Post in evidenza

CRISI: "A Pochi Passi dal Baratro"/50

Continua da questo post . Segnalando altolocati, altrui punti di vista...e consigli, da un ormai in percorso d'uscita, Oltremanica......

domenica 11 settembre 2011

PANDORA'S TIMES parte CLXXIV

Prosegue dalla parte CLXXIII.


Curiosità.

Ciò che è, Realmente Importante...

REGNO UNITO

Gb, la nuova rivolta del

inglesi contro il cambio
di miscela


Il leggendario marchio Twinings cambia la formula del suo prodotto più popolare, l'Earl Grey. I fedelissimi del gusto tradizionale protestano. La casa britannica si difende: "Temono le novità"

dal nostro corrispondente ENRICO FRANCESCHINI

LONDRA - "Se hai freddo, una tazza di tè ti riscalda", assicurava il primo ministro britannico William Gladstone nel 1865, "se sei depresso, ti rincuora, se sei agitato, ti rilassa". E così via: milioni di inglesi continuano a pensare che il tè, alle cinque del pomeriggio per chi ama le tradizioni o a qualsiasi ora, sia una panacea contro tutti i mali, il fedele compagno dell'esistenza. Ma adesso il marchio che per trecento anni ha popolarizzato la bevanda nazionale del Regno Unito ne ha cambiato la formula, alterando il sapore, ed è come se a Londra fosse scoppiata la rivoluzione.

Continua su: repubblica.it

Sono d'accordo.

Ci sono cose, che non dovrebbero cambiare mai.

Una di queste, è sicuramente...la miscela dell'Earl Grey.

Pena, una Vera Rivoluzione.

Ma per Davvero eh!



Nuovo Ordine Mondiale.

ISRAELE È MEGLIO CHE CI PENSI DUE VOLTE

DI GILAD ATZMON
Information Clearing House

Mentre la frattura tra Israele e la Turchia si sta acuendo, i media israeliani stanno preparando le proprie folle per un altro possibile ed eccitante conflitto sanguinario.

L’organo di stampa più diffuso in Israele, Ynet, ha ieri pubblicato un raffronto dettagliato della capacità militare di Israele e della Turchia, sottolineando le dimensioni delle forze aeree, navali e di quelle di terra nei due paesi. “La Turchia”, dice, “possiede una forza navale molto maggiore ma la nostra forza aerea è più vasta.”

Credo che non si tratti semplicemente di quello che ci si può aspettare da Israele, una collettività morbosa stimolata dall’entusiasmo bellico e da qualche velleità bizzarra per i conflitti sanguinari.

Dobbiamo ricordare, almeno in questo caso, che questa nuova frattura tra Israele e Turchia non riguarda la terra, il petrolio o le ricchezze. Si tratta di scuse. Le relazioni tra i due vecchi alleati si sono sempre più irrigidite in questi ultimi giorni dopo la pubblicazione dell’indagine delle Nazioni Unite per l’assalto omicida di Israele alla Mavi Marmara turca in acque internazionali. Nell’attacco nove attivisti per la pace furono uccisi; alcuni vennero chiaramente giustiziati a sangue freddo. La Turchia pretende le scuse di Israele. Per una qualche ragione, Israele non ha dato risposta. Il significato è semplice. Israele preferisce la prospettiva di uno sviluppo violento invece di confrontarsi con i propri peccati.

Continua su: comedonchisciotte.org

Penso sia un saggio consiglio...anche se, "a questo punto", potrebbero pensarci "gli altri", ad iniziare le "danze".


EGITTO

"Nefasti 'Presagi'...di ciò che il Futuro, finanche prossimo, potrebbe riservargli, fin dentro alla loro reale terra"...

IL CAIRO

Assalto all'ambasciata
israeliana
Tre morti, oltre mille
feriti


Una folla di manifestanti ha invaso la sede della rappresentanza diplomatica. L'ambasciatore, la sua famiglia e i suoi collaboratori hanno fatto ritorno in Israele. Il presidente Usa: "L'Egitto rispetti le leggi internazionali". Il governo israeliano chiede agli Usa di garantire la sicurezza

Continua su: repubblica.it


TURCHIA

Moniti per nulla velati a diversi indirizzi, ed Acclamate visite in terra straniera...

Tre navi della marina turca per proteggere il Mediterraneo

TURCHIA: VALUTA INCURSIONE DI TERRA CONTRO RIBELLI PKK NEL KURDISTAN

(ASCA-AFP) - Ankara, 13 set - La Turchia ha allo studio un'incursione di terra contro i ribelli curdi asserragliati nel nord dell'Iraq, dopo che questi hanno intensificato i loro attacchi sul territorio turco. Lo rendono noto i mass media turchi.

Continua su: asca.it

Turchia: "nessuno ci metta alla prova"

Lunedì 12 Settembre 2011 17:05

Il ministro degli esteri turco, Davutoglu ha reagito duramente davanti alla notizia di una possibile collaborazione tra lo Stato israeliano ed il Partito dei lavoratori curdi, il Pkk.

Secondo fonti non ufficiali infatti, potrebbe essersi creata un' intesa tra le due parti in vista del ruolo che la Turchia potrebbe assumere nel Mediterraneo orientale. Parlando durante la conferenza stampa tenutasi ad Istanbul con l'omologa brasiliana Antonia de Aguaiar Patriota, Davutoglu ha ribadito l'intenzione turca di rispondere duramente a qualsiasi Paese o gruppo che supporti il terrore. " Nessuno deve metterci alla prova" ha riferito il ministro.

Link articolo: focusmo.it

Erdogan acclamato dalla folla al Cairo

Martedì 13 Settembre 2011 14:10

Il Primo ministro turco Recep Tayyip Erdogan è in visita al Cairo per offrire il proprio supporto alla transizione democratica in Egitto. Ancora non sono stati forniti i dettagli relativi all'assistenza che quest'ultimo è intenzionato a dare, come aveva anticipato ai ministri degli esteri della Lega Araba.
Erdogan è giunto in Egitto la scorsa notte ed è stato accolto da una folla acclamante. Il leader ha accresciuto notevolmente la propria popolarità nel mondo arabo, soprattutto in seguito alla crisi diplomatica tuttora in atto, con lo Stato Israeliano.
Tuttavia Erdogan dovrà probabilmente moderare le retorica anti-israeliana durante le apparizioni pubbliche previste al Cairo, onde evitare di fomentare le folle già inferocite.

Continua su: focusmo.it

Anche se, è molto facile, incorrere in un errore d'interpretazione degli eventi, a mio parere, ciò che si sta palesando di fronte ai nostri occhi, "ogni giorno con maggiore nitidezza", come un attrito...a tratti apparentemente irreversibile, nelle relazioni turco-israeliane.

Nella realtà di più o meno futuri eventi, potrebbe rivelarsi, come una scaramuccia, un dispetto fra vecchi "amici"...alleati, che ha causato un danno madornale...e vitale, ad entrambi.

E che tale si rivelerà...ad entrambi, quando ormai, rimediare sarà pressoché...impossibile.

"Come da Copione".


Israele-Turchia:spettro battaglia navale

Erdogan ventila ricorso a marina militare contro blocco Gaza

13 settembre, 19:19

(ANSA) - TEL AVIV, 13 SET - Un misto di incredulita', preoccupazione e grande cautela: questi i sentimenti espressi dall'ex comandante della marina militare israeliana, Amy Ayalon, nel commentare la decisione del premier turco, Recep Tayyp Erdogan, di ricorrere alla propria marina militare per forzare, se necessario, il blocco navale a Gaza. Dietro l'angolo, il rischio di uno scontro in mare fra navi da guerra turche e israeliane, che ancora in anni recenti compivano manovre congiunte sotto l'egida della Nato.


MEDIO ORIENTE

ISRAELE

"Poi, non dite che, non ve l'avevamo detto...su più fronti e temi"...

Mo: Israele, ritorsioni se stato Palestina

Gli 'avvertimenti' del viceministro Ayalon sulla Cisgiordania

13 settembre, 16:17

(ANSA) - GERUSALEMME, 13 SET - ''Israele si riserva il diritto di cambiare lo status dei territori in Giudea-Samaria (Cisgiordania - ndr) se i palestinesi decideranno di proclamare uno Stato indipendente, in maniera unilaterale'' in una prossima seduta delle Nazioni Unite. Questo l'avvertimento lanciato oggi dal viceministro israeliano degli Esteri Dany Ayalon. Lo ha riferito la radio militare.

Israele: timori per una terza intifada

IRAQ

"Misteriose desertiche stragi di pellegrini sciiti...non più, di silenziosi omicidi d'imam"...

Iraq, strage sciiti in regione Anbar

Ventidue pellegrini uccisi da commando in pieno deserto

13 settembre, 00:16

(ANSA) - BAGHDAD, 13 SET - Almeno 22 pellegrini sciiti provenienti dalla Siria sono stati assassinati ieri da un commando di uomini armati in una regione desertica dell'Iraq occidentale dopo essere stati fatti scendere dal pullman sul quale viaggiavano. L'agguato, secondo il ministero dell'Interno, è avvenuto a Nukhair, nella provincia sunnita di Anbar. A Baquba, a 60 chilometri da Baghdad, un imam sunnita anti Al Qaida, Ahmed Mahmud al Jabalaui, è stato ucciso all'alba con armi munite di silenziatore.

SIRIA

"Quella scandalosa decisione russa, che blocca le nostre risoluzioni Onu"...

Il blocco ad una risoluzione ONU contro la Siria é uno "scandalo"

Martedì 13 Settembre 2011 10:25

Il ministro degli affari esteri francese ha denunciato con forza, lunedì 12 settembre, lo" scandalo"che costituisce il blocco a New York di una presa di posizione dell'ONU sulla repressione delle manifestazioni in Siria.

Continua su: focusmo.it


Curiosità.

CUBA

Quando la ragione è dettata dalla fede...

Cuba, prete e fedeli aspettano la fine del mondo

Asserragliati in una chiesa, circondata dalla polizia, sono in attesa di uno tsunami

12 settembre, 16:10

Continua su: ansa.it

...e dalla follia.

STATI UNITI

La Fine di un Tabù...

PEDOFILIA: VITTIME ABUSI DENUNCIANO PAPA E VATICANO A TRIBUNALE DELL'AIA

(ASCA) - Roma, 13 set - Le vittime di abusi sessuali nella Chiesa della organizzazione statunitense Snap hanno chiesto ufficialmente al Tribunale Penale Internazionale dell'Aia di investigare contro papa Benedetto XVI, il card. Tarcisio Bertone e altri esponenti della gerarchi della Chiesa per stupro, violenza sessuale e tortura. Snap, insieme all'organizzazione per i diritti umani Center for Constitutional Rights (CCR), ha presentato un dettagliato fascicolo al tribunale dell'Aia per dimostrare che il Vaticano ''tollera e permette la sistematica e diffusa protezione'' di chi commette abusi e molestie su minori in tutto il mondo. Il fascicolo comprende circa 20mila pagine. I rappresentanti statunitensi e europei dell'associazione hanno lanciato per i prossimi giorni un tour europeo che li portera' a toccare le principali capitali del Continente. asp/sam/alf

..."o l'inizio della 'consacrazione' all'odio...quantomeno, in alcuni Paesi"?


A seguire la parte CLXXV.

Nessun commento: