Post in evidenza

ONU PRONTO A CONTATTI CON EXTRATERRESTRI - Parte LVII

Prosegue dalla parte LVI . "Oh! Com'è dolce lo studiar, di potenzialmente abitabili pianeti...in particolari allineamenti"....

lunedì 5 luglio 2010

IPOTESI DI COMPLOTTO - CIÒ CHE È STATO

Proverò ad essere il più possibile sintetico.

Come penso voi ben sappiate.

"L'uomo ha sempre trovato giusto ricorrere alla guerra".

E non necessariamente come ultima risorsa, per dirimere le questioni riguardanti dispute, principalmente territoriali ma non solo.

Fin dall'antichità.

Dalle città stato, ai primi regni fino agli imperi ed ai giorni nostri.

"L'ipotesi di complotto", nella "mia visione" (per esempio, se cercate nei "vecchi post" del blog potrete trovare alcune cose interessanti in merito), ma penso anche in quella di altri, nasce con la "distruzione" dell'ordine dei templari, ad opera dell'allora Re di Francia con l'avvallo del papa di tal periodo.

La massoneria, che se cercate in rete lo potrete appurare, ha molto in comune con i templari e le "loro credenze", come anche molti dettami all'origine della "pirateria".

Anche se tutto ciò, essendo tutt'ora avvolto nei meandri di logge segrete o in parte tali, risulta, come dire, "fumoso" ?

Tuttavia per alcuni, questo disegno è partito da prima, molto prima, dal giorno dopo la distruzione del tempio di Gerusalemme.

Per altri ancora, si perde nella notte dei tempi.

E si "coniuga", con il futuro ritorno degli antichi "dei" Sumeri, che poi sono stati in alcuni casi, ripresi e reinterpretati nella cultura Egizia e di cui parrebbe parlare anche la Bibbia.

A tal proposito, non dimentichiamo che in antichità, il vissuto del popolo ebraico è compreso fra queste terre e culture.

Quindi non deve "meravigliare", che da esse sia stato influenzato nella stesura del loro ( e non solo per loro ) sacro libro.



Nella "mia visione", come ho già scritto :

- La Rivoluzione Francese è servita a punire la casta reale dominante carolingia.

- La nascita degli Stati Uniti da confratelli massoni, nella cui capitale nella moneta e nella stessa costituzione i riferimenti illuminanti in merito si sprecano, è servita a limitare il potere imperiale britannico, ed a gettare le basi per le mosse successive.

- La prima guerra mondiale e la creazione del comunismo bolscevico in Russia ( l'attentato di Sarajevo "per mano di un folle", già basterebbe per essere certi della matrice ) ,è stato propedeutico per l'annientamento dei Romanov e la vessazione della Germania, tramite il pagamento dei notevoli risarcimenti di guerra alle potenze vincitrici, riducendo la qualità di vita del popolo e consegnandolo nelle mani di un'altra "loro creatura" : il nazismo.

Inoltre appare per la prima volta una Società delle Nazioni, per provare confrontandosi pacificamente, a dirimere le controversie fra i vari Paesi, ciò che diventerà poi l'Onu.

E sarà la "base" da cui partire per la creazione, passando attraverso i dettami del Nuovo Ordine Mondiale, del Nuovo Mondo Globale e del suo Governo centralizzato Globale.

- La seconda guerra mondiale, è servita per creare le fondamenta di un Nuovo Ordine Mondiale.

Attraverso le atrocità dei campi di concentramento, si è autorizzato di fatto l'esistenza dello Stato ebraico, "una lancia nel costato del Medioriente", utilissimo per i passi successivi.

Inoltre, i frutti del secondo periodo di guerra mondiale, sono stati anche :

- Il definitivo assoggettamento all'ideale unionistà di Paesi e regimi nazionalistici, vedi appunto, Germania ed Italia ( per la Spagna è necessitato un pò di tempo in più ) ,ma anche la stessa Francia pur se democratica possiede uno spirito alquanto nazionalistico, etc.

- Il consolidamento del regime comunista in Russia e la conseguente divisione in blocchi d'influenza del mondo ( ricordiamoci che nel dopoguerra, milioni di "nemici del popolo" sono stati sterminati nei gulag sovietici...e molti fra coloro, erano anche nemici dell'élite globalista, "fosse solo", in quanto liberi pensatori ).

- L'effettiva e definitiva consacrazione degli Stati Uniti ( Massonici ) a potenza egemone globale.

Comunque, pure essa sacrificabile, per fini superiori.

La grande crisi economico-finanziaria del "29 s'inquadra in questo contesto, come quella attuale d'altronde, nel tentativo riuscito di spostare capitali e beni reali nelle mani "dell'élite oscura", vedete per esempio i fatti riguardanti la "Bank's holidays" del "33, con la "confisca" di tutti i beni preziosi, oro in particolare, ed i certificati medesimi, da parte del governo Usa.

Ma non solo.

Nel "44 a Breton Woods si sancì nuovamente, che il potere di "battere moneta"doveva, di nuovo, essere legato all'oro posseduto ( guarda il caso ).

Nel "71, Nixon, aboli nuovamente questa "regola d'oro" della buona economia.

La crisi attuale, è figlia, anche di quella "scelta".

La Bank of America è privata ( come la Banca d'Italia ).

JFK durante il suo mandato, aveva dato la possibilità alla FED di emettere titoli di debito a sostegno dell'economia Usa di fatto bypassando la BA e l'élite che la controlla.

È per questo ( o soprattutto per questo ), molto probabilmente, a mio parere, che ha
pagato con la vita.

Ritornando al secondo periodo di guerra Mondiale, ma spostandosi ad Oriente.

Ed in particolare, parlando del Paese del Sol Levante, il Giappone.

Non si può fare a meno di notare, che a partire dall'attacco di Pearl Harbour, che molte fonti ai nostri giorni, hanno ormai liquidato, come ampliamente evitabile, anzi di più, lasciato accaddere per diciamo, convincere il restio popolo americano ad imbarcarsi in una guerra.

Poi conclusasi come tutti ben sappiamo, con la doppia deflagrazione di due ordigni nucleare sulle città giapponesi di Hiroshima e Nagasaki nel "45.

Sia in realtà il "passo" orientale, dello stesso disegno elitario globalista.

Il Giappone era una potenza con a capo un imperatore, questa "figura" esiste tutt'ora, ma i suoi "divini" poteri, non sono più tali a quelli di un tempo.

È stato"umiliato e obbligato", pena la distruzione totale, a firmare la resa.

Ed a essere, nel tempo invaso, da strutture e presenze militari dei vincitori.

E con la resa, è caduto buona parte dell'ultra-nazionalismo nipponico.

Ma non tutto, il Giappone rimane ad oggi una nazione fiera ed ancorata ad antiche tradizioni.

E qui, entrano in gioco altri tasselli in chiave futura.

Ben visibili all'orizzonte post Fine Seconda Guerra Mondiale.

Come il comunismo, sovietico, di cui ho già accennato, ma in prospettiva, ancor di più, cinese.

Cina,che anch'essa un'impero dalla "notte dei tempi", dopo la rivolta dei boxer e l'affrancamento dall'impero britannico ha vissuto l'avvento del comunismo maoista, fino alla sua progressiva consacrazione come potenza economica mondiale, nonché cassaforte del debito globale del cuore dell'impero, in particolare, nell'ultimo decennio.

Chissà se tal debito e tali mani, siano parte del piano, per tempo, posto in essere, teso a colpire mortalmente il cuore stesso dell'impero, gli Stati Uniti d'America.

Che ricordiamolo, in quanto a nazionalismo, sotto molteplici punti di vista, non sono secondi a nessuno.

E chi anela al N.M.G. odia i nazionalismi, tutti.

E la Corea.

Le sue minaccie per "la stabilità regionale", dagli anni "50.

"E sia regionale che, per il mondo", ai nostri giorni.



Continua...

2 commenti:

Anonimo ha detto...

Un commento importante e urgente è quello di eliminare - per amor di Dio! - quel ridicolo, inutile, e funereo fondo nero, che costringe, per leggere il testo nella maniera normale di sempre, a cliccare su SELEZIONA TUTTO

UNATANTUM ha detto...

Hahaha

Ma se il bello, è proprio quello.

Hahaha

E poi, si abbina, oserei dire stupendamente, con la foto dell'esplosione nucleare.

Hahaha

Ciao