debka.com ).

Altre...Resistenze, Siriane...

Siria: sito, alawiti hanno
creato milizie


In regione Latakia, dove sorge paese natale famiglia Assad

06 settembre, 16:54

(ANSA) - BEIRUT, 6 SET - La battaglia in Siria infuria anche nella regione costiera di Latakia, sulle cui montagne a est sorge il villaggio natale della famiglia al Assad e dove gli abitanti, appartenenti alla stessa minoranza confessionale del presidente (gli alawiti),si stanno organizzando in milizie per respingere gli attacchi dell'Esl. Lo riferisce Syria Comment. Ai "comitati popolari" formati nei vari villaggi si sono aggiunti altri gruppi di alawiti armati raccolti nella piattaforma "Resistenza siriana".(ANSA).

E provate forniture, a "liberi ribelli di Libertà"...

Siria/Tank e missili ai
ribelli in Siria. La guerra
segreta dei paesi arabi


6 settembre 2012
di Lorenzo Bianchi

NELLA seconda settimana di agosto nel porto turco di Iskenderun sono arrivati dalla Libia 20 carri armati T62. I tank erano destinati ai ribelli siriani. Li aveva pagati l’emiro del Qatar Hamad bin Khalifa al-Thani, il cui piccolo Stato è terzo nel mondo per riserve di gas. L’emirato è il primo finanziatore dei nemici di Assad citato il 6 agosto dalla portavoce del Consiglio Nazionale siriano Bassma Kodmani.

«Il Qatar, l’Arabia Saudita, e un po’ meno la Libia - ha rivelato - stanno provvedendo a fornire armi». In particolare, Riadh avrebbe garantito 500 milioni di dollari in 18 mesi

Continua su: blog.quotidiano.net

Nel Nome della Libertà dei Popoli e Contro la Tirannia...

Iran: Canada chiude
ambasciata a Teheran ed
espelle diplomatici


07 Settembre 2012 - 16:31

(ASCA-AFP) - Ottawa, 7 set - Il Canada ha chiuso l'ambasciata a Teheran e ha deciso di espellere tutti i diplomatici iraniani dal Paese accusando il governo iraniano di supportare il regime siriano e di rappresentare una minaccia per la pace della regione. ''La posizione del Canada sul regime iraniano e' ben noto. Il Canada vede il governo dell'Iran come la minaccia piu' significativa per la pace globale e la sicurezza nel mondo oggi'', ha dichiarato il ministro degli Esteri John Baird. ghi

Ed il Che, sarebbe Giusto...ma, Sarà il motivo "Reale"?

Tornando a proferir parole, su...ad ora almeno, Improbabili Scenari, se non Simbolici...

La flotta iraniana nelle acque americane


Le navi di Teheran navigheranno lungo le coste americane ma solo con l’aiuto del Venezuela

Continua su: mondo.panorama.it

Fin ad arrivar là, dove d'altri, non v'è bisogno...

Iran: Teheran, a un
passo da
autosufficienza in settore Difesa


ultimo aggiornamento: 08 settembre, ore 10:39

(Aki) - L'industria iraniana e' a un passo dal rendere il paese autosificciente nel settore della difesa. Lo ha detto il ministro della Difesa Ahmad Vahidi, che ha definito l'Iran come una delle principali potenze militari mondiali. "Oggi siamo autosufficienti in quasi tutte le aree dell'industria della difesa", ha detto all'agenzia Irna a margine di una cerimonia nella citta' settentrionale di Firouzkooh. L'autosufficienza completa, a suo giudizio, sara' raggiunta nei prossimi anni.

"Potenziando le sue forze armate in tutti i settori, dalla difesa aerea alla difesa passiva, a quella marittima, alle forze missilistiche e di terra, l'Iran islamico e' diventato una delle principali forze di difesa e di combattimento al mondo", ha aggiunto il ministro.

Un Possibile Ponte, Verso "Teheran".

Timorose...Convinte, Alleanze...

Israele e l’ Azerbaijan :
una alleanza strategica


Israele e l’Azerbaijan due paesi che condividono un timore comune, il rischio che i vicini coalizzati contro di loro determinino la rovina del proprio paese. Ma i punti di contatto non si fermano a un generico rischio per l’integrità della propria patria, anche un paese, forse il più pericoloso è un nemico comune, questo paese è l’Iran.

Continua su: geopoliticalcenter.com

E poi, ancora Debka, con le sue..."talvolta", potenzialmente nefaste, news.

"Il Ritorno della Minaccia Chimica"...

Chemical threat is back.
Hizballah, Israel close to
clash

La minaccia Chimica è tornata. Hezbollah, ed Israele vicini allo scontro
( in inglese - debka.com ).

Se Reale...e se Tale, se Mai se n'è andata...Ovviamente.

Io penso sia Reale.

E penso anche, che...come da minacce d'altronde, si paleserà, in caso d'ingerenze straniere dirette, ma anche...nel "caso" di dover fare di necessità virtù, anche indirette, provate "senza ombra di dubbio".

Finora..."Come da Copione".

Visioni Molto di parte...

L'Iran e Hezbollah hanno tradito al-Assad?


Sabato 08 Settembre 2012 14:56

Asharq Al-Awsat,-di Abdul Rahman Al-Rashed:

Questo è ciò che l’assediato il presidente siriano Bashar al-Assad crede. Se è vero, nonostante la contraddizione, dire che l'Iran sostiene al-Assad con denaro, petrolio, armi e perfino combattenti, e al tempo stesso l'affermare che l'Iran e Hezbollah hanno abbandonato il regime di al-Assad nel bel mezzo della più grande crisi! Nonostante l'aiuto enorme che Teheran continua a fornire a Damasco, non ci può essere alcun dubbio che al-Assad non sia contento o soddisfatto della prestazione dei suoi alleati. Egli si sente sotto pressione da parte loro, mentre si aspetta anche che loro lo rorniscano di maggiore sostegno.

Continua su: nc-iran.org

Rinnovati Moniti di Adeguate Risposte in Altrui Suoli Patrii...

IRGC Dep. Com.: If attacked, Iran will take the war to enemy
soil

Il Comandante del Corpo delle Guardie Rivoluzionarie Iraniane: Se attaccati, l'Iran porterà la guerra al suolo nemico

DEBKAfile September 8, 2012, 9:56 PM (GMT+02:00)

Brig. Gen. Salam Hossein, Dep. Commander of the Revolutionary Guards, said Saturday that Iran would not allow war on its territory and if attacked would carry the battle over to enemy soil. Only then would its enemies appreciate the full might of Iran.

Link: debka.com

Forzose...Incomprensioni...

Il ritorno della Guerra
fredda Hillary sfida Putin
sulla Siria


La Clinton dimentica la diplomazia: "No a risoluzioni senza efficacia, Assad le ignorerebbe".
Ma la Russia non cede nella difesa dell'alleato

Rolla Scolari - Lun, 10/09/2012 - 09:09

Sulla Siria Mosca non cede. Anche questa volta, Hillary Clinton - come prima di lei altri capi di Stato e di governo - non è riuscita a far cambiare idea al presidente Vladimir Putin e al suo ministro degli Esteri Sergei Lavrov.

Continua su: ilgiornale.it


A seguire la parte 59.

Nessun commento: