Post in evidenza

Il 2012, i Segreti dei Maya, il Governo Messicano...ed un Documentario/18

Prosegue da questo post . Una interessante domanda d'inizio Aprile...a cui è stata fornita una risposta, Seppur...ad esser noiosi, n...

mercoledì 3 giugno 2015

NOSTRADAMUS - "Le Sestine, Nuove idee, Nuove datazioni/41"

Continua da questo post


Beh! Come ho già scritto e non una volta e D'altronde, come penso ben più d'uno avrà compreso. Dal mio punto di vista quest'uomo aveva il dono di vedere il futuro, che poi abbia avuto accesso a segrete conoscenze, per mezzo di più o meno Antichi ed elitari tomi e/o altrettanto, o più, Antiche ed elitarie pergamene o altro, a trattare finanche tecnologiche scienze ai (non solo) suoi tempi perdute, per quanto di frontiera e forse anche ben Oltre...Ci sta, è possibile.


Ma per coloro che eventualmente dovessero persistere nel "pensar male" (sempre dal mio punto di vista, ovviamente) ed a riguardo del siriano Assad...

"Ora io mi chiedo". Se lui è "la medicina...la cura...il medico che cura" il grande male. Il grande male "chi/quale è/sarà"?

Ma attenzione!!! Tutte le medicine hanno le loro controindicazioni, i loro possibili effetti collaterali che...seppur necessarie, se non addirittura salvavita, le fanno ritenere da taluni (e non pochi), indesiderate.

E ciò vale sia per quelle di origine chimica...e seppur in misura assai minore, per quelle di origine naturale.


Ma ritornando alle profezie...

A Riguardo della seguente quartina, voglio mettere in pratica l'esperimento che in precedenza mi era venuto in mente di fare. Ovvero, dare solo alcuni indizi e vedere se...taluni almeno, arriverànno alla mia medesima conlusione/interpretazione. Ecco la quartina in questione:

C.X Q.96

Religion du nom des mers vaincra,
Contre la secte fils Adaluncatif,
Secte obstinée deplorée craindra
Des deux blessez par Aleph & Aleph.

Tre indizi.

1 - mer-s"...in italiano è ovviamente mare-i, ma...altrettanto ovviamente direi, tra i suoi sinonimi vi sono "flusso-i/riflusso-i" e di conseguenza "marea-e". Ora. Domanda: Chi è la principale causa delle maree?

2 - "Adaluncatif"...senza dover, o voler sempre anagrammare, anche "A-da-lun/l'un-catif" ha...come potrei dire...il suo discreto fascino? Ed il verso nell'insieme forse a taluni parrà più chiaro...forse.
Dimenticavo. La successiva quartina, C.X Q.97...quantomeno dal mio punto di vista s'intende...a taluni, ed a proposito, potrebbe risultare interessante...potrebbe.

3 - "Aleph"...che dire se non, quantomeno nel riassumere Wikipedia è finanche Assai utile.

Va bene dai...altro aiutino...sempre da Wikipedia.


- Abramo

Da cui traggo un assai...visivamente disvelante, "storico" itinerario...



Altro aiutino che..."in verità" (sempre dal mio punto di vista, ovviamente), ed in particolare, integra quello precedente...come dire, indirizzando nella "giusta/corretta" comprensione e nei Giusti tempi?

È intrigante la fine arte del giocar con le parole ed i loro significati (le da lui chiamate "intelligenze") e talvolta anche le lingue, di MdN. "blessez...la cui traduzione in lingua italiana è principalmente "ferite", ha fra i suoi sinonimi le direi assai ovvie traduzioni in "lese/contuse", ma tra le altre anche "mutilate/storpiate" ed "offuscate". Ma guardando all'assai simile termine "blessed"...in lingua inglese però...che, in italiano...tra le altre possibili traduzioni ed i sinonimi sta a significare "benedetto-a/consacrato-a/santissimo-a" e tenuto altresì in considerazione l'iniziar del verso di riferimento, il quarto..."Les deux", quindi tali termini vanno posti al plurale, a taluni potrebbe "far accendere chiari lumi"...potrebbe.

Ma tornando al secondo indizio a fornire ulteriori dettagli secondo il mio punto di vista sulla quartina. In riferimento alla da me citata Q.97 della decima centuria:

Triremes pleines tout aage captif,
Temps bon à mal, le doux pour amertume:
Proye à Barbares trop tost seront hatifs,
Cupid de voir plaindre au vent la plume.

Ed alla luce del termine "Adaluncatif" posto da MdN nella precedente quartina in esame, è a mio parere Assai interessante trovare "in quest'ultima" (la successiva/97) i termini da me sottolineati al fine di evidenziarli. Ovvero, il già trattato "captif"...in italiano "prigioniero", ma a poter significare anche "schiavo/asservito/assoggettato/sequestrato" ma anche "ostaggio". E "hâtif"...in lingua italiana principalmente "affrettato/precipitoso", ma tra i suoi interessanti sinonimi vi sono anche " irriflessivo-scriteriato/sconsiderato-scervellato" e "avanzato/sviluppato". Si! Questi ultimi termini nel contesto sono assai interessanti.

Quartina che...ed a me par chiaro, "come altre in verità" (ricordate "malin-g"?)...non casualmente è stata da lui posta di seguito all'altra.


Riguardo al terzo indizio che poi si riverbera sul primo, è fondamentale al fine della "Giusta comprensione, data anche dalla Luce dei Giusti tempi", ciò che "MdN intendesse comunicare ai posteri" con..."par Aleph & Aleph." Ed in questo, il viaggio di "Abramo" (colui che è ritenuto all'origine delle tre grandi religioni monoteistiche...e ricordiamolo, il cui terzo luogo sacro dell'Islam, di tutto l'Islam...tranne forse qualche setta in seno ad esso...forse - non a caso, ad egli è dedicato - ovvero, la "Cupola della Roccia" a Gerusalemme, città santissima, poiché sacra a tutte e tre le religioni. Chi avesse pensato a Roma...è quantomeno un cattolico-centrico con reminiscenze imperiali Roma semmai per taluni e non pochi "in verità" dei suoi figli...e forse nell'oggi più che nello ieri, rappresenta l'agognata preda, soprattutto per le sette che ne fanno Chiara, pura propaganda mass-mediatica), "per primo-a e primo-a" (rammento che la lingua ebraica ha pure valore numerico, quindi...la anche nostra "A" ma pure "1"), come "a voler fare intendere"..."per il primo ed unico" che dalla sua terra/dimora di origine..."Ur" (non solo per lui sacra...vista la storia che si porta appresso in toto la Mesopotamia, nonostante assai barbare sette anche ai nostri tempi, provino a cancellarla), nell'oggi Iraq, ha compiuto il viaggio "per la prima ed unica" terra promessa, consacrata...dal poi comune, unico dio, anche per altri figli. Ovvero, la così chiamata Terra Santa. Nell'oggi, terra israelo-palestinese. In merito penso che il pensiero sugli intendimenti di MdN, sia reso bene dalla cartina raffigurante "l'itinerario del viaggio di Abramo" mostrata in precedenza. E se ponete un'altra "ferita" a formare una "A"...o il simbolo del divino, "alla Luce dei Giusti tempi", potrete...quantomeno, vedere il fulcro all'origine delle citate ferite.

Per cui tornando al primo indizio e di conseguenza al primo verso della quartina in esame, chiedendosi a quali mari (e direi conseguentemente alle Chiare terre) si riferisse MdN, la risposta NON può essere che il "Mare Nostrum/Mediterraneo", ed il come da suo appellare di altra quartina "Mare Arabico". Entro quelle sponde dimorano terre sacre fin dalle origini a tutte le religioni..."per il Primo ed Unico"...Dio, ed i suoi figli, "tutti".

E tutti "i suoi figli" che non si conventiranno alla Santa causa della ostinata setta e potendo, non fuggiranno per tempo, verrànno vessati/oppressi e/o giustiziati nel nome del "primo ed unico" simbolo e costume (il nero drappo, ed i neri panni/indumenti del primo profeta della Luna) ma nell'interpretazione irreale...lettura dell'Islam.

Il Reale...vero Islam, poi "infine vincerà"...conquisterà nuovamente in parte, o in toto la "Terra Santa", ed in particolare la "Città Santa...anzi, Santissima...Gerusalemme?

Che dire se non...vedremo.



Continua...

1 commento:

UNATANTUM ha detto...

E visto l'esito delle Presidenziali Statunitensi, porta alla piena luce un potenzialmente assai nefasto, ed unificante "in verità"...nel "caso" lo stesso si palesasse pienamente nella Realtà...Evento...

Ministro Israele, fine stato palestinese


Sindaco Gerusalemme, ora porti ambasciata Usa in città

09 novembre 2016 11:13

(ANSA) - TEL AVIV, 9 NOV - "E' finita l'era dello stato palestinese". Questo il commento di Naftali Bennett, ministro dell'educazione e leader del partito di destra religiosa Focolare Ebraico vicino al movimento dei coloni, all'elezione di Donald Trump. La sua vittoria - ha aggiunto - "è una formidabile occasione per Israele per annunciare l'immediata revoca del concetto di uno Stato palestinese nel cuore della nostra terra, che va direttamente contro la nostra sicurezza contro la giustezza della nostra causa". "Questa - ha aggiunto - è la concezione del presidente eletto così come compare nel suo programma politico e di sicuro deve essere la sua politica".
Anche il sindaco di Gerusalemme Nir Barkat ha salutato l'elezione di Trump e si è augurato che, come promesso in campagna elettorale, il presidente Usa "trasferisca l'ambasciata americana da Tel Aviv a Gerusalemme".