Post in evidenza

ONU PRONTO A CONTATTI CON EXTRATERRESTRI - Parte LVIII

Prosegue dalla parte LVII . Ed ecco il palesarsi di un'altra prima volta...anzi, "altre prime volte". Eh Sì! Poiché i risco...

sabato 3 aprile 2010

IPOTESI DI COMPLOTTO parte CXXXIV

Prosegue dalla parte CXXXIII.
Geopolitica...VERSO UN'ALLEANZA MILITARE RUSSIA - CINA - IRAN ? ...( eurasia-rivista.org ).
Cina: no a incontro Obama-Dalai Lama Chiesto annullamento colloquio del 18 febbraio 12 febbraio, 10:15 - ( ANSA ) - ROMA - La Cina ha oggi chiesto agli Stati Uniti di annullare "immediatamente" il programmato incontro alla Casa Bianca tra il presidente Barack Obama e il Dalai Lama, il leader spirituale dei tibetani. Lo ha reso noto l'agenzia ufficiale Nuova Cina citando il portavoce del ministero degli esteri Ma Zhaoxu, in quello che si preannuncia come un braccio di ferro diplomatico dalle ricadute imprevedibili. La dura presa di posizione fa seguito all'annuncio venuto ieri dalla Casa Bianca, secondo il quale Obama incontrerà il Dalai Lama a Washington il 18 febbraio prossimo nonostante i precedenti ammonimenti venuti da Pechino. Robert Gibbs, il portavoce del presidente, aveva precisato che l'incontro avverrà non nello Studio Ovale ma nella cosiddetta Sala delle Mappe, un luogo meno ufficiale e simbolico. Obama aveva già fatto sapere la settimana scorsa di voler ricevere il leader tibetano in esilio suscitando una prima reazione negativa da parte cinese. Pechino aveva infatti ammonito che un tale incontro potrebbe danneggiare gravemente i rapporti tra i due paesi. L'amministrazione Obama ha sempre sottolineato che il presidente vedrà il Dalai Lama nel suo ruolo di leader spirituale e che Washington non mette in discussione che il Tibet faccia parte del territorio cinese. L'ormai imminente colloquio sembra proprio destinato a acuire gli attriti esistenti tra Washington e Pechino su diverse questioni: la vendita di armi Usa a Taiwan, il rispetto dei diritti umani in Cina, il tasso di cambio dello Yuan, la censura di Internet. Senza contare che gli Stati Uniti, inoltre, stanno attualmente cercando di convincere la Cina ad appoggiare nuove sanzioni contro l'Iran per il suo controverso programma nucleare. Robert Gibbs ieri ha detto che i rapporti tra i due paesi sono "maturi abbastanza" per lavorare insieme sui problemi di reciproco interesse accettando nello stesso tempo il fatto che non si può essere d'accordo su tutto. In questo clima teso si era anche registrato uno sviluppo positivo: la Cina ha infatti autorizzato la portaerei nucleare statunitense Nimitz a visitare la prossima settimana il porto di Hong Kong.
Gaza, due morti in sparatoria Sale tensione, leader Hamas a Israele: rischio guerra regionale 12 febbraio, 16:31 (ANSA) - TEL AVIV, 12 FEB - E' di due miliziani morti e due feriti il bilancio dell'ultimo scontro a fuoco lungo la linea di demarcazione fra Israele e Gaza. La sparatoria conferma l'innalzamento della tensione dopo un analogo episodio avvenuto ieri. In un'intervista al quotidiano al Hayyat, il numero uno in esilio del politburo di Hamas, Meshaal, ha avvertito che un'eventuale nuova offensiva di Israele sul modello dell'operazione Piombo Fuso potrebbe tradursi in un conflitto regionale.
Ecco il lato "positivo".
E poi...il lato "fantascientifico".
Arma laser su aereo distrugge missile Test in California in programma ricerca Missile Defense Agency 12 febbraio, 17:11 (ANSA) - WASHINGTON, 12 FEB - Per la prima volta un missile e' stato distrutto in volo da un'arma laser montata su un Boeing 747. Lo ha reso noto il Pentagono. Il test e' stato effettuato questa mattina in California nell'ambito di un programma di ricerca gestito dalla Missile Defense Agency (MDA). Il congegno laser, prodotto dalla Northrop Grumman, e' stato montato su un Boeing 747 modificato. Il sistema di puntamento e' stato prodotto dalla Lockheed Martin.
Ed ecco un "sogno" di bambino davanti alla tv, che và a realizzarsi.
OLIMPIADI VANCOUVER 2010 : ILLUSTRATO A OBAMA PIANO SICUREZZA...( repubblica.it ).
Che notizia curiosa...Libia top visti a Paesi Schengen Oscura la motivazione, nessuna informazione su visti di lavoro 14 febbraio, 17:28 (ANSA) - TRIPOLI, 14 FEB - La Libia ha sospeso, da questa mattina, la concessione di visti turistici a cittadini che provengono da Paesi dell'area Schengen. La decisione e' stata comunicata con una circolare del Comitato Generale del Popolo, il governo libico, e firmata dal primo ministro. Non e' stata fornita alcuna motivazione, solo l'elenco dei Paesi - tra cui l'Italia - dai quali non saranno accettati, a tempo indeterminato, richieste di visto. Nessuna informazione sui visti di lavoro.
Che stiano tentando di proteggere da eventuali "turisti particolarmente curiosi"qualche segreta struttura o altro ?
In quanto le reali identità dei turisti non sono facilmente controllabili. Ed oltretutto, "eliminando questo problema", è altresì più semplice controllare l'identità degli eventuali visitatori rimanenti.
Mah ! Vedremo gli sviluppi se e quando vi saranno.
Economia..."GOLA PROFONDA" DA BRUXELLES.
Interessante...SOPRAVVIVERÀ L'EURO FINO AL 2015 ? Interessante, pure l'articolo postato di seguito.
DALLA GRECIA ALL'EUROZONA E OLTRE, COSÌ LA CRISI MINACCIA L'AMERICA...( corriere.it ).
Ed infine, sempre ed ancora per la serie..."Non facciamoci mancare nulla". Però per "l'occasione", in versione ESTREMA...IPOTESI DI COMPLOTTO - Coincidenze ?
A seguire la parte CXXXV.

Nessun commento: