Post in evidenza

WIKILEAKS: Assange e "l'Ultima Possibilità"/6

Prosegue da questo post . Il giungere "infine" del tempo delle "giuste scelte" e delle conseguenze? - L'ultimo...

martedì 26 dicembre 2017

PANDORA'S TIMES - Medio Oriente: "In Attesa, della Giusta Scintilla...e della 'Gloria', che Verrà"/227

Prosegue dalla parte 226.


"Et voilà, encore la France...et le Medecin, le prince Chiren". Strano mondo, Vero?

Assad, parole Macron 'non hanno valore'


Presidente francese lo aveva definito nemico del popolo siriano

18 dicembre 2017 18:47

(ANSAmed) – BEIRUT, 18 DIC – Per il presidente Bashar al Assad "non hanno alcun valore" le dichiarazioni fatte ieri dal presidente francese Emmanuel Macron, che lo ha accusato di essere "il nemico del popolo siriano", auspicando che venga processato "per i suoi crimini". "Fin dall’inizio (del conflitto civile siriano) la Francia è stata all’avanguardia nel sostenere il terrorismo in Siria", ha affermato Assad, citato dall’agenzia governativa Sana. "Coloro che sostengono il terrorismo - ha insistito il rais - non hanno diritto di parlare di pace, e tantomeno di interferire negli affari siriani. Tutte le loro dichiarazioni non significano nulla per noi e non hanno alcun valore". Macron aveva auspicato e che nelle trattative di pace dopo la sconfitta dell’Isis, che prevede avvenga entro febbraio, ci siano "rappresentanti di tutte le opposizioni", compresi quelli che hanno lasciato la Siria "a causa di Assad, e non dell’Isis".


Nel mentre, a sud-sud ovest...con assai chiaro obiettivo a sud-est, ma pur sempre nella penisola arabica, ed in uno scenario - a non solo mio parere, in verità - globalmente correlato/collegato...

- Guerra in Yemen: l’Iran alza la posta

Liberando...di "propria parte", finanche assai profetici e potenzialmente, a divenire assai incandescenti, "con(-)fini"...

Syrian, Iranian backed forces advance in border area near Israel

Forze sostenute dai Siriani e dagli Iraniani avanzano nell'area di confine
vicina ad Israele
( in inglese - reuters.com ).

- Siria: milizie sciite filo-iraniane si avvicinano al
confine con Israele


E chissà se quanto segue sia una "diretta" (sempre questione di punti di vista) conseguenza...

- Iran: proteste di piazza contro la teocrazia degli Ayatollah

- Teheran: prove generali per una insurrezione

C'è il concreto rischio che finisca in un bagno di sangue.

Comunque, è interessante notare che nelle iniziali zone delle proteste, sono presenti minoranze arabe...e/o concreta povertà.

Poi, la reale, iniziale motivazione, sarà pure la "corruzione" e chissà, la libertà.

Ma l'impronta degli "agenti del caos", ci potrebbe stare tutta.

Vedremo.

Interessante notizia d'inizio di nuovo anno, tempo fa...in "questa" (o nell'altra) serie di post, "Pandora's Times", avevo scritto "una cosa interessante" (sempre dal mio punto di vista...ovviamente) a riguardo di tal signore. Ma guarda il caso, a volte...

Iran: Pasdaran: rivolta sconfitta


Generale accusa poi indirettamente ex presidente Ahmadinejad

03 gennaio 201815:27

(ANSA) - TEHERAN, 3 GEN - "La rivolta in Iran è stata sconfitta": lo afferma il comandante dei Guardiani della rivoluzione (Pasdaran) generale Mohammad Ali Jafari.
L'alto responsabile iraniano ha poi ha fatto riferimento, senza nominarlo, all'ex presidente Mahmoud Ahmadinejad, accusandolo di essere dietro alla sommossa. "Tutto è avvenuto dopo un appello di un sito affiliato a una persona che oggi parla contro il sistema islamico", ha detto Jafari.

Nel frattempo, "Nuove alleanze", unite nel/i fondamentale/i intento/i, si saldano...

Hezbollah-Hamas contro decisione Trump


Media, alleanza per iniziative 'politiche e militari'

27 dicembre 2017 12:22

(ANSAmed) - BEIRUT, 27 DIC - Diversi gruppi armati anti-israeliani, tra i quali gli Hezbollah libanesi e Hamas palestinese, stanno formando un'alleanza per organizzare iniziative "a livello politico, militare e di sicurezza" contro la decisione del presidente americano Donald Trump di riconoscere Gerusalemme come capitale di Israele. E' quanto scrive oggi il quotidiano libanese in inglese Daily Star citando una fonte dei servizi di sicurezza di Beirut.
La fonte sottolinea che la decisione di istituire un "organo di coordinamento" fa seguito ad una dichiarazione del leader di Hezbollah, il Partito di Dio alleato dell'Iran, secondo il quale "l'asse della resistenza" deve concentrarsi sulle iniziative anti-israeliane ora che la guerra civile in Siria si avvia alla conclusione.
Dell'alleanza, oltre a Hezbollah e Hamas, dovrebbero far parte altri cinque gruppi armati attivi a Gaza e in Cisgiordania e la potente milizia sciita irachena Al Hashd al Shaabi.

Ed in verità...Assai allarmanti, scoperte, "da tempi dei Grandi Mali", si palesano in Estremo Oriente...

Seul: 'allarme arma antrace, disertore ha
anticorpi'


Corea del Nord, potrebbe essere stato vaccinato

27 dicembre 2017 15:09

(ANSA) - Un soldato disertore nordcoreano passato al Sud quest'anno ha anticorpi all'antrace nel sangue: lo riferiscono le autorità di Seul, citate da Sky News, secondo le quali il militare - di cui non è stata rivelata l'identità - è rimasto esposto all'antrace oppure è stato vaccinato ad hoc.
Alcune settimane fa, ha destato scalpore un dossier secondo il quale Pyongyang sta sviluppando armi chimiche e batteriologiche per armare le proprie testate missilistiche.

Ma poi...dopo uno scambio tra gli estremi vertici nordcoreano-statunitensi, su tra altro, ma sempre in strettissimo tema, chi ce l'abbia...e funzionante, il pulsante nucleare sulla scrivania, verso i fratelli sudcoreani, "scoppia" un moto di conciliazione, chissà se dettato, solo, da memori...storiche, finanche antiche, "paci olimpiche"...

Nord Corea, Kim: 'Ho il pulsante nucleare sulla mia scrivania'


'Nostra forza completata, posso colpire gli Usa ovunque'

1 gennaio 2018 14:05

(ANSA) - TOKYO - Sulla mia scrivania c'è un "pulsante nucleare". Così il leader nordcoreano Kim Jong-un torna ad avvertire gli Stati Uniti, affermando che la forza nucleare del suo Paese è ora una realtà e non solo una minaccia: è stata "completata".

L'intera area degli Stati Uniti continentali è sotto il raggio d'azione nucleare", è tornato a ripetere Kim. Nel suo consueto messaggi di inizio anno, ha quindi avvertito: "Che gli Usa non inizino mai una guerra contro di me o il mio Paese".

Conciliante invece con Seul. "Le Olimpiadi invernali che si terranno presto nel Sud saranno una buona opportunità per mostrare lo stato della nazione coreana e desideriamo sinceramente che l'evento si svolga con risultati positivi", ha affermato Kim.

- La Corea del Sud nella trappola di Kimi Jong Un

Ma c'è chi, pluridecorato...Alto ufficiale, pensa che la guerra, in quella parte dello scacchiere globale quantomeno (in Medioriente, seppur anche con altri nomi, già c'è), sia "inevitabile"...

- “War is coming”. Parola di Generale dei Marines

Siria. Attacchi (tentati, presunti e/o più o meno riusciti), Risposte, colpe, dubbiose amicizie da/di più parti, tecnologiche appropriazioni e confermati e non, reali abbattimenti...

Russia foils massive attack on its Syrian bases
by electronically “controlling” 6 drones,
downing seven

La Russia sventa un attacco massiccio sulle sue basi Siriane
"controllando" elettronicamente 6 droni, ed
abbattendo sette
( in inglese - debka.com ).

Esercito Siria, abbattuto jet israeliano

Nessuna conferma da fonti dello Stato ebraico

09 gennaio 2018 09:21

(ANSA) - BEIRUT, 9 GEN - L'esercito siriano ha annunciato, in un comunicato, che l'aviazione ha abbattuto un jet israeliano, dopo l'attacco delle forze dello Stato ebraico a postazioni militari vicino a Damasco.
Lo stesso comunicato riferisce anche di aver abbattuto uno dei missili israeliani, mentre gli altri sono caduti su siti militari causando danni materiali.
Non ci sono conferme da parte di Israele né dei raid in Siria né dell'aereo abbattuto.

L’ATTACCO
Siria, mini droni su base aerea russa
Mosca accusa ribelli, Usa e Turchia


La notte del 6 gennaio piccoli velivoli, guidati da Gps, hanno tentato di sganciare dei proiettili sul porto di Tartus e Hmeimim ma l’operazione sarebbe fallita.

di Guido Olimpio

Continua su: corriere.it

E si! Nonostante i proclami da più parti...l'Isis in Siria, non è, del tutto almeno, finito...

Isis rialza la testa nel centro Siria


Conquistate località tra Hama e Idlib

19 gennaio 2018 11:21

(ANSAmed) - BEIRUT, 19 GEN - Gruppi affiliati con lo 'Stato islamico' hanno conquistato alcune zone nella Siria centrale dopo che nelle settimane scorse le due coalizioni anti-Isis, rispettivamente a guida americana e quella a guida russa, avevano annunciato la sconfitta militare dell'Isis in Siria e Iraq. Secondo fonti sul terreno nelle regioni tra Hama e Idlib, gruppi dell'Isis che erano fuggiti dalla zona di Salamiya, a est di Hama, si sono riorganizzati e hanno attaccato di sorpresa forze governative e insorti siriani a sud-est dell'aeroporto militare di Abu Dhuhur, attualmente conteso tra lealisti e ribelli siriani. Nelle ultime 24 ore, affermano le fonti, circa una decina di località minori tra Hama e Idlib sono state prese da gruppi filo-Isis.


A seguire la parte 228.

Nessun commento: