Post in evidenza

Due Passi nel Mistero/13

Continua da questo post . Scoperte in grado di cambiare...quantomeno, "UN" mondo... LA SCOPERTA Germania, un dente-fossile ...

domenica 11 dicembre 2011

PANDORA'S TIMES - Medio Oriente: "In Attesa, della Giusta Scintilla...e della 'Gloria', che Verrà"/11

Prosegue dalla parte 10.


"Le Molte...e Varie, Sfaccettature di una Guerra"...

'Attack on Tel Aviv''contro 'Battlefield 3


Scontro in politica estera tra Iran e Usa si sposta su videogame per playstation

10 dicembre, 17:17


Guerra di playstation tra Teheran e Washington


''Attack on Tel Aviv'' contro ''Battlefield 3''. L'Iran rispondera' con un nuovo videogioco, ambientato in Israele, a quello americano che mette in scena un'invasione di Teheran da parte delle truppe Usa. Ad annunciarlo alla Fars e' Behrooz Minaei, dirigente della Fondazione iraniana per i giochi elettronici. La fondazione, ha detto, sosterra' il progetto, cui sono pronti a contribuire molti programmatori iraniani.
Battlefield 3, che e' stato vietato il mese scorso in Iran, ha molti difetti tecnici - ha detto Minaei - ma soprattutto e' ''inaccettabile'' per la sua tematica.
Realizzato dalla statunitense Electronic Arts (EA), Battlefield prevede che i giocatori si calino nei panni di marine d'elite che vivono in prima persona l'arrivo in una Teheran semidistrutta dai bombardamenti Usa. La storia poi si sposta in Europa, Londra e Parigi, dove i terroristi scatenano attacchi tra la folla. L'Iran, ha ricordato Minaei, ha mandato molte lettere di protesta alla compagnia Usa, senza avere risposta. Da qui l'iniziativa ''ritorsiva'' iraniana di rispondere con un altro scenario di guerra, almeno sulla playstation.

Link: ansa.it

Non mi meraviglierebbe affatto se, l'eventuale realtà dei futuri fatti, fosse l'unione dei due sopracitati videogiochi, anche perché, da ciò che è emerso (quantomeno a mia conoscenza), di essi, sono l'uno parte delle conseguenze non citate dell'altro.

Vedremo.



USA

Solo...forti toni a scopi elettorali, o attaviche convinzioni, di parte?

Gingrich: palestinesi terroristi


Sdegno per sue parole fra vertici Anp e nel mondo arabo

10 dicembre, 22:46

(ANSA) - RAMALLAH, 10 DIC - Sono di oltraggio - fra i vertici dell'Autorita' nazionale palestinese (Anp), come altrove nel mondo arabo - le reazionI all'intervista shock in cui Newt Gingrich, candidato di punta alla nomination repubblicana nella corsa per la presidenza Usa, ha liquidato i palestinesi come ''un popolo inventato'' e ''un gruppo di terroristi''. Ed e' giunto a sfiorare scenari da pulizia etnica di massa.


"Presidi, Ultimatum in scadenza e Presunti Preparativi per compier Massacri"...

La Turchia presidia i confini con la Siria


Domenica 11 Dicembre 2011 12:00

La Turchia ha avvertito ieri la Siria che difenderà i confini qualora dovesse presentarsi un'ondata di profughi fuggitivi da Assad.. Il Ministro degli Esteri turco Ahmet Davutoglu, non ha fornito dettagli delle azioni previste da Ankara, ma ha chiarito che la Turchia non esiterebbe ad agire con azioni militari. La Turchia confina con la Siria per 900 km di lunghezza. "La Turchia non ha alcun desiderio di interferire negli affari interni della Siria - ha dichiarato Ahmet Davutoglu - , ma se c'è una minaccia per la sicurezza della Turchia , non possiamo rimanere fermi. Se il governo di Assad combatte il suo popolo e provoca un'ondata di profughi, questo mette in pericolo non solo la sicurezza della Turchia ma dell'intera regione". Nel frattempo, la Francia ha invitato le potenze mondiali a "salvare il popolo siriano". La Francia ha avvertito il governo siriano delle sue responsabilità per qualsiasi azione intrapresa contro il popolo. Continua il pressing della La Lega Araba che intende mandare ispettori nonostante il parere negativo siriano. La Lega Araba ha più volte prorogato i termini per la Siria al fine di farla accettare un piano che vedrebbe la supervisione dei pesi Arabi durante il ritiro delle truppe dalle città. L'ultimo scade a dicembre.

Link: focusmo.it

Siria: ultimatum di
Damasco ai disertori


Siria, battaglia al sud tra esercito e disertori
Centinaia armati contro le truppe corazzate.

11 dicembre, 17:51

DAMASCO - Un ultimatum di 72 ore per interrompere le proteste anti-governative nella città siriana di Homs, o le forze fedeli a Bashar Assad inizieranno l'assalto. Il diktat, riferisce il colonnello disertore Mohamed Hamdo dell'Esercito siriano libero (Esl) alla Cnn, è stato lanciato ieri dalle autorità di Damasco. L'ultimatum scadrà lunedì sera. Il Consiglio nazionale siriano ha messo in guardia contro "il massacro" che le forze di Assad si preparano a compiere a Homs.

Continua su: ansa.it

ISRAELE

"Auspicando la caduta di regimi stranieri, per trovarsene uno...voluto, nella propria casa"...

Israele, caduta Assad una 'benedizione'


Ministro difesa Ehud Barak, un colpo all'asse Iran-Hezbollah

11 dicembre, 21:18

(ANSA) - VIENNA , 11 DIC - La caduta del presidente siriano Bashar al Assad sarebbe "una benedizione" per il Medio Oriente e un colpo per "l'asse Iran-Hezbollah". Lo ha dichiarato il ministro della Difesa israeliano Ehud Barak, citato dall'agenzia di stampa austriaca Apa. "La famiglia Assad è condannata - ha aggiunto Barak, a Vienna per una conferenza - e nessuno sa cosa avverrà dopo".

Appello a Netanyahu,a rischio democrazia

Lettera a premier, fermi bozze di legge che limitano liberta'

12 dicembre, 13:30

(ANSA) - TEL AVIV, 12 DIC - Un allarmato appello al premier Benyamin Netanyahu (Likud) affinche' blocchi alla Knesset (parlamento) una serie di leggi limitative della liberta' di espressione in Israele e' stato pubblicato da alcune decine di intellettuali fra cui gli scrittori Amos Oz e Yoram Kanyuk, lo storico Yehuda Bauer, il filosofo Yirmiahu Yovel e il politologo Zeev Sternhell. Nel messaggio a Netanyahu questi intellettuali sostengono che la democrazia israeliana ''si trova sull'orlo di un baratro''.

Io penso che, uno stato (qualunque stato, questo concetto può essere esteso ad altri paesi), che è ad un tale livello di paranoia nei confronti dei propri vicini, prima o poi, una sorta di deriva (più o meno) autoritaria, "sia inevitabile".

Ed altresì, anche questo, potrebbe essere...parte, del "Copione".



IRAN

"Veloci Acquisizioni e Sviluppi Tecnologici"...

Iran, presto in grado clonare drone

Gia' in fase avanzata decrittazione RQ 170 catturato su confine

12 dicembre, 13:44

(ANSA) - TEHERAN, 12 DIC - Del drone statunitense catturato nei giorni scorsi al confine con l'Afghanistan gli esperti iraniani stanno ora decrittando i codici, e la prossima tappa sara' costruirne uno uguale. Lo ha detto il deputato iraniano Parviz Sorouri, del Comitato parlamentare per la sicurezza nazionale.

Gli ingegneri iraniani, ha sottolineato, proveranno di avere le capacita' di produrre autonomamente in serie velivoli di qualita' ancora piu' alta in un prossimo futuro, senza aiuto da Russia e Cina.

Se ciò è Vero, come scritto in passato...È Impressionante.

Eventuali, Manovre Militari...nonché, potenzialmente Devastanti, Future Mosse...

Voci su manovra chiusura stretto Hormuz


Lo dice deputato Iran. E' canale cruciale per passaggio petrolio

12 dicembre, 16:25


Lo Stretto di Hormuz


(ANSA) - TEHERAN, 12 GEN - Un'esercitazione navale nello stretto di Hormuz per verificare la capacita' iraniana di chiudere un canale di comunicazione cruciale per il trasporto del petrolio e' stata annunciata oggi da un deputato iraniano, ma non ha trovato conferme ufficiali.
''Presto faremo una manovra militare su come chiudere le stretto" ha detto Parviz Savari all'Isna.
Un portavoce delle forze armate iraniane non ha voluto commentare.

Sempre..."Come da Copione".

In seguito, ufficialmente...a quanto (ap)pare, smentita...


Iran: no chiusura Stretto Hormuz

Smentito deputato su canale cruciale per trasporto petrolio

14 dicembre, 11:50

(ANSA) - TEHERAN, 15 DIC - ''L'Iran ha sempre detto che la questione della chiusura dello stretto di Hormuz non e' in agenda, perche' e' necessario assicurare pace e stabilita' nella regione'', obiettivi che tutti i Paesi dovrebbero perseguire. Lo ha detto il portavoce del ministero degli Esteri Ramin Mehanparast, smentendo le dichiarazioni di un parlamentare che aveva annunciato una prossima esercitazione navale per verificare la capacita' iraniane di chiudere lo Stretto, cruciale per il trasporto del petrolio.(ANSA).

"Ufficiali autocompiacimenti, estesi resoconti, con dovizia di particolari e 'sicuri trasferimenti, in sicurezza'"...

Iran: drone, giocata tecnologia Usa

Scrivono 186 parlamentari su cattura aereo senza pilota Rq-170

13 dicembre, 19:55

Grazie alle sue forze armate ed alla sua tecnologia, ''l'Iran si e' preso gioco del potere tecnologico statunitense'' nella guerra elettronica, ed e' riuscito a prendere il controllo di uno dei piu' avanzati droni americani ''mandato per spiare'' sul proprio territorio. Lo sottolinea un documento firmato da 186 parlamentari iraniani, di cui da' notizia l'Isna.

Continua su: ansa.it

L’offensiva contro l’asse
siro-iraniano e i venti di
guerra in Medio Oriente


Sebbene siano molte le controversie in Israele e negli Stati Uniti a proposito di un possibile attacco all’Iran, e non ci sia affatto unanimità a questo riguardo, ma anzi delle forti resistenze, l’escalation di tensione nella regione mediorientale potrebbe anche portare a un risultato apparentemente non voluto: la situazione potrebbe sfuggire di mano portando proprio a quella conflagrazione regionale che molti temono e vorrebbero evitare.

A ciò potrebbe contribuire l’intensificarsi delle
provocazioni nei confronti dell’Iran da un lato, e lo
scivolamento della crisi siriana verso una guerra
civile dall’altro...

Continua su: medarabnews.com

Iran, impianti arricchimento in sicurezza

Teheran per trasferimento se le condizioni lo richiederanno

14 dicembre, 09:08

(ANSA) - TEHERAN, 14 DIC - L'Iran e' pronta a trasferire gli impianti di arricchimento dell'uranio in siti sicuri se le condizioni lo richiederanno. Lo riferisce l'agenzia semi-ufficiale Mehr citando un alto comandante delle Guardie Rivoluzionarie. ''Se le condizioni lo richiedono sposteremo i nostri centri di arricchimento dell'uranio in luoghi piu' sicuri'', ha detto il generale Gholamreza Jalali.

Eh Si! Poiché, "se sei furbo, quando dici che ci stai pensando...sei pronto, e quando dici che sei pronto...l'hai già fatto".

In particolare, in Amore, in Affari, ed in Guerra.



A seguire la parte 12.

Nessun commento: