Post in evidenza

CRISI: "A Pochi Passi dal Baratro"/50

Continua da questo post . Segnalando altolocati, altrui punti di vista...e consigli, da un ormai in percorso d'uscita, Oltremanica......

venerdì 30 settembre 2011

PANDORA'S TIMES parte CLXXVIII

Prosegue dalla parte CLXXVII.


RICERCA.

Salute.

"Due Promettenti Scoperte"...

SALUTE: DIABETE E CANCRO, SCOPERTE BASI MOLECOLARI COMUNI

(ASCA) - Roma, 30 set - Scoperte le basi biologiche in comune tra diabete e tumori.
Secondo una ricerca pubblicata da Cell, due proteine in grado di promuovere il cancro - Lin28a e Lin28b - aumentano la sensibilita' dei topi all'insulina, diminuendo il rischio di diabete anche se la loro dieta e' ricca di grassi. Non solo, gli autori hanno identificato anche un altro fattore coinvolto in questo meccanismo: let-7, un piccolo Rna che previene il cancro inibendo le proteine Lin28, regola l'espressione di geni coinvolti nell'insorgenza del diabete e protegge dallo sviluppo della resistenza all'insulina. Ng Shyh-Chang, uno degli autori principali della ricerca, ipotizza che anche altre molecole di Rna simili a let-7 potrebbero essere coinvolte in questo processo. noe/mar/ss

Energia.

Ricercatori Sviluppano un
"Tappeto Volante" in
Plastica!



L'immagine è uno scatto dal video ripreso nel laboratorio che mostra il sottile foglio di plastica volare grazie alle forze propulsive aerodinamiche indotte usando substrati deformati
piezoelettricamente. Credit: Noah T.Jafferis/Howard A.Stone/James C. Sturm


Link articolo: link2universe.net


Nuovo Ordine Mondiale.

IRAN

"Chiara e Netta, Dichiarazione d'Intenti"...

Khamenei, 'obiettivo liberare Palestina'

Richiesta stato palestinese a Onu accetta regime sionista

01 ottobre, 10:26

(ANSA) - TEHERAN, 1 OTT - La richiesta di riconoscimento di uno Stato palestinese all'Onu rappresenta l'accettazione del ''regime sionista'' e ignora i diritti del popolo palestinese a tornare nella sua terra come era prima del 1948. Lo ha affermato la Guida suprema iraniana Ali Khamenei, aprendo la quinta conferenza internazionale sull'Intifada Palestinese. Khamenei ha aggiunto che ''nostro obiettivo e' liberare la Palestina'' contro ogni piano che tenda a dividerla.

Ma di cui, tuttavia, non vengono specificate...l'eventuali modalità, d'attuazione...ne i tempi.

O forse...No!!!


ISRAELE

"Pesanti Scintille"...

Mo: incendiata moschea Galilea, tensione

Danni materiali e scritte. Sarebbe ritorsione per morte rabbino

03 ottobre, 09:18

(ANSA) - TEL AVIV, 3 OTT - Forte tensione in Galilea dopo l'incendio doloso nella moschea del villaggio di Tuba-Zangaria, a nord del lago di Tiberiade. L'edificio ha subito ingenti danni materiali. Sulle pareti erano stati tracciati slogan nazionalistici ebraici fra cui: 'Il prezzo da pagare' e 'Palmer', un riferimento alla morte del rabbino Asher Palmer, morto con il figlio dieci giorni fa in un incidente stradale apparentemente causato dal lancio di una pietra da un mezzo palestinese. (ANSA).

Israele sempre più isolato in Medio Oriente

Israele, nuovi scontri dopo rogo moschea

Tuba-Zangaria, nella notte roghi, barricate e spari

04 ottobre, 09:33

(ANSA) - TEL AVIV, 04 OTT - Nuovi incidenti si sono verificati nel villaggio arabo di Tuba-Zangaria (Galilea) dove ieri una moschea e' stata bruciata da ignoti, probabilmente militanti della estrema destra ebraica. Nella notte gruppi di dimostranti locali hanno appiccato il fuoco a diversi edifici pubblici e hanno bloccato gli accessi del villaggio con barricate. Secondo la radio militare, i dimostranti hanno esploso colpi di armi da fuoco contro la polizia, che solo in mattinata e' riuscita a riportare l'ordine.

SIRIA

"Bellicose dichiarazioni, in Attesa della Giusta...Devastante Scintilla"...

Martedì 04 Ottobre 2011 12:35

Assad: il M.O. a ferro e fuoco in 6
ore se la Siria verra' attaccata


DAMASCO - L’agenzia irachena al-Nakhil citando un esponete arabo, sotto anonimato - ha rivelato nuovi dettagli sorprendenti dell'incontro avvenuto di recente tra il presidente siriano Bashar al-Assad e il ministro degli esteri turco Ahmet Davutoglu.
Secondo l’agenzia Fars News citando la al-Nakhil in risposta al ‘messaggio’ che Davutoglu, in veste di inviato dei paesi occidentali, ha consegnato al capo di stato siriano, quest’ultimo ha affermato che con il primo missile che viene lanciato contro la Siria, tutto il Medio Oriente si trasformera’ in sole 6 ore in un campo di battaglia. “Nelle prime tre ore colpiremo Israele mentre nella seconda fase tutta la regione verra’ messa a ferro e fuoco”.
Sono le parole di Bashar al-Assad. “Per rispondere a qualsiasi azione ostile abbiamo bisogno solo di tre ore per puntare centinaia di missili contro Israele e colpire direttamente Tel Aviv. Per loro sarebbe un vero e proprio inferno.
E poi – ha proseguito- le navi degli Stati Uniti verrebbero colpite nel Golfo Persico per non parlare degli obiettivi americani che diventerebbero bersagli in tutto il mondo”.

Link articolo: italian.irib.ir

E da Debka, oltre a quanto sopra, "ci viene riproposta", citando fonti dei servizi Occidentali, quale sarebbe la reazione israeliana, ad un tale attacco...


If a single Syrian missile explodes in Tel Aviv, Damascus will be first to pay the price, and if the missile offensive persists, one Syrian town after another will be destroyed.


Se un singolo missile Siriano esplode a Tel Aviv, Damasco sarà la prima a pagarne il prezzo e se l'offensiva missilistica persiste, sarà distrutta una città Siriana dopo l'altra.


"Giunti a questo punto, trovo 'lecito' chiedersi, oltre che interessante, quale sarà l'effettivo evento, o più eventi, che porteranno, alla per me inevitabile...'combustione', di quell'area".

"Inevitabili Veti 'Orientali', ed Annunciate Sanzioni Unilaterali Turche...nel Tempo di Manovre Militari al Confine Siriano"...


IL CASO

Onu, veto di Russia e
Cina
alla risoluzione contro
Assad

Il consiglio di sicurezza si spacca su una richiesta europea di chiedere al regime siriano la fine della repressione. Gli Usa: "Indignati". La Francia: "Scelta dettata da interessi particolari che non tiene conto di 2mila 700 morti"

NEW YORK - Russia e Cina bloccano la carica dei
Paesi europei contro il regime di Assad.

Continua su: repubblica.it

Turchia, Erdogan: "applicheremo sanzioni contro la Siria"

Mercoledì 05 Ottobre 2011 12:05

Lo stesso giorno in cui l'esercito turco ha annunciato che inizierà esercitazioni militari ai confini meridionali con la Siria, il governo di Erdogan ha affermato che sarà considerata la possibilità d'introdurre pesanti sanzioni contro lo Stato confinante di Bashar al-Assad. "La Turchia non può restare inerme di fronte al massacro dei manifestanti.

Niente potrebbe giustificare l'assassinio di così tante vittime indifese" ha riferito il premier Recep Tayyip Erdoğan, durante la Conferenza Stampa con il vicepresidente sudafricano Kgalema Motlanthe. Il leader renderebbe noto il piano turco contemplante le misure da adottare contro Damasco, dopo la visita al Campo rifugiati al confine tra i due Paesi, nei prossimi giorni. "
Faremo un annuncio ufficiale, elencando le diverse tappe previste nel percorso sanzionatorio" ha dichiarato Erdogan, atteso nella provincia di Hatay nel weekend o al massimo all'inizio della prossima settimana.

Link: focusmo.it


LIBIA

"Sparizioni, Timori e Ritrovamenti Non Convenzionali"...

Libia,10.000 missili antiaerei scomparsi

Amm.Di Paola, in mani "sbagliate"sono "minaccia per aerei civili"

02 ottobre, 19:41

(ANSA) - BERLINO, 2 OTT - La Nato è molto preoccupata dalla scomparsa in Libia di circa 10.000 missili terra-aria che potrebbero essere finiti in mani sbagliate. Ne avrebbe parlato lunedì in una riunione segreta con parlamentari tedeschi il presidente del Comitato militare Nato, amm. Giampaolo Di Paola, citato dal settimanale Spiegel.
I missili, ha detto, sono "una seria minaccia per l'aviazione civile" e potrebbero essere contrabbandati in altri Paesi e finire in mani sbagliate, "dal Kenya all'Afghanistan".

Libia: trovate 9 tonnellate armi iprite

A Sabha, 'fornite a Gheddafi da un Paese asiatico'

03 ottobre, 07:55

(ANSA) - ROMA, 3 OTT - Nove tonnellate di proiettili d'artiglieria contenenti iprite, 'gas mostarda', sono state trovate in un magazzino nei pressi di Sabha, nella Libia sudoccidentale. Lo riferisce un responsabile del Consiglio transitorio libico (Cnt), citato dall'agenzia Nuova Cina.

I proiettili sono stati "forniti al regime di Muammar Gheddafi da un Paese asiatico", ha aggiunto Hassan al-Saghir. Sabha, secondo un rapporto dell'Aiea, era collegata al programma nucleare del regime libico. (ANSA)


RUSSIA

Ri-unioni, a sfondo prettamente economico...

Russia: Putin vuole Unione euroasiatica

Unione doganale anche con Tagikistan e Kirghizistan

04 ottobre, 08:57

(ANSA) - MOSCA, 4 OTT - Il premier russo Vladimir Putin ha lanciato oggi con un articolo su Izvestia il suo progetto di ''Unione euroasiatica'', l'unione di alcune ex repubbliche sovietiche in un unico spazio economico comune. Putin annuncia il possibile ingresso di Kirghizistan e Tagikistan nell'Unione doganale gia' esistente tra Russia, Bielorussia e Kazakhstan.

Unione che, dal primo gennaio prossimo, evolvera' in spazio economico comune, rimuovendo tutte le barriere.


Costume e Società.

ITALIA

Internet, Stampa e Politica.

LEGGE BAVAGLIO

Intercettazioni, passa
l'udienza filtro
Giulia Bongiorno si
dimette


Il comitato dei nove della commissione Giustizia della Camera ha dato parere favorevole a maggioranza all'emendamento che vieta la pubblicazione delle intercettazioni fino alla cosiddetta udienza filtro. Avranno obbligo di rettificare entro 48 ore solo le testate on-line che risultano registrate. Paniz: "Carcere per i giornalisti"

Continua su: repubblica.it

Da cui cito...

Ammazza blog.
Avranno obbligo di rettificare entro 48 ore solo le testate on-line che risultano registrate. E' questo l'accordo bipartisan raggiunto in Comitato dei Nove, che sta esaminando il ddl Intercettazioni. La proposta è il frutto di alcuni emendamenti presentati da Zaccaria (Pd) e Cassinelli (Pdl).

Diciamo che, "vi è un miglioramento, ma che...dal mio punto di vista, non risulta sufficiente".


A seguire la parte CLXXIX.

Nessun commento: