Post in evidenza

CRISI: "A Pochi Passi dal Baratro"/50

Continua da questo post . Segnalando altolocati, altrui punti di vista...e consigli, da un ormai in percorso d'uscita, Oltremanica......

martedì 2 febbraio 2010

IPOTESI DI COMPLOTTO parte LI

Prosegue dalla parte L.


Comunque fà piacere sapere che, mentre noi per comunicare telefoniamo, videotelefoniamo, inviamo sms, mms, videomms, scriviamo nelle chat, nei blog, nei forum, spediamo lettere, raccomandate, cartoline, alleviamo piccioni allo scopo.

C'è "gente"che per "comunicare"...GENERA...eventi regionali e globali in date "particolari". E questo si chiama...POTERE ASSOLUTO.

E può essere abbattuto solo nel sangue.

Ma lo "scorrere del sangue" e ciò che "loro" vogliono per il disegno finale, il fine ultimo. E pure le religioni saranno usate a tal fine.

Quindi, demonio e santità servono solo ad intimorire ed ammorbidire la "base".


Economia...Teheran (AsiaNews) – L’Iran, quarto produttore mondiale di petrolio, ha deciso di sostituire negli scambi internazionale il dollaro con l ’euro. Lo stabilisce un decreto del presidente Mahmoud Ahmadiejad. La decisione, precisano le agenzie iraniane, è stata presa sentiti gli amministratori delle riserve estere del Paese. La decisione riguarda in particolare proprio le transazioni aventi ad oggetto il petrolio – l’Iran ne produce oltre quattro milioni di barili al giorno - che rappresentano l’80% del totale delle entrate di valuta estera e circa il 50% delle entrate del bilancio generale dello Stato. In realtà, la volontà di utilizzare l’euro e non il dollaro per le transazioni internazionali è stata più volte proclamata dalla Repubblica islamica negli anni scorsi . Teheran aveva anche proposto agli altri Paesi dell ’Opec di abbandonare “l’affondante” dollaro a favore del “più credibile” euro. Ora il decreto presidenziale sembra aver deciso il passaggio. In seguito al cambiamento, è stato annunciato che il tasso di interesse previsto dalla Riserva degli scambi esteri sarà ridotto dal 12 al 5%.

E poi...L'IMMENSO E CRESCENTE IMPATTO DELLA CINA SUL MERCATO DELL'ORO

Ed ancora...ITALIA - ISTAT, DISOCCUPAZIONE AL 7,4% - Occupati, mai così giù da 15 anni.

CRISI : FMI, RIDURRÀ CRESCITA ECONOMICA PER ALMENO 7 ANNI

- ( Fonte : ASCA ) -ROMA, 22 SETTEMBRE - Impatto fortemente negativo della crisi finanziaria sull'economia. Lo scrive il Fondo Monetario Internazionale nel World Economic Outlook, che sarà pubblicato integralmente il prossimo 1 ottobre e di cui oggi è stato diffuso un estratto. "Tipicamente le crisi bancarie hanno un impatto duraturo sul livello del Pil anche durante le fasi di ripresa. Il calo dell'occupazione, degli investimenti e della produttività contribuiscono a ridurre la crescita", scrive il Fondo. Significativo l'impatto di medio termine delle crisi bancarie, "mediamente dopo sette anni, il Pil resta il 10% sotto la media", sottolinea il rapporto. Stessa musica per il reddito procapite. Il Fondo conclude che nelle economie avanzate, il prodotto reale difficilmente ritornerà ai livelli pre-crisi, "la medesima esperienza vissuta dai paesi emergenti dopo la crisi del debito dei primi anni 80"

...ammissioni e/o giustificazioni ?


Pandemia...

NUOVA INFLUENZA : CON CONTAGIO AUMENTA 50% RISCHIO INFARTO

- ( Fonte : ASCA ) - ROMA, 22 SETTEMBRE - Vaccinarsi, sopratutto se il cuore soffre. Il consiglio arriva dalle pagine della rivista Lancet Infectous Disease che pubblica uno studio secondo il quale influenza stagionale e influenza A aumentano il rischio di infarti nei soggetti con cardiopatie croniche. In media, dopo il contagio, l'incremento delle morti per patologie cardiache andrebbe dal 35 al 50% spiegano i ricercatori del Centro per le malattie infettive diLondra, guidati dall'epidemiologo britannicoAndrew C. Hayward, per il quale la "vaccinazione antinfluenzale deve essere incoraggiata sopratutto nelle persone con patologia cardiovascolare, mentre ulteriori studi sono necessari per i soggetti che non manifestano segni clinici di malattie cardiache".


E concludo questo post con il seguente, ed a mio parere, interessantissimo articolo...

INTRIGO INTERNAZIONALE E FUNGHI ATOMICI SU TEHERAN. ALTA TENSIONE.


A seguire la parte LII.

Nessun commento: