Post in evidenza

ONU PRONTO A CONTATTI CON EXTRATERRESTRI - Parte LVIII

Prosegue dalla parte LVII . Ed ecco il palesarsi di un'altra prima volta...anzi, "altre prime volte". Eh Sì! Poiché i risco...

lunedì 31 ottobre 2011

Popolazione Mondiale: Superata la Soglia dei 7 Miliardi, fra Record e Dispute ad Oriente

IL CASO

Popolazione, siamo
sette miliardi
Filippine e India si
disputano il bebè


A poche ore di distanza entrambi i paesi asiatici annunciano la nascita del neonato dei record. A Manila poco prima di mezzanotte è nata Danica.
In un villaggio dell'Uttar Pradesh il benvenuto a Nargis

ROMA - La si attendeva da giorni. La nascita dell'essere umano numero sette miliardi era prevista per domenica. E così è stato. La soglia è stata raggiunta ma subito sono scoppiate le polemiche. Non tanto perchè fare un calcolo preciso della popolazione terrestre è quasi impossibile, ma perchè due paesi si contendono il primato: Filippine e India.

A Manila la piccola Danica May Camacho, 2,5 chili di peso, è nata due minuti prima della mezzanotte al Jose Fabnella Memorial Hospital. I funzionari dell'Onu hanno accolto la bambina con una torta su cui era disegnato l'acronimo 7B, "7 billion". Un riconoscimento ufficiale, con tanto di borsa di studio destinata alla piccola e una somma di denaro per aiutare i genitori ad aprire un negozio.

Ma quasi in contemporanea, in India, un'organizzazione di beneficenza dedicata ai bambini ha reso noto che una bimba venuta alla luce in un villaggio dell'Uttar Pradesh è la "sette miliardesima" abitante della Terra: si chiama Nargis ed è nata alle 7:20 ora locale.

Una disputa che getta ombra sulle celebrazioni, a cui si aggiunge anche la preoccupazione per l'esplosione demografica e il timore che la Terra non abbia risorse sufficienti per sfamare tutti.

E non a caso Danica e Nargis sono venute alla luce in due dei paesi più popolosi al mondo: le Filippine si piazzano al dodicesimo posto con 94,9 milioni di abitanti, mentre l'India è seconda con 1,2 miliardi.

Link articolo: repubblica.it

Mi chiedevo, chissà come fanno a dire con tanta sicurezza che, il/la settemiliardesimo/a abitante di questo pianeta è quel/la dato/a nascituro/a...

Ci avrà mica sopra, il numero impresso?

"Scherzi...ma fino ad un certo punto...a parte".

Siamo veramente in tanti, se tutti avessimo il medesimo tenore di vita (e continuando con lo stesso trend di crescita demografica), livellato in basso...molto in basso, in particolare, rispetto al ceto medio occidentale, temo che nel volgere di pochi anni, non vi sarebbe sufficiente cibo soddisfare la costante necessità...di tutti.

A meno che, nel frattempo, si tiri fuori dal cappello nuove risorse inaspettate...

Tipo, colonizzare altri pianeti, lune, asteroidi, o fabbricare arche spaziali full optionals.

E "magari", partire per altri sistemi solari, fino a giungere...sempre più, là dove nessuno è mai giunto prima, in nome di un umanità, la cui madre, è però sempre più lontana e col tempo, forse, sarà sempre più dimenticata.

Forse.

Nessun commento: