Post in evidenza

PANDORA'S TIMES parte CCXLVI

Prosegue dalla parte CCXLV . "Noi siamo Uno... TUTTO è UNO". Siamo polvere di stelle, ma di altre galassie: gli astrofisic...

martedì 6 dicembre 2011

FUKUSHIMA, L'INCUBO NUCLEARE CONTINUA/7

Prosegue da questo post.


Ulteriori...Attuali Ammissioni, dei passati timori di alcuni...

Fukushima, il combustibile nucleare è fuori dai
reattori e ha eroso le fondamenta


Per la serie: adesso è ufficiale quello che si supponeva da un pezzo, ieri la Tepco – la società proprietaria di
Fukushima – ha ammesso che il corium, il combustibile nucleare fuso, è uscito dai reattori e si è aperto una strada verso il
basso. E’ la cosiddetta sindrome cinese, dal titolo
del film Anni 70 che ipotizzò le conseguenze estreme di un incidente nucleare.

Attenzione, perchè la Tepco – è sempre ufficiale, ufficialissimo – non presume solo che dai reattori sia uscito un pochettino poco poco di combustibile nucleare (quello che si era limitata semmai ad ammettere finora): presume invece che dalreattore 1 sia uscito tutto (tutto!) il combustibile nucleare, e che dai reattori 2 e 3 sia uscito per una parte non meglio specificata.

Continua su: blogeko.iljournal.it



"Nuove Fuoriuscite"...

Giappone: nuova fuga radioattiva da Fukushima


Fuoriuscita di liquido nell'Oceano Pacifico

05 dicembre, 23:54

TOKYO - Una nuova fuga di liquido radioattivo si e' verificata dalla centrale nucleare di Fukushima nell'oceano Pacifico. Lo riferisce il gestore del sito Tepco. Dei tecnici sono stati inviati sul luogo per trovare la causa di questo sversamento che e' avvenuto nelle vicinanze di un impianto per la decontaminazione delle acque usate nella centrale.
Una zona di circa 45 tonnellate di acqua contaminata e' stata scoperta intorno ad un condensatore ed e' stata approntata una barriera di sacchetti di sabbia per cercare di contenerla. La maggior parte del liquido contaminato e' rimasto all'interno dell'edificio che ospita l'impianto di decontaminazione, ma circa 300 litri sarebbero fuoriusciti grazie ad un condotto che finisce nell'oceano. L'acqua contiene cesio 137 e iodio 131, ma a livelli ''simili o leggermente superiori'' a quelli rilevati nella zona vicina alla centrale.

Continua su: ansa.it


"Rassicuranti Dichiarazazioni Ufficiali...ed Ufficiali nuove ammissioni"...

Fukushima: reattori messi in sicurezza

Il governo giapponese ha annunciato l'arresto a freddo dei reattori della centrale nucleare

16 dicembre, 09:31

TOKYO - Il governo giapponese ha annunciato l'arresto a freddo ("messa in sicurezza") dei reattori della centrale di Fukushima, duramente colpita dal sisma/tsunami dell'11 marzo. Ora, ha detto il premier Yoshihiko Noda, in un messaggio trasmesso dalla tv pubblica Nhk, "bisogna andare avanti e accelerare con il suo decommissionamento".

"Possiamo dire che la situazione è stabile", ha aggiunto Noda, in relazione alle temperature dei reattori da 1 a 3, ampiamente sotto i 100 gradi. Il governo, con qualche settimana di anticipo sui tempi fissati, ha potuto così ufficializzare la chiusura della 'fase 2' del piano che porterà ora, nell'arco temporale fino a 40 anni, al 'decommissionamento' dei reattori in avaria. Il 'cold shutdown' equivale alla certificazione che le condizioni all'interno dei reattori sono ritenute tali da rendere impossibile "stati di criticità" e reazioni atomiche a catena, nonché a chiudere definitivamente la fase più acuta della peggiore crisi nucleare da quella di Cernobyl del 1986. Noda terrà tra un'ora circa una conferenza stampa durante la quale dovrebbe fornire alcuni elementi sulla road map relativa al decommissionamento della struttura, messo a punto dal governo e dal gestore della centrale, la Tepco. Secondo i primi elementi forniti, ci vorranno fino a 40 anni di interventi costanti per smantellare del tutto i reattori, mentre le prime operazioni partiranno entro 20-25 anni, a causa della parziale fusione verificatasi nei reattori n.1, 2 e 3.

Link: ansa.it

D'altronde vista l'ammissione ufficiale della seppur parziale...fusione dei tre reattori.

Volendo essere critici e "complottisti fino in fondo", viene da chiedersi...

La temperatura è scesa, perché...i reattori, sono stati adeguatamente raffreddati, o perché, non sono più dove dovrebbero essere?

Penso che la definitiva risposta a questa domanda, l'avremo solo nel tempo, o "magari", non l'avremo mai, presi da più prossimi, ripetuti e nefasti, in quanto...anche, più visibili, eventi.


"Esiti Indipendenti...di una indipendente Commissione d'Inchiesta...dal governo istituita"...


NUCLEARE

Fukushima,
commissione
d'inchiesta accusa
"Tepco a Agenzia
nucleare erano
impreparate"


Il rapporto del comitato di esperti indipendenti nominato dal governo giapponese punta il dito contro le inadempienze dell'azienda elettrica e dell'ente statale: "Misure di prevenzione inadeguate"

TOKYO - La Tepco, la società proprietaria della centrale nucleare di Fukushima, e l'Agenzia giapponese per la Sicurezza Atomica, non "avevano adottato quelle misure di sicurezza precauzionali" per fare fronte ad un disastro come il terremoto (di magnitudo 9) e il devastante tsunami che l'11 marzo scorso colpirono l'impianto e la costa occidentale nipponica. E' quanto ha stabilito il rapporto ufficiale della commissione d'inchiesta indipendente istituita dal governo.

Continua su: repubblica.it


"Tutto a Posto, garantiamo noi"...

Giappone: Aiea, reattori nucleari sicuri


"In linea con gli standard",dice Agenzia atomica Onu dopo visita

31 gennaio, 09:21

(ANSA) - TOKYO, 31 GEN - I test sulla sicurezza dei reattori nucleari in Giappone dopo la crisi di Fukushima, sono "generalmente coerenti" con gli standard dell'Aiea. E' l'Agenzia dell'Onu a sottolinearlo alla fine di una visita di nove giorni.

"La conclusione del team - ha scritto in una nota il capo missione James Lyons - è che le istruzioni e il processo di revisione della Nisa, l'agenzia nucleare nipponica, per valutare la sicurezza complessiva, sono generalmente coerenti con gli standard dell'Aiea".

Che, se anche ciò corrispondesse a verità, dei danni creati finora, la reale quantificazione, a mio parere, ancora latita.


"Sale la temperatura nel reattore 2? Nessun problema...è solo Inverno"...


Fukushima, sale
temperatura reattore 2

Tepco esclude 'elementi' criticita', aumenta iniezioni acqua

12 febbraio, 07:52

(ANSA) - TOKYO, 12 FEB - La temperatura sul fondo del reattore n.2 della centrale di Fukushima torna a salire, fino a 78,3 gradi, al punto piu' alto da quando lo scorso dicembre e' stato dichiarato lo stato di arresto a freddo della struttura danneggiata duramente dal sisma/tsunami del 2011. Lo rende noto il gestore Tepco, che, aumentando le iniezioni di acqua da 13,6 a 14,6 tonnellate all'ora, ha escluso ''elementi di criticita''' in mancanza di reazioni nucleari, come confermato dall'assenza di xenon radioattivo.


"Incubo Senza Fine, Allarme per nuovi Terremoti"...

IL CASO

Fukushima, nuovo
allarme
"Si rischia un altro
terremoto"


In un rapporto degli scienziati giapponesi, l'incubo di un nuovo devastante sisma nell'area della centrale nucleare, già colpita dallo tsunami dell'11 marzo 2011: "Riattivate alcune faglie prossime agli impianti, prepararsi a nuove emergenze"

Continua su: repubblica.it

Che allora, è Vero che si possono "prevedere"...anche se lì..."pensandoci, non è poi così difficile".


Radioattività, Nuove Misurazioni..."Vecchi" Valori...


Fukushima, alta
radioattivita'

Intorno alla centrale. Picco accertato nella citta' di Futaba

24 febbraio, 17:14

(ANSA) - TOKYO, 24 FEB - Alti livelli di radioattivita' sono stati rilevati nelle zone di evacuazione intorno alla centrale nucleare di Fukushima, con un picco accertato di 470 millisievert all'anno nella citta' di Futaba. Stando agli ultimi dati forniti dal ministero dell'Ambiente nipponico, a riassunto di misurazioni effettuate dal 7 novembre al 16 gennaio, diverse letture hanno indicato valori oltre i 50 millisievert annui, pari a un livello considerato inabitabile nello schema di nuova classificazione.

L'Incubo Continua.


"Le Due Facce della Medaglia"...


Fukushima: Ansa in
centrale un anno dopo

Manager impianto, la situazione ora e' piuttosto stabile

28 febbraio, 12:03

(ANSA) - FUKUSHIMA, 28 FEB - ''La situazione e' molto diversa rispetto a un anno fa, ora e' piuttosto stabile'': cosi' Takeshi Takahashi, manager della Tepco a capo della disastrata centrale di Fukushima, incontrando nel bunker antisismico dell'impianto un pool di media stranieri, tra cui l'ANSA, prima testata italiana a visitare il sito. Takahashi ha ammesso che "non è possibile dire che se le nostre attuali apparecchiature sono al riparo da rischi", mentre il livello di attenzione non deve mai diminuire. (ANSA).

Fukushima: Greenpeace, un anno dopo milioni persone esposte a rischio


La Reale Portata dei Fatti, sulla Pelle degli Abitanti...

REPORTAGE

Tra i sopravvissuti di
Fukushima
"Noi, il popolo dei
radioattivi"


Un anno dopo lo tsunami, siamo tornati nella zona dell'impianto spazzato via con il suo carico di scorie e di morte. Non si può pescare, non si può coltivare, non si può respirare. "Stiamo qui perché non abbiamo niente altro"

dal nostro inviato GIAMPAOLO VISETTI

FUKUSHIMA - La vita spenta è ciò che resta dell'esplosione atomica nella centrale di Daiichi. Il cuore del disastro del Giappone, un anno dopo, è un muscolo che non batte più. L'impianto di Fukushima emerge da una distesa di campi abbandonati, coperti da tralicci spezzati, bidoni di liquido contaminato, cedri caduti, scheletri di mucche e di cani. E' una gigantesca carcassa squarciata, annerita e storta. Affiora da un deserto che deve aver assistito a una guerra e guarda l'oceano.
Dall'11 marzo 2011 tutto qui è morto. Ogni cosa è rimasta immobile, come se lo tsunami l'avesse imbalsamata. Davanti ai reattori scoperchiati, il fondo del Pacifico ora è rivestito di cemento. Solo dei sacchi dividono l'acqua dal combustibile nucleare. Attorno, teli bianchi coprono la terra uccisa. Non si può pescare, non si può coltivare, non si può respirare, non si può camminare.
Entro venti chilometri non si può vivere. Oltre, fino a cinquanta, è "sconsigliato".

Continua su: repubblica.it

Ma tanto, alzando i limiti, è tutto nella norma No!?!


Giappone: Fukushima un anno dopo, il ricordo del disastro


Continua...QUI.

Nessun commento: