Post in evidenza

PANDORA'S TIMES parte CCXLVI

Prosegue dalla parte CCXLV . "Noi siamo Uno... TUTTO è UNO". Siamo polvere di stelle, ma di altre galassie: gli astrofisic...

venerdì 28 maggio 2010

PANDORA'S TIMES parte IV

Prosegue dalla parte III.

Geopolitica...
Manovre....
BRASILE E TURCHIA RENDONO INSICURO IL PERCORSO DEL NUCLEARE IRANIANO, DISARMANDO LE MINACCE DI SANZIONI USA...
( in inglese - debka.com ).

Ed a quanto pare, a detta dell'articolo...

Dietro ci sarebbe la "zampa" dell'orso russo.

Curiosità.

In particolare...

Per gli estimatori delle profezie di MdN.

Il cognome dell'attuale presidente russo Medvedev.
Ha in se la radice di origine slava "medved" ( colui che sa e che cerca il miele ) da cui "medve-ji" ( orso-i ).

...addestramenti...
SQUADRE IRANIANE ( di Pasdaran ) SI ADDESTRANO SUGLI INTERCETTORI S-300 NELLE BASI RUSSE...
( in inglese - debka.com ).

...tensioni...
Coree: sale tensione tra Sud e Nord.
Ultimo segnale deterioramento dei rapporti bilaterali.
18 maggio, 12:41
(ANSA) - SEUL, 18 MAG -
La Corea Sud sospende le importazioni di sabbia dalla Corea Nord, facente parte di uno dei piu' vecchi piani di cooperazione tra i Paesi L'iniziativa e' l'ultimo segnale del deterioramento dei rapporti bilaterali dopo l'affondamento della corvetta Cheonan, con la morte di 46 marinai sudcoreani,che vede Pyongyang indossare i panni di principale sospettato. Sette societa' del Sud hanno bloccato da lunedi' l'invio di navi cargo verso il Nord, secondo il ministero dell'Unificazione di Seul.

Seul accusa Pyongyang per attacco nave.
Incidente provoco' morte di 46 marinai,domani risultati indagine.
19 maggio, 09:15
(ANSA) - SEUL 19 MAG -
Le cause dell'affondamento a fine marzo della corvetta sudcoreana Cheonan, costato la vita a 46 marinai, 'sono ormai chiare'. Secondo il ministro degli Esteri sudcoreano, dopo il ritrovamento del numero di matricola del numero di matricola che ha causato l'esplosione, il coinvolgimento diretto della Corea del Nord e' 'ovvio'. I risultati dell'inchiesta sull'incidente che provoco' la morte di 46 marinai saranno resi pubblici domani.

...sanguinosi scontri...
Thailandia: in fiamme borsa di Bangkok.
Camicie rosse sfondano centro commerciale, dato fuoco a negozi.
19 maggio, 11:02
(ANSA) - BANGKOK,19 MAG-
La Borsa di Bangkok e' in fiamme e blackout hanno colpito alcune zone della capitale thailandese, mentre bruciano diversi centri commerciali.La situazione nella capitale thailandese dopo la resa dei leader delle camicie rosse è caotica. I manifestanti si stanno dando ad atti di vandalismo.
Nonostante l'ordine di disperdersi dato dai leader della protesta, sono state appiccate le fiamme a centri commerciali e negozi dentro e fuori l'accampamento in via di sgombero dopo il blitz dell'esercito.

...sanzioni e diversivi.
Clinton: accordo su bozza per sanzioni all'Iran
Raggiunta intesa con Cina e Russia su una bozza di risoluzione
18 maggio, 16:38
( ANSA )
NEW YORK -
Il segretario di Stato americano Hillary Clinton ha detto che c'é un accordo con Cina e Russia su una bozza di risoluzione per le sanzioni all'Iran.
La Clinton ha precisato che, dopo l'accordo tra grandi potenze, la bozza di risoluzione verrà fatta circolare oggi nel Consiglio di Sicurezza dell'Onu.

NUCLEARE.

Iran:Clinton,intesa e'diversivo.
Da Brasile e Turchia sforzi sinceri.
18 maggio, 22:39
(ANSA)
- NEW YORK, 18 MAG -
Hillary Clinton ha detto che l'accordo dell'Iran con Brasile e Turchia sull'uranio e' stato una manovra diversiva da parte di Teheran. Secondo il segretario di Stato Usa, l'Iran ha cosi' cercato di allontanare la pressione internazionale.Nel contempo Clinton ha riconosciuto gli 'sforzi sinceri' di Turchia e Brasile nella mediazione sul nucleare iraniano annunciando l'accordo del Gruppo 5+1 sulle sanzioni all'Iran.

Nucleare, espandere l'embargo delle armi e ispezionare i cargo iraniani.
E' quanto prevede la bozza di risoluzione sulle sanzioni all'Iran.

18 maggio, 23:36
( Fonte : ansa.it )
(di Alessandra Baldini)

NEW YORK - Il Gruppo 5+1 ha dato luce verde a una ''forte'' bozza di risoluzione sulle sanzioni all'Iran che prende di mira, tra l'altro, le istituzioni finanziarie iraniane comprese quelle che sostengono il potente corpo dei Guardiani della Rivoluzione ''Russia e Cina sono a bordo'', ha detto il segretario di Stato Hillary Clinton con un annuncio a sorpresa in Commissione Esteri del Senato poche ore prima che il testo con le nuove misure venisse fatto circolare in Consiglio di Sicurezza. La nuova intesa, un colpo di scena all'indomani dell'intesa firmata ieri da Teheran con Brasile e Turchia sul trasferimento di uranio in cambio di combustibile nucleare a fini medici, rappresenta ''la risposta piu' convincente che potevamo dare agli sforzi intrapresi negli ultimi giorni a Teheran'', ha detto la Clinton. La bozza di risoluzione estende l'embargo delle armi a otto tipi di armi pesanti tra cui i carri armati, impedisce a Teheran investimenti all'estero in settori ''sensibili'' e istituisce un regime di ispezioni dei cargo sospetti nei porti e in mare aperto. La Clinton, parlando in Congresso, ha riconosciuto gli ''sforzi sinceri'' di Brasile e Turchia, e tuttavia ha anche evocato i ''molti interrogativi irrisolti'' che l'intesa sull'uranio ha posto alla comunita' internazionale: ''Non riteniamo che sia stato per caso che l'Iran abbia accettato mentre ci preparavamo ad andare avanti a New York''. La bozza di risoluzione e' stata messa a punto da Stati Uniti, Gran Bretagna, Francia, Russia, Francia e Cina piu' la Germania.
Mosca e Pechino, che finora avevano offerto resistenze allo sforzo guidato dagli Stati Uniti di imporre nuove sanzioni all'Iran, hanno tolto le loro riserve, ha detto la Clinton. L'intesa del Cinque piu' Uno non significa pero' un iter facile della bozza in Consiglio. Fonti del Palazzo di Vetro hanno escluso un voto prima della fine di maggio, mese in cui il Libano ha la presidenza di turno del Consiglio. Turchia e Brasile, entrambi membri non permanenti, hanno chiesto di contare di piu' nel negoziato e hanno frenato sulle sanzioni: l'ambasciatrice brasiliana all'Onu, Maria Luiza Ribeiro Viotti, si e' rifiutata di discutere la bozza finche' resta sul tavolo l'intesa Teheran-Brasilia-Ankara sullo scambio di combustibile nucleare annunciata appena ieri, mentre il presidente turco Recep Tayyip Erdogan ha respinto lo sforzo guidato dagli Usa verso un nuovo round di sanzioni: ''Questo e' il momento in cui discutere se crediamo nella superiorita' della legge o nella legge dei superiori. Se hanno ancora armi nucleari, come hanno la credibilita' per chiedere ad altri di non averle?''. Immediata la risposta della Clinton che aveva annunciato l'intesa all'inizio di una audizione in Senato sul nuovo trattato Start con la Russia, accordo che, secondo fonti americane, ha aperto la strada a concessioni di Mosca sul fronte delle sanzioni. ''Questo trattato ci da' la credibilita' per andare all'Onu a trattare con paesi preoccupati per la proliferazione nucleare rappresentata dall'Iran'', ha detto la Clinton mentre il portavoce della Casa Bianca Bill Burton, in volo verso l'Ohio con il presidente Barack Obama, ha detto che Washington continuera a far pressione sul'Iran ''in tutti i modi possibili''. Se il Consiglio dara' luce verde alla risoluzione sara' la quarta volta che la comunita' internazionale prova a usare misure di pressione per convincere Teheran a fermare l'arricchimento dell'uranio, aprire i suoi impianti a ispezioni internazionali e permettere interviste dei suoi scienziati atomici con gli esperti dell'Aiea. I tre sforzi precedenti sono stati un buco nell'acqua.

Nucleare: Russia,no sanzioni unilaterali.
"Niente misure supplementari di Usa e Ue contro Iran".
19 maggio, 11:39
(ANSA) - MOSCA, 19 MAG -
La Russia è preoccupata dalla voci di adozione di sanzioni supplementari da parte di Usa e Ue contro il programma nucleare iraniano. Queste andrebbero ad aggiungersi a quelle già previste nella bozza di risoluzione sottoposta al Consiglio di sicurezza dell'Onu. Il ministro degli esteri Serghiei Lavrov ha quindi espresso la sua contrarietà in una telefonata al segretario di Stato americano Hillary Clinton.

Nuovo Ordine Mondiale...
VATICANO

Pedofilia, nuove ombre su Benedetto XVI.
"Consigliò il libro di un teologo accusato".
( repubblica.it ).

A seguire la parte V.

Nessun commento: