Post in evidenza

NOSTRADAMUS - "Le Sestine, Nuove idee, Nuove datazioni/24"

Continua da questo post . Ed ora è la volta della seguente quartina che...sempre a mio parere, ben si lega...finanche anticipandole (o in...

martedì 22 dicembre 2020

PANDORA'S TIMES parte CCLIX

Prosegue dalla parte CCLVIII.


Curiosità, Società, Tecnologia, Usi e Costumi e Misteriosi...Fantascientifici, Ritrovamenti.

GIAPPONE.

Osservando attuali realtà...in scala 1:1, di finanche assai giovanili, passate, visioni televisive...

Gundam, il robot dei cartoni anni ‘80 diventa realtà e muove i primi passi


Gundam, il robot dei cartoni anni ‘80 diventa realtà e muove i primi passi. Alto 18 metri, il robot ha fatto i suoi primi movimenti all’interno della Gundam Factory di Yokohama, in Giappone dove è stato realizzato.

Continua su: video.corriere.it

STATI UNITI.

Usa, trovato un monolite nel deserto dello Utah:
ricorda quello di "2001: Odissea nello spazio"


Nel deserto dello Utah, Stati Uniti, il pilota di un elicottero ha scoperto un monolite in metallo, conficcato nel terreno in una zona desolata. La struttura, alta tre metri - con ogni probabilità opera di un artista ancora ignoto -, ha ricordato a molti il monolite della celebre scena del film "2001: Odissea nello spazio" di Stanley Kubrick. Il pilota, Bret Hutchings, ha affermato che si tratta della cosa più strana che abbia mai visto. E anche se molti hanno già avanzato le teorie più stravaganti riguardo la provenienza del monolite, secondo Hutchings la struttura è opera "di qualche artista new wave o di qualche appassionato del film di Kubrick".

A cura di Sofia Gadici

Continua su: video.repubblica.it

martedì 3 novembre 2020

ONU PRONTO A CONTATTI CON EXTRATERRESTRI - Parte LXII

Prosegue dalla parte LXI.


Stimando...da italici punti di vista, statistiche Possibilità Vitali, galattiche...

"Centomila pianeti abitati nella sola Via Lattea,
se c'è vita fuori dalla Terra"


Uno studio statistico italiano ha stimato quanti potrebbero essere gli esopianeti che ospitano la vita all’interno della nostra galassia se nei prossimi anni ne trovassimo almeno uno con chiari segni di attività biologica. L'astrofisico Amedeo Balbi: "Ma nessuno di questi è un mondo in cui potremo andare come specie umana in tempi ragionevoli"

di MATTEO MARINI

Continua su: repubblica.it

giovedì 1 ottobre 2020

PANDORA'S TIMES - Medio Oriente: "In Attesa, della Giusta Scintilla...e della 'Gloria', che Verrà"/249

Prosegue dalla parte 248.


Anticipando "estremamente esagerate" ritorsioni...

Trump minaccia l'Iran: "Risposta a ogni attacco sarà mille volte più forte"


Il tweet del presidente Usa dopo le rivelazioni di "Politico", secondo cui Teheran starebbe pianificando l'omicidio dell'ambasciatrice americana in Sudafrica come vendetta per l'uccisione del generale Soleimani

di GABRIELLA COLARUSSO

Continua su: repubblica.it

mercoledì 2 settembre 2020

PANDORA'S TIMES parte CCLVIII

Prosegue dalla parte CCLVII.


Spazio, Società, Conosciute mete, ed inediti attori.

MEDIO ORIENTE - Emirati Arabi Uniti

Tentando speranzosi viaggi da parte di nuovi attori...

Lanciata la prima sonda araba su Marte


Impresa degli Emirati. 'Speranza' sarà in orbita nel 2021

20 luglio 2020 06:42

(ANSA) - DUBAI, 20 LUG - Gli Emirati Arabi Uniti hanno celebrato oggi il lancio della loro sonda Al-Amal (Speranza) sul pianeta Marte, la prima missione interplanetaria intrapresa da un paese arabo.
Dopo due rinvii a causa del maltempo, il decollo della sonda portata da un lanciatore nipponico dal centro spaziale Tanegashima nel sudovest del Giappone è stato accolto con un fragoroso applauso dagli Emirati. L'entusiasmo regnava al Mohammed bin Rashid Space Center (Mbrsc), che ha guidato il progetto marziano degli Emirati su cui hanno lavorato circa 450 persone, più della metà delle quali emiratine.
Al-Amal dovrebbe raggiungere l'orbita di Marte nel febbraio 2021, in occasione del 50mo anniversario dell'unificazione degli Emirati.

sabato 1 agosto 2020

PANDORA'S TIMES - Medio Oriente: "In Attesa, della Giusta Scintilla...e della 'Gloria', che Verrà"/248

Prosegue dalla parte 247.


"Osservando, ed inseguendo umani, assai occidentali demoni, fin quasi dentro alla propria casa"...

Iran: nuove basi missilistiche sul Golfo Persico


'Un incubo per i nemici, gli Usa non commettano errori'

05 luglio 2020 14:42

(ANSA) - TEHERAN, 5 LUG - L'Iran ha installato nuove basi missilistiche sotterranee lungo le coste meridionali del Golfo Persico e del Mare di Oman. Lo ha reso noto l'ammiraglio della Marina delle Guardie rivoluzionarie Ali Reza Tangsiri, definendole "incubo per i nemici".
Parlando con il settimanale Sobh-e Sadegh, Tangsiri ha aggiunto che le coste sono ben armate e che le forze navali delle Guardie sono presenti in qualsiasi punto delle acque meridionali. "Teniamo d'occhio ogni singola nave che attraversa lo stretto di Hormuz e se le forze statunitensi commettono errori, saranno seguite fino al Golfo del Messico", ha sottolineato.
Il comandante ha anche detto che "i nemici dovrebbero prepararsi alla notizia di nuove navi e missili iraniani a lungo raggio nel prossimo futuro. (ANSA).

Ragioni e ragione di/su un atto/attacco mirato...

La condanna dell'Onu agli Usa: "Illegale e arbitraria l'uccisione di Soleimani"


Il rapporto di Agnes Callamard, relatrice delle Nazioni Unite per le esecuzioni extragiudiziali nominata dal Consiglio per i diritti umani, sul raid americano a Bagdad in cui morì il potente generale iraniano: "Gli Stati Uniti non hanno fornito nessuna prova che fosse necessario un attacco"

di GABRIELLA COLARUSSO

Continua su: repubblica.it

mercoledì 1 luglio 2020

PANDORA'S TIMES parte CCLVII

Prosegue dalla parte CCLVI.


Fisica, Ricerca e Cosmici Misteri.

ITALIA.

Fisici misteri, tra Caso e nuove...ma già teorizzate, Realtà...

Gran Sasso, il mistero dei nuovi eventi rilevati dal
cacciatore di materia oscura


Nuove particelle o una 'crepa' nel modello standard? Nello strumento Xenon1T dei Laboratori dell'Infn, l'elevato numero di interazioni potrebbe essere rivelatore dell'assione solare, teorizzato ma mai osservato, oppure un diverso valore del momento magnetico del neutrino, che potrebbe aprire a una nuova fisica. "Ma non è esclusa una fluttuazione statistica"

di MATTEO MARINI

Continua su: repubblica.it

lunedì 1 giugno 2020

PANDORA'S TIMES parte CCLVI

Prosegue dalla parte CCLV.


Salute, Società, Costume e varie ed eventuali, in - "Non Solo" - pandemici tempi.

CINA.

Ammettendo carenze/mancanze preparative di emergenza sanitaria...

Cina, non eravamo pronti per l'epidemia


Pechino ammette lacune nel modello di prevenzione e controllo

09 maggio 2020 16:13

(ANSA) - PECHINO, 9 MAG - La Cina ha ammesso l'esistenza di limiti nel suo sistema sanitario di fronte all'emergenza del Covid-19, assicurando che ci sono iniziative in corso per rafforzare il modello di prevenzione e controllo delle malattie.
Lo ha affermato Li Bin, vice direttore della Commissione sanitaria nazionale (Nhc), il ministero della Salute cinese, aggiungendo in conferenza stampa che la struttura non era pronta adeguatamente, lasciando falle nella risposta. "L'epidemia del coronavirus è stato un grande test che ha rivelato che la Cina ha ancora dei limiti nei suoi principali schemi di prevenzione e controllo epidemici, sistema sanitario pubblico e altri aspetti nella risposta alle emergenze". La Commissione costruirà un "modello centralizzato, unificato ed efficiente" per un'azione effettiva a ogni tipo di emergenza sanitaria del futuro.
La Cina è stata duramente criticata sul fronte domestico e internazione per aver minimizzato la portata del virus e tenuto segrete informazioni sull'epidemia.

Assai stringato commento: "Beh! Meglio di niente".

sabato 2 maggio 2020

PANDORA'S TIMES parte CCLV

Prosegue dalla parte CCLIV.


Storia, Arte e Millenarie precursorie decorazioni.

GRAN BRETAGNA.

Come se...di decorati pasquali doni, ne fosse colma la finanche assai lontana storia...

Le misteriose uova di struzzo di 5 mila anni fa



(Credit: © British Museum, London)


Uno studio britannico sui preziosi oggetti decorati ricostruisce la rotta dei commerci nel Mediterraneo. Gli archeologi: "Molto più ampia di quanto si pensasse fin dall'Età del bronzo e del ferro"

Continua su: repubblica.it

mercoledì 1 aprile 2020

PANDORA'S TIMES parte CCLIV

Prosegue dalla parte CCLIII.


Storia, Società e Riservati, mortali eventi.

ITALIA.

Gli - oramai passati - silenziati costi umani, di Alleate Liberazioni...

IL DOCUMENTO

Seconda guerra mondiale, spunta il dossier segreto dei reati
commessi in Italia dagli Alleati

Scoperta all’Archivio di Stato una relazione sui crimini commessi da truppe Usa, inglesi e canadesi. Dal settembre 1943 al dicembre 1944 ci furono 1.250 morti investiti dai mezzi militari e 342 omicidi

di Alessandro Fulloni

Continua su: corriere.it

giovedì 5 marzo 2020

PANDORA'S TIMES - Medio Oriente: "In Attesa, della Giusta Scintilla...e della 'Gloria', che Verrà"/247

Prosegue dalla parte 246.


Ampie, pesanti e prolungate scintille tra più attori...finanche, "Come l'iniziar almeno e ciò che ne consegue, di talune antiche profezie", nel assai martoriato teatro siriano, ed oltre...

Scontri Turchia-forze Siria, decine morti


Erdogan, 'uccisi 35 militari Damasco'. 'Mosca non si opponga'

03 febbraio 2020 09:01

(ANSA) - ANKARA, 3 FEB - Violenti scambi di artiglieria fra esercito turco e forze di Damasco nella provincia siriana di Idlib: almeno sei soldati dell'esercito turco sono caduti sotto le cannonate delle forze del regime di Damasco, secondo quanto comunicato dall'Osservatorio siriano per i diritti umani (quattro secondo il ministero della Difesa di Ankara). Nella quasi immediata risposta turca sono morti almeno 30-35 soldati siriani, secondo quanto comunicato alla stampa dallo stesso presidente turco, Recep Tayyip Erdogan. Il presidente turco ha anche rivolto un monito alla Russia: "Voglio dire alle autorità russe che il nostro bersaglio non siete voi, ma il regime. Non opponetevi", ha detto Erdogan.

MEDIO ORIENTE

Siria, uccisi 33 soldati turchi a Idlib
L’ira di Ankara ma Mosca è con Assad


Alle bombe dell’aviazione siriana hanno risposto le artiglierie turche. Putin invia due navi da battaglia armate di missili. La crisi si aggrava

di Lorenzo Cremonesi

Continua su: corriere.it

- Il ricatto della Turchia all’Europa sui
migranti e sulla Siria


sabato 1 febbraio 2020

CRISI: "A Pochi Passi dal Baratro"/54

Continua da questo post.


Ed il giorno...da taluni bramato, ma ad altri finanche assai inviso, "alla fine" arrivò. "Con buona pace per tutti"...

IN PUNTI

Scatta l’ora della Brexit, 7
cose da sapere


Luigi Ippolito, corrispondente da Londra

30 gennaio 2020 - 21:04

Dai visti ai controlli doganali: le conseguenze per i cittadini europei

Continua su: corriere.it

mercoledì 1 gennaio 2020

PANDORA'S TIMES - Medio Oriente: "In Attesa, della Giusta Scintilla...e della 'Gloria', che Verrà"/246

Prosegue dalla parte 245.


La Libia assume sempre più l'aspetto che finanche talune Antiche...laiche Profezie avevano presagito. Ma è pur sempre, Solo, un punto di vista. Ovviamente aggiungerei...

LIBIA

In Libia il conflitto assume sempre
più una dimensione internazionale


Pierre Haski, France Inter, Francia
17 dicembre 2019 11.57

Alle porte dell’Europa, il conflitto in Libia sta vivendo non solo una brusca escalation, ma anche un’inquietante internazionalizzazione. La Libia ha preso il posto della Siria come teatro di scontro, sempre più diretto, tra le potenze regionali.

Continua su: internazionale.it

- Le Forche Caudine
della Tattica italiana
per la Libia


Avvenute autorizzazioni...annuali, turche, ad agire, a discrezione presidenziale...

Parlamento turco, ok a truppe in Libia


Ora deciderà Erdogan. Altolà di Trump,
Unione europea e Italia

03 gennaio 2020 08:02

Dal parlamento turco arriva il previsto via libera all'invio di truppe in Libia per puntellare il governo riconosciuto dalle Nazioni Unite di Fayez al-Sarraj ma almeno per il momento non sembra essere l'annuncio di una guerra imminente, quanto piuttosto un modo per esercitare la massima pressione possibile e una forma di deterrenza su Khalifa Haftar. Se il generale che da aprile cerca di conquistare Tripoli decidesse di ritirare le sue truppe, spiegano dalla capitale turca, Ankara non invischierebbe i suoi militari in un conflitto che secondo stime Onu finora ha causato la morte di oltre 2.000 combattenti e più di 280 civili.

Continua su: ansa.it

Sviluppi...

- Così Erdogan arma la Libia:
"Duemila miliziani con Serraj"