Post in evidenza

ONU PRONTO A CONTATTI CON EXTRATERRESTRI - Parte LVII

Prosegue dalla parte LVI . "Oh! Com'è dolce lo studiar, di potenzialmente abitabili pianeti...in particolari allineamenti"....

sabato 13 agosto 2016

Intriganti Voci, su di un Potenziale Vicino della...Stellare, Porta Accanto

Intriganti voci (in attesa di ufficiale conferma), a riguardo di rocciosi, potenzialmente abitabili mondi, della...stellare, porta accanto...

C'è un pianeta simile alla Terra intorno alla
stella più vicina



foto: ESO


Der Spiegel: orbita attorno a Proxima Centauri. La scoperta,
non ancora confermata, aprirebbe nuovi scenari sullo studio
degli esopianeti della fascia abitabile

di MATTEO MARINI

C'E' davvero un pianeta attorno alla stella più vicina a noi, Proxima Centauri, distante appena 4,23 anni luce e risiede nella cosiddetta fascia abitabile. Per ora si tratta solo di una indiscrezione, rumors pubblicati dal settimanale tedesco Der Spiegel, secondo il quale la scoperta, ad opera degli astronomi dello European Southern Observatory (ESO), dovrebbe essere annunciata a fine agosto. Se fosse davvero così, saremmo di fronte a una scoperta epocale.

Continua su: repubblica.it


Eh Sì! In questo Strano ed Assai Intrigante mondo...Forse, ad alcuni...quantomeno, talune voci, giungono finanche Assai prima.

Beh! Mercoledì...a quanto pare, sapremo se le "voci tedesche" erano corrette...

Big News Due: Earth-like Exoplanet Orbiting Nearby Star?

In Attesa di Grandi Novità/Notizie: un Esopianeta simile alla
Terra sta Orbitando la Stella Accanto/più Vicina?
( in inglese - space.com ).

Confermate le "voci tedesche"...

Un sosia della Terra vicino Proxima Centauri




A circa quattro anni luce di distanza, è il
pianeta extrasolare più vicino a noi. E'
roccioso, poco più massiccio del nostro, e
potrebbe avere acqua sulla sua superficie.
Sarà quindi uno degli obiettivi principali
per le ricerche di vita extraterrestre e per i
futuri viaggi interstellari

di MASSIMILIANO RAZZANO

Continua su: repubblica.it

Found! Potentially Earth-Like Planet at Proxima Centauri Is Closest Ever
Trovato! Pianeta Potenzialmente Simile alla Terra a Proxima Centauri È il Più Vicino di Sempre
( in inglese - space.com ).

E poteva mancare l'interessante Infografica? No! Ovviamente...

Meet Proxima b: The Closest Exoplanet
We Know Explained (Infographic)

Conoscendo Proxima b: Il più Vicino Esopianeta
a Noi Conosciuto Spiegato (Infografica)



( in inglese - space.com ).

Una possibile e potenzialmente assai acquatica e vicina, sorpresa aliena...

Il mondo alieno più vicino potrebbe avere un oceano


È il pianeta che orbita intorno alla stella Proxima Centauri

02 novembre, 09:24

Potrebbe essere un pianeta-oceano, ricoperto interamente di acqua, e potrebbe avere dimensioni simili alla Terra, il mondo potenzialmente in grado di ospitare la vita che orbita intorno alla stella più vicina, Proxima Centauri. Lo indica il suo identikit pubblicato sull'Astrophysical Journal Letters, da un gruppo internazionale guidato dal Laboratorio di Astrofisica di Marsiglia.

Basato sull'analisi di osservazioni precedenti e su una simulazione, lo studio indica che il pianeta, chiamato Proxima b, avrebbe una massa pari a 1,3 volte quella della Terra e il raggio compreso tra 5.990 e 8.920 chilometri. Il pianeta sarebbe molto vicino alla sua stella, si troverebbe a una distanza dieci volte inferiore rispetto a quella che separa Mercurio dal Sole. Ma la stretta vicinanza alla sua stella non implica una temperatura elevata sulla superficie perché Proxima Centauri è più piccola del Sole, mille volte meno luminosa e con un raggio dieci volte inferiore rispetto a quello della nostra stella. Proxima b si troverebbe addirittura nella cosiddetta zona abitabile della sua stella, dove ci sono temperature miti e le condizioni per ospitare acqua liquida sulla superficie.

Le simulazioni indicano che l'acqua potrebbe coprirebbe interamente il pianeta, formando un unico oceano profondo 200 chilometri e dalla composizione simile a quella degli oceani sommersi di alcune lune ghiacciate di Giove e Saturno. Il pianeta potrebbe essere formato per il 50% di acqua e il 50% di roccia, con un cuore di metallo solido simile a quello di Mercurio. Il confine tra il nucleo metallico e il mantello roccioso (formato da silicati) dovrebbe essere a 1.500 chilometri di profondità. Secondo i ricercatori, il pianeta potrebbe avere anche una sottile atmosfera di gas, come la Terra, e questo, insieme con l'acqua, renderebbe Proxima b potenzialmente abitabile.

Link articolo: ansa.it

E c'è chi ha trovato il modo...seppur, ovviamente, più lento che del solo passaggio...di "orbitare" attorno a quel pianeta...

Come raggiungere Proxima b (e frenare):
"Ci vorranno 140 anni ma potremo fermarci"


Uno studio pubblicato sull'Astrophysical journal letters ipotizza di usare il vento solare e vele grandi quanto dieci campi da calcio per accelerare e decelerare piccolissime sonde una volta arrivate a destinazione. Ci impiegheranno quasi un secolo e mezzo, un tempo molto più lento rispetto a quello ipotizzato da Hawking e la Breakthrough Initiative, ma con la possibilità di entrare in orbita attorno alla stella più vicina alla Terra e studiare il pianeta forse simile al nostro

di MATTEO MARINI

Continua su: repubblica.it

Nessun commento: