Post in evidenza

ONU PRONTO A CONTATTI CON EXTRATERRESTRI - Parte LVII

Prosegue dalla parte LVI . "Oh! Com'è dolce lo studiar, di potenzialmente abitabili pianeti...in particolari allineamenti"....

mercoledì 28 dicembre 2011

PANDORA'S TIMES - Medio Oriente: "In Attesa, della Giusta Scintilla...e della 'Gloria', che Verrà"/14

Prosegue dalla parte 13 e da questo post.


"Possibili...Profetici, Deja vù"...

Iran: se altre sanzioni,
blocchiamo stretto
Hormuz


Al traffico mondiale di petroliere. Lo ha detto il primo vice presidente iraniano Mohammad Reza Rahimi

27 dicembre, 19:28

TEHERAN - L'Iran ha oggi minacciato di chiudere al traffico mondiale di petroliere lo stretto di Hormuz, se verranno decise sanzioni contro le sue esportazioni petrolifere. Lo ha detto il primo vice presidente iraniano Mohammad Reza Rahimi, citato dall'agenzia ufficiale Irna.

"Se (l'Occidente) dovesse imporre sanzioni contro (le esportazioni) di petrolio iraniano, nessuna goccia di petrolio transiterà più attraverso lo stretto di Hormuz - ha detto Rahimi - Non abbiamo alcun desiderio di ostilità o di violenza ... (ma) i nemici rinunceranno ai loro complotti solo il giorno in cui li costringeremo a stare al loro posto". Le sanzioni sono minacciate da tempo dagli Usa e da alcuni Paesi europei come ritorsione per il programma nucleare iraniano. La dichiarazione odierna di Teheran arriva dopo che sabato scorso l'Iran ha dato il via a dieci giorni di manovre militari navali proprio nelle acque a est dello stretto di Hormuz, nel mare di fronte a Oman e nel Golfo di Aden.

Attraverso lo stretto di Hormuz transita mediamente il 40% del traffico marittimo petrolifero mondiale. Secondo dati forniti dagli Stati Uniti, le cui navi da guerra della quinta flotta (con base in Bahrein) pattugliano l'area, nel 2009 sono passati addirittura i due terzi del petrolio trasportato via mare. In particolare, deve attraversare questo stretto di circa 6,5 chilometri tra il Golfo Persico e il mare dell'Oman, la maggior parte del greggio esportato dall'Arabia Saudita, dall'Iran, dagli Emirati Arabi Uniti, dal Kuwait e dall'Iraq. E lo stesso avviene per il gas naturale allo stato liquido estratto dal Qatar nel più grande giacimento del mondo, situato appunto nel Golfo Persico.

Link articolo: ansa.it

"Ed allo scrivente, continua sempre più, 'a ronzare insistentemente in testa', il solito...profetico, ritornello"...

"Mare Arabico, Grande Flotta, Sprofonderà". (MdN)

Vedremo.



Iran, chiudere hormuz prematuro

Per comandante marina ancora non appare necessario

28 dicembre, 13:46

(ANSA) - TEHERAN, 28 DIC - Chiudere lo stretto di Hormuz ''e' molto facile'', ma non e' ancora necessario: lo ha detto l'ammiraglio Habibollah Sayyari, comandante della marina iraniana, alla Press tv. ''Tutti sanno quanto lo stretto sia importante e strategico e come sia sotto il controllo della Repubblica islamica dell'Iran.
Chiuderlo e' molto facile come bere un bicchiere d'acqua ma oggi non abbiamo bisogno di farlo perche' controlliamo il Mare di Oman e il transito'' marittimo e delle petroliere.

"Una Risposta"...

USA: : "Ogni impedimento alla navigazione nello stretto di Hormuz non sarà tollerato"


Mercoledì 28 Dicembre 2011 17:05

"Ogni impedimento alla navigazione nello stretto
di Hormuz non sarà tollerato", così esordisce
la breve dichiarazione della Flotta V americana
che attraverso il suo portavoce lancia un chiaro messaggio al governo iraniano che minaccia la chiusura dello stretto di Hormuz in caso di altre sanzioni occidentali sul commercio petrolifero del Paese.

"Il libero flusso di merci e servizi attraverso lo stretto di Hormuz è vitale per la prosperità della regione e globale". "Chiunque minacci di interrompere la libertà di navigazione in uno stretto internazionale è chiaramente fuori dalla comunità della nazioni. Qualsiasi interruzione non
sarà tollerata".

Link: focusmo.it

In seguito anche l'Ue, ha risposto nei "medesimi termini", aggiungendo che è fermamente convinta nel proseguire l'iter per imporre sanzioni petrolifere all'Iran, se sarà possibile già dalla riunione del prossimo 30 gennaio.

E la tensione, data soprattutto dalle dichiarazioni rese, sale...e non solo, intorno allo Stretto di Hormuz...


24ORE-ESTERI
Washington 07:00

IRAN: I 'PALETTI' DI USA
E ISRAELE PER ATTACCO
PREVENTIVO

Gli Stati Uniti e Israele stanno definendo 'i paletti' che, se saranno superati dall'Iran neLlo sviluppo del programma nucleare, faranno scattare un attacco preventivo per impedire che Teheran ottenga la bomba atomica. E'quanto riporta il sito Daily Beast di Tina Brown, secondo il quale 'nelle ultime settimane si sono intensificati contatti segreti per permettere ai due alleati di essere sulle stesse posizioni'.
(29 dicembre 2011 - news.repubblica.it)

Ganz non esclude un altro giro di combattimenti a Gaza

Mercoledì 28 Dicembre 2011 15:25

Il capo di Stato Maggiore israeliano il generale Benny Gantz, ha dichiarato ieri che l’ "Operazione Piombo Fuso" a Gaza di tre anni fa, "è stata condotta con professionalità e efficacia e ha raggiunto la deterrenza che ci aspettavamo", ma nel tempo si sono verificate delle crepe e Hamas ha incominciato di nuovo la fastidiosa strategia di lanciare razzi contro i paesi israeliani vicini al confine.

Gantz non esclude che in un prossimo futuro possa esserci una nuova edizione dell’ “ Operazione Piombo Fuso”.Intanto il Governo ha approvato un documento che lo impegna ad aumentare il bilancio della difesa per il 2011 di 1,65 miliardi, la decisione deve ancora però passare alla Commissione Finanze della Knesset.

Link: focusmo.it

Mo: manovre Israele, allerta in Libano

Massima allerta nel sud, 50 proiettili su fattorie Shebaa

29 dicembre, 10:40

(ANSA) - BEIRUT, 29 DIC - E' massima allerta nel sud del Libano per l'avvio stamani all'alba di massicce manovre militari israeliane lungo il settore orientale della Linea Blu che separa i due Paesi. Lo riferiscono i media di Beirut, secondo cui oltre 50 proiettili di mortaio sono caduti nei pressi delle Fattorie di Shebaa, territorio conteso tra Siria e Libano ma occupato da Israele, nell'ambito di esercitazioni militari dell'esercito di Israele.

Iran: avvistata portaerei
Usa nello stretto di
Hormuz


Tensione alle stelle dopo lo scontro sulla possibile chiusura dello stretto in caso di sanzioni

Teheran, 29 dic. (TMNews) - Le autorità iraniane sostengono di aver individuato una portaerei americana nella zona dello Stretto di Hormuz, dove si stanno svolgendo le esercitazioni militari della Marina iraniana.

Un aereo di sorveglianza iraniano ha identificato una portaerei americana nella zona delle manovre, dove sono dispiegate le navi iraniane, e ha scattato delle fotografie", ha dichiarato l'ammiraglio Mahmud Mussavi. "Questo dimostra che la marina iraniana osserva e sorveglia tutti i movimenti delle forze straniere nella zona", ha aggiunto.

Continua su: tmnews.it

Le Forze Usa nel Golfo Persico

Ed a quanto sembra, continua a crescere...

IRAN: TEHERAN, PRONTI AL
CONFRONTO CON LE NAVI USA

13:23 29 DIC 2011

(AGI) Teheran - La Marina iraniana e' pronta a confrontarsi con i gruppi navali stranieri che entrino nell'area dove si stanno svolgendo le esercitazioni militari della Repubblica Islamica, nello stretto di Hormuz: lo ha riferito la rete di informazione iraniana, citando l'ammiraglio Seyyed Mahmoud Mousavi, vice comandante della Marina per le operazioni in corso .

E poi c'è Debka, che aggiunge altre informazioni...

Iranian plan to mine Hormuz puts US, NATO on Persian Gulf alert

Il piano Iraniano per minare Hormuz, porta gli Stati Uniti e la NATO in allerta sul Golfo Persico
( in inglese - debka.com ).

Ed ancora, in italiano...

IRAN

Sale la tensione nello
stretto di Hormuz
Teheran:
"Risponderemo alle
minacce"


Avvistata una portaerei statunitense nell'area delle manovre militari iraniane. Il Pentagono:
"Passaggio programmato da tempo". Dura la reazione di Teheran

Continua su: repubblica.it

Di seguito, alcuni (a mio parere) interessanti articoli...

- HORMUZ: IL BOTTONE DI UNA TERZA GUERRA MONDIALE?

- Il Ricatto dell'Iran sulla Rotta del Petrolio

- Rullo di tamburi di guerra contro Siria e Iran

Ed ancora, "guardando al passato, ed alle sue coincidenze"...

LO STRETTO DI HORMUZ SI TRASFORMERA'
NELLA PROSSIMA PEARL HARBOR ?


DI ROBERT WENZEL
Economicpolicyjournal.com

Molti storici revisionisti ritengono che gli Stati Uniti abbiano spinto il Giappone ad attaccare Pearl Harbor.

Lo storico Percy Greaves credeva che l'attacco del
7 Dicembre 1941 non fosse né inatteso né immotivato. Come sua moglie, Betina Bien Greaves spiegò:

Continua su: comedonchisciotte.org

E poi, un articolo che porta in se notizie...informazioni...se volete, dati di fatto, che potrebbero rivelarsi, più che interessanti, in prospettiva futura...e neanche troppo futura...

- L'espansione dei Fratelli Musulmani non si ferma all'Egitto e guarda all'Europa

Ed infine, l'aggiornamento odierno, con prospettive di ulteriori tensioni, in un futuro molto prossimo...

IL CASO

Tensione con gli Usa,
l'Iran alza la posta
"Domani testeremo
missili di lunga gittata"


Il lancio annunciato dal comandante della marina nell'ambito di esercitazioni militari in corso nello stretto di Hormuz, la cui possibile chiusura da parte di Teheran è motivo in queste ore di un duro scontro con Washington

Continua su: repubblica.it

(E) Il giorno dopo (arrivò)...

IL CASO

Lancio di missili e
lettera a Bruxelles
l'Iran mostra i muscoli
ma apre al dialogo


Teheran ha eseguito la temuta esercitazione con l'esplosione di missili a lunga gittata nel Golfo, ma avrebbe anche offerto all'Unione Europea la disponibilità a riprendere i colloqui sul dossier nucleare

Continua su: repubblica.it

"Chissà, se siamo ormai giunti, nel 'Giusto Tempo...per la Giusta Scintilla'."


A seguire la parte 15.

Nessun commento: