Post in evidenza

WIKILEAKS: VAULT 7

Continua da questo post Dai primi giorni di febbraio l'account twitter di Wikileaks posta misteriosi messaggi accompagnati da immagin...

lunedì 10 aprile 2017

PANDORA'S TIMES parte CCXLIV

Prosegue dalla parte CCXLIII.


Astronomia, Geografia, Società...e più o meno adeguati Spazi e misure.

Più che leciti quesiti, Geo-astronomici...

Se l'Australia è un continente, perché
Plutone non è un pianeta?


A oltre un decennio dalla delibera con cui l'International Astronomical Union ha declassato Plutone a "pianeta nano", la polemica sulla decisione continua a dividere la comunità degli astronomi. E le immagini del corpo celeste trasmesse di recente dalla sonda New Horizons della NASA la stanno rinfocolando

di Leonard David/Scientific American

Continua su: lescienze.it


Nuovo Ordine Mondiale.

IRAN.

Archeologia e collaborative opportunità associative.

Aperti spazi, ed Assai antiche..."con forzate attinenze italiche", Archeologiche scoperte.

Caccia ai segreti della Pompei d'Iran. E gli
Indiana Jones sono italiani




Un team dell'Università del Salento è tornano a Shahr-i Soktha, in Iran, per scoprire la sorte della Città bruciata svanita nel 1800 a.c. "Opportunità unica"

di GIACOMO TALIGNANI
03 Aprile 2017

Continua su: repubblica.it


Società e potenziali minacce naturali.

ITALIA.

Monitorando ciò che, prima o poi, accadrà...

Tra i guardiani dei Campi
Flegrei: “Qui sotto cresce
un lago di magma”




A Pozzuoli, nella caldera del vulcano più grande e pericoloso d’Europa. Il suo nucleo incandescente sale e il suolo si è sollevato di 25 centimetri. Il livello di allerta è cresciuto ma l’allarme è moderato. E vince il fatalismo

dalla nostra inviata ELENA DUSI

Continua su: repubblica.it


Società, Storia e Geo-Politici eventi...finanche "Come da Copione" e/o "Come da, talune almeno, Profezie"...presenti, ed a Divenire.

FRANCIA.

Francia: La guerriglia etnica è
incominciata ?




DI GUILLAME FAYE

gfaye.com

È il preludio di una guerra civile in gestazione, probabilmente di forte intensità, sanguinosa e devastatrice e che sarà un cataclisma anche economico. Approfittate degli ultimi anni di tranquillità relativa.

La tempesta si avvicina. Non passa settimana in Francia e anche altrove nell’Europa dell’Ovest, senza che esplodano dei combattimenti etnici a senso unico. Spesso senza che vi sia bisogno di pretesti: i rivoltosi – quasi tutti di origine magrebina e africana – sono degli aggressori che non giustificano neanche più le loro violenze con la scusa della protesta. Le sommosse e le aggressioni sono praticamente gratuite e incessanti. La guerriglia è cominciata, prima fase della guerra. Annuncia l’incendio devastante che si prepara e che forse sarà salvifico.

Continua su: comedonchisciotte.org

Le (enormi) ricadute geopolitiche
dell’imminente voto francese


DI FEDERICO DEZZANI

federicodezzani.altervista.org

Domenica 23 aprile si svolgerà il primo turno delle presidenziali francesi: è l’appuntamento chiave del 2017, capace di innescare e/o accelerare dinamiche che travalicano i confini dell’Esagono per abbracciare l’intero scacchiere mondiale. Il malessere sociale e le drammatiche condizioni in cui versa l’economia della Francia, pienamente ascrivibile tra i Paesi dell’europeriferia, hanno sgretolato il sistema politico transalpino, aprendo lo scenario di un inedito ballottaggio tra populisti di destra e populisti di sinistra: Marine Le Pen contro Jean-Luc Mélenchon. La sconfitta dei candidati europeisti accelererà la dissoluzione della moneta unica e dell’Unione Europea, compromettendo irreparabilmente l’intera architettura euro-atlantica edificata negli ultimi 70 anni: lo speculare rafforzamento della Russia dopo la vittoria di Marine Le Pen ed l’ingrossarsi del blocco euroasiatico rischiano di portare il sistema internazionale al carico di rottura.

Continua su: comedonchisciotte.org

Nessun commento: