Post in evidenza

Due Passi nel Mistero/13

Continua da questo post . Scoperte in grado di cambiare...quantomeno, "UN" mondo... LA SCOPERTA Germania, un dente-fossile ...

lunedì 14 novembre 2011

PANDORA'S TIMES - Medio Oriente: "In Attesa, della Giusta Scintilla...e della 'Gloria', che Verrà"/4

Prosegue dalla parte 3.


"Il punto di vista Giordano e la Presa di Posizione Russa, sulla Siria"...

SIRIA

Re Abdullah: "Assad si
dimetta"
Mosca si schiera con
Damasco


Il sovrano di Giordania conferma: "Se Bashar è interessato al suo Paese, dovrebbe lasciare". Per il ministro degli Esteri russo: "I Paesi occidentali istigano l'opposizione radicale siriana a imboccare la via del cambiamento del regime". Lavrov denuncia anche il traffico di armi di contrabbando Libano, Turchia e Iran

Continua su: repubblica.it


..."ed ancor di più sull'Iran", in "accordo" con la "visione tedesca", ed in opposizione al "Secco Decisionismo" Britannico ed a quello (quantomeno in apparenza) più moderato, statunitense...

NUCLEARE

Iran, Gb non esclude
intervento militare
ma la Germania frena:
"Siamo contrari"


Nuove prese di posizione sul programma atomico di Teheran. Per la Russia, si è "esaurita la via delle sanzioni". Obama dice che "tutte le opzioni sono sul campo", anche se sarà privilegiata la democrazia"

ROMA - Non è ancora un'escalation, ma negli ultimi giorni la tensione per la corsa verso il nucleare dell'Iran è cresciuta moltissimo. La Gran Bretagna è esplicita: "Non escludiamo l'intervento militare".Barack Obama dice che "nessuna opzione è esclusa" anche se, garantisce, "la via privilegiata è la diplomazia". Più cauta la Germania: "Siamo contrari a considerare l'opzione militare in Iran" dice il capo della diplomazia tedesca Guido Westerwelle. Disco rosso dalla Russia: "La strada della sanzioni è esaurita, è in atto una campagna orchestrata contro il programma nucleare iraniano per alimentare la tensione".

Continua su: repubblica.it

"E la 'denuncia' del presidente venezuelano al mondo"...

Siria: Chavez attacca Usa ed Europa

Il presidente venezuelano, hanno 'infiltrato terroristi'

14 novembre, 00:58

(ANSA) - CARACAS, 14 NOV - Il presidente venezuelano, Hugo Chavez, ha accusato Stati Uniti e Unione Europea di "infiltrare terroristi" in Siria per seminarvi "violenza e morte", come è successo in Libia. Usa ed Europa "infiltrano terroristi per seminare violenza, sangue e morte come hanno fatto in Libia all'inizio di quest'anno fino a che, a colpi di bombe e terrorismo, non solo sono riusciti a rovesciare il governo libico, ma anche a distruggere il Paese e assassinare Muammar Gheddafi", ha detto Chavez a Caracas.

L'Iran attaccato da un supervirus informatico

E poi...c'è Debka, che ci dice che...

Iran will have five nukes by April 2012.
Only 2-3 months left for military option

L'Iran avrà cinque armi nucleari dall'Aprile 2012.
Restano Solo 2-3 mesi per l'opzione militare
( in inglese - debka.com ).

Ovvero, "tradotto in soldoni"...

Se quanto sopra corrisponde a Verità (ma...a mio sempre umile parere, è possibile, se anche...No!)...

"Se per Natale e Capodanno nulla si potrà fare, nemmeno si darà tempo alla Primavera di arrivare, che la guerra in quelle lande sarà reale".

Vedremo.

Ripensamenti iraniani, ed Assalti "siriani"...


L'Iran medita di uscire dall'Aiea

Assaltata ambasciata Giordania a Damasco

Agenzia locale Gerasa: dimostranti issano bandiera Hezbollah

14 novembre, 23:04

(ANSA) - BEIRUT, 14 NOV - L'ambasciata di Giordania a Damasco e' stata presa d'assalto stasera da una folla di sostenitori del regime di Bashar al Assad, secondo quanto reso noto dall'agenzia giordana Gerasa, che pubblica anche alcune fotografie dell'accaduto. I dimostranti sono riusciti ad arrivare fino al cortile interno della sede diplomatica, dove hanno ammainato la bandiera giordana e issato al suo posto - sempre secondo l'agenzia - quella del movimento sciita libanese Hezbollah.

Secondo me.

Aver usato la bandiera di Hezbollah, come penso sia facilmente intuibile...se non da tutti, da molti, ha una motivazione ben precisa.

In particolare, quando si assalta quello che è per convenzione...effettivo territorio straniero, entro confine altrui.

Altri Assalti...


Siria: nuovo assalto ambasciate straniere

Nel mirino Marocco, Qatar ed Emirati arabi uniti

16 novembre, 16:10

(ANSA) - BEIRUT, 16 NOV - Squadre di lealisti siriani hanno assaltato oggi le ambasciate di Marocco, Qatar ed Emirati Arabi Uniti (Eau) a Damasco e hanno circondato la residenza dell'ambasciatore marocchino in Siria. Lo riferiscono le tv satellitari panarabe al Jazira e al Arabiya.

"Un/L'altra Via...sulla Strada di Damasco"...

SIRIA: ESERCITO RIBELLE CREA CONSIGLIO MILITARE PER ROVESCIARE REGIME

(ASCA-AFP) - Nicosia, 16 nov - I ribelli dell'Esercito siriano di liberazione hanno annunciato la creazione di un Consiglio militare provvisorio con l'obiettivo di far cadere il regime di Bashar al-Assad e proteggere la popolazione.

Diretto dal colonnello Riyadh al-Assad, il Consiglio si pone l'obiettivo di ''far cadere il regime, proteggere la popolazione e le proprieta' pubbliche e private del Paese e impedire l'anarchia dopo la caduta della dittatura'', recita un comunicato ufficiale. red/mar

"Preparate, Considerazioni...Ambi-valenti"...

Israele considera la possibilita di attaccare Gaza

Iran : prese sul serio le minacce di un intervento militare

Mercoledì 16 Novembre 2011 15:00

L’Iran prende sul serio le “minacce” d’intervento militare contro le sue installazioni nucleari, ha dichiarato martedì da New York un alto responsabile iraniano, insistendo sul fatto che il suo Paese è “pronto ad affrontare qualsiasi sfida”.

Continua su: focusmo.it

E poi...ancora, Debka...

Israeli Prime Minister "is acting to stop" Iran's nuclear armament

Il Primo Ministro Israeliano "sta agendo per fermare" l'armamento nucleare dell'Iran
( in inglese - debka.com ).

Con quali Azioni?

Il Preparar (d')Altri, Irruzioni Kuwaitiane e "Preoccupazioni cinesi"...


Terroristi palestinesi a lezione in Iran sui missili anticarro

Kuwait: irruzione in parlamento

Centinaia manifestanti hanno chiesto dimissioni premier

17 novembre, 11:30

(ANSA) - BEIRUT, 17 NOV - Il governo kuwaitiano si e' riunito oggi in sessione straordinaria per esaminare la situazione e prendere eventuali provvedimenti dopo che, ieri sera, decine di manifestanti dell'opposizione avevano fatto irruzione in Parlamento chiedendo le dimissioni del primo ministro e denunciando casi di corruzione. Lo riferisce la televisione panaraba Al Jazira.

Avete fatto caso che, la motivazioni di tali atti, nella cosidetta "Primavera Araba", in quelle lande, come quindi, d'altronde, nelle rivolte del Magreb, sono molto spesso legate...connesse, alla corruzione?

Siria: Cina,
estremamente preoccupati

Lega Araba ha concesso tre giorni tempo per stop repressione

17 novembre, 09:59

(ANSA) - PECHINO, 17 NOV - La Cina e' ''estremamente preoccupata'' per gli sviluppi della situazione in Siria. Lo ha affermato oggi il portavoce del ministero degli esteri Liu Weimin in una conferenza stampa a Pechino. La dichiarazione del portavoce, la prima con toni cosi' preoccupati di un rappresentante del governo cinese, viene mentre la Lega Araba ha concesso a Damasco tre giorni di tempo per mettere fine alla repressione che, secondo l' Onu, ha causato fino ad oggi la morte di 3.500 persone.(ANSA).

"Avranno avuto sentore, che prima o poi, tocca anche a loro".

"Delicate Riunioni AIEA sull'Iran e Piani Turchi, per una "No Fly Zone", su di una porzione di Siria"...


AIEA : delicata riunione sull’Iran

Giovedì 17 Novembre 2011 16:35

Oggi, giovedì 17 novembre l’Agenzia internazionale dell’energia atomica (AIEA) inizia una riunione delicata sull’Iran, dopo un rapporto molto critico sul programma nucleare di Teheran che è diventato l’oggetto di forti tensioni tra gli occidentali da una parte e la Russia e la Cina dall’altra. Le delegazioni dei 35 Stati membri del Consiglio dei governi, si ritrovano a cerchio chiuso per una riunione di due giorni dell’agenzia dell’Organizzazione delle Nazioni Unite (ONU ) con sede a Vienna. Senza fare conclusioni sulla capacita dell’Iran di fabbricare l’arma atomica...

Continua su: focusmo.it

Siria: piano turco per no-fly zone

Per proteggere disertori, ma solo se USA e Lega araba dicono si'

17 novembre, 14:23

(ANSA) - ANKARA, 17 NOV - Un giornale turco sostiene che la Turchia e' pronta ad appoggiare l'imposizione di una ''no-fly zone'' in Siria per proteggere le forze dell'opposizione del regime di Damasco. Le tre condizioni per un sostegno turco al piano, avverte il giornale Sabah, sono che l'Onu dichiari una no-fly zone di cinque chilometri a nord di Aleppo, sul confine turco; che la zona di interdizione al volo sia attuata dalla Turchia con Usa e Ue come ''garanti''; e che la Lega araba ne appoggi l'attuazione.

"Piani, non solo Turchi"...

Turchia e Giordania preparano ''zone sicure'' in Siria


A seguire la parte 5.

Nessun commento: