Post in evidenza

ONU PRONTO A CONTATTI CON EXTRATERRESTRI - Parte LVIII

Prosegue dalla parte LVII . Ed ecco il palesarsi di un'altra prima volta...anzi, "altre prime volte". Eh Sì! Poiché i risco...

martedì 24 aprile 2012

CRISI: "A Pochi Passi dal Baratro"/21

Prosegue da questo post.


GEAB 64 - Francia 2012-2014: Il grande
terremoto repubblicano ed il suo impatto
internazionale


Inviato da Dusty il Mar, 17/04/2012 - 20:02

Annuncio pubblico del GEAB N°64, 16 Aprile, 2012

Metodologia dell’anticipazione politica --
Saper decifrare i tentativi in atto per il
controllo della narrazione collettiva


Partendo dall'invasione dell'Iraq da parte degli Stati Uniti, nel 2003, continuando con l’attacco anglosassone contro l'Euro nel 2010/2011, con quello alla Libia nel 2011, con il tentativo, all’inizio del 2012, di far rieleggere Nicolas Sarkozy, e poi con il possibile attacco Israelo-Americano contro l'Iran, ... questi ultimi anni ci hanno fatto vedere l’impressionante rimonta di ciò che in precedenza era stato chiamato "agitprop" (sul lato sovietico), o "psy-ops" (sul lato degli Stati Uniti)

La follia immobiliare canadese, una ripetizione degli errori degli Stati Uniti --
Verso un calo dei prezzi del 15% :25% a partire dal 2013


Con quest’anticipazione sull'evoluzione del mercato immobiliare-residenziale canadese, dimostriamo che le politiche economiche "miracolose" non sono altro che un miraggio basato sull’eccessivo indebitamento privato, che in questo caso ha creato una gigantesca bolla immobiliare, in procinto di scoppiare.

Continua su: ilporticodipinto.it


SPAGNA

Downgrade e Sofferenze...

CRISI ECONOMICA

S&P declassa la Spagna e
la Fiat
"A rischio sistema
bancario di Madrid"


La decisione sul debito spagnolo modifica anche l'outlook, che passa a negativo. E stima una contrazione del Pil dell'1,5% per il 2012 e dello 0,5% per il 2013. Sulla casa automobilistica italiana pesa la debole performance in Europa

NEW YORK - L'agenzia di rating Standard&Poor's ha nuovamente declassato il debito sovrano della Spagna, stavolta di due gradini, arrivando a BBB+.
A motivare la decisione è il rischio che Madrid sia costretta ad innalzare l'ammontare del suo debito pubblico e debba sostenere le banche iberiche.

Continua su: repubblica.it

"Crisi...Elettive"...

Crisi: dalla Francia a Monza il voto di domenica un test per l'Europa

Vera...Reale, Roba da élite...

Le scandale financier du siecle

Lo scandalo finanziario del secolo
( in francese - trends.levif.be ).


"Imprevisti...Come da Copione"...

I MERCATI: L'APERTURA

Il no all'austerity degli elettori
europei
fa tremare le Borse mondiali


I listini reagiscono al verdetto anti-rigore delle urne di Parigi e Atene.
Chiusura in pesante calo per Tokyo, male anche le altre Borse asiatiche.
Future in forte flessione per Londra, Francoforte e Parigi. Lo spread sfonda quota 400 e poi ritraccia.
Euro debole sui mercati valutari

Continua su: repubblica.it


Il Monito...Tedesco...

CRISI

Euro, Berlino avverte la Grecia
"Nessun problema se Atene
esce"


Il ministro delle Finanze Schaeuble manda messaggi al paese ellenico:
"Non possiamo forzare nessuno a restare nella moneta unica. L'Ue andrà avanti comunque". Il ministro degli Esteri tedesco Westerwelle:
"Senza il rispetto degli impegni non saranno possibili altri aiuti". Nuovo governo greco, stretta finale per le consultazioni di Venizelos. Samaras:
"Sostegno dalla sinistra radicale o nessun esecutivo può durare"

Continua su: repubblica.it

Racconti dalla Grecia...

Reportage Greco: tra le
strade e nella vita della
Grecia della crisi


Un breve viaggio in Grecia può aiutare ad aprire gli occhi. Premetto che sono qui come turista di lusso – facile generalizzare dunque, e altrettanto prendere sonore cantonate. Alcune cose si notano, però. La prima cosa, sono i dettagli.
Come le strade, con buche colossali, segno che i lavori di ripristino sono stati rimandati a data da destinarsi. Come la processione di negozi chiusi, sfitti, in affitto ma liberi, che si ritrovano lungo le strade. Come i negozi del centro, che espongono a prezzi stacciati – la gente entra, ma non compra, esce a mani vuote.
Fin qui, nulla che non si veda anche da noi.
Capisci che la situazione è diversa, e volge decisamente al peggio, quando imbocchi le strade che dovrebbero portarti ai quartieri chic – Panorama, ad esempio, dove la borghesia bene di Tessalonica possiede ville, maneggi, frequenta scuole esclusive.

Continua su: geopoliticalcenter.com

- Reportage Greco: per le strade della Grecia seconda parte


Secondo (Loro) Natura. Nati con una sola missione...Rischiare oltre ogni limite, in piena libertà...

IL CASO

Ascesa, crollo e fuga
del "Voldemort" di Jp
Morgan


Così è soprannominato Bruno Iksil, il banchiere protagonista del nuovo scandalo che fa tremare la finanza globale. Che diceva di sé "Sono capace di camminare sulle acque come Gesù", di fare miracoli. E che da giovedì è praticamente scappato a Parigi. Ai giornali britannici che chiedevano commenti sulla vicenda ha risposto solo: "Non posso parlare, rivolgetevi ai portavoce della mia banca"

dal nostro corrispondente ENRICO FRANCESCHINI



LONDRA – Nella City lo chiamavano Voldemort, come il cattivo dei romanzi e dei film di “Harry Potter”, per il potere immenso che aveva sui mercati finanziari. E anche “Balena”, per la quantità di denaro prodigioso che metteva in moto con i suoi sempre più rischiosi investimenti. Quanto a lui, non proprio modestamente, si paragonava a Gesù, definendosi sul proprio sito internet come uno capace di “camminare sulle acque”. Di fare miracoli, insomma. Ma l’ultimo non gli è riuscito, e ora, insieme a lui, rischiano di sprofondare sott’acqua la sua banca, la JP Morgan, cassaforte numero uno d’America, e l’intero settore bancario mondiale.

Continua su: repubblica.it


Investendo, per un Futuro da Grande..."Unica", Super-potenza...

L’impero ( Cinese )
colpisce ancora.


English Version

In un documentario trasmesso qualche tempo fa dalla BBC, l’ambasciatore cinese in Brasile ammise candidamente l’intenzione della Cina di divenire il centro produttivo mondiale. Di qualsiasi bene di consumo. Niente di illegale, intendiamoci. Ma alquanto grave per il resto del mondo. E per perseguire tale scopo, l’impero cinese sta cercando di accaparrarsi, in tutto il mondo, le materie prime di cui necessita.Un esempio: in Brasile le autorità cinesi investono milioni di dollari nelle costruzioni e nelle ristrutturazioni portuali per far accedere le loro navi cargo. Le quali tornano in Cina cariche di minerale ferroso di cui il Brasile è ricchissimo. E di cui la Cina ha fame enorme. È necessario specificare che il capo di un qualsiasi impianto cinese a caso installato in una qualsiasi parte del mondo è solo un manager. Il proprietario rimane il governo cinese.

Continua su: geopoliticalcenter.com


"Ma che Caos, su quell'ultima Spiaggia...Europea"...

Grecia nel caos: al voto a
giugno


Crolla Borsa. Fmi, l'uscita di Atene da euro e' opzione

16 maggio, 06:42

(ANSA) - ATENE, 16 MAG - Grecia nel caos dopo il no alla formazione di un governo tecnico di transizione che porta alla convocazione di nuove elezioni tra il 10 e il 17 giugno. E che ieri ha causato il crollo della Borsa di Atene, precipitata a un -4%. Mentre il direttore generale del Fmi Christine Lagarde ha detto che un'uscita della Grecia dall'euro 'fa parte delle opzioni'. Oggi riunione al palazzo presidenziale per decidere la formazione di un governo ad interim per portare la Grecia alle prossime elezioni.

Troveranno..."infine, i nostri eroi, il Giusto Modo...nel Giusto Tempo".

RISCHIO EURO E SOPRAVVIVENZA: E’ ORA DI FARE SCORTE

A quanto pare ("ad ora")...e quantomeno, per la Grecia...No...

IL PIANO PER BUTTARE LA GRECIA FUORI
DALL' EURO


DI MIKE WHITNEY
counterpunch.org/

" Uomini e donne di Grecia,
è con un senso di dignità e
dovere patriottico, che

abbiamo preso la decisione di non tradire le vostre speranze e aspirazioni ... I partiti a favore del piano di salvataggio non volevano semplicemente farci sostenere un governo che imponesse più austerità , ci volevano far accettare anche misure che aumentano la povertà e la disperazione. Noi non abbiamo fatto questa concessione. "

Alexis Tsipras, presidente della Coalizione Sinistra Radicale (Syriza)

La fine dei giochi per la Grecia è ormai in vista. I tentativi di formare un governo di unità nazionale sono falliti e l'opposizione pubblica alla austerità è in crescita.

La situazione di incertezza politica ha innescato una corsa agli sportelli che ha prosciugato quasi $ 900 milioni di depositi delle banche greche, questo solo lunedì. In preda al panico i greci stanno portando i soldi fuori dal paese, temendo che un fallimento porterà al crollo del sistema bancario o che un inaspettato ritorno alla dracma ridurrà della metà i loro risparmi di una vita.

Continua su: comedonchisciotte.org

Ma tuttavia, essendo questo, uno strano mondo...Chissà.

Continua...QUI.

Nessun commento: